ATP Tokyo: Raonic torna e vince. Thiem si lascia sorprendere ancora

Dopo la caduta di Chengdu, Thiem perde all'esordio anche in Giappone. È vincente il ritorno in campo di Raonic (assente da due mesi), male Querrey contro Gasquet

ATP Tokyo: Raonic torna e vince. Thiem si lascia sorprendere ancora

Cadono due teste di serie nel martedì di Tokyo, e una fa anche particolarmente rumore: si tratta della n.2 Dominic Thiem, che contro Steve Johnson rimedia la seconda sconfitta consecutiva all’esordio. Bene Raonic al ritorno in campo, Gasquet sorprende la tds n.6 Sam Querrey.

RAONIC OK, GASQUET INCHIODA QUERREY – Milos Raonic batte in due set Victor Troicki, numero 55 dell’ATP, in due set. Primo set equilibrato, con Troicki che ha la prima palla break dell’incontro ma la sciupa nel quinto game. Nel game successivo Milos gioca bene in ribattuta e infligge un break all’avversario che conserverà fino alla fine del set. Difficile per il serbo al solito giocare contro il servizio di Raonic. Decisivo nel secondo set il terzo game dove c’è un altro break in favore del canadese. Sbaglia poco Troicki, anzi tiene anche a zero due volte il servizio, ma l’unica palla break concessa a Raonic gli è fatale. Avanza anche Richard Gasquet che batte Sam Querrey, numero 15 ATP. Bello e combattuto il terzo game con Querrey che cala un po’ al servizio e concede tre palle break al francese, che realizza l’ultima. Non serve benissimo Querrey ma nell’ottavo game potrebbe riaprire il set quando si guadagna due palle break, che è bravo Gasquet a rimandare al mittente. Nel secondo set entrambi viaggiano spediti a servizio ma si dimostrano troppo timidi in ribattuta, tanto che Gasquet raggiunge il tie-break fronteggiando due sole palle break (nel sesto game) e Querrey appena una, buttata via dal francese. Tie-break che Querrey inizia mal e finisce peggio facendosi (mini)breakkare in totale tre volte. Non sbaglia invece mai Gasquet al servizio e porta a casa il match.

 

CADE ANCORA THIEM – Steve Johnson, numero 46 del mondo, batte in tre set Dominic Thiem, numero 7 ATP. Bravo e coriaceo nel secondo set lo statunitense a riportare in parità un match che pareva segnato. Thiem brekka nel primo set l’avversario, nel terzo game. Gioca in scioltezza Dominic, Steve non riesce a ribaltare il parziale e va sotto. La partita sembra comodamente incanalata per l’austriaco. I due tennisti si scambiano i servizi all’inizio del secondo set, ma poi è Johnson ad alzare il livello, e nel dodicesimo game il set point è sulla sua racchetta, annullato da un bel servizio di Thiem. Si va al tie-break, e ci sono altri due mini-break per lo statunitense, che realizza il secondo e porta in parità il match. Va in apnea Thiem, deve fronteggiare tre palle break nel primo game del terzo set e lo fa con successo. Ma cade nel quinto game, quando Johnson rompe il servizio avversario: ora Steve gioca decisamente meglio. Thiem ci prova nell’ottavo game, due palle break buttate via. Scampato pericolo per Johnson che chiude il match mantenendo la battuta. Per Thiem è la 21esima sconfitta stagionale e ben 13 sono arrivate sul cemento. Su questa superficie l’austriaco ha battuto un solo top 10 in carriera, Monfils alle Finals 2016; il francese è anche l’unico top 20 assieme a Sascha Zverev che Thiem ha sconfitto nel 2017 sul veloce.

GLI ALTRI INCONTRI – Diego Schwartzman batte in due set Donald Young, in una partita al solito pesante dell’argentino nei punti che contano. Young si salva nel secondo game da quattro palle break, ma nulla può nel quarto e ottavo game sotto i colpi del bombardiere argentino. Partita mai in discussione e nel settimo game Diego si distrae e concede un break a Young, per poi rimediare nel game successivo breakkando a zero l’avversario. A questo punto sono già due match point nel decimo game, sul servizio statunitense, falliti dall’argentino. Tutto rimandato al dodicesimo game, altro break e chiusura del match. Il giapponese Yuichi Sugita, numero 40 del mondo, batte Benoit Paire, vincendo il primo set e approfittando poi del ritiro del francese. Brutta giornata per Ivo Karlovic che perde in due set da Matthew Ebden, numero 139 ATP, che non sia una gran partita per il croato lo dimostra il break nel terzo game, lasciato a zero da Karlovic. Solo il servizio di Ivo impedisce a Ebden di aumentare il divario. Nel secondo set altro break australiano, nel terzo game; Karlovic prova a giocare solo nell’ottavo game, si procura tre palle break, che Ebden è bravo a ribattere. Nel game successivo altro break e partita per Ebden. Match facile per Yen-Hsun Lu contro il giapponese Taro Daniel, wild card numero 116 del mondo. Due break per set e il pallino sempre in mano a Lu non consentono al gioco troppo leggero di Daniel di tenere botta.

Risultati:

[3] M. Raonic b. V. Troicki 6-3 6-4
Y. Sugita b. B. Paire 6-4 rit.
R. Gasquet b. [6] S. Querrey 6-4 7-6(2)
Y.H. Lu b. [WC] T. Daniel 6-1 6-3
[Q] M. Ebden b. I. Karlovic 6-4 6-3
[8] D. Schwartzman b. D. Young 6-2 7-5
S. Johnson b. [2] D. Thiem 4-6 7-6(5) 6-4

CATEGORIE
TAG
Condividi