US Open, preview day 5: derby azzurro per un posto agli ottavi

Thomas Fabbiano e Paolo Lorenzi si sfidano per un posto in ottavi. Cilic unico top 10 in gara. Sharapova e Kvitova protagoniste

US Open, preview day 5: derby azzurro per un posto agli ottavi

Il programma di oggi, venerdì primo settembre, è l’emblema di quanto il ritiro di Andy Murray abbia stravolto il tabellone maschile. L’unico top ten impegnato sarà Marin Cilic, e non giocherà nemmeno sul campo centrale… Ma procediamo con ordine.

Il torneo maschile

 

[Q] D. Shapovalov vs K. Edmund (1-1)
’17 Davis Cup 1R (Canada) Hard RR Kyle Edmund 6-3 6-4 2-1 def
’17 London/Queen’s Club (Great Britain) Grass R32 Denis Shapovalov 7-6(4) 4-6 6-4

Shapovalov contro Edmund è sicuramente il match più interessante della giornata, non a caso l’organizzazione ha deciso di metterlo sul centrale nonostante si parli del n. 69 al mondo contro il n. 42. Una sfida tra uno dei migliori nextgen in circolazione, parliamo di Shapo, e di un ex nextgen dal quale forse ci si aspettava qualcosa di più in questo momento della carriera. Come visto sopra sono due i precedenti, e non fanno pendere l’ago della bilancia verso nessuno. Il primo, in Davis, sarà ricordato per sempre per la pallata spedita dal canadese sul volto del giudice di sedia, una partita che comunque al momento del fattaccio vedeva il britannico avanti due set a zero. Il secondo, più recente, è stato giocato al Queen’s con vittoria al terzo del canadese. Sarà un match spettacolare, le premesse ci sono tutte, perchè parliamo di due atleti che giocano molto bene a tennis e che amano correre rischi durante gli scambi. Per entrambi, inoltre, l’occasione è ghiotta: vincere oggi significherebbe giocare un quarto turno contro Mahut o Carreno. Meglio di così?

[23] M. Zverev vs [10] J. Isner (2-2) 
’09 Bangkok (Thailand) Hard R16 John Isner 7-6(5) 6-4 
’16 ATP Masters 1000 Paris (France) Hard R64 John Isner 7-6(8) 6-4 
’17 Australian Open (Australia) Hard R64 Mischa Zverev 6-7(4) 6-7(4) 6-4 7-6(7) 9-7 
’17 Geneva (Switzerland) Clay R16 Mischa Zverev 6-4 6-7(5) 6-3

L’altro match sul centrale sarà quello tra Isner e Zverev, anche qui dovrebbe scapparci una partita gradevole. Da un lato il bombardiere americano e dall’altro un attaccante puro come Mischa. Anche i precedenti fanno ben sperare: in Australia abbiamo avuto una partita chiusasi solo a oltranza in favore del tedesco mentre a Ginevra, sulla terra, c’è stato comunque bisogno del terzo set per avere un vincitore. In chiave di tabellone vale lo stesso discorso del match tra Shapo ed Edmund, vincere significa – probabilmente Querrey permettendo – avere una corsia preferenziale verso il quarto di finale. Quarto che si giocheranno Lorenzi, Fabbiano, Anderson e Coric. Che strano US Open!

[29] D. Schwartzman vs [5] M. Cilic (Cilic 1-0)
’17 Istanbul (Turkey) Clay SF Marin Cilic 6-1 7-6(7)

L’unico top ten in campo sarà Marin Cilic e onestamente le sue chance di arrivare in finale salgono ogni giorno (turno) di più. Oggi affronterà Diego Schwartzman sul Grandstand in un match che non dovrebbe dargli grandi grattacapi. L’argentino sarà anche un tennista che non regala niente ma tra i due la differenza di palla e di peso è troppo grande per non considerare il croato il superfavorito di questa sfida. Piuttosto lo stesso Schwartzman può considerarsi soddisfatto per aver raggiunto il terzo turno a New York, eguagliando così il suo miglior risultato Slam raggiunto a Parigi proprio in questo 2017.

[28] K. Anderson vs B. Coric (Anderson 2-0)
’15 Winston-Salem (U.S.A.) Hard QF Kevin Anderson 6-2 7-6(1)
’15 Basel (Switzerland) Hard R32 Kevin Anderson 6-3 6-2

L’altro match maschile sul Grandstand sarà tra Coric e Anderson ed è una partita che ci riguarda da molto vicino perchè chi vincerà sfiderà uno tra Fabbiano e Lorenzi per un posto nei quarti di finale. Due precedenti, tutti del 2015 e tutti vinti da Kevin Anderson. Ci sono delle variabili però da considerare: in quell’anno il sudafricano era forse all’apice della carriera e si aggirava costantemente tra i primi venti del mondo mentre Coric, nonostante avesse un ranking migliore di quello di oggi, aveva comunque solo diciotto anni. Le cose potrebbero essere cambiate anche se i risultati delle precedenti sfide non fanno ben sperare il croato.

Th. Fabbiano vs P. Lorenzi (Lorenzi 2-0 a livello Challenger)
 ’14 Mestre CH (Italy) Clay QF Paolo Lorenzi 6-1 6-3
’15 Cordenons CH (Italy) Clay R16 Paolo Lorenzi 7-6(3) 4-6 4-1 ret

Derby italiano pieno d’orgoglio quello tra Lorenzi e Fabbiano, i due si giocheranno l’accesso agli ottavi slam come coronamento di una stagione davvero sopra le righe. Non ci sono precedenti nel tour maggior ma solo in quello Challenger dove si sono affrontati esclusivamente sulla terra battuta. Inoltre l’ultimo precedente risale al 2015, l’epilogo, dunque, non è per nulla scontato. Chi vincerà sfiderà uno tra Coric e Anderson e sarà un peccato perchè nella parte bassa di tabellone si poteva addirittura pescare meglio per provare l’accesso ai quarti di finale. Dovesse vincere Lorenzi migliorerebbe addirittura il risultato del 2016 quando venne fermato da Andy Murray proprio al terzo turno.

Il torneo femminile

[WC] M. Sharapova vs [WC] S. Kenin (incontro inedito)

Nonostante le dure critiche mosse da Wozniacki agli organizzatoriper la terza volta su tre incontri Sharapova si appresta a giocare sull’Arthur Ashe Stadium e per la prima volta giocherà contro l’americana Sofia Kenin, anche lei wild card. La diciottenne, dopo aver vinto i due derby a stelle e strisce, è attesa alla prova del nove contro l’esperta russa. Ma anche in caso di sconfitta, avremo modo di sentir parlare di lei per ancora molto tempo.

[13] C. Garcia vs [18] P. Kvitova (2-2)

Dopo un rientro caratterizzato da alti e bassi, Kvitova si appresta a giocare forse il match più importante dopo l’infortunio: una vittoria la riporterebbe nei piani alti di uno Slam, un luogo che certamente le appartiene. La francese dal canto suo sembra aver risolto i problemi, più mentali che fisici, che le impedivano di esprimere tutto il suo potenziale e la sua seconda parte di stagione sta andando in crescendo.

[3] G. Muguruza vs [31] M. Rybarikova (Muguruza 3-2)

Va di nuovo in scena la semifinale dell’ultima edizione di Wimbledon tra la slovacca e la spagnola e chissà che questo déjà vu non possa essere di buon auspicio per Muguruza, che sull’erba aveva vinto nettamente 6-1 6-1. Magdalena solo nelle sue prime due presenze agli US Open è riuscita a raggiungere il terzo turno (’08 e ’09) e la Garbiñe attuale sembra uno scoglio troppo impervio da superare.

A cura di Enrico Serrapede e Paolo Di Lorito

CATEGORIE
TAG
Condividi