Berrettini, sconfitta in finale a Irving

Matteo battuto in tre set da Mikhail Kukushkin, 89 ATP. Ottima settimana per il giovane romano, che entra in top-100 (al n°95). Ora le quali a Miami

Berrettini, sconfitta in finale a Irving

M. Kukushkin b. M. Berrettini 6-2 3-6 6-1

È mancata solo la ciliegina sulla torta, per il giovane romano Matteo Berrettini, che si ferma all’atto conclusivo del ricchissimo challenger di Irving. Il torneo texano, che si svolge nei sobborghi di Dallas, è una via di mezzo tra un challenger “standard” e un ATP 250, per montepremi ma soprattutto campo di partecipazione. Collocato tra i master 1000 di Indian Wells e di Miami, raccoglie infatti tutti i giocatori sconfitti nei primi turni in California, che se non giocassero là si ritroverebbero fermi per oltre 10 giorni prima di andare in Florida.

 

Bravissimo quindi Matteo, che nel suo percorso verso la finale ha eliminato tra gli altri il giapponese Sugita, 40 ATP. Nel match con Kukushkin il giovane azzurro ha vinto il secondo set, pareggiando i conti dopo un inizio negativo, per poi cedere nel parziale decisivo. Seconda finale challenger dell’anno per Berrettini, la settima in totale. Due vittorie finora (Bergamo 2018, San Benedetto 2017). Si porta in Florida il miglior ranking in carriera, numero 95, e la consapevolezza di essere arrivato a una svolta significativa nel suo percorso verso il tennis che conta davvero. La speranza è che il torneo appena giocato non gli abbia tolto troppe energie, le qualificazioni in un evento del prestigio del master 1000 di Miami sono un impegno importantissimo, dove lo seguiremo con grande interesse. Avanti così, Matteo.

CATEGORIE
TAG
Condividi