Lucas Pouille si separa da coach Planque, Konta assume Zavialoff – Ubitennis

Flash

Lucas Pouille si separa da coach Planque, Konta assume Zavialoff

I pessimi risultati del francese nei tornei principali alla base della rottura condivisa. Johanna con l’ex di Wawrinka e Bacsinszky

Pubblicato

il

C’EST FINI – Quasi all’unisono, i siti specializzati francesi annunciano che Emmanuel Planque non è più l’allenatore di Lucas Pouille. Dopo sei anni, la collaborazione tra i due si interrompe “di comune accordo”. Sotto la guida del coach parigino, già al fianco di Michael Llodra e Fabrice Santoro, sono stati costanti i progressi di Lucas che all’inizio del 2013 si trovava oltre il 400° posto della classifica; poi, l’ingresso nei primi cento nel corso del 2015 fino al best ranking (n. 10 ATP) nel marzo di quest’anno, conseguenza diretta di un febbraio strepitoso che gli è valso il titolo a Montpellier (con Tsonga che si infortuna in semifinale a match “quasi vinto”) e le finali a Marsiglia e Dubai.

PUNTI PESANTI NON PERVENUTI – Al momento del best ranking, tuttavia, il ventiquattrenne francese aveva già incassato l’eliminazione al primo turno dell’Australian Open per mano di Ruben Bemelmans, n. 117. E non si è trattato di un episodio isolato perché le cose non sono andate molto meglio negli altri tre appuntamenti Slam: fra il terzo turno di Parigi (sconfitto da Karen Khachanov) e di New York (Joao Sousa), c’è stata l’uscita al secondo match contro l’austriaco Dennis Novak che, grazie a quel successo, ha raggiunto il suo picco in classifica, il n. 130. Nei Masters 1000, i risultati sono stati anche peggiori, con cinque sconfitte all’esordio e due sole vittorie contro Seppi e Murray, non certo nel loro periodo di massimo splendore. Inoltre, mai una volta in stagione ha battuto un avversario meglio classificato; per finire, non poteva mancare un infortunio che lo ha tenuto fuori un mese tra settembre e ottobre. Di sicuro, non le prestazioni attese da un top ten che, infatti, conclude l’anno in 32a posizione – il primo che fa registrare un (netto) peggioramento in classifica – passando da re di Francia a numero quattro dietro a Gasquet, Monfils e Simon. Per quanto il motivo della separazione non sia stato comunicato, questi risultati forniscono almeno un indizio.

COPPA DAVIS – La separazione dal coach arriva a due settimane dalla finale di Lille contro la Croazia. Ammesso che Pouille venga effettivamente schierato, non ci sarà quindi Planque a dargli ulteriore supporto come era successo un anno fa nel rubber decisivo contro Steve Darcis; un supporto, peraltro, probabilmente meno determinante delle condizioni del belga il cui gomito era… beh, lo “Squalo” non ha più giocato un match da allora. Ancora non ci sono ancora notizie sul successore di Planque. E attendiamo anche buone nuove da Steve.

 

KONTA FINO A TRE (IN DUE ANNI) – Superato il periodo di prova alla Kremlin Cup, Dimitri Zavialoff, il primo allenatore di Stan Wawrinka, viene confermato nel ruolo di coach da Johanna Konta che in quel di Mosca ha raggiunto le semifinali. Come Pouille, la ventisettenne britannica ha provato l’ebbrezza effimera della top ten (lei addirittura n. 4 WTA nel 2017) per poi venire catapultata fuori dalle prime trenta al termine di una stagione iniziata al nono posto del ranking, con il divorzio da Michael Joyce come inevitabile conseguenza. Tuttavia, al contrario di Lucas, monogamo dalla maggiore età, Johanna è al quarto coach dal 2016, quando interruppe il rapporto con Esteban Carril, sostituito da Wim Fissette. Il 2019 ci dirà quanto produttiva sarà la nuova collaborazione con il francese Zavialoff, il cui curriculum WTA vanta già la top ten ottenuta da Timea Bacsinszky, ma che non finiremo mai di ringraziare per aver fatto diventare monomane il rovescio di Stan.

Continua a leggere
Advertisement
Commenti

Flash

Lo stile Mizuno accompagna l’inizio della stagione

Il brand giapponese Mizuno torna da protagonista agli Australian Open 2019

Pubblicato

il

Mizuno, azienda produttrice di attrezzature e abbigliamento sportivo nata in Giappone nel 1906, scende di nuovo in campo e inaugura la stagione del tennis 2019. Si comincia da Melbourne, Australia, per il primo Grande Slam dell’anno. Il brand di Osaka continua a confermare, stagione dopo stagione, la propria leadership nel mercato del tennis, grazie alla qualità dei prodotti e alla fiducia crescente da parte degli atleti. La terra blu dell’Australian Open è l’occasione perfetta per lanciare la nuova collezione da tennis SS19Mizuno rappresenta uno dei marchi di calzature e abbigliamento più apprezzati dai tennisti, confermando l’eccellenza dei capi del brand giapponese.

QUANDO IL DESIGN INCONTRA LA PERFORMANCE
La collezione di calzature da tennis Mizuno SS19 include tre diversi modelli scelti dai giocatori professionisti, studiati per rispondere a tutte le esigenze specifiche degli atleti. La Wave Exceed Tour 3 è stata progettata per i giocatori veloci che amano correre sotto rete per ottenere il vantaggio di cui hanno bisogno, non solo per mettere a segno un punto, ma soprattutto per vincere la partita. Questi atleti cercano la velocità del movimento per raggiungere al meglio l’obiettivo. La Wave Intense Tour 5 è stata studiata per i giocatori che considerano la stabilità come l’abilità principale per ottenere la migliore performance. Novità per la stagione 2019 è la Wave Impulse, progettata per i giocatori che considerano il movimento agile come una caratteristica imprescindibile del proprio gioco.

 

Tra i giocatori legati a Mizuno c’è Roberto Bautista Agut, che ha appena sollevato la coppa del torneo ATP 250 a Doha, confermandosi il re al debutto stagionale.
Anche il tennista croato Ivo Karlovic è pronto a fronteggiare gli avversari avvalendosi del suo maestoso servizio.
Da segnalare anche la presenza di un altro giocatore in ottima forma in questa stagione, il tedesco Philipp Kohlschreiber.
Tra le giocatrici presenti al torneo si segnala infine la presenza di Aleksandra Krunic, Johanna Larssone Tamara Zidansek.

Continua a leggere

Flash

Australian Open, le quote del day 11: Nadal e Kvitova verso la finale

I bookmaker non sembrano credere a un’altra grande impresa di Tsitsipas. Grande equilibrio tra Pliskova e Osaka

Pubblicato

il

Rafael Nadal - Australian Open 2019 (foto via Twitter, @AustralianOpen)

Giornata di semifinali sulla Rod Laver Arena, con il clou rappresentato dalla sessione serale che vede in programma l’unica sfida del tabellone maschile (parte bassa del tabellone). Rafael Nadal, arrivato al penultimo atto del torneo senza perdere per strada nemmeno un set, parte da chiaro favorito contro Stefanos Tsitsipas nel match che in Italia potremo goderci in mattinata. Gli analisti Stanleybet.it valutano appena 1.14 il successo del maiorchino, mentre un altro colpo a sorpresa del campione Next Gen – che ha già eliminato Federer contro pronostico – pagherebbe 5.50 volte la scommessa. L’orientamento dei bookmaker, come riferisce l’agenzia specializzata Agipronews, è altrettanto deciso anche nel set betting: il 3-0 per Nadal è il risultato secco più accreditato, a 1.90. Allo stesso tempo, viene proposta a 1.70 l’ipotesi che la partita si spinga almeno al quarto set. Entrambi i precedenti sono freschi: nel 2018 Nadal ha vinto 2-0 sia sulla terra di Barcellona sia sul cemento di Toronto.

ANTEPOST VINCENTE TORNEO

Bet365 Eurobet William Hill
Djokovic 1.83 1.85 1.90
Nadal 2.25 2.10 2.37
Tsitsipas 12.00 9.00 8.00
Pouille 23.00 26.00 17.00

Conosceremo invece al termine di questa giornata entrambe le finaliste del torneo femminile. In lavagna sembra svanire l’effetto sorpresa per Danielle Collins: la statunitense ritrova Petra Kvitova (da cui ha perso in tre set a Brisbane all’inizio del mese) e parte nettamente sfavorita. La due volte regina di Wimbledon comanda su Bet365 a 1.22, mentre una nuova impresa della venticinquenne cresciuta nel college pagherebbe 4.33. Valutata 2.10 l’ipotesi di una sfida decisa al terzo set. Decisamente più equilibrata l’altra semifinale. Naomi Osaka e Karolina Pliskova sono entrambe in corsa per il numero uno WTA (come Kvitova) e arrivano da quarti di finale molto diversi: la giapponese ha superato d’autorità Svitolina, mentre la ceca ha rimontato clamorosamente Serena Williams. Per Eurobet Osaka è avanti davvero di poco: 1.85 contro 1.95. Una sfida combattuta potrebbe tradursi in un totale di almeno 22 game (1.70), mentre vale 2.15 l’approdo al terzo set. Pliskova ha vinto due dei tre precedenti, uno per ritiro dell’avversaria (Toronto 2017).

 

ANTEPOST VINCENTE TORNEO

Bet365 Eurobet William Hill
Kvitova 2.25 2.05 2.20
Osaka 3.40 3.50 3.50
Ka. Pliskova 3.50 3.75 3.50
Collins 12.00 11.00

Continua a leggere

Flash

Australian Open, junior: Musetti e Zeppieri volano ai quarti

I due azzurrini sognano il derby in semifinale e avanzano anche in doppio. Eliminate Lisa Pigato e Federica Rossi

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti - Australian Open Junior 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Sorrisi italiani nel tabellone maschile del torneo junior dell’Australian Open, mentre termina la corsa delle nostre ragazze. Pass per i quarti di finale al collo di Lorenzo Musetti e Giulio Zeppieri. Da primo favorito del seeding, il carrarino ha dovuto combattere per circa un’ora e mezza per avere la meglio in due set (6-4 7-5) sul canadese Liam Draxl (15). Bravo invece a ribaltare il pronostico Zeppieri, che manda a casa il ceco Jonas Foreitek (ottava testa di serie) con un convincente 6-3 6-4. Significativi adesso gli ostacoli da superare per entrambi, sulla strada verso il derby in semifinale: Musetti se la vedrà con lo spagnolo Alvarez Varona (sei del seeding), Zeppieri con il finlandese Virtanen, terzo favorito al momento del sorteggio.

I due azzurri (analizzati qui tecnicamente da Luca Baldissera) sono protagonisti anche in doppio, dove si sono conquistati la semifinale battendo 7-6 6-3 la coppia formata dal sudcoreano Han e dal thailandese Suksumrarn. A separarli dalla finale i cechi Foreitek (ancora lui) e Svrcina, terze teste di serie.

Salutano invece il torneo Federica Rossi e Lisa Pigato, quest’ultima superata in due set dalla canadese Fernandez. Rossi – che si è fatta rimontare un set di vantaggio dalla svizzera Sun – può consolarsi però con il doppio. La diciassettenne di Sondrio (campionessa d’Italia lo scorso anno con il Tennis Beinasco), in coppia con la russa Daria Frayman, si è infatti guadagnata la semifinale superando le wild card di casa Gadecki/Smith. Sulla loro strada le statunitensi Emma Navarro e Chloe Beck.

 

I risultati degli azzurrini nella quinta giornata

Ragazzi

[1] L. Musetti b. [15] L. Draxl 6-4 7-5
G. Zeppieri b. [8] J. Forejtek 6-3 6-4

Doppio

[5] L. Musetti/G. Zeppieri b. S.Han/T. Suksumrarn 7-6(6) 6-3

Ragazze

[7] L. Sun b. [Q] F. Rossi 4-6 6-2 6-4
[4] L. Fernandez b. [Q] L. Pigato 6-3 7-5

Doppio

D. Frayman/F. Rossi b. [WC] O. Gadecki/M. Smith 6-2 7-6(3)

Gli azzurri in gara giovedì 

Singolare (tabellone allineato ai quarti)

Court 3 – dall’01
[3] O. Virtanen vs G. Zeppieri 
[1] L. Musetti vs [6] N. Alvarez Varona 

Doppio (tabellone allineato alle semifinali)

Court 3 quarto match (alle 07 circa)
[5] L. Musetti/G. Zeppieri vs [3] J. Forejtek vs D. Svrcina

Court 5 – terzo match (alle 05 circa)
D. Frayman/F. Rossi vs [8] C. Beck/E. Navarro

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement