Federer: "Sono tornato per puntare ai grandi tornei"

Flash

Federer: “Sono tornato per puntare ai grandi tornei”

Il fuoriclasse svizzero si è raccontato alla rivista francese Numèro Homme: “Non sono tornato per giocare un secondo turno qualsiasi in un angolo sperduto del mondo”

Pubblicato

il

Roger Federer (foto Qatar Exxon Mobil Open 2021)
 
 

“Torno a competere per provare a vincere i grandi tornei e battere grandi giocatori”. Parole e musica di Roger Federer, che si è raccontato in una intervista esclusiva alla rivista francese Numèro Homme. Nella chiacchierata con il media transalpino, che si è svolta prima del ritorno sulla scena dello svizzero tenutosi a Doha, Federer ha messo a fuoco quelle che sono le sue ambizioni sportive, nella stagione in cui compirà quarant’anni, e ha raccontato le sue settimane passate a casa, in Svizzera, tra le misure anti-Covid e la necessità di recuperare la condizione fisica. “Sto lavorando molto duramente, anche se non mi piace ostentare quello che faccio. Spero che le persone si rendano conto di quanto lavori sodo, altrimenti non sarei mai arrivato così lontano – ha detto Federer -. Non sono tornato per giocare un secondo turno qualsiasi in un angolo sperduto del mondo. Il mio obiettivo è vincere i grandi tornei e battere i migliori giocatori. Penso ancora di sapere come fare per riuscirci. Ovviamente è anche un sogno alla mia età, ma un sogno dettato dalla logica”.

Federer ha poi raccontato come uno sportivo abituato a girare il mondo si sia abituato alla “monotonia” della vita a casa. “Sono passate delle settimane intere senza eventi particolari, e abbiamo rispettato le regole di distanziamento sociale. Ma è stato bello ritrovare il mio paese, la Svizzera, dove in genere non trascorro più di tre mesi all’anno. La sola volta che mi è successo qualcosa di simile è stato nel 2016, quando mi sono fermato sempre per problemi ad un ginocchio”.

A Federer viene chiesto se, come molti “comuni mortali”, ha trascorso molte serate su Netflix: “No, per la verità non sono mai caduto nella dipendenza da serie tv – ha sorriso Federer -. Soprattutto, ho trascorso il tempo a giocare con i figli e con mia moglie. Del resto è sempre parlando con loro che prendo le decisioni più importanti, anche quelle riguardanti il tennis. E sono stato felice di aver potuto dedicarmi a badare alla nostra casa, ai figli e al giardino. È stato un anno di rallentamento, passato sempre insieme alla mia famiglia, ma allo stesso tempo complicato, per le due operazioni al ginocchio e per la pandemia”. Ora però è tempo di tornare in campo: Federer, che a Doha ha perso al secondo turno da Basilashvili per poi dare forfait a Dubai, si sta preparando per la terra rossa europea: giocherà al Roland Garros e ad un torneo precedente che non ha ancora scelto ufficialmente.

Continua a leggere
Commenti

Flash

ATP Seoul: Shapovalov sul velluto. Buone prestazioni anche per Daniel e Albot

Per il canadese adesso un quarto di finale contro il moldavo Albot, giustiziere di Johnson

Pubblicato

il

Denis Shapovalov - US Open 2022 (foto Twitter @tenniscanada)

Terza giornata di gare all’ATP 250 di Seul con sole tre partite e avanza ai quarti di finale uno dei protagonisti più attesi, Denis Shapovalov. Sfiderà il moldavo Radu Albot. Domani entreranno in scena i principali protagonisti del torneo: Casper Ruud, Cameron Norrie e Taylor Fritz.

D. Shapovalov – J. Munar 7-5 6-4

Una buona vittoria quella per Shapovalov negli ottavi di finale dell’ATP di Seoul. Il canadese ha sconfitto in due set lo spagnolo Jaume Munar con il punteggio di 7-5 6-4.

 

Solida la prestazione al servizio per Shapovalov che ha concesso poco allo spagnolo in risposta. La chiave della partita sta nel computo vincenti/errori del canadese, che ha sì commesso più errori, 23, ma a fronte di ben 31 vincenti; a differenza di Munar che ha commesso meno errori, 10, ma anche meno vincenti, 11. Nel primo set comunque la partita è equilibrata, il primo break per Shapo arriva nel settimo gioco ma nemmeno il tempo di realizzarlo che lo restituisce subito nel game successivo. Munar si dimostra caparbio, un grande combattente, ma all’ennesimo assalto canadese non può nulla, e sul 5-6 consegna il break che decide il set per Shapovalov.

Il secondo set è simile al primo come andamento: prima breakka Shapovalov, poi contro-breakka Munar. Nel settimo gioco il canadese arriva a palla break, che ha le sembianze più di un match point. Dopo aver strappato il servizio allo spagnolo Shapovalov comincia a giocare a braccio sciolto, diventa padrone del campo e padrone di vincere la partita.

T. Daniel – E. Gomez 6-4 6-4

Ottima prestazione per il giapponese Daniel contro l’ecuadoregno Gomez. Partita mai in discussione per il nipponico che vive una notevole giornata al servizio; fondamentale con cui spesso fa fatica ad imporsi.

Nel primo set Daniel conquista un doppio break nel primo e nel quinto gioco. Daniel si rilassa forse troppo, conscio delle situazione di largo vantaggio, e restituisce uno dei due break dopo un lunghissimo ed estenuante ottavo gioco. Niente di grave tutto sommato, Daniel ritarda solo l’inevitabile vittoria del primo parziale per 6-4. Nel secondo set il break che fa la partita arriva nel terzo game; Daniel non si guarda più indietro e chiude agevolmente set e partita 6-4 6-4.

R. Albot – S. Johnson 7-6 (3)7-6(3)

Vittoria del moldavo Albot sull’americano Johnson con un doppio 7-6. Primo set sulle montagne russe con break da tutte le parti: il primo è di Johnson dall’alto dei suoi otto ace (solo nel primo set). Poi Albot torna in partita, breakka lo statunitense, poi perde il servizio, poi breakka nuovamente: insomma si va al tie-break. Anche qui una sequenza di break e contro-break da mal di testa consegnano il primo set al moldavo.

Nel secondo set i break sono due, nel quinto e nel decimo gioco e mandano la resa dei conti al tie-break, forse la più degna delle conclusioni. Qua due brutti passaggi a vuoto costano due punti consecutivi a Johnson che consegna così tie-break e vittoria ad Albot.

QUI IL TABELLONE DELL’ATP 250 DI SEOUL

Continua a leggere

ATP

ATP Race to Turin: Berrettini e Sinner, per entrare tra i primi sette serve un gran finale di stagione

Ai due azzurri serve una mezza impresa per partecipare alla kermesse di fine anno e la concorrenza è folta: la situazione

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Laver Cup 2022 (Twitter @LaverCup)
Matteo Berrettini - Laver Cup 2022 (Twitter @LaverCup)

Si infiamma la corsa per la qualificazione alle Nitto ATP Finals di Torino, in programma dal 13 al 20 novembre 2022. A meno di due mesi dalla manifestazione, la situazione vede Matteo Berrettini e Jannik Sinner dover compiere un mezzo miracolo per riuscire a entrare direttamente tra gli otto maestri che si sfideranno al PalaAlpitour. La situazione è complicata dal fatto che Novak Djokovic, vincitore di Wimbledon, è già quasi sicuro del posto (gli basta terminare tra i primi 20 della Race). Il target per i due azzurri dunque diventa il settimo posto della Race, attualmente occupato da Felix Auger-Aliassime. Jannik questa settimana è di scena all’ATP 250 di Sofia, dove difende il titolo; Matteo, dopo aver preso parte alla Laver Cup (che non assegna punti ATP), prenderà parte salvo sorprese all’ATP di Firenze a partire dal 10 di ottobre.

Al momento sono invece due i giocatori già sicuri al 100% di un posto nei primi otto, gli spagnoli Carlos Alcaraz e Rafael Nadal. Quali altri sono i potenziali protagonisti di Torino? Quanto manca agli azzurri per arrivare tra i primi otto?

La classifica ATP aggiornata è disponibile al seguente link, che porta alla sezione “Sotto Rete” del sito web di Intesa Sanpaolo, main sponsor della manifestazione e partner di Ubitennis.

 

Clicca qui per leggere la classifica ATP aggiornata!

Continua a leggere

ATP

ATP Race to Milan: Nakashima vince a San Diego e ipoteca la qualificazione

Il tennista americano sarà quasi certamente a Milano. Sono tanti gli italiani che sperano in un posto alla Allianz Cloud

Pubblicato

il

A close up of Brandon Nakashima (USA) during his game against Nick Kyrgios (AUS) in the fourth round of the Gentlemen's Singles on Centre Court at The Championships 2022. Held at The All England Lawn Tennis Club, Wimbledon. Day 8 Monday 04/07/2022. Credit: AELTC/Simon Bruty

Dall’8 al 12 novembre a Milano si disputerà la quinta edizione del torneo Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals.

Il torneo è riservato agli otto giocatori nati dopo il 31 dicembre 2000 che nel corso della stagione hanno realizzato il maggior numero di punti.

Il torneo meneghino, oltre ad essere un importante laboratorio per la sperimentazione di nuove regole, nel corso delle edizioni si è anche rivelato il trampolino di lancio di alcuni dei giocatori più importanti dell’attuale scena mondiale, a partire da Daniil Medvedev che partecipò all’edizione inaugurale del 2017 e oggi occupa la poltrona numero 4 della classifica ATP della quale era il leader sino allo scorso 11 settembre; Stefanos Tsitsipas, attuale numero 6 e vincitore dell’edizione 2018; Jannik Sinner numero 11 del ranking e vincitore dell’edizione 2019; Carlos Alcaraz, campione in carica del torneo e odierno numero uno della classifica mondiale.

 

La tabella seguente riporta i nomi dei precedenti vincitori e la miglior classifica assoluta da loro raggiunta:

ANNO*VINCITOREMIGLIOR PIAZZAMENTO ATP
2017Chung Hyeon19
2018Stefanos Tsitsipas3
2019Jannik Sinner9
2021Carlos Alcaraz1

*2020 non disputato causa Covid

Proprio Alcaraz, essendo nato il 5 maggio 2003, è ovviamente il miglior Under 21 del mondo, ma è certo che rinuncerà al torneo riservato ai suoi coetanei per prendere parte alle NITTO ATP Finals di Torino che cominceranno il 13 novembre, alle quali è già matematicamente qualificato. Il suo successore è uno dei primi 15 nomi dell’attuale classifica Race to Milano.

La classifica Race to Milano aggiornata è disponibile al seguente link, che porta alla sezione “Sotto Rete” del sito web di Intesa Sanpaolo, main sponsor della manifestazione e partner di Ubitennis.

Clicca qui per leggere la Race to Milano aggiornata!

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement