Tennis Australia prova a volare con la regina dei cieli

Ventata di aria nuova per Tennis Australia, alla cui presidenza ci sarà l'amministratrice delegata della compagnia aerea Jetstar, Jayne Hrdlicka

Tennis Australia prova a volare con la regina dei cieli

E’ stato un anno un po’ movimentato ai vertici di Tennis Australia, ma da qualche giorno sembra siano state gettate le basi per un futuro stabile. E la svolta ha tinte rosa. Jayne Hrdlicka è la prima donna nella storia eletta alla presidenza della federazione australiana. Fa parte del consiglio dal 2016, ma è – ed è sempre stata – attivissima su svariati campi. E’ infatti CEO della compagnia aerea Jetstart, per cui lavora dal 2012. Oltre all’aviazione, in precedenza ha operato nel campo del commercio, in particolare con la Woolworths Limited, una delle più grandi aziende al dettaglio dell’Oceania. Dal mese prossimo lascerà la Jetstar per prendere il ruolo di CEO della Qantas Loyalty & Digital Ventures.

Dopo aver assunto la carica, che durerà fino al 2020, si è espressa in questi termini: ”Sono davvero entusiasta di aver assunto questa carica e non vedo l’ora di iniziare la collaborazione con tutto il management di Tennis Australia. Il futuro del nostro sport è brillante”.

 

Garantendo trasparenza e collaborazione, ha da poco aggiunto: ”Abbiamo una forte leadership sullo sport e c’è bisogno che tutti lavorino assieme per ottenere grandi risultati nel nostro paese. Tennis Australia ha avuto un periodo di crescita senza precedenti nell’ultimo decennio. Craig Tiley e il suo staff hanno svolto un lavoro notevole per promuovere il tennis australiano in tutto il mondo. Ci sono fondamenta importanti su cui costruire il futuro dello sport, che riguardano Australian Open e Australian Open Series, attraverso i quali i nostri giocatori possono continuamente migliorarsi. Identificheremo e cresceremo la nostra prossima generazione di talenti, con l’aiuto di coach nazionali, garantendo che il tennis sia lo sport da scegliere per i nostri bambini.

Proprio Tiley, CEO di Tennis Australia, in carica dal 2013 e direttore dell’Australian Open, ha espresso il suo entusiasmo in un tweet, appena dopo il voto nel meeting annuale di Tennis Australia.

Si è inoltre congratulato con Chris Freeman, che ha lasciato la federazione australiana dopo 15 anni di servizio. Vice-presidente fino allo scorso aprile, Freeman ha assunto provvisoriamente il ruolo di leader di Tennis Australia, quando Steve Healy rassegnò le dimissioni dopo cinque anni di presidenza, per dedicarsi ad altre attività. Freeman dal 2018 sarà il Chair dell’orchestra sinfonica del Queensland, continuando a coltivare le sue passioni nel campo dell’arte. Jayne Hrdlicka avrà quindi un’importante eredità da gestire. Confermato il ruolo di “performance director” di Wally Masur, che ha preso il posto di Pat Rafter a febbraio. Ken Laffey è stato rieletto come direttore del consiglio d’amministrazione. Sarà affiancato dal membro del consiglio di Tennis Queensland Peter RobertsonHarold Mitchell assumerà il ruolo di vice-presidente. Per il tennis australiano si è aperto un nuovo capitolo e speriamo che questo possa influire positivamente su Kyrgios & co.

CATEGORIE
TAG
Condividi