WTA Madrid: la finale é Halep-Sharapova

WTA

WTA Madrid: la finale é Halep-Sharapova

Pubblicato

il

TENNIS – La rumena supera in rimonta 67(4) 63 62 Petra Kvitova portandosi a soli 21 punti da Victoria Azarenka, quarta nel ranking WTA. Nel caso in cui dovesse vincere il torneo supererà la bielorussa ferma ai box da Indian Wells. Masha conferma la ritrovata fiducia tennistica dominando la n.3 mondiale in 2 rapidi set 61 64. Da lunedì tornerà tra le prime otto giocatrici al mondo, posizione cruciale in vista del Roland Garros. Finale aperta ad ogni risultato.

(4) S. Halep b (5) P. Kvitová 6-7(4) 6-3 6-2

La prima semifinale di Madrid vede lo scontro tra Simona Halep giunta a questo appuntamento dopo la chiara vittoria di ieri a spese di Ana Ivanovic e Petra Kvitová, giunta alla semifinale sfruttando la grande assenza di Serena Williams per via di un infortunio che mette in forse anche la sua partecipazione agli Internazionali d’Italia di Roma.

 

Nell’unico precedente dell’agosto 2013 ha prevalso la Halep con un doppio 6-2.

Inizia il match con la Kvitová al servizio che passa a condure 1-o nel primo set. Simona Halep al servizio, la ceca riesce a tenere brevi gli scambi e a mantenerne il controllo, arriva a giocarsi 3 volte palla break senza trasformarne una, la Halep con un ace al centro porta a casa un game cruciale per impedire all’avversaria di allungare sul 2-0 con il primo break dell’incontro.

Molto attenta la Halep, conferma i miglioramenti nel servizio, non gioca in pressione, spinge quando capisce di non essere a rischio di errore e prende il controllo degli scambi con il diritto, mettendo in difficoltà la Kvitová.

Il match diviene subito molto serrato, sul servizio Kvitová vola sul 15-40 la rumena, ma recupera bene la Kvitová e mantiene il turno di servizio.

Buon turno di servizio della Halep che pareggia i conti nel primo set: 2-2, torna la Kvitová al servizio, poche prime, la Kvitová pressa subito anche sulla seconda col diritto piatto, si difende bene la Halep, senza perdere campo, la Kvitová annulla altre 2 palle break, poi con 2 punti consecutivi riesce a mantenere il servizio e torna a condurre, 3-2 primo set, senza break.

Halep al servizio, pressa subito Kvitová ed arriva il break, gioca di pressione e mette in difficoltà la Halep portandola all’errore, 4-2 e servizio per la ceca. Replica immediatamente Simona Halep, gioca un game di forte pressione e con un devastante rovescio incrociato trasforma l’unica palla break del game, ancora in vantaggio la Kvitová 4-3, ma al servizio c’è la Halep, altro game duro, che arriva ai vantaggi; errore della Kvitová ed ace al centro per la Halep, 4-4. Turno di servizio a zero per la Kvitová che si porta 5-4, la Halep serve per restare nel set. Il game di servizio inizia con uno scambio durissimo vinto dalla Halep, che prende il largo e vola 40-0, lascia andare giustamente il braccio la Kvitová, ma va in fuori giri col diritto, game Halep, 5-5, dopo 43 minuti di gioco, servizio Kvitová.
Gioca bene la Halep ed arriva il quinto game ai vantaggi, annulla palla break e la spunta anche in questo game, conduce 6-5. Serve per andare al tie-break la Halep che si aggiudica il game.

Si gioca il tie-break, va subito 3-0 la ceca con 2 minibreak, 4-0 Kvitová, 4-1, 4-2, 4-3, 5-3 Kvitová, 6-3, 6-4, doppio fallo di Simona Halep e la Kvitová si aggiudica il primo set, un tie-break non giocato ai suoi livelli dalla Halep, che si è lasciata sorprendere un paio di volte nella fase iniziale del tie-break, ha concesso 4 punti e reso immediatamente difficile l’eventuale rientro nel punteggio, alla Kvitová è bastato giocare in controllo e servire bene per chiudere 7-3 il gioco di rottura della parità ed aggiudicarsi il primo set.

Halep al servizio ad inizio secondo set, Kvitová tenta di mettere subito pressione per tentare di prendere il largo e vola 15-40, perde il controllo di un diritto non difficile la Halep, perde male il servizio di apertura e la possibilità di partire in vantaggio nel secondo set.

Prova la Halep ad approfittare di un momento no della Kvitová, porta il game ai vantaggi, ma forza il diritto e concede alla ceca di chiudere il game con un ottimo servizio vincente, 2-0 Kvitová.

Non gioca bene, ma mantiene il servizio la Halep e rimane vicina, la Kvitová è parsa leggermente meno mobile rispetto ai primi due games del secondo set, 2-1 e servizio Kvitová dopo il cambio di campo.

Non trova per due volte il giusto timing col diritto la Halep, che sembra alle prese con un calo di concentrazione, 30-0, è un momento di difficoltà per entrambe le tenniste, 2 doppi falli e 30-30, poi due errori in rapida successione uno della Halep ed uno della ceca, parità; altro errore Halep, vantaggio Kvitová, nuovo errore della ceca e parità. Grande passante di diritto in corsa della Kvitová e terza chance per il 3-1, sbaglia la Halep e la Kvitová vola 3-1 nel secondo.

Non è un bel momento del match, la Halep meno concentrata, mentre più stanca appare la ceca, la Halep si porta comunque sul 2-3 nel secondo, arriva un cambio di campo necessario ad entrambe.

Inizia male la Kvitová il game e la Halep vola 0-40, contro break della Halep e 3-3, appare stanca la ceca, potrebbe cambiare l’inerzia del set, la Halep sembra essere in fase di ritrovamento della concentrazione, va subito 40-0 al servizio e senza concedere nulla tiene il servizio a zero e passa nuovamente a condurre 4-3 Halep nel secondo.

Kvitová al servizio, è affaticata la ceca dopo 1 ora e 41 di partita, vola 15-40 nel la Halep, non concede repliche e si aggiudica il game, il parziale si fa importante: 12 punti a 2, 5-3 Halep e servizio.

E’ salita la Halep, sta dando tutto la Kvitová, si arriva ai vantaggi nel game di servizio di Simona Halep, che annulla con un ace, l’ottavo, una palla break; set point per la rumena che non perdona e chiude game e set, 6-3 Halep, si deve giocare il terzo set per conoscere il nome della prima finalista.

Alla Kvitová il servizio di apertura del terzo, la Halep si limita a controllarla e conquista il primo break del terzo set limitandosi a contenere e rendere difficile ogni colpo alla Kvitová, 1-0 Halep e servizio. Vola via il game di servizio della Rumena che conduce 2-0 nel terzo; servizio Kvitová, si allunga ai vantaggi e la Kvitová concede l’ennesima chance, ma riesce a conquistare il game, conduce Halep 2-1 e servizio. Passa facilmente la Halep nel suo turno di battuta, 3-1, terzo set. Ancora con fatica la ceca, 3-2 Halep. Vola ancora sul servizio la Halep, 4-2; game di servizio Kvitová ai vantaggi, stremata la ceca, va 5-2 e servizio la Halep, eccoci all’epilogo, 2 palle del match Halep, basta la prima chance: seconda di servizio vincente: 6-7. 6-3, 6-2 e Simona Halep è in finale a Madrid.

(8) M. Sharapova b (3) A. Radswanka 6-1 6-4

Siamo alla seconda semifinale femminile, prevediamo un match caratterizzato dalla diversità di peso di palla in favore della Sharapova, sarà importante che la Radwanska non conceda alla siberiana di giocare nel campo i suoi colpi più pesanti, dovrà tenerla in campo il più possibile, giocando il suo tennis di variazioni di velocità, di peso di palla e di effetti per ottenere il massimo da questo incontro, le posizioni sono ben definite, la Sharapova stabilmente il più vicino possibile all’interno del campo a mettere pressione, la Radwanska un po’ più arretrata a contenere e ad allungare gli scambi. I precedenti parlano di 9 – 2 in favore di Maria Sharapova.

Inizia a servire la Radwanska, break immediato ed 1-0 per la siberiana. Al servizio Maria Sharapova, game di passerella e la russa si porta 2-0. Servizio Radwanska, pressa subito la russa e si conquista una palla break sul 30-40, diventano subito due i break di vantaggio, 3-0 e servizio Sharapova. Con un vincente e 2 doppi falli della russa tripla palla break la polacca, errore di rovescio Sharapova che continua a condurre, 3-1 servizio Radwanska, vola la siberiana sullo 0-40, annulla la prima palla break la Radwanska, poi sfonda la Sharapova e passa a sul 4-1 e servizio.  Altro game di servizio molto breve per maria Sharapova, e si porta sul 5-1. Al servizio la polacca, tre set point Sharapova sul servizio Radwanska, incredibile risposta di rovescio della russa e che fa suo il primo set, per 6-1.

Sharapova al servizio nel game di apertura, tiene il servizio a zero e passa subito a condurre 1-0 nel secondo; Radwanska al servizio, non si gioca, 0-30 Sharapova, missile di diritto della russa e 0-40, 15-40 con un ace Radwanska, scappa la palla della russa, 30-40, nulla da fare, ancora game Sharapova, 2-0 e servizio. Si inizia con un ace al centro, una percentuale di prime palle elevatissima, incredibile, 30-0, 40-0, seconda, a segno ancora la Sharapova, 3-0. 6-1-3-0 Sharapova dopo soli 34 minuti, non si gioca oggi contro Maria. Servizio Radwanska, si vola immediatamente 15-30, 30-30, 30-40 e palla per il 4-0, parità, primo game ai vantaggi, palla game Radwanska, ancora parità, regalo Sharapova, vantaggio Radwanska, parità, terza possibilità 1-3 per la polacca, finalmente tiene un turno di servizio, Sharapova 3-1 e servizio, la polacca sfrutta un paio di errori della russa e con un filotto di 4 punti si avvicina sul 3-2 e andrà al servizio al cambio di campo.

Tiene il servizio la polacca e si porta sul 3-3 secondo set, servizio Sharapova, calano le prime palle di maria e la Radwanska si procura 2 palle break 15-40, 30-40 e gioco per la polacca, 4-3 Radwanska, sembra aver perso il controllo dei colpi maria Sharapova, c’è un parziale di 4 games a zero per la polacca, che dopo il cambio di campo andrà al servizio, riprende a giocare la siberiana e strappa nuovamente il servizio alla polacca, 4-4; Maria al servizio  subito 40-0, ace e 5-4 per la russa, servizio Radwanska, la russa a due punti dal match, match point Sharapova, game, set and match Sharapova, 6-1, 6-4 in un’ora e otto minuti di gioco.

La Sharapova ha vinto 9 dei primi 10 games, ne ha persi 4 di seguito ed ha vinto gli ultimi 3 games decisivi, ha dominato il primo set e contenuto il tentativo di rientrare nel match della Radwanska per poi chiudere la pratica. Arriva in finale sicuramente da favorita.

Marco Gatti

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA Palermo: Lucia Bronzetti vola ai quarti

Lucia supera 6-3 6-1 Grace Min e conquista per la seconda volta consecutiva i quarti di finale in un torneo del circuito maggiore

Pubblicato

il

Lucia Bronzetti - WTA Palermo 2021 (courtesy of tournament)

Dopo l’ottimo torneo disputato a Losanna, Lucia Bronzetti, che prima di un paio di settimane fa non contava nessuna vittoria a questo livello, conquista per la seconda volta consecutiva i quarti di finale in un evento del circuito maggiore. Per ottenere questo risultato l’azzurra ha superato sotto i riflettori del Country Time Club di Palermo la statunitense Grace Min al termine di un match ben più equilibrato e complesso di quanto non lasci intuire il 6-3 6-1 finale.

A dispetto del punteggio infatti è la durata a dirla lunga sull’andamento dell’incontro, dal momento che le due si sono date battaglia per oltre due ore. Min ha deliziato il pubblico con moltissime smorzate vincenti – addirittura direttamente sulla risposta – ma ha compensato tali colpi con un’infinità di errori marchiani, anche in momenti delicati. Dall’altra parte Bronzetti ha esasperato la tendenza all’errore dell’avversaria sacrificandosi molto in difesa e ricorrendo a palle molto alte e cariche per poi colpire con alcuni buoni cambi in lungolinea.

Lucia parte molto bene e sale subito 2-0, ma commette qualche imprecisione di troppo e la partita torna in equilibrio sul 2-2. L’impressione generale è che l’italiana sia in controllo del gioco, ma Min non molla. La statunitense salva una palla break nel sesto gioco e poi altre sul 4-3, prima di cedere il servizio alla quarta occasione. Bronzetti stavolta non esita e conferma il vantaggio, facendo suo il parziale.

 

Il secondo set si apre con tre giochi lunghissimi, che da soli quasi pareggiano la durata dell’intero primo parziale, tutti vinti da Bronzetti. Nel primo, prolungatosi per 13 minuti e 22 punti, Lucia riesce a strappare la battuta all’avversaria e poi a tenere il servizio, rimontando da 0-40 e salvando la bellezza di sei palle break nel corso di un secondo game da 11 minuti e 16 punti. Il vero punto di svolta arriva però nel terzo gioco, intascato dall’azzurra alla sesta palla break dopo 28 punti e oltre 15 minuti di braccio di ferro da fondo. Sotto 3-0, Min trova la forza di piazzare il controbreak alla decima occasione del set, ma il tutto sembra più il frutto di un (comprensibile) calo di tensione di Bronzetti, piuttosto che il prodromo di una rimonta della statunitense.

Lucia infatti replica con un altro break a zero che inaugura la striscia di tre game consecutivi con la quale si conclude il match. Ai quarti l’italiana se la vedrà con Elena Gabriela Ruse, avanzata senza neanche scendere in campo in virtù del ritiro pre partita della terza testa di serie Jil Teichmann.

Il tabellone completo

Continua a leggere

Flash

WTA Gdynia: Bondar sorprende Schmiedlova, fuori Falkowska

Nel torneo polacco con l’uscita di Falkowska resta solamente una tennista polacca, le ungheresi continuano a stupire

Pubblicato

il

Anna Karolina Schmiedlova - Bogotà 2018 (foto via Facebook, @Copa WTA Bogotá)

Giornata ricca di partite nel torneo WTA di Gdynia, città marittima nel nord della Polonia. Poca gloria per l’unica tennista di casa impegnata oggi, la 21enne Weronika Falkowska, caduta in due set per mano della più esperta Tamara Korpatsch. La tennista polacca è riuscita a tenere la partita equilibrata solamente nel primo set, in cui ha avuto anche un set point e soprattutto la possibilità di chiudere il set sul suo servizio. L’inesperienza ha giocato un brutto scherzo a Falkowska, che dopo essersi vista annullare il set point sul 5-3 a favore ha preso due break consecutivi, cedendo il set. Non è andata meglio nel secondo, Falkowska non riesce ad assorbire la botta psicologica del set perso sul filo del rasoio e cede in maniera netta il secondo set e la partita, perdendo il treno dei quarti di finale nel torneo di casa.

A sfidare Korpatsch sarà l’ungherese Anna Bondar, che prosegue l’ottimo momento delle tenniste magiare, testimoniato dalla semifinale della scorsa settimana di Dalma Galfi nel WTA di Budapest. Bondar ha superato in tre set la tennista slovacca Schmiedlova, nettamente favorita dai bookmakers e superiore di 100 posizioni in classifica. E’ andata meglio all’altra tennista slovacca impegnata oggi, Viktoria Kuzmova, che ha superato in tre set estremamente lottati la russa Varvara Gracheva. La sua avversaria negli ottavi di finale sarà la belga Maryna Zanevska, vincitrice in maniera netta sulla statunitense Loeb a cui ha lasciato solamente due game in un’ora di gioco.

V. Kuzmova b. [7] V. Gracheva 6-4 6-7(4) 7-5
M. Zanevska b. [LL] J. Loeb 6-2 6-0
[Q] A. Bondar b. A. Schmiedlova 6-2 6-7(5) 6-1
T. Korpatsch b. [LL] W. Falkowska 7-5 6-1

 

Il tabellone completo

Continua a leggere

Flash

WTA Palermo: Bronzetti avanti, nulla da fare per Stefanini

“Ero un po’ tesa e all’inizio ho faticato anche per il caldo, ma sono felicissima di averla portata a casa” ha detto Bronzetti dopo il successo su Tomova. Troverà Min al prossimo turno. Stefanini cede al terzo contro Sharma

Pubblicato

il

Lucia Bronzetti - WTA Palermo 2021 (credit Palermo Ladies Open)

Giornata di colpi di scena al Ladies Palermo Open. Dopo Samsonova (2, eliminata ieri), escono di scena altre due teste di serie: la bulgara Viktoriya Tomova (5) e la russa Kamilla Rakhimova (8). Per quanto riguarda le italiane in gara a difendere i colori azzurri è rimasta la sola Lucia Bronzetti che ha battuto la bulgara Viktoriya Tomova testa di serie numero 5 per 6-4 6-1. Per Bronzetti un successo meritato a coronamento di una partita priva di sbavature in cui ha messo in mostra una grande solidità da fondo campo. Al servizio sul 5-3 ha sprecato una palla per il set, ma si è rifatta subito dopo con il break per il 6-3 del primo parziale. Più facile il percorso nel secondo set con il break al terzo gioco e via di corsa verso la vittoria in un’ora e 43 minuti di gioco.

Sono entrata in campo per giocarmela, per dare il massimo e vincere – ha detto al termine del match Bronzetti -. Ero un po’ tesa e all’inizio ho faticato anche per il caldo, ma sono felicissima di averla portata a casa. È il frutto del lavoro che facciamo con il mio coach ogni giorno. Abbiamo sempre idee chiare e cerco di portare in campo quello che facciamo in allenamento. Il torneo di Palermo? È bellissimo giocare in Italia in un torneo così ben organizzato. È tutto stupendo e spero di andare più avanti possibile”.

Nulla da fare invece per Lucrezia Stefanini (252 WTA), presente nel tabellone principale grazie ad una wild card concessa dagli organizzatori. Opposta all’australiana di origine indonesiana Astra Sharma, testa di serie n. 7, Stefanini è andata subito sotto 4-0, poi ha trovato il modo di mettere in difficoltà l’avversaria che la precede di 131 posti nella classifica mondiale. Perso il primo set 6-4, ha vinto il secondo 6-1 portandosi nel terzo sul 2-0. È bastato abbassare leggermente il livello del proprio gioco, per subire il ritorno dell’australiana che ha chiuso sul 6-3.

 

Da oggi, il via alle partite del secondo turno: si inizia alle ore 16 sul campo centrale con l’incontro Ruse-Teichmann, ovvero la vincitrice del WTA di Amburgo della scorsa settimana opposta alla trionfatrice dell’edizione 2019 dei Palermo Ladies Open. A seguire Dodin-Diatchenko, quindi alle 20 fari puntati su Lucia Bronzetti che chiederà all’americana Grace Min il lasciapassare per il secondo quarto di finale consecutivo (dopo quello di Losanna). Chiuderà il programma l’incontro tra la romena Cristian e la testa di serie n. 4, la cinese Qinwen Zheng.

Risultati

[WC] L. Bronzetti b. [5] V. Tomova 6-4 6-1
[WC/4] S. Zhang b. C. Bucsa 7-5 6-3
[Q] E. Ruse b. M. Minella 6-3 6-1
O. Danilovic b. [8] K. Rakhimova 3-6 6-2 6-2
K. Zavatska b. L. Cabrera 6-2 6-3
F. Di Lorenzo b. V. Savinykh 7-5 6-3
[1] D. Collins b. [Q] K. Gerlach 7-5 6-3
[7] A. Sharma b. [WC] L. Stefanini 6-4 1-6 6-3

Il programma di mercoledì

Centre Courtdalle 16
[Q] E. Ruse vs [3] J. Teichmann
[6] O. Dodin vs V. Diatchenko
non prima delle 20
[WC] L. Bronzetti vs G. Min
J. Cristian vs [Q] Q. Zheng

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement