Strycova-Pliskova: fine di un'amicizia

Flash

Strycova-Pliskova: fine di un’amicizia

La ex numero uno tradisce la compagna di Fed Cup soffiandole l’allenatore. Strycova incassa e in una conferenza afferma: “Karolina è così, Non servirà più utilizzare la parola amica”

Pubblicato

il

 

L’occasione per sputare il rospo è stata una domanda apparentemente innocua: “Dopo il titolo a Linz, hai scritto sui tuoi social che quello appena trascorso è stato un periodo molto difficile. Ti va di spiegarci il perché? – “Il mio allenatore, Tomas Krupa, mi ha comunicato che dal prossimo anno non lavorerà più con me”.

Da quel momento non si è parlato d’altro nella conferenza stampa tenuta da Barbora Strycova a Praga, nel pomeriggio di martedì. Un tradimento in piena regola che la trentunenne ceca ha ricostruito senza remore: “È successo tutto il mercoledì successivo agli US Open. Karolina mi ha chiamato chiedendomi di vederci. Aveva appena rotto con Kotyza e io ne ero al corrente. Quando eravamo lì mi ha detto che avrebbe voluto il mio allenatore nel suo box. Io le ho chiesto se stava scherzando. Lei mi ha risposto che il suo manager (Michal Hrdlicka) e Tomas si erano già incontrati e che la trattativa era già andata in porto. Qualche ora dopo Tomas mi ha chiamato, dicendomi che il nostro rapporto di lavoro era terminato”.

La collaborazione tra Strycova e Krupa, ex coach di Berdych e Stepanek, andava avanti ormai da due anni. Col tecnico ceco Bara, l’abbreviativo, ha fatto un enorme salto di qualità, trovando quella continuità che le era sempre mancata e che le ha permesso di soggiornare stabilmente in top 30. Meriti riconosciuti dalla stessa Strycova, che non ha però mancato di sottolineare quanto questa faccenda l’abbia delusa sotto l’aspetto umano: “Tomas è un grande allenatore e se mi avesse comunicato le sue intenzioni vis a vis, con sincerità, avrei capito. Karolina è una giocatrice in rampa di lancio, è giovane, ha un futuro da numero uno. Ma venire a sapere tutto con una telefonata. Mi dispiace, ma non è così che ci si comporta”

 

Non sono trascorsi nemmeno dodici mesi da quell’abbraccio nel doppio decisivo della finale di Fed Cup, contro la Francia, che consegnò alla squadra ceca la quinta insalatiera in sei anni. In patria già si interrogano su chi pagherà le conseguenze di questo strappo, se Peter Pala potrà ancora contare su entrambe senza ripercussioni negative. Sarà però difficile rivederle ancora nella stessa metà campo, nonostante la rinnovata disponibilità di Strycova a rispondere alle future convocazioni. Il perché è nella risposta di Bara alla domanda su chi, in questa storia, l’avesse delusa di più: “Il mio allenatore, ovvio. Karolina è così. Da questo momento il nostro rapporto è zero. Non ci saranno più caffè insieme. Non servirà più far uso della parola amica”. Più che uno strappo, una voragine.

Continua a leggere
Commenti

ATP

Novak Djokovic gioca in carrozzina a Tel Aviv: la gioia di Elay Chayot

Il 21 volte campione Slam rende felice un giocatore di wheelchair israeliano tennis scambiando qualche palla lui

Pubblicato

il

Novak_Djokovic_Elay_Chayot (foto: Instagram Novak Djokovic)

Al Tel Aviv Watergen Open, Novak Djokovic ha alzato il suo 89° trofeo, portandosi a meno tre da Rafa Nadal, con i 94 titoli di Ivan Lendl nel mirino. In realtà, sappiamo bene che, più che alla quantità, Nole punta alla qualità dei titoli (“i tornei dello Slam e i principali eventi dell’ATP sono quelli che contano di più”), ma non per questo rinuncia ad attività, diciamo così, collaterali. Con questo non intendiamo certo l’ATP 250 israeliano – tappa invece necessaria per assicurarsi un posto in top 20 a fine Race, condizione per poter partecipare alle ATP Finals –, bensì la sua apparizione in campo prima di disputare la vittoriosa finale contro Marin Cilic.

Djokovic si è infatti accomodato su una carrozzina per colpire qualche palla. Non è la prima volta che il fenomeno di Belgrado si cimenta nella specialità: nel 2017, all’Australian Open, aveva giocato con Dylan Alcott, vincitore del Golden Slam nel quad singolo e del Grande Slam in doppio. Questa volta, l’avversario è stato Elay Chayot, giocatore israeliano di wheelchair tennis.

Un momento che Elay certo non dimenticherà. Ecco cosa scrive sul suo account Instagram:

“In due giorni, ho conosciuto un nuovo amico. E non un nuovo amico qualunque, ma uno dei più grandi tennisti della storia e attualmente uno dei principali atleti del mondo.

Oltre a essere un grande atleta, Novak Djokovic è un essere umano meraviglioso. Dopo esserci incontrati giovedì, ieri Novak mi ha visto dopo la fine del suo incontro a ha proposto di giocare insieme.

Mi ha domandato se avessimo un’altra carrozzina e, dopo che gli ho risposto “certamente!”, mi ha chiesto di portargliela. Ci si è seduto ed è così che abbiamo giocato a tennis insieme, entrambi su una sedia a rotelle ai lati opposti del campo: io e il tennista numero 1 nel mondo.

Novak mi ha domandato dello sport paralimpico in Israele, era molto interessato a me e ai miei nel settore del tennis israeliano a mi ha detto quanto si stesse divertendo qui.

La sera, mi dono chiesto se fosse stato un sogno, se tutto quello che ho passato in quei due giorni fosse accaduto davvero.

Sono la persona più felice per aver avuto il privilegio di conoscere Novak da vicino.”



Continua a leggere

Flash

WTA Monastir, Stefanini show: batte in rimonta Linette e vola al secondo turno

La toscana riesce nell’impresa contro l’ex numero 33 del mondo, Magda Linette, e vince al terzo set regalandosi la prima vittoria contro una Top 100

Pubblicato

il

L. Stefanini b. M. Linette 2-6 6-3 6-4

Continua lo spettacolare momento di forma della toscana oggi numero 152 del ranking WTA, Lucrezia Stefanini, che batte la polacca Magda Linette al primo turno del torneo WTA di Monastir in tre set: 2-6 6-3 6-4. Dopo i due titoli ITF vinti a Collonge-Bellerive e Caldas Da Rainha, ha superato le qualificazioni e ora sbarca al secondo turno ottenendo la prima vittoria in carriera contro una Top 100. Ha dovuto scaldarsi bene nel primo set l’italiana, nel quale già si vedeva che aveva ben in mente quale fosse la strategia giusta da adottare, per poi andare ad imporsi 6-3 nel secondo set e 6-4 nel terzo set. Ottimo anche l’atteggiamento in campo: solida, aggressiva e mai passiva, l’italiana dal gioco quadrumane ha tenuto in modo straordinario i suoi turni di servizio. Quando riusciva a prendere in mano il gioco, Stefanini portava quasi sempre a casa il punto. La polacca è stata un’avversaria davvero difficile da battere oggi, non ha mai mollato e diversi sono stati i break recuperati nel secondo e nel terzo set. Non ci sono stati sconti, se non qualche errore non forzato di troppo, da parte della polacca, nel terzo set. Ma la differenza più grande l’hanno sicuramente fatta i cambi lungolinea spesso vincenti e il servizio della giovane toscana che nei momenti decisivi della partita non ha ceduto, mai.

IL MATCH – Arriva la prima balla break per la polacca sul 2-1 ai vantaggi. Stefanini prova a cambiare ritmo ma Linette non si fa mandare fuori giri rimanendo lucida e attenta e andando a conquistare il break. Il game successivo va via molto velocemente per la 30enne che chiude con un ace e si porta avanti 4-1. Lucrezia Stefanini parte bene nel game successivo portandosi 40-0. In poco tempo però, il primo doppio fallo e le risposte aggressive della polacca la portano sul 40 pari. L’italiana deve provare a chiudere in fretta questo game e sembra non riuscirci nonostante i piccoli aiuti di Linette. Ma alla fine la 24enne toscana chiude 4-2. Il game successivo è una lotta costante di pugni nei fianchi da parte di entrambe le giocatrici che si ritrovano infatti ad aggiudicarselo ai vantaggi. Ma alla fine il punto decisivo è della polacca che con sicurezza e lucidità non sbaglia un attacco perfetto e avanza 5-2. L’italiana sul turno di servizio successivo parte malissimo sotto 0-40 ma con personalità annulla 3 set point e risale 40 pari. Arriva però il quarto set point per la polacca sprecato con una volée giocata con troppa sufficienza. Il quinto set point però è di Linette che si aggiudica il primo set 6-2.

 

Stefanini parte bene nel secondo set dimostrandosi aggressiva e per nulla sconfortata dal risultato del primo set. Strappa subito il servizio alla polacca e si porta avanti velocemente 2-0. Sul 2-1 chiude con un passante di dritto che la salva da un game che poteva mettersi male e continua a condurre questo secondo set 3-1. La polacca però non sembra intenzionata a mollare e da fondo campo continua a fare male, soprattutto sul suo turno di servizio che nel game successivo tiene a zero e va a sedersi sotto 3-2. E lo dimostra ancor di più andando a prendersi il contro-break nel game successivo e riportandosi in parità 3 giochi pari. Ora la polacca sembra davvero essere salita su un treno di sola andata per questo match e tiene il suo turno di servizio successivo a zero per andare a sedersi ora lei avanti 4 giochi a 3. Tutto da rifare per la 24enne toscana che ora deve ritrovare la grinta iniziale di questo secondo set.  E con orgoglio anche Stefanini tiene il suo turno di servizio a 0: 4 pari. Incredibilmente arrivano di nuovo tre chance di palla break per l’italiana, Linette sbaglia in rete e Stefanini alza il pugnetto. Ora può servire per allungare la partita al terzo e decisivo set.  Stefanini mette dentro solo prime palle di servizio e sul 40-0 vince uno scambio perfetto. Che brava Lucrezia, si va al terzo set!

Nel terzo set, parte bene l’italiana che si aggiudica subito tre opportunità di palla break. La prima chance se ne va per una risposta che finisce sugli spalti. Anche la seconda chance svanisce in rete, ma non la terza grazie a un errore della polacca. Il primo game è di Stefanini. E con un pochino di certezze in meno riesce a tenere anche il game successivo: 2-0. Sul servizio di Linette, l’italiana lotta ai vantaggi togliendo il vantaggio all’avversaria ben 4 volte. Ma alla fine la polacca porta a casa questo terzo gioco riavvicinandosi 2-1. Ma arrivano anche due palle del contro-break per la Linette. Tutte e due sfumano via per colpa di due errori non forzati della polacca. Ai vantaggi però, arriva una terza palla break per Linette anche questa annullata da un suo rovescio finito in rete. Ancora una quarta possibilità di contro-break e questa volta la polacca costringe Stefanini a sbagliare: 2 giochi pari. Ma la toscana oggi non è scesa in campo per mollare neanche un secondo e si aggiudica di nuovo una palla break. Nonostante uno scambio meraviglioso però Stefanini deve arrendersi di fronte a una Linette davvero solida. E per l’ennesima volta in questa partita, si lotta di nuovo ai vantaggi dove arriva un’altra palla break che l’italiana si aggiudica grazie all’errore della polacca. Entrambe tengono i turni di servizio successivi e Linette va a servire per rimanere in partita sotto 5-3. Ci riesce: ora la responsabilità di servire per il match è di Stefanini. E la giovane italiana numero 152 WTA vince anche questo terzo set, 6-4. Che partita! “Non c’è stato un momento particolare in cui ho capito di poter vincere, ho solo pensato a lottare punto su punto. Ma all’inizio del terzo set mi sono detta che ce la potevo fare, ma che non dovevo pensare alla situazione di punteggio, solo a me e al mio tennis. Mi sono concentrata sempre e solo sul presente, non sul passato. Questo ha fatto la differenza”, ha detto l’italiana a caldo nel post gara. Al prossimo turno avrà Tsurenko o Parry.

GLI ALTRI MATCH – Buona la prestazione anche della tennista greca di 29 anni numero 150 del ranking WTA, Despoina Papamichaīl che cede il primo set alla cinese Zhi Lin 6-1 ma si aggiudica il secondo set al tiebreak 7 punti a 2 e vince senza storia il terzo set 6-0. Passa al secondo turno anche la 26enne ceca Katerina Siniakova dopo aver portato a casa il primo set 6-4, e grazie al ritiro della sua avversaria francese Chloé Paquet che sotto 4-0 ha deciso di dare vinta la partita alla ceca. Anche l’americana numero 72 della classifica mondiale, Claire Liu, vince invece in soli due set contro la croata Ana Konjuh 6-3 6-2.

QUI IL TABELLONE DEL WTA 250 DI MONASTIR

Continua a leggere

Flash

WTA Ranking: Kontaveit torna in top3, Krejcikova si avvicina alla top 20. Sherif +25 posti

L’estone non riesce a vincere il torneo di casa ma la finale le basta per scavalcare Paula Badosa. La ceca si porta a meno di 100 punti dalla top20. La vittoria a Parma proietta Mayar Sherif in top50. Best ranking per Elisabetta Cocciaretto

Pubblicato

il

Anett Kontaveit - WTA Tallinn 2022 (foto Facebook WTATallinnOpen)

Un piacevole ritorno e una inaspettata vittoria. Il comeback è quello di Barbora Krejcikova. La ceca è stata protagonista di una stagione superlativa in doppio, specialità nella quale ha vinto tre slam quest’anno in coppia con Katerina Siniakova e dove è attualmente la n.2 in classifica. In singolare, invece, non ha raccolto risultati all’altezza di quelli del 2021. Solo una finale a Sydney e i quarti a Melbourne a inizio anno e poi una lunga sequela di uscite premature fino alla vittoria, convincente, al Tallinn Open dove ha regolato Tomljanovic, capace di arrivare nei quarti a Wimbledon e New York, Haddad-Maia, Bencic e Kontaveit, tutte atlete che la sopravanzano in classifica. Il titolo in Estonia arriva a 15 mesi di distanza dalla vittoria a Praga nel 2021 e chissà che non possa essere la svolta che le consentirà di ritornare almeno in top20. La sorpresa, invece, è il trionfo al Parma Ladies Open di Mayar Sherif. L’egiziana (la prima del suo paese a vincere un titolo WTA) ha avuto la meglio in finale su Maria Sakkari, che partiva con i favori del pronostico. Sherif era già stata finalista a Cluj-Napoca ma non aveva saputo cogliere l’occasione. La prima vittoria su una top ten le consegna il primo trofeo della sua carriera e la riporta vicino al best ranking. Per quanto riguarda le italiane, hanno giocato a Parma senza brillare. Solo Jasmine Paolini si è spinta fino ai quarti, tutte le altre sono uscite al primo o secondo turno. Delude in particolar modo Martina Trevisan, n.2 del seeding, alla settima uscita al primo turno dopo la semifinale al Roland Garros. Andiamo a vedere come questi risultati hanno influito sulla classifica di oggi 3 ottobre 2022.

LA CLASSIFICA WTA DI TENNIS AGGIORNATA

Classifica WTAVariazioneGiocatriceTorneiPunti
10Iga Swiatek1610180
20Ons Jabeur184885
3+1Anett Kontaveit194010
4-1Paula Badosa243934
5+1Aryna Sabalenka203470
6-1Jessica Pegula163447
70Maria Sakkari213355
80Coco Gauff173047
90Simona Halep193025
100Caroline Garcia212930
110Daria Kasatkina212895
12+1Veronika Kudermetova212561
13-1Garbiñe Muguruza192406
140Belinda Bencic182305
150Beatriz Haddad Maia312295
16+1Jelena Ostapenko192271
17+1Madison Keys182248
18-2Danielle Collins132177
190Karolina Pliskova182061
200Petra Kvitova182003
210Ekaterina Alexandrova211975
22+1Liudmila Samsonova231937
23+4Barbora Krejcikova191906
24-2Victoria Azarenka131896
25-1Amanda Anisimova161811
26-1Elena Rybakina221655
27-1Shuai Zhang331655
280Qinwen Zheng251602
290Alison Riske-Amritraj231522
300Martina Trevisan281521
310Aliaksandra Sasnovich201521
320Kaia Kanepi211478
330Irina-Camelia Begu221454
340Ajla Tomljanovic241400
350Shelby Rogers221334
360Jil Teichmann201333
370Alizé Cornet231321
380Leylah Fernandez171310
390Sorana Cirstea221300
40+1Marie Bouzkova151252
41+2Petra Martic191208
42+2Elise Mertens211146
43+2Bernarda Pera201140
44+2Naomi Osaka131122
45+2Anhelina Kalinina281091
46+7Ana Bogdan251077
47-5Yulia Putintseva181059
48+3Madison Brengle281045
49+25Mayar Sherif321040
500Sloane Stephens161035
La Top 50 del Ranking WTA del 3 ottobre 2022

Questa è la classifica delle prime cinquanta. Ricordiamo che oggi uscivano, tra gli altri, i punti del Chicago Fall Tennis Classic e dell’Astana Open. Possiamo notare che:

 
  • In top10, la finale a Tallinn riporta Anett Kontaveit al n.3. Scivola al n.4 Paula Badosa. I 55 punti in uscita a Jessica Pegula sono sufficienti per far perdere una posizione all’americana, che esce dalla top5. Ne approfitta Aryna Sabalenka, che risale al n.5.
  • In top20, nuovo best ranking per Veronika Kudemetova (+1, n.12). Scala al n.13 Garbiñe Muguruza che presto dovrà fare i conti con la cambiale di 1375 punti in scadenza relativi alla vittoria alle Finals 2021. In lieve flessione anche Danielle Collins (-2, n.18).
  • Per quanto riguarda le posizioni dalla n.21 alla n.50, Barbora Krejcikova si mette alle spalle quattro posizioni e si porta al n.23. La top20 dista solo 97 punti. Best ranking per Liudmila Samsonova che fa un ulteriore passo verso la top20. Ora è n.22. Sette posti in più per Ana Bogdan (n.46), mai stata così in alto prima di oggi, ma è Mayar Sherif a far registrare il balzo più consistente. L’egiziana segna un +25 posizioni e irrompe al n.49. Il suo best ranking è il n.44 raggiunto lo scorso luglio. Entra in top50 anche Madison Brengle (+3, n.48). La salutano Anastasia Potapova (-3, n.51) e Katerina Siniakova (-4, n.53).
  • Alle spalle delle migliori cinquanta, le atlete che guadagnano più posti sono Danka Kovinic (+12, n.66) e Donna Vekic (+10, n.75), rispettivamente in semifinale e nei quarti a Tallinn, Viktorjia Golubic (+9, n.80), autrice di un buon torneo in Estonia partendo dalle qualificazioni, Maryna Zanevska (+14, n.83) e Lauren Davis (+15, n.84), entrambe nei quarti a Parma, e Julia Grabher (+17, n.85), vincitrice di un ITF a San Sebastian.

LE ATLETE CHE PERDONO MAGGIORMENTE TERRENO

Esce dalla top50 Alison Van Uytvanck (-12, n.52), vincitrice del titolo ad Astana nel 2021. In enorme difficoltà anche Jaqueline Cristian (-14, n.82), Marketa Vondrousova (-25, n.89), semifinalista a Chicago un anno fa, Aleksandra Krunic (-17, n.99), e Varvara Gracheva (-13. n.103).

LA CLASSIFICA WTA DELLE TENNISTE ITALIANE

Segnaliamo, prima di tutto, il best ranking di Elisabetta Cocciaretto che guadagna otto posizioni e sale al n.90. La classifica è sempre comandata da Martina Trevisan, che è stabile al n.30. Un passo indietro sia per Camila Giorgi (n.60) sia per Lucia Bronzetti (n.62), mentre sono tre i posti in più per Jasmine Paolini (n.76). Variazioni in positivo per Camilla Rosatello (+37, n.244), Matilde Paoletti (+38, n.328), nonostante la sconfitta a Parma contro Begu, e Anna Turati (+15, n.404). Perdono quota invece Cristiana Ferrando (-44, n.451) e Federica Di Sarra (-20, n.476).

Classifica WTAVariazioneGiocatriceTorneiPunti
300Martina Trevisan281521
60-1Camila Giorgi19954
62-1Lucia Bronzetti29906
76+3Jasmine Paolini29772
90+8Elisabetta Cocciaretto24685
108+1Sara Errani27590
152+6Lucrezia Stefanini30402
244+37Camilla Rosatello21256
295+3Nuria Brancaccio26210
311+2Giulia Gatto-Monticone20195
328+38Matilde Paoletti10179
349+3Angelica Moratelli22163
355+1Martina Di Giuseppe27159
383+6Lisa Pigato27137
404+15Anna Turati21124
442+6Deborah Chiesa12108
447+8Jessica Pieri14105
451-44Cristiana Ferrando16103
455+3Diletta Cherubini21100
476-20Federica Di Sarra1989

NEXT-GEN RANKING: LE GIOVANI TENNISTE IN ASCESA

Non ci sono altri movimenti nel Next Gen ranking, la classifica delle giocatrici nate dopo il 1° gennaio 2002. Comanda Cori Gauff sulla cinese Qinwen Zheng. Al terzo posto Leylah Fernandez. Chiude la classifica Daria Snigur.

PosizioneVariazioneGiocatriceAnnoClassifica WTA
10Cori Gauff20048
20Qinwen Zheng200228
30Leylah Fernandez200238
40Marta Kostyuk200256
50Diane Parry200265
60Emma Raducanu200267
70Linda Fruhvirtova200577
80Clara Tauson200294
90Linda Noskova200497
100Daria Snigur2002115

LA RACE

Pochi movimenti nella RACE. Un posto in più per Maria Sakkari (n.9), due per Belinda Bencic (n.11) e tre per Anett Kontaveit (n.14). Le uniche già qualificate per le Finals sono Swiatek e Jabeur. Nelle prossime settimane ci saranno in palio quasi 2000 punti. La lotta ai posti rimanenti è quindi ancora molto aperta.

PosizioneVariazioneGiocatriceTorneiPunti
10Iga Swiatek149560
20Ons Jabeur164496
30Jessica Pegula153232
40Coco Gauff162983
50Caroline Garcia192896
60Aryna Sabalenka182871
70Daria Kasatkina192831
80Simona Halep152661
9+1Maria Sakkari182537
10-1Veronika Kudermetova182497
11+2Belinda Bencic172306
12-1Paula Badosa182264
13-1Madison Keys172214
14+3Anett Kontaveit152092
15-1Beatriz Haddad Maia202050
16-1Danielle Collins101997
17-1Petra Kvitova171939
180Jelena Ostapenko171882
190Liudmila Samsonova181806
200Ekaterina Alexandrova181755
La Top 20 della Race to WTA Finals

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement