I dolori della giovane Destanee Aiava

“Entro in campo con la voglia che la partita finisca prima possibile”, ha dichiarato la 17enne tennista australiana

I dolori della giovane Destanee Aiava

Ha appena cominciato la sua carriera ed è già stressata Destanee Aiava. Poco tempo fa la promettente tennista australiana, laureatasi prima giocatrice nata nel nuovo millennio a giocare in uno Slam l’anno scorso a Melbourne, aveva parlato della grande peso che sente sulle sue spalle. Non tanto perché deve mantenere le grandi aspettative che in patria nutrono su di lei quanto perché in questo momento è l’unica componente della sua famiglia ad avere degli introiti. “Gioco solo per il denaro”, aveva affermato con spiazzante onestà Aiava, “Ho la motivazione di aiutare la mia famiglia poiché ora le uniche risorse economiche provengono da me. Non è facile perché quando sono in campo ho grande pressione. Ma è per questo che gioco”.

Tuttavia sembra che la giovanissima tennista aussie faccia già molta fatica a reggere questa spada di Damocle. Dopo la netta sconfitta per 6-2 6-0 contro Eugenie Bouchard in un match d’esibizione al Kooyong Classic, Aiava è infatti uscita dal campo in lacrime. “La carriera da tennista mi sta facendo male”, ha rivelato l’attuale 193 del ranking WTA, “Meno male che dopo gli Australian Open potrò prendermi una pausa. È quello che voglio e quello di cui ho bisogno. Non aiuta entrare in campo sperando che la partita finisca il più presto possibile”. A Melbourne la attende una sfida tanto proibitiva quanto eccitante contro la n.1 al mondo Simona Halep, probabilmente sulla Rod Laver Arena. Speriamo che Aiava riesca a trovare le motivazioni giuste altrimenti potrebbe veramente tornare in doccia rapidamente, per la delusione di tutta l’Australia.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi