Alejandro Falla si ritira: a Wimbledon aveva quasi battuto Roger Federer

Appende la racchetta a 34 anni il primo colombiano a battere un top 10. Non ha mai vinto un torneo ATP, ma nel 2010 sull'erba di Church Road arrivò a tre punti da un sogno

Alejandro Falla si ritira: a Wimbledon aveva quasi battuto Roger Federer

Nella non eccelsa storia del tennis colombiano, Alejandro Falla vanta un piccolo record: è stato il primo a battere un top 10, Nikolaj Davidenko, a Wimbledon 2006. A 34 anni il mancino di Calì ha detto basta, dopo essere finito ai margini (646 del ranking) a causa di infortuni in serie. Nel suo Paese la notizia del ritiro sta avendo un’eco significativa, probabilmente perché si fa fatica a intravvedere nell’immediato una generazione migliore di quella attuale (viene in mente Giraldo, ma soprattutto Cabal e Farah finalisti di Melbourne, prima volta per una coppia colombiana). “Sono molte le emozioni che mi passano per la testa in questo momento – le sue parole –, è stato bello vedere come ho potuto realizzare sogni che sembravano impossibili da raggiungere. Ora è il momento di affrontare una nuova fase della mia vita”. Falla, molto legato alla famiglia e in attesa di diventare padre per la seconda volta, ha giocato solo un match in questo avvio di stagione finendo ko nelle qualificazioni del Challenger di Fairfield. In carriera ha vinto 13 Challenger, arrivando a giocare solo due finali nel circuito maggiore (nel 2013 a Bogotà perse da Karlovic).

PROMESSE MANCATE – Eppure i primi passi del suo percorso non erano stati dei peggiori: nel 2001 si spinse fino alle semifinali del Roland Garros Juniores, trofeo che nella stessa edizione riuscì a sollevare in doppio insieme a Carlos Salamanca. Particolarmente legato alla Davis, ha giocato una cinquantina di  match senza però mai riuscire a trascinare i suoi nel World Group. Il suo best ranking resta il numero 48 raggiunto nel 2012, ma il rimpianto più significativo è rimasto sull’erba di Church Road.

 

Nel primo turno di Wimbledon 2010, il colombiano andò avanti di due set contro il campione in carica Roger Federer, poi a servire per il match in vantaggio 5-4 nel quarto set. Non bastò, alimentando una critica che non ha mai esitato a evidenziare le sue incertezze nei momenti decisivi. Una delle sue due finali perse fu ancora contro Federer, ad Halle nel 2014, primo colombiano ad arrivare a giocarsi un torneo sull’erba. Inutile ricordare chi abbia vinto.

CATEGORIE
TAG
Condividi