Djokovic è tornato ad impugnare la racchetta [VIDEO]

Tra qualche giorno Nole farà il punto della situazione con i medici, prima di proseguire la preparazione a Montecarlo. Con lui ci sarà Radek Stepanek?

Djokovic è tornato ad impugnare la racchetta [VIDEO]

Come è normale che sia, dato che si tratta in assoluto di uno dei personaggi più famosi in patria, i media serbi monitorano pressoché quotidianamente la situazione di Novak Djokovic, che in queste settimane è con tutta la famiglia a Belgrado. Dopo un lavoro limitato alla preparazione fisica in palestra, proprio in questi ultimi giorni l’ex n. 1 del mondo è tornato finalmente ad impugnare la racchetta in allenamento.

Non sono trapelate sinora indiscrezioni sulle prime sensazioni di Nole dopo più di quattro mesi senza racchetta (non giocava un match da Wimbledon e non toccava la racchetta da quanto si è fermato definitivamente a fine luglio) e soprattutto su come ha reagito il gomito infortunato. Le notizie che arrivano dal paese balcanico dicono anche che Djokovic dovrebbe rimanere ancora qualche giorno ad allenarsi a Belgrado, dove è previsto anche un nuovo consulto con i medici, probabilmente proprio per fare il punto della situazione sul gomito dopo i primi allenamenti. Se tutto procederà per il meglio, il dodici volte campione Slam proseguirà la preparazione a Montecarlo. E se le voci che ormai arrivano da tutte le parti (le ultime direttamente da Praga) avranno conferma nei prossimi giorni, probabilmente con lui ci sarà Radek Stepanek, che dovrebbe entrare nello staff tecnico del 30enne tennista belgradese come vice di Andre Agassi.

L’obiettivo di Djokovic è quello di essere pronto tra circa un mese, in modo da testare la ritrovata efficienza del gomito prima nell’esibizione di fine anno ad Abu Dhabi e poi la settimana successiva a DohaSarà chiaramente questo il test più importante, dato che sarà il suo primo torneo ufficiale dopo cinque mesi e mezzo e le sollecitazioni a cui sottoporrà il gomito sul cemento del Qatar (dove è campione in carica, dato che lo scorso anno vinse battendo Murray in finale), faranno capire a lui e al suo staff se sarà in grado di presentarsi in condizioni adeguate ai nastri di partenza dell’Australian Open a metà gennaio, il torneo dello Slam che lo ha visto trionfare per ben sei volte (record assoluto, in coabitazione con Roy Emerson).

CATEGORIE
TAG
Condividi