ATP Newport: rimonta Groth, fuori il due volte campione Ram

Ecatombe USA: tutti sconfitti i cinque statunitensi in campo oggi. Vincono Santillan e Lacko. Domani il debutto dei big Isner e Karlovic

ATP Newport: rimonta Groth, fuori il due volte campione Ram

Seconda giornata dello storico Hall of Fame Open di Newport. Si comincia sul campo centrale con il match tra Akira Santillan 20enne numero 171 del mondo e Michael Mmoh, classe ’98 e numero 173.

L’aspetto curioso della sfida riguarda senz’altro le origini dei due: il primo nato a Tokyo da padre sudafricano e madre giapponese ma australiano di nazionalità. Il secondo statunitense nato in Arabia Saudita, figlio d’arte del nigeriano Tony Mmoh (ex numero 105 ATP) e di madre irlandese emigrata in Australia. Poco di interessante invece per quanto riguarda l’incontro: Santillan si è imposto in due set lasciando solo tre game all’avversario mostrando una superiorità netta. Lo score sarebbe anche potuto essere più severo se Akira, avanti 3-0 nel secondo parziale non avesse avuto un piccolo passaggio a vuoto che l’ha visto perdere la battuta per l’unica volta nel match. Michael Mmoh, qui omaggiato di una wild card, è costretto a rimandare un’altra volta l’appuntamento con la prima vittoria nel main draw di un torneo ATP. Finora infatti ha perso sette partite su sette giocate nel circuito maggiore.

 

Molto combattuto invece il secondo incontro di giornata tra il gigante americano Reilly Opelka, 19 anni e ben 211 cm di altezza, e lo slovacco Lukas Lacko, classe ’87 ed ex top 50 (attualmente numero 127 ATP).

Primo set dove lo statunitense rischia solo nel secondo turno di battuta, quando è costretto ad annullare tre palle break, ma non riesce a costruirsi occasioni in risposta. Nel tie-break Lacko allunga sul 4-1 prima di subire la rimonta e trovarsi a dover annullare un set point sul 5-6. Il giocatore slavo riesce poi a chiudere il parziale per 9 punti a 7. Sul 2 pari del secondo set Opelka non riesce a difendere il turno di battuta e Lacko riuscirà a condurre in porto il match senza concedere occasioni per rientrare all’avversario. All’americano resta solo la piccola soddisfazione di aver messo a segno il game perfetto (servizio tenuto a zero con quattro ace) nel primo gioco del secondo set.

Subito sconfitto il due volte vincitore del torneo Rajeev Ram. Il 33enne statunitense di origine indiana, sceso al numero 235 delle classifiche ed entrato in tabellone tramite wild card, ha ceduto in due set al qualificato australiano Matthew Ebden, classe ’87 e numero 249 ATP. Senza storia il primo parziale, dominato da Ebden nonostante qualche doppio fallo di troppo, più combattuto il secondo dove Ram non ha saputo sfruttare le occasioni di break costruite.

Giornata completamente da dimenticare per il tennis statunitense con cinque giocatori in campo usciti tutti sconfitti dai rispettivi match. Oltre a quelli già citati hanno perso anche Austin Krajicek da Sam Groth e Tennys Sandgren dal qualificato canadese Frank Dancevic. Vittoria infine per il russo Kostantin Kravchuk su Victor Estrella Burgos.

In programma oggi tutti gli incontri degli ottavi con il debutto delle prime quattro teste di serie: Isner, Karlovic, Mannarino ed Herbert.

Risultati:

A. Santillan b. [WC] M. Mmoh 6-1 6-2
[6] L. Lacko b. R. Opelka 7-6(7) 6-4
[Q] M. Ebden b. [WC] R. Ram 6-1 6-4
[Q] S. Groth b. [Q] A. Krajicek 6-7(3) 7-6(2) 6-3
K. Kravchuk b. [5] V. Estrella Burgos 6-4 6-4
[Q] F. Dancevic b. [7] T. Sandgren 6-7(5) 6-3 6-2

Giacomo Capra

CATEGORIE
TAG
Condividi