E se si giocasse solo sulla terra? Ecco la top 10 WTA

La WTA stila una curiosa classifica dove si tiene conto esclusivamente dei punti ottenuti sulla terra rossa

E se si giocasse solo sulla terra? Ecco la top 10 WTA
Garbine Muguruza - Roland Garros 2016 (foto Roberto Dell'Olivo)

La settimana scorsa con Bogotà e Charleston abbiamo avuto solo un assaggio, ma dalla prossima settimana l’importanza dei tornei crescerà ancora, e con l’inizio del Premier di Stoccarda e dell’International di Istanbul si potrà considerare ufficialmente iniziata la stagione della terra rossa nel circuito femminile. Una componente importante del gioco del tennis sono i numeri, e spesso si prova a giocare con loro fantasticando su ipotetiche classifiche e immaginando situazioni del tutto nuove. Ad esempio, vi è mai capitato di domandarvi chi sarebbe in testa alla classifica se si giocasse esclusivamente sul mattone tritato? Ebbene la WTA ha cercato di rispondere a questa domanda stilando una speciale classifica dove si tiene conto solo dei punti ottenuti nei tornei giocati sulla terra, rossa o verde che sia, secondo questo criterio:

100% dei punti ottenuti sulla terra nel 2017
100% dei punti ottenuti sulla terra nel 2016
75% dei punti ottenuti sulla terra nel 2015
50% dei punti ottenuti sulla terra nel 2014

 

Le prime dieci tenniste di questa classifica denominata Clay Court Power Rankings sono i seguenti:

10 – Kiki Bertens (n. 20)
9 – Angelique Kerber (n. 1)
8 – Carla Suarez Navarro (n. 23)
7 – Timea Bacsinszky (n. 22)
6 – Lucie Safarova (n. 28)
5 – Sara Errani (n. 110)
4 – Samantha Stosur (n. 18)
3 – Maria Sharapova
2 – Simona Halep (n. 5)
1 – Garbiñe Muguruza (n. 6)

La tennista con il gap più alto tra la classifica effettiva e quella del Clay index è Sara Errani la quale, tenendo conto solo dei tornei su terra, occuperebbe la posizione numero 5 mentre in realtà al momento è numero 110. Al primo posto troviamo la spagnola Muguruza, il cui conteggio dei punti è profondamente influenzato dall’exploit dello scorso anno al Roland Garros. Da sottolineare la presenza sul gradino più basso del podio di Maria Sharapova che, nonostante l’assenza dello scorso anno, può vantare ottimi risultati nelle stagioni precedenti. Facciamo notare infine che sono state scelte solo tenniste che si appresteranno a giocare nelle prossime settimane, questo spiega l’assenza di Serena Williams e Petra Kvitova.

CATEGORIE
TAG
Condividi