ITF Futures: tris azzurro con Napolitano, Bellotti e Fabbiano

Futures

ITF Futures: tris azzurro con Napolitano, Bellotti e Fabbiano

Pubblicato

il

Riccardo Bellotti vince in Croazia, mentre Thomas Fabbiano bissa in Tunisia il successo della scorsa settimana. Prima gioia per Stefano Napolitano in Israele

CROAZIA F5 FUTURES – PULA
Secondo successo stagionale e tredicesimo della carriera per Riccardo Bellotti. Sulla terra rossa di Pula, il tennista azzurro (tds cinque) ha sconfitto in finale il francese Mathias Bourgue (tds uno) con il punteggio di 75 64. Torneo dominato da Bellotti che ha lasciato appena un set all’esordio al qualificato ucraino Danylo Kalenichenko. Oltre Kalenichenko, buone vittorie anche sulla giovane promessa croata Nino Serdarusic, sul tosto belga Arthur De Greef (tds due) ed in semifinale sul giovane qualificato ceco e vera sorpresa del torneo Zdenek Kolar. Piazzamento in semifinale anche per il rumeno Vasile Antonescu, giustiziere negli ottavi del francese Johan Sebastian Tatlot (tds sei) e nei quarti di Laslo Djere (tds quattro). Ottavi di finale per Walter Trusendi (tds otto) che, dopo aver sconfitto il croato Franko Skugor al primo turno, è stato eliminato dalla wc di casa Antonio Sancic. Quest’ultimo aveva fermato all’esordio la corsa Nicola Ghedin al termine di un match durissimo e lunghissimo conclusosi solo al dodicesimo gioco del set decisivo. Semaforo rosso all’esordio invece per Matteo Trevisan, reduce dal successo della scorsa settimana a Porec, costretto a ritirarsi sotto un set e due break con lo svedese Christian Lindell (tds tre).  Stop al secondo turno invece per Pietro Rondoni che, dopo aver superato le qualificazioni e lo sloveno Urbanija all’esordio, nulla ha potuto con De Greef.

 

TUNISIA F10 FUTURES – EL KANTAOUI
Secondo successo consecutivo per Thomas Fabbiano sul cemento tunisino di El Kantaoui. L’azzurro in finale ha avuto la meglio sul bulgaro Aleksandar Lazov (tds sei) in tre set. Fabbiano non ha lasciato neanche un set sulla strada per la finale ed ha sconfitto nell’ordine i francesi Jonathan Kanar e Sebastien Boltz., il tedesco Peter Heller ed in semifinale un altro giocatore transalpino, Calvin Hemery. Per Fabbiano sicuramente una bella iniezione di fiducia per il prosieguo della stagione. Buon torneo anche del finalista che nei quarti aveva fatto fuori il primo favorito del seeding Adam Pavlasek ed in semifinale aveva fermato la corsa verso la finale di Lorenzo Giustino. L’azzurro, settima testa di serie del seeding, precedentemente aveva sconfitto  il polacco Cias, il qualificato ceco Michnev ed il monegasco Benjamin Balleret (tds quattro). Quarti di finale per il giovane spagnolo Pol Toledo Bague vincitore negli ottavi sul brasiliano Cunha (tds cinque) prima di essere battuto da Hemery. Fuori all’esordio il francese Hugo Nys (tds otto) sconfitto da Heller. Stop al primo turno anche per Giorgio Portaluri, Ferdinando Bonuccelli, Simone Roncalli e Filippo Leonardi. Settimana perfetta per Fabbiano che si è aggiudicato anche il torneo di doppio in coppia con Portaluri.

ISRAELE F2 FUTURES – HERZLIA
Stefano Napolitano vince a sorpresa il secondo future stagionale in Israele. Il tennista azzurro, settima testa di serie, ha sconfitto in finale il ceco Michal Konecny in tre set in rimonta. Napolitano non ha lasciato neanche un set sulla strada per la finale ed ha sconfitto nell’ordine il qualificato americano Seeberger, il francese Jerome Inzerillo, il russo Evgeny Karloskiy ed in semifinale il tedesco Robin Kern. Per il giovane azzurro si stratta del primo successo della carriera e punti preziosi per il ranking. Quarti di finale amari per il francese Martin Vaisse (tds due) battuto dall’idolo di casa Bar Tsuf Botzer.. Malissimo invece il francese Alaxis Musialek (tds uno) e l’irlandese Sam Barry (tds tre) sconfitti all’esordio da Karloskiy e dal qualificano americano Silverman. Fuori negli ottavi invece il tedesco Kevin Krawietz (tds otto) battuto dal qualificato americano Smith.

SVIZZERA F2 FUTURES – TAVERNE
Jan Mertl era il favorito della vigilia e non ha assolutamente tradito le attese. Il tennista ceco ha sconfitto in finale il qualificato svizzero Enzo Sommer in due set. Per Mertl torneo abbastanza tranquillo fatta eccezione per la semifinale vinta solo al tiebreak decisiva con il francese Yannick Jankovits (tds tre). Il vincitore aveva fermato negli ottavi anche la corsa di Lorenzo Frigerio, già molto bravo a qualificarsi ed eliminare il ceco Blecha. Piazzamento in semifinale anche per il tedesco Florian Fallert (tds cinque) fermato dal finalista ma vincitore nei quarti su Erik Crepaldi (tds quattro). Quarti di finale anche per Claudio Grassi, vincitore negli ottavi nel derby con Alessandro Bega (tds sette). Fuori al primo turno il qualificato azzurro Giacomo Oradini sconfitto abbastanza comodamente dal tedesco Johannes Haerteis.

MAROCCO F1 FUTURES – CASABLANCA
Quando vede casa Lamine Ouahab riesce sempre a dare il meglio di se. Il tennista marocchino, dopo aver vinto ad inizio stagione il challenger di Casablanca, questa volta si è imposto anche nel torneo future. In finale a farne le spese è stato lo spagnolo Javier Marti (tds sette) ormai rientrato a pieno regime nel circuito. Ouahab (tds cinque) per raggiungere la finale ha sconfitto nell’ordine il connazionale Mihrab, il francese Diep, il “nostro” Daniele Capecchi ed in semifinale il francese Hamou (tds tre). Davvero un peccato per Capecchi che ha ceduto solo al tiebreak decisivo dopo essere andato davvero ad un passo dalla vittoria. Ottima finale come detto anche per Marti con ottime vittorie soprattutto su Arneodo e il finlandese Micke Kontinen (tds sei) in semifinale. Ottavi di finale per lo spagnolo Carlos Boluda Purkiss e per Philip Davydenko (tds otto), fratello minore di Nikolay. Fuori a sorpresa all’esordio lo svizzero Henri Laaksonen (tds uno) battuto in due set dal marocchino Yassine Ydmbarek. Semaforo rosso all’esordio anche per Giulio Torroni ed Antonio Campo.

FRANCIA F6 FUTURES – POITIERS
Quentin Halys profeta in patria. Il giovane tennista francese ha superato in finale il connazionale David Guez (tds due) in due set. Grande torneo per il giovane di Bondy (tds nove) con ottime vittorie soprattutto all’esordio sul sempreverde Alexandre Sidorenko ed in semifinale su Jonathan Eysseric (tds quattro). Per Halys si tratta del primo titolo stagionale e secondo della carriera. Piazzamento in semifinale anche per Sadio Doumbia che ha approfittato di un discreto tabellone prima di cedere facilmente al finalista. Molto male il belga Niel Desein (tds uno) sconfitto subito dal connazionale Dubail. Stop all’esordio anche per i francesi Remi Boutillier (tds tre) e Gregoire Burquier (tds sette) sconfitti rispettivamente dalla wc Quinqueneau e dal qualificato Poullain.

TURCHIA F11 FUTURES – ANTALYA
Sul rosso di Antalya è arrivato l’ottavo sigillo della carriera per Ricardo Rodriguez. In finale il tennista venezuelano, quarta testa di serie del seeding, ha battuto molto nettamente il tedesco Marc Sieber. Rodriguez ha dominato il torneo e non ha ceduto neanche un set nell’arco dell’intera settimana, mettendo in riga tra gli altri anche il brasiliano Jose Pereira (tds otto) nei quarti ed Edoardo Eremin in semifinale. Gran torneo di Eremin bravissimo a sconfiggere in rimonta negli ottavi lo spagnolo Gerard Granollers Puyol (tds due) e nei quarti il giovane qualificato azzurro Matteo Berrettini. Quest’ultimo aveva raggiunto i quarti battendo all’esordio il serbo Miki Jankovic (tds sette) e negli ottavi l’ungherese Gabor Borsos. Piazzamento in semifinale anche per il bulgaro Dimitar Kuzmanov (tds cinque) sconfitto in tre set dal finalista. Ottavi di finale per il qualificato Gianluca Di Nicola e per Filippo Baldi sconfitti entrambi in due set rispettivamente da Sieber e Pereira. Grande delusione per l’olandese primo favorito del seeding Jesse Huta Galung sconfitto negli ottavi dall’austriaco Tristan-Samuel Weissborn. Secondo turno fatale anche all’austriaco Bastian Trinker (tds tre) sconfitto dal qualificato cinese Zhang.

GRAN BRETAGNA F4 FUTURES – WIRRAL
In Gran Bretagna sul cemento di Wirral a spuntarla è stato Yannick Mertens. Il tennista belga, testa di serie numero quattro del seeding, ha sconfitto in finale in due set il croato Matija Pecotic. Cammino piuttosto agevole per Mertens che non ha ceduto neanche un set per raggiungere la finale battendo tra gli altri in semifinale l’olandese Boy Westerhof (tds due). Quarti di finale per Salvatore Caruso che, dopo aver battuto il lucky loser britannico Hoyt e l’austriaco Neuchrist, ha ceduto a Westerhof. Semifinale anche per il britannico Daniel Cox (tds tre) bravo a superare nei quarti il connazionale Marcus Willis (tds sei) prima di arrendersi piuttosto nettamente al finalista. Subito fuori a sorpresa la prima testa di serie del seeding Antal Van Der Duim sconfitto fall’inglese Neil Pauffley. Stop all’esordio anche per Joshua Milton (tds sette) battuto in tre set dal qualificato connazionale Bettles.

EGITTO F10 FUTURES – SHARM EL SHEIKH
Mohamed Safwat si aggiudica il decimo future del 2015 in terra egiziana. Sul cemento di Sharm El Sheikh, l’egiziano (tds tre) ha sconfitto in finale il ceco Jaroslav Pospisil (tds uno) che si ritirato sotto 5 a 0 nel set decisivo. Torneo dominato dal giocatore di Dakahlia che non ha ceduto neanche un set per raggiungere la finale mettendo in riga nell’ordine la wc italiana Enrico Becuzzi, lo sloveno Tom Kocevar Desman, l’ucraino Badanov (tds otto) ed in semifinale lo spagnolo Inigo Cervantes Huegun (tds due). Piazzamento in semifinale anche per il ceco Jan Satral (tds quattro), reduce dal successo della scorsa settimana. Stop al primo turno anche per Nicolo Turchetti che, dopo aver superato le qualificazioni, ha ceduto a Badanov.

USA F10 FUTURES – BAKERSFIELD, CA
Bakersfield terra di conquista per Francis Tiafoe. Il 17enne tennista americano ha sconfitto in finale il francese Maxime Tabatruong in due set senza troppi patemi. In semifinale Tiafoe aveva fermato la corsa dell’ecuadoregno Emilio Gomez (tds otto). Per Tiafoe si tratta del primo successo della carriera. Settimana di buon livello anche per il finalista che aveva battuto all’esordio lo statunitense Nicolas Meister (tds sette) ed in semifinale il qualificato Connor Farren. Quarti di finale per il brasiliano Fabiano De Paula (tds uno) sconfitto da Gomez e per Darian King (tds tre) fermato dal vincitore. Grande delusione invece per Gianni Mina (tds due) sconfitto in tre set negli ottavi di finale dal qualificato americano Walker Duncan. Fuori all’esordio invece il britannico Alexander Ward (tds sei), eliminato dall’americano Paul, e per Mitchell Krueger (tds cinque) sconfitto dal qualificato connazionale Dome.

ARGENTINA F2 FUTURES – MENDOZA
Il secondo future del 2015 sul rosso argentino è andato ad Jose Hernandez. Il giocatore dominicano, testa di serie numero due del seeding, ha sconfitto in finale in rimonta il cileno Hans Podlipnik Castillo (tds uno). Ottima settimana per Hernandez che in semifinale aveva fermato la corsa di Andres Molteni (tds tre). Per il tennista di Buenos Aires si tratta del primo successo stagionale e quinto della carriera. Piazzamento in semifinale anche per il qualificato argentino Hernan Casanova, vincitore negli ottavi sul cileno Jorge Aguilar (tds sei). Fuori nei quarti Federico Coria (tds sette) fermato dal finalista. Male Mateo Nicolas Martinez (tds otto) sconfitto a sorpresa all’esordio dal cileno Rivera Aranguiz. Subito fuori anche Nicolas Kicker (tds cinque) battuto dal connazionale Patricio Heras ma arrivato probabilmente stanco dopo le fatiche del successo della scorsa settimana.

INDIA F3 FUTURES – TIRUCHIRAPALLI
Sul cemento di Tiruchiripalli è arrivato il primo successo della carriera per N. Vijay Sundar Prashanth. Il tennista indiano, quarta testa di serie, ha sconfitto in finale il connazionale Ramkumar Ramanathan (tds uno) in due set. Piazzamento in semifinale per il russo Ivan Gakhov (tds cinque) e per N.Sriram Balaji (tds due). Fuori nei quarti invece Jeevan Nedunchezyan (tds tre) e Ranjeet Virali Murugesan (tds sei). Stop negli ottavi per la giovane promessa indiana Sumit Nagal costretto al ritiro ad inizio terzo set contro il vincitore.

GIAPPONE F2 FUTURES – NISHI TOKYO
Takuto Niki ancora profeta in patria. Il tennista giapponese, testa di serie numero uno del seeding, ha superato in finale il connazionale Shintaro Imai in rimonta in tre set. Torneo dominato dal giocatore di Tokyo ha battuto all’esordio Luca Pancaldi ed in semifinale il connazionale Hiroyasu Ehara (tds cinque). Sugli scudi i giocatori asiatici con il piazzamento in semifinale anche del qualificato di Taipei Chu-Huan Yi. Fuori all’esordio Yuya Kibi (tds due) costretto a ritirarsi sotto un set ed un break contro qualificato connazionale Uesugi. Quarti di finale invece per Pietro Licciardi (tds sette) che, dopo aver superato Ito e Hung, è stato sconfitto nettamente da Imai.

Continua a leggere
Commenti

Futures

Mondo ITF: la settimana dei giovani

La prima settimana dell’ITF Transition Tour vede trionfare cinque under 20: una quindicenne, un diciassettenne, e tre ventenni. Fra di loro, vince il figlio di Tracy Austin, Brandon Holt

Pubblicato

il

Daria Lopatetska, campionessa a Hong Kong (foto via Twitter, @ITF_Tennis)

L’inizio dell’ITF World Tour, il nuovo sistema messo su da ITF, ATP e WTA, con classifica e regole a parte (lo spieghiamo qui), ha immediatamente portato una ventata di freschezza nei piani più bassi del tennis professionistico. Tutti e cinque i tornei in programma, tra uomini e donne, sono stati vinti da giocatori con meno di vent’anni. La più giovane è stata l’appena quindicenne Daria Lopatetska, tennista ucraina che ha trionfato nel $25k di Hong Kong senza concedere set alle avversarie. L’ucraina, che ha già trionfato in due tornei ITF nel 2018, e che ha un record di venti vittorie e due sconfitte tra le professioniste, è entrata in tabellone grazie alla nuova classifica ITF, che considera solo i punti conquistati in tornei di 15 mila e 25 mila dollari. L’altro ITF femminile in programma, il $25k di Playford, Australia, è andato alla ventenne russa Anna Kalinskaya, al sesto trionfo ITF in carriera. Kalinskaya ha sconfitto in finale la connazionale diciannovenne Rybakina.

Tre i tornei maschili: nel $25k di Los Angeles ha trionfato Brandon Holt. Holt gioca per la University of Southern California, (sui cui campi si è giocato il torneo), non è un pro (uno dei requisiti per giocare a livello collegiale è essere amatori, ossia non accettare gli assegni vinti nei tornei professionisti), ha vent’anni, è al secondo titolo in carriera, e ha una madre di nome Tracy Austin. La vincitrice dello US Open 1979, ed ex numero 1 al mondo, aveva solo 16 anni e 9 mesi all’epoca del trionfo a New York: l’università non rientrò mai nei piani.

 

Nel $15k di Anning ha trionfato invece il diciassettenne ucraino Eric Vanshelboim, entrato in tabellone grazie alla nuova regola che assicura la presenza di cinque giocatori tra i primi 100 della classifica Junior. Vanshelboim, numero 91 junior, ha sconfitto lo svizzero Luca Castelnuovo in finale, conquistando il primo titolo in carriera. Infine, nel $25k giocato ad Hong Kong, il ventenne francese Evan Furess ha approfittato del ritiro in finale del suo avversario, il tedesco Julian Lenz, che ha gettato la spugna sul 6-5 in suo favore nel primo set.

Continua a leggere

Futures

Mondo Futures: Bonadio e Ocleppo si fermano in semifinale

Bonadio costretto al ritiro in Egitto, Ocleppo cede al futuro campione in Tunisia. I francesi conquistano due titoli

Pubblicato

il

IL PUNTO SUGLI ITALIANI

Si continua giocare senza sosta sul circuito Futures, con l’entrata in vigore dell’ITF Transition Tour che si fa sempre più vicina. Sei i tornei disputati nella settimana appena trascorsa, venti gli italiani complessivamente in campo. Peccato per Riccardo Bonadio, che otto giorni fa aveva conquistato in Egitto il quarto titolo della sua stagione. Impegnato nuovamente sulla terra rossa egiziana, l’azzurro è stato costretto al ritiro in semifinale: avanti 4-0 e servizio nel primo parziale contro il padrone di casa Youssef Hossam, Bonadio ha subito un parziale di sei giochi consecutivi, prima di alzare bandiera bianca sul punteggio di 1-1 nel secondo set. Si sono invece fermati ai quarti Luca Prevosto (battuto anche lui da Hossam, poi vincitore del torneo) e Stefano Battaglino. Tra gli ultimi otto dei rispettivi tornei, sono giunti anche Adelchi Virgili a Doha, Lorenzo Bocchi a Islamabad e Marco Bortolotti a Monastir. Quest’ultimo ha ceduto il passo ad un altro azzurro, Julian Ocleppo, sconfitto poi in semifinale dal francese Manuel Guinard, vincitore del torneo (terzo Futures in stagione per lui).

 

IL RESTO DELLA SETTIMANA IN PILLOLE

Sono due i “profeti in patria” della settimana: Nick Hardt a Santo Domingo e il 20enne Youssef Hossam, che in Egitto ha conquistato il terzo trofeo stagionale. Per Hardt, che a 18 anni è anche il campione più giovane della settimana, si tratta invece del primo trionfo in carriera. Da segnalare il sesto Futures in stagione lo spagnolo Oriol Roca Batalla (campione ad Antalya) e il back-to-back in Pakistan del 28enne coreano Cheong-Eui Kim.

TUTTI I CAMPIONI TORNEO PER TORNEO

Santo Domingo, Repubblica Dominicana F3 – $15,000 Hard
Nick HARDT (DOM) b. Alejandro TABILO (CHI) 7-5 6-3

Monastir, Tunisia F44 – $15,000 Hard
Manuel GUINARD (FRA) b. Aziz DOUGAZ (TUN) 7-5 6-4

Islamabad, Pakistan F2 – $15,000 Hard
Cheong-Eui KIM (KOR) b. Kai WEHNELT (GER) 6-2 6-2

Cairo, Egitto F31 – $15,000 Clay
Youssef HOSSAM (EGY) b. Mathieu PERCHICOT (FRA) 6-3 2-6 6-0

Antalya, Turchia F40 – $15,000 Clay
Oriol ROCA BATALLA (ESP) b. Ronald SLOBODCHIKOV (RUS) 6-1 6-2

Doha, Qatar F5 – $15,000 Hard
Tak Khunn WANG (FRA) b. Goncalo OLIVEIRA (POR) 6-3 6-3

Continua a leggere

Futures

Mondo Futures: quarto titolo in stagione per Bonadio

L’azzurro conquista l’ottavo Futures della sua carriera in Egitto ($15,000). Julian Ocleppo semifinalista in Tunisia

Pubblicato

il

IL PUNTO SUGLI ITALIANI

Ultimi scampoli della stagione anche per il circuito Futures, in attesa della rivoluzione prevista per il 2019 con l’entrata in vigore del nuovo ITF Transition Tour. Dopo un digiuno lungo più di un mese, l’Italia torna ad alzare un trofeo a livello Futures grazie al successo di Riccardo Bonadio in Egitto (l’ultimo titolo azzurro lo aveva conquistato proprio Bonadio a Santa Margherita di Pula la prima settimana di novembre). Il 25enne azzurro ha lasciato un solo set (in semifinale contro il brasiliano Jordan Correira, terzo favorito del sedding) sulla strada verso il suo quarto titolo stagionale, l’ottavo in carriera. Al via del 15,000 dollari egiziano c’era anche il 26enne Fabrizio Ornago (seconda testa di serie, subito dietro Bonadio), fermato in semifinale per 6-2 6-1 dal ceco Kit Kopriva, che in finale ha poi raccolto due soli giochi contro Bonadio. Non molto altro da segnalare sugli altri quattordici italiani complessivamente al via nella settimana appena trascorsa, eccezion fatta per il 21enne Julian Ocleppo, semifinalista a Monastir (Tunisia, 15,000 dollari).

 

IL RESTO DELLA SETTIMANA IN PILLOLE

Quattro giocatori hanno alzato un trofeo per la prima volta in stagione: Alejandro Tabilo a Santo Domingo, Goncalo Oliveira a Doha, Wilson Leite ad Antalya (interrotto un digiuno lungo tre anni) e Corentin Denolly a Yaounde. Primo Futures in carriera invece per il 21enne Maxime Cressy (che quest’anno ha trionfato per ben otto volte in doppio), campione nel 25,000 dollari di Tallahassee. I campioni più giovani della settimana sono tre 21enni: il cileno Tabilo e i francesi Denolly e Cressy. Il più ‘vecchio’ è il 28enne koreano Cheong-Eui Kim, che in Pakistan ha conquistato il secondo titolo del 2018.

TUTTI I CAMPIONI TORNEO PER TORNEO

Santo Domingo, Repubblica Dominicana F2 – $15,000 Hard
Alejandro TABILO (CHI) b. Jose OLIVARES (DOM) 6-3 6-3

Stellenbosch, Sudafrica F3 – $15,000 Hard
Benjamin LOCK (ZIM) b. Ruan ROELOFSE (RSA) 6-7(3) 6-3 6-2

Doha, Qatar F4 – $15,000 Hard
Goncalo OLIVEIRA (POR) b. Aslan KARATSEV (RUS) 6-3 7-5

Cairo, Egitto F30 – $15,000 Clay
Riccardo BONADIO (ITA) b. Vit KOPRIVA (CZE) 6-2 6-0

Antalya, Turchia F39 – $15,000 Clay
Wilson LEITE (BRA) b. Dejan KATIC (SRB) 6-3 6-4

Islamabad, Pakistan F1 – $15,000 Hard
Cheong-Eui KIM (KOR) b. Rio NOGUCHI (JPN) 6-7(3) 6-2 6-1

Monastir, Tunisia F43 – $15,000 Hard
Steven DIEZ (CAN) b. Gabriel PETIT  (FRA) 6-2 6-3

Tallahassee, USA F35 – $25,000 Hard
Maxime CRESSY (FRA) b. Ryan PENISTON (GBR) 6-4 7-6(4)

Yaounde, Camerun F2 – $25,000 Hard
Corentin DENOLLY (FRA) b. Skander MANSOURI (TUN) 7-6(3) 6-4

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement