Montreal: Garcia e Halep in autostrada, Mertens in rimonta

MONTREAL - Tutto facile per Simona Halep e Caroline Garcia, lasciano solo le briciole alle avversarie. Mertens rimonta una stanca Sabalenka e raggiunge i quarti

Montreal: Garcia e Halep in autostrada, Mertens in rimonta
Simona Halep (foto @USOpen)

dal nostro inviato, Vanni Gibertini

MARIA, COSI’ NON BASTA – Nonostante l’atmosfera da grande occasione ed il consueto gran pubblico di Montreal, il primo match della sessione serale di giovedì ha visto una vittoria molto netta di Caroline Garcia su una Sharapova davvero troppo ferma sulle gambe e deficitaria al servizio per poter ambire a far partita pari con la Top 10 transalpina. Il 2-0 iniziale per la siberiana si è rivelato ben presto un fuoco di paglia, perché Garcia ha conquistato sette dei successivi otto giochi per issarsi sul 6-3, 1-0. “Ho avuto alcune opportunità di rientrare nel match nel secondo set – ha detto Sharapova in conferenza stampa – ma non sono riuscito a sfruttarle. Lei ha giocato un’ottima partita, ha sempre fatto le scelte giuste, ed io invece no. La sua palla era sempre profonda, pesante, ha servito bene, ed io invece non l’ho fatto”.
Infatti Garcia è stata molto abile ad avvantaggiarsi della pessima giornata al servizio della russa (40% di prime palle e solo 52% di punti vinti con la prima) prendendo subito il pallino del gioco e facendo spostare l’avversaria giocando spesso e volentieri ad aprire il campo.
Sono molto contenta di questa vittoria – ha dichiarato una raggiante Garcia dopo il match –  perché quando si gioca contro Maria Sharapova, non importa quale sia il turno o quale sia la sua classifica, si tratta sempre di una campionessa che non molla mai. Ho fatto parecchie cose giuste, ho giocato bene sfruttando il mio gioco ed anche se il punteggio sembra indicare una partita semplice in realtà parecchi giochi sono stati molto equilibrati”.
Garcia è una delle giocatrici meno danneggiate dal maltempo durante la settimana, sicuramente meno della sua avversaria dei quarti di finale Simona Halep, che ha dovuto giocare due partite in un giorno: “Sappiamo che può capitare qui in Canada, a Cincinnati o agli US Open, per cui siamo pronti a giocare due partite in un giorno. Non credo che la mia avversaria avrà problemi di tenuta fisica, sono tutte molto ben preparate”.

 

DOPPIO TURNO VINCENTE PER SIMONAGiornata di superlavoro per la n.1 del mondo Simona Halep, che dopo le 3 ore e 7 minuti impiegate per avere la meglio di Pavlyuchenkova nel primo pomeriggio è ritornata in campo per affrontare Venus Williams, anche lei reduce da una vittoria in precedenza contro Cirstea. I 38 anni di Venus però si sono fatti sentire in una circostanza così particolare: la giocatrice americana è apparsa molto lenta negli spostamenti e particolarmente preoccupata del suo ginocchio destro, protetto da una fascia elastica durante tutto il match. Un’ora e quattordici minuti sono stati sufficienti per confezionare il 6-2 6-2 che ha mandato la n.1 del mondo ai quarti di finale dove affronterà Caroline Garcia. “Mi sono accorta subito che Venus aveva qualche problema, per cui non penso che questo match faccia molto testo – ha detto Halep dopo la partita – sono solo contenta di aver chiuso la partita oggi risparmiando energie. Mi sento meglio di quanto mi sentissi alla fine del primo match: ho provato a dormire, non ci sono riuscita, ma mi sono rilassata ed ora vedo come mi alzerò domani, sono certa che avrò qualche dolore da qualche parte”.

Risultati:

[1] S. Halep b. [13] V. Williams 6-2 6-2
[6] C. Garcia b. M. Sharapova 6-3 6-2
[15] A. Barty b. A. Cornet 7-6(3) 6-4
K. Bertens b. [8] P. Kvitova 6-3 6-2
A. Sevastova b. [10] J. Goerges 6-3 7-6(2)
[3] S. Stephens b. [Q] C. Suarez Navarro 6-2 7-5
[5] E. Svitolina b. J. Konta 6-3 6-4
[14] E. Mertens b A. Sabalenka 2-6 7-6(1) 6-0

Il tabellone completo

CATEGORIE
TAG
Condividi