WTA Maiorca: Safarova supera Azarenka, Sevastova vince in rimonta

Lucie spara 27 vincenti contro Vika. Ai quarti anche Tomljanovic e Riske

WTA Maiorca: Safarova supera Azarenka, Sevastova vince in rimonta

LE TESTE DI SERIE – La campionessa in carica Anastasija Sevastova fa valere la sua esperienza e rimonta Antonia Lottner dopo aver rischiato di essere travolta dalla tedesca. Se il primo break è figlio degli errori della lettone, sono i colpi potenti della ventunenne alta 185 cm a incanalare il set verso il perentorio 6-1. Nel secondo, Antonia continua a colpire forte ma, appena dopo il break ottenuto al quinto gioco, inizia perdere la misura dei colpi, mentre Sevastova riesce a muoverla con più efficacia e a girare completamente l’inerzia della partita che si aggiudica per 6-3. Lottner, ormai tornata negli scomodi panni della 140° del ranking, fatica a tenere due palle consecutive in campo da qualsiasi posizione e, solo quando è sotto 0-4, riesce a fermare l’emorragia dei game, ma non la corsa di Sevastova verso i quarti di finale.

A dispetto dei precedenti sfavorevoli (1-6), peraltro decisamente datati, Lucie Safarova batte in due set Victoria Azarenka, n. 85 WTA, reduce da due eliminazioni all’esordio a Roma e al Roland Garros e da un complicato primo turno contro la lucky loser Voegele. Lucie è più intraprendente e il numero dei vincenti lo dimostra, ma è Vika a operare il primo strappo; tuttavia, sulla palla del 4-2, la bielorussa fa una cosa orrenda al volo con il rovescio a due mani, al punto successivo contesta una chiamata e Safarova vince il set mettendo in fila quattro giochi. Azarenka cerca di essere più propositiva nel secondo parziale, ma subisce il break al nono game e Safarova chiude al servizio con autorità. Per Lucie, fermata per tre mesi da un problema di salute simile a quello che l’aveva afflitta tempo addietro, sono i primi quarti di finale del 2018.

 

LE ALTRE – Lo scontro fra qualificate fa registrare il successo piuttosto semplice di Ajla Tomljanovic su Rebecca Peterson. La numero due di Svezia, attualmente al best ranking (n. 76), pregiudica entrambi i set andando subito sotto 0-3. Nel primo parziale, sembra incapace di gestire la profondità di palla di Tomljanovic; la reazione arriva, ma l’australiana riesce a non farsi raggiungere e chiude 6-3. All’inizio della seconda partita, Rebecca perde punti pesanti dimostrando evidenti limiti quando si tratta avvicinarsi e aggredire palle relativamente basse in mezzo al campo, ma almeno riagguanta il 3 pari. Ajla manifesta un po’ di nervosismo lamentandosi con l’arbitro quando, giustamente, assegna il punto alla svedese dopo aver corretto un’evidente late call del giudice di linea. C’è però il doppio fallo di Peterson a spianare strada per il break decisivo di Tomljanovic che ai quarti troverà Anastasija Sevastova.

Dopo quella prestigiosa su Angelique Kerber, un’altra vittoria in tre set per la qualificata Alison Riske che, questa volta senza interruzioni, si impone in rimonta sulla slovena Polona Hercog. Ad attendere ai quarti la statunitense, c’è Sam Stosur.

Risultati:

[Q] A. Riske b. P. Hercog 3-6 7-5 6-3
[Q] Ajla Tomljanovic b. [Q] R. Peterson 6-3 6-3
[3] A. Sevastova b. [Q] A. Lottner 1-6 6-3 6-1
[7] L. Safarova b. V. Azarenka 6-3 6-4

Michelangelo Sottili

CATEGORIE
TAG
Condividi