Woodbridge e il Roland Garros posticipato: "Nadal andrà a Parigi, Federer agli US Open"

Flash

Woodbridge e il Roland Garros posticipato: “Nadal andrà a Parigi, Federer agli US Open”

L’ex doppista australiano dice la sua sullo spostamento del Roland Garros: “Non penso si possano vincere entrambi i tornei di fila”

Pubblicato

il

Todd Woodbridge - Wimbledon 2017 (photo Art Seitz c2017)

Una delle notizie più chiacchierate durante questa sospensione del tennis professionistico è stata la mossa a sorpresa della Federazione Francese che ha deciso unilateralmente di posticipare il Roland Garros al 20 settembre (con fine il 4 ottobre), vale a dire solo una settimana dopo la fine degli US Open. Oltre a tutte le vicissitudini “diplomatiche” già sviscerate in altri articoli (qui la risposta di ATP/WTA e della Laver Cup), questa scelta porta in dote anche qualche discussione di fantatennis.

Se infatti entrambi gli Slam dovessero avere luogo nelle date attualmente stabilite, si solleverebbero discreti problemi di organizzazione e i tennisti stessi sarebbero i più coinvolti. Qualcuno potrebbe (e dovrà, eventualmente) fare delle scelte. Il caso principe è quello di Rafael Nadal, che nel 2019 ha vinto entrambi i tornei e si troverebbe dunque a difendere 4000 punti nel giro di cinque settimane. Che fare dunque? Saltare direttamente New York per preparare meglio Parigi, dove le possibilità di vittoria sono chiaramente migliori, oppure tentare il tour de force, sobbarcandosi partite, fuso orario e cambio di superficie?

Anche Todd Woodbridge, ex grande doppista e sedici volte campione Slam in quella specialità (spiccano i nove titoli a Wimbledon), si è posto lo stesso interrogativo. “Cosa farà Rafael Nadal? Gioca gli US Open o si risparmia per il Roland Garros? Perché è verosimile che non si possano vincere entrambi uno dopo l’altro“, ha detto a Nine’s Wide World of Sports. “Gli US Open sono brutali in termini di calore e recupero, e il Roland Garros è tosto a causa della fisicità richiesta per giocare sulla terra”.

 

L’ex tennista australiano ha poi allargato la riflessione anche a Roger Federer, il quale, oltre a evidenti preferenze di superficie, potrebbe anche essersi piccato per il torto fatto alla sua Laver Cup e probabilmente dunque salterebbe il Roland Garros. Molti tennisti comunque rimarranno quasi obbligati al doppio impegno, perché i punti e i soldi in ballo sono troppi. Resta però interessante tirare a indovinare le mosse di quei privilegiati che invece possono scegliere. Si apre davvero la possibilità ai giocatori di scegliere l’uno o l’altro. La maggior parte no, ma mi aspetto che Roger Federer giocherà gli US Open e non il Roland Garros, mentre Rafa farà il contrario”.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Cambiano le date dei Challenger di Parma e Forlì

Le novità del calendario MEF tennis events.
Marchesini: “Soluzione trovata insieme all’ATP”

Pubblicato

il

Tommy Robredo - Foto Marta Magni

Parma, 14 agosto 2020 – La particolare stagione 2020 del tennis internazionale registra nuovi cambiamenti. Ufficializzate le modifiche del calendario ATP, tra le quali spicca lo spostamento degli Internazionali BNL d’Italia che andranno in scena al Foro Italico di Roma da lunedì 14 a lunedì 21 settembre, anche MEF Tennis Events si adegua alle novità e annuncia cambiamenti.

Le nuove date dei tornei – Gli Internazionali di Tennis Città di Forlì, torneo ATP Challenger 80 intitolato alla memoria di Piero Contavalli che sarà ospitato dal Tennis Villa Carpena di Forlì, sarà disputato da sabato 19 a domenica 27 settembre. Gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, ATP Challenger 125 di Parma di scena al Tennis Club President (Basilicanova di Montechiarugolo), comincerà invece sabato 3 ottobre e terminerà domenica 11. Emilia Romagna protagonista del circuito internazionale come previsto, ma con nuove date.

La soddisfazione di Marchesini – A spiegare le novità Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events: “Quando è stato cancellato il Masters 1000 di Madrid, la nostra speranza, essendo secondo me la cosa più logica, era che venisse posticipato di una settimana l’ATP 250 di Kitzbuhel. A quel punto si sarebbe ‘liberata’ la settimana di Parma da un ATP 250, facendo salire ancora di più il livello dei partecipanti al Tennis Club President. Non ne conosciamo i motivi, ma poi si è cominciato a parlare di anticipare gli Internazionali BNL d’Italia, distruggendo sostanzialmente il torneo di Parma, che avrebbe trovato in quella settimana 64 giocatori top 200 a giocarsi le qualificazioni del Foro Italico oltre al 250 di Kitzbuhel”.

 

A quel punto c’è stato bisogno di cercare una soluzione che mettesse tutti d’accordo: “Grazie ai nostri rapporti consolidati con l’ATP, abbiamo subito cominciato a discutere per trovare una soluzione sia al Challenger 125 di Parma sia al Challenger 80 di Forlì, che si sarebbe trovato in programma nella stessa settimana di Roma. Con grande soddisfazione, possiamo ora annunciare che Forlì si giocherà la settimana successiva al Foro Italico, e che Parma è stato spostato alla settimana del 5 ottobre, la seconda del Roland Garros ed in concomitanza con un solo altro torneo al mondo, il Challenger 80 di Barcellona. Siamo contenti, non era facile uscire indenni da una situazione così complessa”.

Ufficio Stampa MEF Tennis Events

Continua a leggere

Flash

La USTA cancella tutti tornei Challenger e ITF a settembre

A detta della federazione, gli eventi minori non avrebbero i mezzi per garantire il rispetto dei protocolli di sicurezza

Pubblicato

il

A causa della situazione ancora molto complicata nella quale versano gli Stati Uniti a causa del Covid-19, la USTA ha deciso di cancellare tutti gli eventi Challenger e ITF inizialmente previsti sul suolo statunitense nel mese di settembre. A detta della federazione, le dimensioni e i mezzi ridotti di tali tornei infatti non consentirebbero di creare un ambiente in grado di rispettare i rigidi protocolli di sicurezza.

Questa decisione è stata presa per garantire la salute e la sicurezza di tutti coloro che sono coinvolti in questi eventi“, recita il comunicato ufficiale. “Sebbene fossero stati pianificati protocolli dettagliati di salute e sicurezza, senza la creazione di un ambiente controllato che comprenda un programma di alloggio completo e contenuto, trasporto, cibo e bevande, e test medici, come avverrà per il Western & Southern Open e US Open, un adeguato contenimento dei rischi non sarebbe possibile – e nel caso di questi eventi, questo tipo di ambiente sarebbe logisticamente e finanziariamente difficile da creare“.

Di seguito gli eventi che non si disputeranno:

14-20 settembre
Cary, N.C. – ATP Challenger 80
Champaign, Ill. – ITF

21-27 settembre
Columbus, Ohio – ATP Challenger 80
Fayetteville, Ark. – ITF
Lubbock, Texas – ITF

 

Continua a leggere

Flash

Il LIVESCORE di Ubitennis – venerdì 14 agosto: si gioca a Praga e Lexington

Seguite in diretta con noi i quarti di finale dei due WTA International. A Praga in campo Halep e Bouchard, a Lexington tocca a Serena Williams e Coco Gauff

Pubblicato

il

Coco Gauff - Lexington 2020 (foto Jon Sanders/TSOpen)

Con il ritorno del tennis ufficiale Ubitennis vi propone una piccola novità – una sperimentazione per tutto il mese di agosto. Ogni giorno ci sarà un articolo contenente un livescore che vi consentirà di seguire in diretta l’andamento delle partite in corso e di consultare facilmente il risultato degli incontri già conclusi e gli orari di quelli programmati per la giornata (o per la giornata successiva).

Lo trovate qui in basso: giocateci e consumatelo a dovere, ovviamente sono graditi feedback tra i commenti!

Il tabellone di Praga – Il tabellone di Lexington

 

ULTIME NEWS

PER SEGUIRCI SUI SOCIAL

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement