Everyday America: il tennis è ancora uno sport per ricchi (e bianchi)

Senza categoria

Everyday America: il tennis è ancora uno sport per ricchi (e bianchi)

Lo sport è spesso uno di quei campi dove è più semplice aggirare le differenze sociali, economiche ed etniche. Il tennis, però, resta quello che riflette più da vicino le disuguaglianze che affliggono la società americana e che hanno portato alla nascita di movimenti come Black Lives Matter

Pubblicato

il

Che qualcosa fosse cambiato in questi tre anni di assenza a Los Angeles, mi era stato evidente dai primi giorni dal mio arrivo. Il tragitto verso l’ufficio era spesso interrotto da centinaia di persone; manifestanti, che protestavano come si fa qui negli Stati Uniti: tutti con un cartello in mano sparsi per il perimetro di un isolato. I cartelli dicevano ognuno qualcosa di diverso e il messaggio della protesta riuscivo a comprenderlo giusto dalle t-shirt, tutte uguali e tutte con la scritta: Black Lives Matter. Da giugno infatti il movimento Black Lives Matter di Los Angeles aveva iniziato a fare più rumore, a manifestare quasi quotidianamente, da Downtown a Santa Monica. Di ritorno in università, anche nel campus era facile scorgere studenti con la t-shirt del movimento.

Gli Stati Uniti amano definirsi un melting pot, un crogiolo di culture, etnie e storie. Sono del resto la nazione di immigrati per eccellenza. Più che in Australia, più che in Argentina, l’emigrazione verso gli USA non si è mai fermata. Spesso doloroso e accompagnato da sangue e lotte, il processo di inclusione delle varie minoranze è stato lungo. E di questo travaglio gli Stati Uniti ne portano il segno. Lo portano in particolar modo gli afro-americani, schiavizzati fino ad un secolo e mezzo fa, segregati fino a cinquant’anni fa, guardati con sospetto fino ad oggi. L’elezione di Obama ha rappresentato uno storico passo in avanti, ma paradossalmente è proprio sotto la sua presidenza che è tornato prepotente il tema del razzismo. Conflitti fra polizia e cittadini, una serie di omicidi ingiustificati verso giovani maschi afro-americani e il problema, spesso affrontato di malavoglia e considerato superato, è venuto a galla. I protestanti di Black Lives Matter lamentano di una società fondata sul “razzismo sistematico” che preclude, quasi inconsciamente, agli afro-americani di avere le stesse possibilità della maggioranza caucasica. Il tema è troppo grande probabilmente per essere analizzato a pieno in un articolo, tantomeno su di un quotidiano sportivo. Richiederebbe una enorme mole di dati, supportata da decine di migliaia di esperienze di vita. Mi sono interessato dunque a vedere se, per lo meno nel piccolo del mondo del tennis, esistessero delle basi per sostenere che fosse più difficile per gli afro-americani emergere. In fondo lo sport è spesso stato il primo palcoscenico a fornire un’apparenza di parità di opportunità e risultati tra le varie etnie.

 

Mi sono subito tornate in mente le parole di Richard Williams, padre di Serena e Venus. “Non credo che Serena e Venus verranno mai davvero accettate nel mondo del tennis. Questo è uno sport fatto di pregiudizi”. Il signor Williams diceva nella stessa intervista, però, di odiare “l’uomo bianco” perché è lo stesso uomo bianco ad odiare lui. Tale odio nasce, per Williams padre, da una storia personale fatta di discriminazioni e violenti episodi di razzismo nei confronti della sua comunità in Louisiana. Le difficoltà delle figlie nel crescere circondate dalle gang di Compton, insieme a diversi episodi di razzismo, tra tutti quello tristemente famoso avvenuto quindici anni fa ad Indian Wells, hanno contribuito a solidificare l’opinione di Williams di vivere in uno Stato razzista. La situazione non è probabilmente estrema come la dipinge Williams, eppure un problema c’è. Ne è convinta almeno Claudia Rankine, poeta afro-americana vincitrice di numerosi premi internazionali di poesia ed autrice lo scorso anno di Citizen, un libro da cui è stato estratto un articolo, molto popolare e discusso, su Serena Williams pubblicato dal New York Times. Rankine fa riferimento alla difficoltà per un’eccellenza afro-americana di essere tenuta sugli stessi standard di una caucasica: “C’è la certezza, tra alcuni afro-americani, che per sconfiggere il razzismo debbano lavorare più duramente, essere più intelligenti, essere migliori. Solo dopo aver dato il 150% di un americano bianco, si può riconoscere l’eccellenza nera. Ma, ovviamente, una volta riconosciuta, l’eccellenza nera deve comportarsi sempre con grazia e remissione difronte a qualsiasi attacco o epiteto razzista. L’eccellenza nera non deve essere emotiva”. Il riferimento è chiaramente all’immaginario comune di una Serena sempre arrabbiata, scontrosa, a tratti antipatica, quasi “mascolina” per via anche della sua struttura fisica. Un’immagine che sarebbe probabilmente mitigata, diversa, se Serena non fosse afro-americana.

Che i successi di Serena fungano da incentivo per giovani atlete afro-americane che si avvicinino al tennis è indubbio. Tuttavia, le continue pressioni e le critiche e i giudizi sprezzanti sull’aspetto fisico troppo poco conforme all’immaginario femminile della società americana e sull’atteggiamento troppo sicuro di sé per una donna, possono invece essere dei deterrenti, finendo per spaventare le più giovani e convincendole a non esporsi al rischio di subire costanti processi.

SEGUE A PAGINA 2: USTA E DISUGUAGLIANZA

Pagine: 1 2

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Chi gioca oggi? Sette italiani in campo

Sonego, Fognini e Cecchinato a Rio. Lorenzi e Seppi a Delray Beach. Bolelli e Berrettini a Marsiglia

Pubblicato

il

Fabio Fognini - Buenos Aires 2019 (via Twitter, @ArgentinaOpen)

Giornata densa per il tennis italiano. Ben sette azzurri infatti scenderanno in campo martedì nei tre tornei in programma questa settimana. A Rio, dove la pioggia ha impedito il completamento della prima giornata, Lorenzo Sonego, Marco Cecchinato e Fabio Fognini giocheranno rispettivamente contro Albert Ramos-Vinolas, Aljaz Bedene e Felix Auger-Aliassime. Tutte sfide inedite tranne per Marco che ha perso l’unico precedente contro lo sloveno.

Simone Bolelli e Matteo Berrettini sfideranno invece Benoit Paire e Jeremy Chardy sotto il tetto di Marsiglia: Simone ha perso l’unico confronto diretto giocato contro Paire (proprio a Marsiglia, nel 2016), mentre Matteo non ha mai affrontato Chardy. A Delray Beach sono invece in programma gli incontri di Paolo Lorenzi e Andreas Seppi, attesi rispettivamente da Tim Smyczek (sfida inedita) e Bernard Tomic, che conduce 2-0 nei precedenti contro Seppi.

 

Gli italiani in campo (orari italiani)

ATP 500 Rio de Janeiro

L. Sonego vs A. Ramos-Vinolas (19 circa)
[3] M. Cecchinato vs A. Bedene (21 circa)
[WC] F. Auger-Aliassime vs [2] F. Fognini (al termine del match di Ceck)

ATP 250 Marsiglia

[Q] S. Bolelli vs B. Paire (14 circa)
[8] J. Chardy vs M. Berrettini (non prima delle 20.30)

ATP 250 Delray Beach

[Q] T. Smyczek vs Paolo Lorenzi (19 circa)
[6] A. Seppi vs B. Tomic (21 circa)

Tutti i tabelloni della settimana

Continua a leggere

Senza categoria

Chi gioca oggi? Nessun italiano, occhio a Nishi-Gulbis. Bei quarti femminili a Doha

In Qatar tutti e quattro gli incontri promettono bel tennis. I due italiani ancora in gioco torneranno in campo venerdì, due le sfide interessanti a Rotterdam

Pubblicato

il

Settimana intensa la settima dell’anno, ma noi vi aiutiamo a tenere il filo. Riepilogo della situazione dei quattro tornei: nei tre maschili (Rotterdam, Buenos Aires, New York) devono ancora completarsi gli ottavi di finali, il Premier di Doha invece comincia già oggi con i quarti di finale poiché la finale si disputerà sabato. Oggi non scende in campo nessun giocatore italiano, ma non sono stati tutti eliminati. Dopo un giorno di riposo, venerdì torneranno in campo Cecchinato (vs Carballes Baena a Buenos Aires) e Lorenzi (vs Schnur a New York).

Di seguito il programma di oggi, giovedì 14 febbraio (orari italiani). Molto interessante le sfide Medvedev-Verdasco e Nishikori-Gulbis a Rotterdam, mentre promettono bel tennis tutti e quattro gli incontri programmati a Doha

 

ATP 500 Rotterdam

  • M. Kukushkin vs D. Dzumhur (11:00)
  • [5] D. Medvedev vs F. Verdasco (12:30)
  • J.W. Tsonga vs [WC] T. Griekspoor (14:30)
  • [1] K. Nishikori vs [LL] E. Gulbis (19:30)
  • M. Fucsovics vs [9] N. Basilashvili (a seguire)

ATP 250 New York

  • [4] J. Millman vs G. Garcia-Lopez (17:00)
  • D. Istomin vs R. Opelka (a seguire)
  • [6] S. Querrey vs R. Albot (a seguire)
  • [2/WC] F. Tiafoe vs J. Jung (01:30)

ATP 250 Buenos Aires

  • P. Cuevas vs [5] J. Sousa (18:30)
  • A. Ramos-Vinolas vs [WC] D. Ferrer
  • [1] D. Thiem vs M. Marterer (23:00)
  • [4] D. Schwartzman vs A. Bedene (01:00)

Premier Doha

  • [4/WC] E. Svitolina vs [Q] K. Muchova (13:30)
  • B. Strycova vs [3] A. Kerber (a seguire)
  • [1] S. Halep vs [9] J. Goerges (a seguire)
  • [5] K. Bertens vs E. Mertens (non prima delle 18:00)

Continua a leggere

Senza categoria

Chi gioca oggi? Sarà un mercoledì italiano

Giornata ricca per i colori azzurri ma non solo. Rotterdam da leccarsi i baffi, ben sei gli azzurri in campo nei tornei ATP. A Doha entra nel vivo il torneo femminile

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego - Buenos Aires 2019 (foto via Twitter, @ArgentinaOpen)

Sarà un mercoledì come tanti altri, o forse no: trovare sei italiani in campo nella stessa giornata non è proprio cosa di tutti i giorni. Partiamo da Rotterdam, unico ATP 500 della settimana, dove a scendere in campo saranno il qualificato Thomas Fabbiano (esordio contro Tsonga, mai affrontato prima) e Andreas Seppi (sfiderà al secondo turno Gael Monfils, avanti 3-2 nei precedenti). A New York sarà invece di scena Paolino Lorenzi, che se la vedrà con lo statunitense Ryan Harrison per la prima volta in carriera.

Chiudiamo la rassegna italiana con il torneo 250 di Buenos Aires, che vedrà scendere in campo sul centrale intitolato a Guillermo Vilas ben tre azzurri. Alle 18.30 aprirà Lorenzo Sonego (sfida inedita di secondo turno contro Carballes Baena), alle 23 l’esordio di Marco Cecchinato contro il cileno Christian Garin (i due non si sono mai affrontati) e infine all’una italiana il debutto del secondo favorito del seeding Fognini (Fabio ha vinto l’unico precedente giocato contro Jaume Munar quest’anno all’Australian Open).

 

Oltre ai tanti match che vedranno coinvolti gli azzurri, la giornata offrirà tanti altri spunti interessanti. In Olanda faranno il loro esordio nel torneo Medvedev e Tsitsipas, mentre i canadesi Raonic e Shapovalov saranno attesi da due incontri che promettono spettacolo, rispettivamente contro Stan Wawrinka e Tomas Berdych. A New York sarà una partita in particolare a catturare tutta l’attenzione: nella notte italiana si sfideranno infatti il primo favorito del seeding John Isner e il chiacchierato Bernard Tomic.

Occhio infine al torneo WTA Premier di Doha, che entrerà finalmente nel vivo con l’esordio delle grandi favorite: Simona Halep sfiderà Tsurenko, Angelique Kerber debutterà contro Kontaveit ed Elina Svitolina contro Jelena Ostapenko.

Il programma completo dei quattro tornei (orari italiani)

ATP 500 Rotterdam

Centre Courtdalle 11
[5] D. Medvedv vs J. Chardy
Non prima delle 12.30
[PR] J.W. Tsonga vs [Q] T. Fabbiano
Non prima delle 14.30
D. Dzumhur vs [3] S. Tsitsipas
Non prima delle 19.30
[4] M. Raonic vs [WC] S. Wawrinka
[WC] T. Berdych vs [10] D. Shapovalov

Court 1dalle 11
M. Klizan vs M. Fucsovics
Doppio
G. Monfils vs A. Seppi

ATP 250 New York

Stadium Courtdalle 17
D. Istomin vs M. McDonald
P. Lorenzi vs R. Harrison
Non prima dell’01.30
[1] J. Isner vs B. Tomic
[Q] B. Schnur vs [3] S. Johnson

Grandstanddalle 17
I. Karlovic vs R. Albot
[Q] C. Eubanks vs [7] J. Thompson

ATP 250 Buenos Aires

Court Guillermo Vilasdalle 18.30
[Q] L. Sonego vs R. Carballes Baena
Non prima delle 20
L. Mayer vs G. Pella
Non prima delle 23
C. Garin vs [3] M. Cecchinato
Non prima dell’01
J. Munar vs [2] F. Fognini

WTA Premier Doha

Centre Courtdalle 13.30
[4/WC] E. Svitolina vs J. Ostapenko
[5] K. Bertens vs C. Suarez Navarro
[1] S. Halep vs L. Tsurenko
Non prima delle 18
A. Kontaveit vs [3] A. Kerber

Court 1dalle 13.30
S.W. Hsieh vs [Q] K. Muchova
E. Mertens vs [LL] Kr. Pliskova

Court 2dalle 13.30
[Q] A. Blinkova vs B. Strycova
[LL] A. Riske vs [9] J. Goerges

Tutti i tabelloni di questa settimana

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement