Nadal salta Basilea e riapre la porta a Federer per il n.1

Lo spagnolo salta il 500 svizzero per preservare il ginocchio destro già apparso bendato durante la finale di Shangai. Aumentano le chance di Federer nella corsa al numero uno

Nadal salta Basilea e riapre la porta a Federer per il n.1

Alla fine Nadal non andrà a Basilea. Dopo aver visto le immagini del ginocchio fasciato durante la finalissima giocata domenica e persa contro Roger Federer a Shangai, il mondo della racchetta aveva iniziato a interrogarsi sulle future mosse di Rafa a livello di programmazione: “Che farà? Andrà a Basilea? Non ci andrà? E quali scelte farà, dovesse decidere di marcare visita?“. Non ci andrà. Nel corso della conferenza stampa seguita alla quarta sconfitta stagionale in un Fedal, un recalcitrante numero 1 ATP, incalzato dalle domande dei giornalisti presenti, aveva lasciato tutto in sospeso, liquidando la questione con un vago “non posso dirvelo ora, scusate“. Secondo quanto appreso da El Espanol, Nadal avrebbe comunicato la propria decisione agli organizzatori ieri pomeriggio, giustificando la scelta con la necessità di non affaticare il provatissimo tendine rotuleo del ginocchio destro in vista della volata finale tra Parigi e Londra. Già, Parigi: Rafa avrebbe infine deciso di prendere parte all’ultimo Master 1000 stagionale in programma a Bercy a partire da lunedì 30 ottobre.

La decisione di staccare dal circuito per una manciata di settimane arriva sul finire di una stagione presumibilmente snervante dal punto di vista fisico: nel 2017 Nadal ha giocato qualcosa come settantacinque incontri, di cui dieci negli ultimi tredici giorni. Non sorprende che il suo corpo abbia optato per elemosinare un po’ di quiete. “Siamo tutti felici, perché è tornato dalla trasferta in Cina con un trofeo e una finale – ha dichiarato Francisco Roig, che ha accompagnato Nadal durante lo swing asiatico – ma adesso è il momento di rimettersi in sesto per poi difendere nel pieno delle forze la prima posizione del ranking e, soprattutto, per raccogliere il massimo risultato a Londra“.

 

Data forse troppo presto per conclusa, la corsa alla vetta del ranking mondiale potrebbe ora riaprirsi: al momento i punti di distacco in classifica tra Federer e Nadal sono 1960, con la possibilità per lo svizzero di portarsi a meno di 1500 punti di distanza (1460, per la precisione) trionfando nel torneo di casa. Ne consegue che, qualora Federer dovesse fare bottino pieno da qui alla fine dell’anno, vincendo Basilea, Bercy e le Finals londinesi, il maiorchino sarebbe costretto a totalizzare 1041 punti per chiudere il 2017 da numero uno del mondo: ancora un bel vantaggio, non c’è che dire, ma il rush finale di questa pazza stagione potrebbe ancora regalare notevoli sussulti.

Di seguito l’entry list aggiornata del 500 di Basilea (al posto di Nadal entra in tabellone Dzumhur)

CATEGORIE
TAG
Condividi