Australian Open: ufficializzata la nuova data, pubblico limitato al 50%

Australian Open

Australian Open: ufficializzata la nuova data, pubblico limitato al 50%

Confermato lo spostamento all’8-21 febbraio. Giocatori liberi di uscire dall’hotel durante il torneo. Aumenta del 15% il premio del primo turno. Spettatori limitati al 50%. Quali divise tra Doha (uomini) e Dubai (donne)

Pubblicato

il

Melbourne Park - Australian Open 2019 (foto via Twitter, @AustralianOpen)

Sono stati resi noti anche gli ultimi dettagli che riguardano lo svolgimento dell’Australian Open 2021, uno Slam che sarà sicuramente diverso da tutti gli altri. In una conferenza stampa di presentazione che è stata bruciata dall’annuncio dell’ATP poco più di 24 ore prima, Tennis Australia e il suo presidente Craig Tiley, che ricopre anche il ruolo di direttore del torneo nel primo Slam dell’anno, hanno ufficializzato le nuove date che vedranno i giocatori affrontarsi sui campi di Melbourne Park dall’8 al 21 febbraio prossimi.

Le qualificazioni si svolgeranno dal 10 al 13 gennaio: mentre i ragazzi saranno a Doha, le ragazze saranno a Dubai. I giocatori al momento presenti in Australia che decidessero di partecipare alle qualificazioni dovranno anche loro sottoporsi alla stessa procedura di quarantena di tutti gli altri tennisti. Ci sarà un torneo a Sydney per soli giocatori australiani, e tra i partecipanti saranno scelte le wild-card per il tabellone principale dell’Australian Open 2021. La vittoria nel torneo non garantirà una wild-card.

Sarà un Australian Open storico sotto molti punti di vista – ha dichiarato Tiley – Per la prima volta in più di 100 anni il torneo inizierà in febbraio e siamo impazienti di poter offrire ai giocatori quelle che siamo sicuri saranno le migliori condizioni di gioco del 2021. Fin dall’inizio il nostro principale obiettivo è stato quello di assicurare ai giocatori la migliore preparazione possibile per l’Australian Open e allo stesso tempo proteggere l’ambiente COVID-free che la comunità dello stato di Victoria ha creato attraverso incredibili sacrifici negli ultimi sei mesi”.

 

Tennis Australia ha lavorato per otto mesi per mettere in piedi questa edizione unica dell’Australian Open, “in collaborazione con le autorità governative, sia in Victoria sia a livello nazionale e in collaborazione con gli altri stati”, e Tiley si dice certo che “questo Australian Open avrà un ruolo importante nella rinascita e nel rafforzamento economico e psicologico di Melbourne e dello stato di Victoria”.

Dopo le rigidissime restrizioni dei 14 giorni di quarantena, infatti, i partecipanti all’Australian Open potranno tornare a fare quello che di solito facevano durante i tornei fino al marzo scorso: visitare i loro ristoranti preferiti, esplorare la città nei giorni di riposo, uscire dall’albergo liberamente senza restrizioni e così via. Rimarrà comunque l’obbligo della mascherina durante la permanenza all’impianto, eccetto durante i pasti, le partite e le sessioni di allenamento in campo e in palestra.

La competizione vedrà i tabelloni di singolare, doppio e quelli del tennis in carrozzina, mentre i tornei junior sono stati rimandati a data da destinarsi. Il montepremi sarà lo stesso del 2019, ovvero 71,5 milioni di dollari australiani (circa 44,5 milioni di euro) con gli sconfitti al primo turno che porteranno a casa 100.000 dollari australiani (più di 62.000 euro). La regola per i lucky loser rimarrà la stessa: il giocatore ammesso in tabellone per diritto di classifica che si ritirerà prima della disputa del primo turno intascherà il 50% del prize money, mentre il resto andrà al lucky loser di turno. Alcuni lucky loser saranno trasportati sugli aerei dedicati che Tennis Australia noleggerà per trasportare i giocatori dalle qualificazioni di Doha a Melbourne.

I biglietti per l’evento andranno in vendita il 23 dicembre prossimo e Tiley ha assicurato che la capacità dell’impianto verrà limitata al 50% della capienza massima. Durante la giornata di maggiore affluenza nell’edizione 2020 dell’Australian Open (il sabato della prima settimana) avevano varcato i cancelli 93.709 persone, lasciando quindi presagire la possibilità di avere giornate con più di 40.000 spettatori a Melbourne Park durante il prossimo torneo. Nel 2020 il torneo ha stabilito il record di presenze con 812.174 spettatori nel corso dei 14 giorni di gara.

Continua a leggere
Commenti

Australian Open

Australian Open: non è ancora tempo per Alcaraz, agli ottavi vanno il cuore e la testa di Berrettini

Carlos Alcaraz rimonta due set di svantaggio, ma al tie-break decisivo la spunta Matteo Berrettini. Ottavi possibili, il sogno semifinale si avvicina

Pubblicato

il

Matteo Berrettini all'Australian Open 2022 (Foto Twitter @AustralianOpen)

[7] M. Berrettini b. [31] C. Alcaraz 6-2 7-6(3) 4-6 2-6 7-6(5)

Non ha tradito le aspettative il match più atteso della giornata (o forse della settimana). Duecentocinquanta minuti di tennis magari non sempre straordinario, ma che ha certamente regalato grande tensione fino alla fine. La partenza troppo disinvolta di Alcaraz che ha perso sei giochi consecutivi dal 2-2 del primo set, dopo che era sembrato uscire dai blocchi in maniera perfetta, ha creato un match ad handicap per lo spagnolo, che poi è riuscito a rimettere la partita sui binari a lui più favorevoli, asciugando le energie di un Berrettini quasi sfinito per gli ultimi due set.

 

Il n.1 italiano ha confermato la sua grande forza mentale, aggrappandosi alla sua battuta e ai suoi schemi di gioco essenziali, che riescono ad essere efficaci anche quando le gambe non rispondono come dovrebbero. Nel finale thriller del match, Alcaraz (che aveva un record di 3-0 in carriera nei match al quinto set, e aveva battuto Berrettini pochi mesi fa proprio in un tie-break decisivo) ha dimostrato i suoi 18 anni, andando in pezzi per primo sul rettilineo finale, ma uscendo a testa alta da un torneo che sicuramente lo vedrà protagonista in un futuro molto prossimo.

La partita

Inizio di match complicato per Berrettini, che nel primo turno di battuta ha subito dovuto annullare quattro palle break, peraltro tutte gestite magnificamente con la battuta. Alcaraz ha scelto di rispondere da molto vicino al campo per cercare di cogliere Berrettini fuori equilibrio all’uscita del movimento del servizio, e nello scambio ha cercato di giocare colpi filanti e rapidi per non dare troppo tempo a Matteo di fare le sue aperture.

Dopo un secondo turno di battuta molto tribolato, Berrettini è riuscito ad approfittare di un game un po’ meno incisivo di Alcaraz che con due gratuiti di diritto e un doppio fallo è stato lui il primo a subire il break al quinto gioco, finendo poi per concederne un secondo due game più tardi, sempre tradito dal diritto tirato sempre a tutta velocità ma senza sufficiente controllo.

Dopo uno scatto dalla griglia di partenza che migliore non poteva essere, Alcaraz probabilmente si aspettava un andamento diverso, ma Berrettini raccoglie tutto quello che gli viene concesso e anche all’inizio del secondo set ha conquistato subito un break di vantaggio, il terzo consecutivo, che gli ha consentito di andare subito avanti nel punteggio. Quel vantaggio non è stato però sufficiente per portare a casa il parziale, perché sul 4-3 è incappato in un paio di errori gratuiti, e Alcaraz è riuscito a iniziare lo scambio padroneggiando sulla diagonale rovescia, chiudendo il game con un magnifico rovescio slice incrociato.

Il secondo set è quindi arrivato al tie-break, nel quale Berrettini ha compiuto lo strappo decisivo prima ringraziando per un doppio fallo di Alcaraz sul 2-1, e poi mettendo a segno uno splendido passante di rovescio lungolinea tagliato per andare 4-1 e doppio break avanti.

Una chance per potenzialmente uccidere la partita si è palesata a Berrettini anche all’inizio del terzo set, quando si è ritrovato, senza colpo ferire, sullo 0-30 nel primo game di servizio di Alcaraz, ma lo spagnolo è riuscito a mettere a segno un paio di buoni servizi ed a conquistare quattro punti consecutivi per mantenere il punteggio in linea di galleggiamento. Con la prima di servizio il tennista romano conquistava cinque punti su sei, e Alcaraz non accennava ad arretrare mezzo passo dalla sua posizione in risposta che a inizio match sembrava fare miracoli, ma che con il passare dei minuti diventava sempre meno efficace.

Sul 4-3 Berrettini aveva un’altra chance da 0-30, ma le due risposte arrischiate sulle seconde dell’avversario finivano entrambe fuori, e la chance volava via in un baleno. Così come in un baleno si concretizzavano i sette punti consecutivi che mandavano Alcaraz a 0-40 sul game successivo e lo mandavano poi a servire per il set dopo poco più di due ore di gioco.

Nel quarto parziale lo spagnolo si è messo a pazientare maggiormente sugli scambi e mentre le ombre tagliavano la Rod Laver Arena in due rendendo molto complicato vedere la palla, Berrettini aveva un evidente calo di energia che gli costava due break e di conseguenza anche il set. Il match si decideva al quinto.

Con l’inerzia tutta a suo favore Alcaraz provava a premere subito sull’acceleratore per prendere subito il largo, ma il servizio di Berrettini è sempre una certezza, e teneva la partita in equilibrio. Nonostante un capitombolo causato da una caviglia appoggiata male, Matteo teneva il servizio in un terzo game complicato, nel quale ha dovuto fare i conti con le energie rimaste e con una palla break a sfavore. Poco dopo Alcaraz si inceppava un attimo in due doppi falli e doveva ricorrere a un gran diritto per cancellare la palla dell’1-3.

Il quinto set procedeva tra tensione e servizi: sul 5-6 30-30 Alcaraz metteva lungo un diritto al volo concedendo un match point a Berrettini, che sulla seconda di servizio provava senza troppa convinzione a spostarsi sul diritto e rispondeva in rete. Nel tie-break a 10 si partiva con due minibreak nei primi due punti. Lo strappo decisivo è arrivato sul 5-4 Berrettini, con una stecca diritto di Alcaraz, e poi, sull’8-5, un altro diritto in corridoio dello spagnolo e un doppio fallo per chiudere la partita.

Ottavi possibili

Superato quello che sulla carta sembrava il potenziale ostacolo più duro, ora Matteo Berrettini deve recuperare tutte le energie che può per provare a sfruttare questo tabellone che, per le note vicende, ha visto Novak Djokovic sparire dal suo quarto e costruirgli un percorso praticabile verso la semifinale. Negli ottavi di finale l’avversario di Berrettini sarà Pablo Carreno Busta, un avversario che non ha mai incontrato, per poi andarsi a scontrare con chi proverrà dalla zona di Kecmanovic e Monfils. Pensare in grande è ormai d’obbligo.

Continua a leggere

Australian Open

Australian Open, il programma di sabato 22 gennaio: Sinner-Daniel non prima delle 7 italiane

L’azzurro di scena sulla KIA Arena. Medvedev e Tsitsipas non prima delle 4, Swiatek-Kasatkina dalle 9

Pubblicato

il

Jannik Sinner all'Australian Open 2022 (Credit: @atptour on Twitter)

Sabato 22 gennaio si concluderà il terzo turno dell’Australian Open 2022, e l’attenzione degli appassionati italiani non potrà che concentrarsi di nuovo su Jannik Sinner. Il classe 2001 affronterà il giapponese Taro Daniel nel quarto match in programma sulla KIA Arena: la sfida inizierà non prima delle 07 italiane.

Fra le altre sfide si segnalano:

  • Tsitsipas-Paire, terzo match sulla Rod Laver Arena in programma non prima delle 04 italiane
  • Vondrousova-Sabalenka, seconda sulla MCA
  • Medvedev-Van De Zandschulp, terza sempre sulla MCA e non prima delle 04 italiane
  • Swiatek-Kasatkina, stesso campo ma non prima delle 09 italiane
  • Evans-Aliassime, ultima sfida sulla John Cain Arena in programma non prima delle 07 italiane.

Di seguito gli orari completi (NOTA: basta scorrere il file per vedere tutti i match con l’orario locale, ricordando che Melbourne è 10 ore avanti rispetto all’Italia, quindi “11:00 AM” significa le 01 della notte italiana, “7:00 PM” significa 09 di mattina e così via):

 

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE


Continua a leggere

Australian Open

Australian Open 2022 LIVE, Day 5: Barty elimina Giorgi. Bene Zverev, Osaka al terzo

Segui con noi la quinta giornata dell’Australian Open 2022

Pubblicato

il

Rod Laver Arena - Australian Open 2022 (foto Twitter @AustralianOpen)

11:05 – Si conclude il torneo di Camila Giorgi, battuta 6-2 6-3 da Ashleigh Barty

10:54 – Set e break di vantaggio per Barty, che serve sul 6-2 4-2

10:36 – Il primo set è di Ash Barty per 6-2, mentre Anisimova e Osaka vanno al terzo: la statunitense fa suo il secondo parziale per 6-3

 

10:27 – Grossa occasione sprecata da Giorgi, che si fa rimontare da 0-40 e ora è sotto 5-2

10:06 – Iniziato l’incontro fra Ashleigh Barty e Camila Giorgi: la N.1 WTA serve avanti 2-0

10:01 – Pablo Carreno Busta sfiderà Berrettini al quarto turno: battuto Korda per 6-4 7-5 6-7(6) 6-3

09:56 – Osaka si aggiudica il primo set per 6-4 contro Amanda Anisimova

09:44 – Agevole vittoria per Alexander Zverev: 6-3 6-4 6-4 a Radu Albot. Il suo prossimo avversario sarà Shapovalov

09:28 – Il match si conclude con un doppio fallo di Alcaraz: Berrettini è agli ottavi con il punteggio di 6-2 7-6(3) 4-6 2-6 7-6[10-5]!

09:27 – 9-5 Berrettini, che ha quattro match point

09:25 – Si gira sul 7-5 Berrettini. Intanto Sebastian Korda riapre il match contro Carreno Busta: il tie-break del terzo è suo per 8-6. Iniziata Osaka-Anisimova: la nipponica è già avanti di un break

09:23 – Mini-break Berrettini che vince il braccio di ferro di dritto: 6-4

09:22 – 5-4 Berrettini senza mini-break con una gran seconda

09:19 – Si gira sul 3-3

09:16 – Immediato pareggio dell’azzurro su un errore bimane: 1-1

09:15 – Mini-break Alcaraz, che serve avanti 1-0

09:14 – Berrettini spreca un match point sparando una risposta di dritto in rete contro la seconda: si va al super-tiebreak, forse l’esito più giusto

09:08 – Anche Berrettini non trema: 6-5. Alcaraz servirà ancora per rimanere nel match e portare la contesa al super-tiebreak

09:06 – Nessun problema per Alcaraz: 5-5

09:03 – Berrettini tiene rapidamente e sale 5-4: Alcaraz servirà per rimanere nel match

08:59 – Alcaraz pareggia: 4-4. Intanto Zverev allunga su Albot: 6-3 6-4

08:53 – Turno decisamente più agevole per Berrettini, che tiene per il 4-3

08:50 – Turno laborioso per Alcaraz, che però tiene a sua volta per il 3-3

08:47 – Denis Shapovalov raggiunge gli ottavi di finale: 7-6(4) 4-6 6-3 6-4 a Reilly Opelka

08:41 – Berrettini smarrisce un vantaggio di 40-0 ma riesce a tenere: 3-2 senza break

08:35 – Stavolta è Berrettini a non sfruttare una palla break nonostante due doppi falli di Alcaraz: 2-2

08:30 – Berrettini salva una palla break e tiene per il 2-1 in suo favore

08:19 – Si ricomincia a giocare, mentre Zverev è avanti 6-3 su Albot

08:15 – Problema alla caviglia per Berrettini, che è caduto dopo aver colpito un dritto in corsa nel secondo game: chiamato il fisioterapista

08:11 – Parte bene il quinto set per Berrettini, che tiene il primo turno di servizio da 30-30

08:09 – Anche il secondo set è di Carreno Busta: 6-4 7-5 a Sebastian Korda

08:04 – Carlos Alcaraz tiene il servizio finale e si aggiudica il quarto set per 6-2: si va al quinto. Denis Shapovalov si riporta in vantaggio su Reilly Opelka: il terzo è suo col punteggio di 6-3

07:59 – Ipoteca di Alcaraz sul quarto set: l’iberico ottiene il doppio break con un vincente di dritto in risposta che pizzica la riga e servirà sul 5-2 in suo favore

07:52 – Devastante dritto inside-in di Alcaraz, che ottiene il break e servirà avanti 3-2 nel quarto set

07:48 – Il punteggio è di 2-2 nel quarto set, mentre è iniziata Zverev-Albot

07:28 – Carlos Alcaraz si aggiudica il terzo set per 6-4: si va al quarto. Con lo stesso punteggio, Reilly Opelka pareggia la sfida con Denis Shapovalov: un set pari

07:23 – Alcaraz ottiene il break e servirà per portare la sfida al quarto sul 5-4

07:19 – Carreno Busta avanti 6-4 su Korda

07:14 – Terzo set che sta scorrendo rapidamente: 4-3 Berrettini senza break

06:48 – Grande tie-break di Matteo Berrettini, che se lo aggiudica per 7-3 e allunga su Carlos Alcaraz: due set a zero. Intanto è iniziata la sfida fra Sebastian Korda e Pablo Carreno Busta, il cui vincitore troverebbe proprio uno fra il capitolino e il protetto di JC Ferrero

06:44 – Gael Monfils accede agli ottavi senza perdere set: 7-6(4) 6-1 6-3 a Garin. Denis Shapovalov si aggiudica il tie-break del primo per 7-4 ai danni di Opelka

06:19Madison Keys recupera un set di svantaggio su Qiang Wang e avanza agli ottavi. 4-6, 6,3, 7-6(2)

06:02Miomir Kecmanovic conquista gli ottavi di finale in un torneo dello Slam per la prima volta in carriera. Ha sconfitto Lorenzo Sonego 6-4, 6-7(8), 6-2, 7-5. Primo set per Berrettini che ottiene tre break consecutivi sul servizio di Alcaraz e conduce 6-2, 2-0.

05:44 – Dopo aver mancato una palla del 5-2 pesante, Sonego concede il controbreak nel quarto set: 4-4. Berrettini fatica molto al servizio in apertura contro Alcaraz, ma è lui il primo a strappare il servizio e ad andare avanti 3-2

05:18Break di Sonego in apertura di quarto set, 1-0 e servizio. Entrano in campo sulla RLA Carlos Alcaraz e Matteo Berrettini. Gael Monfils ha vinto il primo set al tie-break 7-4 contro Cristian Garin. Badosa chiude il match contro Kostyuk 6-2, 5-7, 6-4 ed avanza agli ottavi.

05:03 – Passaggio a vuoto di Sonego, che perde 12 punti su 15 e cede nettamente 6-2 il terzo set contro Kecmanovic. Il serbo conduce 2 set a 1.

04:58Krejcikova completa la rimonta su Ostapenko: dopo aver perso il primo set vince la partita per 2-6, 6-4, 6-4 e avanza agli ottavi di finale. Sulla MCA Badosa è avanti di un break nel terzo set su Kostyuk, 3-2 e servizio. Sul campo 3 Qiang Wang ha vinto il primo set per 6-4 su Madison Keys.

04:44Maria Sakkari chiude il suo match contro Kudermetova vincendo 6-4, 6-1 ed avanzando così agli ottavi di finale. Sulla MCA Kostyuk ha rimontato nel secondo set arrivando a vincere il parziale per 7-5 portando la partita al terzo set.

04:27 Sonego annulla tre set point a Kecmanovic e poi riesce ad aggiudicarsi il parziale per 10-8 nel tie-break. Un set pari sull’Arena 1573.

04:04 Barbora Krejcikova rimonta il secondo set e se lo aggiudica 6-4, trascinando Ostapenko al terzo set. Sonego ha finalmente ottenuto il controbreak alla nona chance, ora conduce 5-4 nel secondo set. Maria Sakkari ha vinto il primo set 6-4 contro Veronika Kudermetova.

03:47 – Sonego non riesce a recuperare il break di svantaggio, Kecmanovic avanti 4-2 nel secondo. Sulla RLA, Jelena Ostapenko era avanti 6-2, 3-1 su Barbora Krejcikova, ma ora la situazione è 3-3 nel secondo set. Sulla MCA Badosa avanti 6-2, 2-1 e servizio su Marta Kostyuk.

03:25 – Prende una brutta piega il mach di Sonego: Kecmanovic, dopo aver vinto il primo set 6-4, è andato avanti di un break subito anche nel secondo parziale, 1-0 e servizio.

02:58 – È iniziato l’incontro di Lorenzo Sonego sull’Arena 1573. Kecmanovic ha preso un break di vantaggio in avvio di set, conduce 4-2 nonostante Sonego abbia avuto diverse chance del controbreak. Intanto ha chiuso Jessica Pegula, 7-6(3), 6-2 su Parrizas Diaz.

02:26 Victoria Azarenka è la prima giocatrice a raggiungere gli ottavi di finale. In 67 minuti ha sconfitto Elina Svitolina per 6-0, 6-2. Jessica Pegula in dirittura di arrivo: dopo aver vinto il primo set per 7-6(3), l’americana conduce 3-0 e servizio sulla spagnola Nuria Parrizas Diaz.

01:43 – Sulla RLA partenza rapidissima di Azarenka che si aggiudica il primo set per 6-0 contro Svitolina, che perde pure il servizio in apertura di secondo set. Equilibrio sulla MCA tra Parrizas Diaz e Pegula, 4-4.

01:00 – Quinta giornata dell’Australian Open 2022. Si comincia a fare sul serio con i terzi turni della parte alta dei tabelloni di singolare. Dopo la sfida spettacolo tra Kyrgios e Medvedev di giovedì sera, il torneo propone un’altra partita molto attesa, quella che vede il nostro Matteo Berrettini, testa di serie n. 7 affrontare il giovane emergente Carlos Alcaraz, testa di serie n. 31. Programmato come terzo incontro sulla Rod Laver Arena, il match dovrebbe iniziare verso le 4 del mattino italiane. Prima di loro due match femminili: Azarenka-Svitolina e Krejcikova-Ostapenko. Sull’Arena 1573 ci sarà il match di Lorenzo Sonego che prova a raggiungere gli ottavi in Australia affrontando il serbo Miomir Kecmanovic. Qui il programma completo della giornata.


TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE


La diretta Facebook

Gli articoli di oggi

EDITORIALE Australian Open: Medvedev-Kyrgios che show. Perché l’australiano mi ricorda Fognini. Ma che personalità il russo!

Sam Stosur si ritira dal singolare: dalla malattia al trionfo Slam, una carriera davvero unica

Australian Open, la preview di Berrettini-Alcaraz: i bookmakers scelgono lo spagnolo

[VIDEO] Australian Open, i colpi più belli del Day 4: chi se non Kyrgios?

[VIDEO] Il punto del direttore Scanagatta: “Sinner ha già un piede nei quarti”

Australian Open, Sinner: “Non sottovaluterò Daniel. Se ha battuto Murray vuol dire che sta giocando bene!” [VIDEO]

Australian Open, Sinner avanti tutta: un solido Jannik non fa sconti a Steve Johnson

Djokovic ha investito in una società di biotecnologie per la lotta al Covid

Australian Open, Craig Tiley: “Non mi dimetto. Ora pensiamo al tennis”

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement