Serena Williams scrive una lettera a sua mamma: “Promettimi che mi aiuterai ancora”

Una lettera commovente, accorata, intima. Le discriminazioni subite, il non arrendersi mai, un legame speciale. E la speranza che possa essere lo stesso con la piccola Alexis Olympia

Serena Williams scrive una lettera a sua mamma: “Promettimi che mi aiuterai ancora”

QUI la lettera in lingua originale, pubblica su Reddit. Di seguito la traduzione italiana.


Cara mamma,

 

Sei una delle donne più forti che io conosca. Stavo guardando mia figlia (oddio, sì, ho una figlia) e ha le mie stesse braccia e gambe! Il mio stesso corpo forte, muscoloso, potente e sensazionale. Non so come reagirei se dovesse passare tutto quello che ho passato io da quando avevo 15 anni e spesso anche oggi.

In tanti mi hanno definita “uomo” poiché esternamente apparivo molto forte. Alcuni mi hanno accusato di fare uso di sostanze dopanti (No, ho sempre avuto fin troppa integrità per comportarmi in maniera disonesta e trarne vantaggio). Altri hanno detto che non dovrei appartenere allo sport femminile, bensì a quello maschile perché sembro più forte di ogni altra donna (No, lavoro duramente e sono nata con un corpo micidiale e ne vado fiera).

Ma mamma, non so davvero come tu abbia fatto a non esplodere di fronte a ogni reporter, ogni presentatore, ogni individuo e, francamente, ogni hater, troppo ignorante per capire la potenza di una donna nera.

Sono fiera che abbiamo dimostrato loro di cosa sono fatte certe donne. Non siamo tutte uguali. Siamo formose, forti, muscolose, alte, basse, per dirne solo alcune, ma nonostante tutto siamo donne e siamo fiere di esserlo!

Tu sei così elegante e io vorrei essere come te. Ci sto provando e Dio non ha ancora finito con me. La strada è ancora MOLTO LUNGA, ma grazie. Grazie per essere l’esempio di cui avevo bisogno per affrontare tutte le mie difficoltà che ora considero delle sfide, un qualcosa che mi piace e mi diverte. Spero di riuscire a fare lo stesso con la mia piccola Alexis Olympia e di avere la stessa forza d’animo che hai avuto tu.

Promettimi, mamma, che continuerai ad aiutarmi. Non sono sicura di essere tanto forte e mite come te. Spero di arrivare ad esserlo un giorno. Ti voglio bene con tutto il cuore,

La più piccola delle cinque,

Serena.

CATEGORIE
TAG
Condividi