Katarzyna Kawa raggiunge a sorpresa la finale di Jurmala. Affronterà Sevastova

WTA

Katarzyna Kawa raggiunge a sorpresa la finale di Jurmala. Affronterà Sevastova

La 26enne polacca, quasi del tutto sconosciuta, giocherà la prima finale tra le grandi. Ma la favorita sarà la padrona di casa Sevastova

Pubblicato

il

Katarzyna Kawa - Jurmala 2019 (via Twitter, @WTA)
 

Deve aver trovato la chiave, Katarzyna Kawa, se da una condizione di semi-anonimato nel circuito maggiore si ritrova adesso a disputare la sua prima finale in un WTA International, quello di Jurmala, a due settimane dalla semifinale raggiunta nel 125k di Bastad.

Classe 1992 (compirà 27 anni a novembre), nata nella cittadina polacca di Krynica, ha intrapreso la carriera di tennista professionista nel 2008 e da allora ha trascorso appena sette settimane in top 200, tutte nel 2019 e l’ultima delle quali è ancora in corso. Una carriera trascorsa quasi interamente nel circuito ITF, con rarissime apparizioni nelle qualificazioni di eventi WTA – tre volte a Katowice, in patria – e le prime esperienze in uno Slam appena quest’anno, con la sconfitta al primo turno nelle quali di Parigi e l’onorevole turno finale raggiunto a Wimbledon.

Qualche segnale c’era stato in primavera, con la semifinale nel torneo da 80000 dollari di montepremi di Charlottesville che le era valso l’ingresso tra le prime 200, dalle quale era uscita per poi farvi rientro dopo l’ottima settimana di Bastad. Con un po’ di fortuna, il tutto si è concretizzato sulle rive baltiche di Jurmala dove il tabellone principale conquistato partendo dalle qualificazioni si è rivelato piuttosto morbido, per un torneo di questo livello, se è vero che in semifinale ha dovuto affrontare la prima top 100. Si trattava di Bernarda Pera e l’ha sconfitta nettamente, in 73 minuti, facendo valere il suo maggiore peso di palla. Kawa sfiora infatti il metro e ottanta e nonostante uno stile piuttosto ‘rustico’ i suoi colpi sono piuttosto adatti alla terra battuta.

Nella sua prima finale tra le grandi il livello si alzerà vertiginosamente, poiché dovrà affrontare la prima favorita del seeding nonché padrona di casa Anastasjia Sevastova, che questa settimana ha perso un set solo agli ottavi contro Jakupovic e in semifinale ha dominato (nel derby delle quasi omonime) Anastasia Potapova, comunque brava a tamponare – anche se non del tutto – i punti in uscita per la finale raggiunta lo scorso anno a Mosca, torneo sostituito proprio da quello di Jurmala.

Risultati:

[1] A. Sevastova b. A. Potapova 6-4 6-2
[Q] K. Kawa b. B. Pera 6-2 6-3

Il tabellone completo

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA Tallinn: Bencic sul velluto, Kontaveit e Kanepi soffrono ma vincono

Belinda Bencic senza problemi contro l’amica Vekic. Kontaveit fa fatica con la qualificata Bonaventure ma vince al terzo set. Affronterà la connazionale Kanepi

Pubblicato

il

Anett Kontaveit – WTA Tallin (foto via Twitter @WTA)

È una delle migliori versioni stagionali di Krejcikova (si parla chiaramente di singolare visto che in doppio i risultati non sono assolutamente mancati) quella che ha portato a casa il match con Haddad Maia nei quarti di finale del WTA 250 di Tallinn. La ceca, scesa alla 27esima posizione della classifica mondiale dopo essere stata numero due all’inizio dell’anno, ha giocato un incontro senza sbavature riuscendo spesso a neutralizzare il servizio mancino e potente dell’avversaria. Non è infatti bastato alla brasiliana il 68% di prime in campo per evitare di subire ben quattro break nel corso della partita. Krejcikova ha così chiuso sul 6-3 6-4 (ancora nessun set perso in questo torneo) ed ha ottenuto la terza vittoria consecutiva: quest’anno era andata oltre la soglia dei due match vinti solo a Sydney e a Melbourne a gennaio.

Nella semifinale della parte bassa del Tallinn Open Barbora, numero 7 del seeding, affronterà Belinda Bencic che è la seconda favorita del tabellone. Sebbene senza impressionare e faticando al servizio (7 doppi falli e 10 palle break concesse), la svizzera non ha rischiato più di tanto contro Donna Vekic. Il match si è chiuso sul punteggio di 6-4 6-1 dopo poco più di un’ora e mezza di gioco in cui le battute non hanno rappresentato un fattore. Bencic giocherà domani la quarta semifinale dell’anno e lo farà da favorita, almeno guardando al ranking e ai precedenti. Belinda ha infatti sconfitto Krejcikova in entrambe le occasioni in cui le due si sono incrociate: alle Olimpiadi di Tokyo e durante la fase finale di Billie Jean King Cup dell’anno scorso.

La tennista di casa Anett Kontaveit ha faticato non poco contro la qualificata belga Yasaline Bonaventure ma, alla fine, è riuscita a portare a casa l’incontro, vinto al terzo set dopo un’ora e 53 minuti di gioco, con lo score di 6-3 3-6 6-3. Dirompente al servizio nel primo set – con il 92% di prime palle e il 78% dei punti vinti con la prima – Anett, attuale n. 4 del mondo e n. 1 del seeding – subisce la rimonta dell’avversaria nella seconda frazione. Bonaventure infatti migliora ulteriormente anche le proprie percentuali alla battuta (mette in campo il 94% di prime) riuscendo inoltre a brekkare per due volte l’estone. Nel terzo set, la situazione si ribalta ancora, Kontaveit è nuovamente in grande spolvero alla battuta e annulla quattro palle break. In semifinale affronterà la vincente tra la ceca Muchova e la connazionale Kanepi.

 

E sarà derby estone nella semifinale della parte alta del tabellone. Kaia Kanepi, n. 32 del mondo, dopo 2 ore e 22 minuti viene a capo della wild card ceca Karolina Muchova (224 WTA) e affronterà Anett Kontaveit. Dopo aver intascato rapidamente il primo set per 6-2, in cui è stata ottima al servizio con il 100% di prime messe in campo e il 72% dei punti ottenuti con la prima palla, Kanepi subisce un calo e cede alquanto nettamente (6-3) il secondo parziale all’avversaria. La terza e ultima manche è particolarmente lottata tant’è che si risolve al tie-break, chiuso dalla 37enne estone al terzo matchpoint per 8 punti a 6.

(ha collaborato Laura Guidobaldi)

Continua a leggere

Flash

WTA Parma: giornata annullata a causa della pioggia. Domani semifinali e finale

Come a Roma 2019, tutti i match vengono annullati. Sakkari-Kovinic e Bogdan-Sherif in campo sabato in mattinata

Pubblicato

il

WTA Parma 250, pioggia di venerdì 30 settembre (Twitter @meftennisevents)

Al Parma Ladies Open la giornata di venerdì 30 settembre era stata inizialmente progettata per le semifinali. In particolare si sarebbero dovute affrontare prima la testa di serie n.1 Maria Sakkari contro la montenegrina Danka Kovinic, e poi la testa di serie n.6 Ana Bogdan opposta all’egiziana Mayar Sherif; la pioggia però si è messa di mezzo rovinando i piani degli organizzatori del torneo emiliano. La pioggia, che ha iniziato a battere sin dalla mattina, ha prima obbligato gli organizzatori ad annullare i match di doppio, e successivamente è arrivata l’analoga notizia anche per i match di singolare.

IL TABELLONE COMPLETO DEL WTA 250 DI PARMA

Dunque tutti i match previsti per venerdì sono stati cancellati, e in Italia non è la prima volta che si verifica ciò in tempi recenti: era successo altrettanto il mercoledì del torneo romano nel 2019, tanto da costringere Federer & co. ad una doppia presenza il giorno successivo. Dovranno fare altrettanto anche Sakkari e le altre tre semifinaliste, sperando che le condizioni meteorologiche nel WTA 250 di Parma domani siano più clementi. La tennista greca – e favorita per la vittoria finale – è prevista in campo domani alle 10:30 contro Kovinic (27 anni, n.78) con quest’ultima avanti 2-1 nei precedenti; a seguire toccherà alla romena Bogdan opposta a Sherif (26 anni, n.74) in un incontro inedito. La finale si giocherà comunque domani, non prima delle 18 italiane.

 

IL TABELLONE COMPLETO DEL WTA 250 DI PARMA

Continua a leggere

Flash

Palermo Ladies Open: boom di ascolti con oltre 10 milioni di telespettatori in 141 Paesi

L’indice d’ascolto ha fatto registrare un +17,6% rispetto all’edizione 2021, pari ad un incremento di 1,6 milioni di telespettatori

Pubblicato

il

Irina-Camelia Begu con il Presidente del Country Time Palermo Giorgio Cammarata - Palermo 2022 (foto Palermo Ladies Open)

Oltre 10 milioni di telespettatori in 141 Paesi al mondo hanno assistito nello scorso mese di luglio alle partite dei 33^ Palermo Ladies Open, torneo di tennis femminile del circuito WTA organizzato dal Country Time Club, vinto dalla romena, Irina Begu in finale sull’azzurra Lucia Bronzetti.

L’indice d’ascolto ha fatto registrare un +17,6% rispetto all’edizione 2021, pari ad un incremento di 1,6 milioni di telespettatori. Il Direttore dei Palermo Ladies Open, Oliviero Palma, si dice entusiasta dei risultati ottenuti: “L’interesse dei media è evidente durante il torneo ed è adesso anche certificato dai dati ufficiali. Il sostegno degli sponsor che consentono di organizzare il Torneo senza finanziamenti pubblici ed il gradimento degli appassionati danno ulteriori stimolo a tutto l’apparato organizzativo, già al lavoro da tempo in vista dell’edizione del prossimo anno”.

 

Non solo TV, è stato in grande crescita anche l’audience degli spettatori digitali con un eloquente +50,1% dei dati di ascolto dello streaming anche se la crescita maggiore si è registrato nelle recensioni social dei video che superano il mezzo milione, con un incremento di 1691,9%. Per quanto riguarda i media in generale, sono stati prodotti 5.180 articoli online sul torneo: il 115,9% in più rispetto all’anno scorso ed il maggiore interesse si è registrato negli Stati Uniti. Gli spazi nei notiziari televisivi sono cresciuti del 16,4%, per un totale superiore alle 3 h.

Per quanto riguarda gli account della WTA sono stati 48 i post prodotti che hanno raggiunto 3,3 milioni di persone delle quali 50.100 di queste, hanno interagito.

Twitter è stato il social che ha raggiunto più persone: 741.300. Sono stati, infine, 787.800 gli utenti che hanno visitato il sito WTA per cercare informazioni sul torneo, generando 3,8 milioni di pagine visualizzate.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement