ATP Master 1000 Roma: l'entry list maschile, Fognini e Seppi di diritto

Flash

ATP Master 1000 Roma: l’entry list maschile, Fognini e Seppi di diritto

Pubblicato

il

TENNIS ATP ROMA – Ci saranno i primi 43 giocatori del mondo nel torneo Master 1000 di Roma, gli Internazionali Bnl d’Italia. Fognini e Seppi gli unici italiani ad entrare di diritto.Al Foro Italico, probabilmente la più bella cornice tennistica immaginabile, il 12 maggio inizierà la quarta edizione del torneo combined, con un montepremi fissato in i 2 milioni e 884.675 euro. Saranno presenti tutti i migliori, capeggiati da quel Rafael Nadal sette volte campione a Roma.  Sarà assente solo Del Potro, per l’infortunio oramai noto ai più.

Fra gli italiani in tabellone due gli aventi diritto: Fabio Fognini numero 13 al mondo e Andreas Seppi, numero 34 della classifica mondiali. Interessante sarà vedere a chi verranno assegnate le wild card, ci sarà spazio per Gianluigi Quinzi?

Il torneo delle donne, che avrà un  montepremi leggermente inferiore rispetto al torneo maschile, ovvero 2 milioni e 440.070 euro, conta poche assenze importanti. Infatti le uniche che marcheranno visita a Roma sono sono Lucie Safarova, Klara Zakopalova e Jamie Hampton.

 

Tutte allineate ai nastri di partenza le beniamine di casa, Sara Errani, Flavia Pennetta e Roberta Vinci, mentre Francesca Schiavone e Karin Knapp sono fuori dalle aventi diritto al tabellone principale. Oggi figurano in lista alternates come quarta e quinta. Ovviamente, presumiamo salvo l’imponderabile, per loro ci sarà una wild-card.

Di seguito l’entry list maschile:
Almagro, Nicolas ESP 20
Anderson, Kevin RSA 19
Andujar, Pablo ESP 35
Berdych, Tomas CZE 5
Cilic, Marin CRO 26
Del Potro, Juan Martin ARG 7
Delbonis, Federico ARG 43
Dimitrov, Grigor BUL 15
Djokovic, Novak SRB 2
Dodig, Ivan CRO 37
Dolgopolov, Alexandr UKR 22
Federer, Roger SUI 4
Ferrer, David ESP 6
Fognini, Fabio ITA 13
Gasquet, Richard FRA 11
Granollers, Marcel ESP 36
Gulbis, Ernests LAT 23
Haas, Tommy GER 17
Isner, John USA 9
Janowicz, Jerzy POL 21
Kohlschreiber, Philipp GER 24
Lopez, Feliciano ESP 31
Mahut, Nicolas FRA 39
Mayer, Florian GER 30
Melzer, Jurgen AUT 27
Monaco, Juan ARG 42
Monfils, Gael FRA 25
Murray, Andy GBR 8
Nadal, Rafael ESP 1
Nishikori, Kei JPN 18
Paire, Benoit FRA 33
Pospisil, Vasek CAN 28
Raonic, Milos CAN 10
Robredo, Tommy ESP 14
Roger-Vasselin, Edouard FRA 41
Rosol, Lukas CZE 40
Seppi, Andreas ITA 34
Simon, Gilles FRA 27
Sousa, Joao POR 38
Tsonga, Jo-Wilfried FRA 12
Tursunov, Dmitry RUS 32
Verdasco, Fernando ESP 29
Wawrinka, Stanislas SUI 3
Youzhny, Mikhail RUS 16

Alternates:

1. Bautista Agut, Roberto ESP 44
2. Nieminen, Jarkko FIN 45
3. Hewitt, Lleyton AUS 46
4. Stepanek, Radek CZE 47
5. Haase, Robin NED 48
6. Chardy, Jeremy FRA 49
7. Benneteau, Julien FRA 50
8. Lu, Yen-Hsun TPE 51
9. Karlovic, Ivo CRO 52
10. Garcia-Lopez, Guillermo ESP 53
11. Istomin, Denis UZB 54
12. Sijsling, Igor NED 55
13. Kukushkin, Mikhail KAZ 56
14. Berlocq, Carlos ARG 57
15. Montanes, Albert ESP 58
16. Gabashvili, Teymuraz RUS 59
17. Ebden, Matthew AUS 61
18. Carreno Busta, Pablo ESP 62
19. De Schepper, Kenny FRA 63
20. Golubev, Andrey KAZ 64
21. Klahn, Bradley USA 65
22. Matosevic, Marinko AUS 66
23. Vesely, Jiri CZE 67
24. Becker, Benjamin GER 68
25. Sela, Dudi ISR 69
26. Falla, Alejandro COL 70
27. Young, Donald USA 71
28. Davydenko, Nikolay RUS 72
29. Przysiezny, Michal POL 73
30. Querrey, Sam USA 74
31. Mannarino, Adrian FRA 75
32. Nedovyesov, Aleksandr KAZ 76
33. Tomic, Bernard AUS 77
34. Lajovic, Dusan SRB 78
35. Thiem, Dominic AUT 79
36. Klizan, Martin SVK 80
37. Gonzalez, Alejandro COL 81
38. Volandri, Filippo ITA 82
39. Robert, Stephane FRA 83
40. Kubot, Lukasz POL 84
41. Bogomolov Jr., Alex RUS 85
42. Giraldo, Santiago COL 86
43. Mayer, Leonardo ARG 87
44. Devvarman, Somdev IND 88
45. Hanescu, Victor ROU 89
46. # Tipsarevic, Janko SRB 90
47. Stakhovsky, Sergiy UKR 91
48. Sock, Jack USA 92
49. Struff, Jan-Lennard GER 93
50. Brands, Daniel GER 94
51. Lacko, Lukas SVK 95
52. Kamke, Tobias GER 96
53. Lorenzi, Paolo ITA 97
54. Johnson, Steve USA 98
55. Estrella Burgos, Victor DOM 99
56. Brown, Dustin GER 100
57. Gimeno-Traver, Daniel ESP 101
58. Smyczek, Tim USA 102
59. Ramos, Albert ESP 103
60. Bellucci, Thomaz BRA 104
61. Goffin, David BEL 105
62. Russell, Michael USA 106
63. Riba, Pere ESP 107
64. Haider-Maurer, Andreas AUT 108
65. # Troicki, Viktor SRB 109
66. Mathieu, Paul-Henri FRA 110
67. Donskoy, Evgeny RUS 111
68. Kudla, Denis USA 112
69. Bedene, Aljaz SLO 113
70. Harrison, Ryan USA 114
71. Reister, Julian GER 115
72. Jaziri, Malek TUN 116
73. Ungur, Adrian ROU 117
74. Rola, Blaz SLO 118
75. Gojowczyk, Peter GER 119
76. Huta Galung, Jesse NED 120
77. Kavcic, Blaz SLO 121
78. Arguello, Facundo ARG 122
79. Kuznetsov, Alex USA 123
80. Berrer, Michael GER 124
81. Hajek, Jan CZE 125
82. Pella, Guido ARG 126
83. Zeballos, Horacio ARG 127
84. Schwartzman, Diego Sebastian ARG 128
85. Baghdatis, Marcos CYP 129
86. Evans, Daniel GBR 130
87. Ram, Rajeev USA 131
88. Bagnis, Facundo ARG 132
89. Herbert, Pierre-Hugues FRA 133
90. Soeda, Go JPN 134
91. Polansky, Peter CAN 135
92. Martin, Andrej SVK 136
93. Dancevic, Frank CAN 137
94. Wang, Jimmy TPE 138
95. Andreozzi, Guido ARG 139
96. Souza, Joao BRA 140
97. Kuznetsov, Andrey RUS 141
98. Odesnik, Wayne USA 142
99. Berankis, Ricardas LTU 143
100. Starace, Potito ITA 144
101. Gicquel, Marc FRA 145
102. Ito, Tatsuma JPN 146
103. Bhambri, Yuki IND 147
104. Llodra, Michael FRA 148
105. Duckworth, James AUS 149
106. Melzer, Gerald AUT 150
107. Ilhan, Marsel TUR 151
108. Sugita, Yuichi JPN 152
109. Groth, Samuel AUS 153
110. # Zemlja, Grega SLO 154
111. Williams, Rhyne USA 155
112. de Bakker, Thiemo NED 156
113. Dutra Silva, Rogerio BRA 157
114. Dzumhur, Damir BIH 158
115. Gonzalez, Maximo ARG 159
116. Cuevas, Pablo URU 160
117. Ward, James GBR 161
118. Bemelmans, Ruben BEL 162
119. Fischer, Martin AUT 163
120. Gombos, Norbert SVK 164
121. Ramirez Hidalgo, Ruben ESP 165
122. Copil, Marius ROU 166
123. Dustov, Farrukh UZB 167
124. Guez, David FRA 168
125. Elias, Gastao POR 169
126. Clezar, Guilherme BRA 170
127. Marchenko, Illya UKR 171
128. Cecchinato, Marco ITA 172
129. Moriya, Hiroki JPN 173
130. Olivetti, Albano FRA 174
131. Rufin, Guillaume FRA 175
132. Pouille, Lucas FRA 176
133. Albot, Radu MDA 177
134. Beck, Andreas GER 178
135. Arnaboldi, Andrea ITA 179
136. Alund, Martin ARG 180
137. Pavic, Ante CRO 181
138. Fucsovics, Marton HUN 182
139. Schoorel, Thomas NED 183
140. Fabbiano, Thomas ITA 184
141. Kudryavtsev, Alexander RUS 185
142. Mesaros, Kristijan CRO 186
143. Safwat, Mohamed EGY 187
144. Bozoljac, Ilija SRB 188
145. Cipolla, Flavio ITA 189
146. Daniel, Taro JPN 190
147. Diez, Steven CAN 191
148. Burquier, Gregoire FRA 192
149. Millot, Vincent FRA 193
150. Smith, John-Patrick AUS 194
151. Wu, Di CHN 195
152. Mertl, Jan CZE 196
153. Muller, Gilles LUX 197
154. Weintraub, Amir ISR 198
155. Chiudinelli, Marco SUI 199
156. Pospisil, Jaroslav CZE 200
157. Ghem, Andre BRA 201
158. Menendez-Maceiras, Adrian ESP 202
159. Collarini, Andrea ARG 203
160. Zhang, Ze CHN 204
161. # Stebe, Cedrik-Marcel GER 205
162. Desein, Niels BEL 206
163. # Darcis, Steve BEL 207
164. Olivo, Renzo ARG 208
165. Sandgren, Tennys USA 209
166. Kravchuk, Konstantin RUS 210
167. Krajicek, Austin USA 211
168. Laaksonen, Henri SUI 212
169. Velotti, Agustin ARG 213
170. Souto, David VEN 214
171. Hernych, Jan CZE 215
172. Bachinger, Matthias GER 216
173. Viola, Matteo ITA 217
174. Reid, Matt AUS 218
175. # Greul, Simon GER 219
176. Kyrgios, Nick AUS 220
177. Basic, Mirza BIH 221
178. # Malisse, Xavier BEL 222
179. Krajinovic, Filip SRB 223
180. Yang, Tsung-Hua TPE 224
181. Giustino, Lorenzo ITA 225
182. # Crivoi, Victor ROU 226
183. Samper-Montana, Jordi ESP 227
184. Teixeira, Maxime FRA 228
185. Zverev, Mischa GER 229
186. Lopez-Perez, Enrique ESP 230
187. McGee, James IRL 231
188. Coppejans, Kimmer BEL 232
189. Cox, Daniel GBR 233
190. Grigelis, Laurynas LTU 234
191. Granollers, Gerard ESP 235
192. Jenkins, Jarmere USA 236
193. Londero, Juan Ignacio ARG 237
194. Michon, Axel FRA 238
195. Checa-Calvo, Jose ESP 239
196. Mecir , Miloslav SVK 240
197. Capdeville, Paul CHI 241
198. Puetz, Tim GER 242
199. Gigounon, Germain BEL 243
200. Mertens, Yannick BEL 244
201. Sousa, Pedro POR 245
202. Authom, Maxime BEL 246
203. Veic, Antonio CRO 247
204. Molteni, Andres ARG 248
205. Reynolds, Bobby USA 249
206. Mitchell, Benjamin AUS 250

Continua a leggere
Commenti

Flash

Musetti ed Errani eliminati al primo turno alle Olimpiadi di Tokyo 2020

L’Italia che non sorride. Lorenzo esce con qualche rimpianto contro Millman: “È un momento difficile”. Pavlyuchenkova (nonostante un colpo di calore) lascia un game a Sara

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti - Olimpiadi Tokyo 2020

Si è conclusa una prima giornata agrodolce per l’Italia del tennis a Giochi della XXXII Olimpiade. A Tokyo gli azzurri impegnati nel primo match in programma (alle ore 11 in Giappone, le 4 del mattino in Italia) sono usciti dal torneo, nel singolare maschile Lorenzo Musetti e nel femminile Sara Errani. Musetti aveva un primo turno complicato da gestire, ma comunque alla portata del suo talento. John Millman però si trova a suo agio sul cemento all’aperto e non soffre le alte temperature, che hanno condizionato i match della prima giornata. L’australiano ha vinto 6-3 6-4 in un’ora e 36 minuti un match più equilibrato di quanto racconti il punteggio finale.

Musetti, alla sua prima Olimpiade a 19 anni, ha avuto la chance di brekkare il suo avversario alla metà di entrambi i set, ma non ha convertito le quattro occasioni che avrebbero cambiato totalmente il volto nella partita. Prima non ha sfruttato un vantaggio di 15-40 nel settimo game del primo parziale, perdendo poi i due game successivi. Più confuso invece il secondo set: Lorenzo, un po’ scarico dopo il parziale sfuggitogli di mano così rapidamente, ha commesso un doppio fallo sulla palla break nel primo game. Poco dopo i due si sono strappati il servizio per tre volte di fila, ma – tornati on serve – l’occasione più ghiotta l’ha avuta ancora l’azzurro (due palle break sul 4-3, sarebbe andato a servire per andare al terzo). Millman però ha giocato bene sotto pressione, sfruttando il servizio per chiudere il punto.

Col palleggio da fondo l’australiano ha controllato la partita, spostando Musetti da un lato all’altro del campo senza che l’azzurro riuscisse a spostare gli equilibri. Con un altro break improvviso, con un paio di errori di troppo di Lorenzo, Millman ha chiuso la partita. La qualità di Musetti non è emersa quasi mai. Solo 11 i colpi vincenti a fronte dei 28 errori non forzati. “Ho assolutamente qualche rimpianto” ha detto Lorenzo ai nostri inviati dopo la partita. Ho provato a fare gioco col dritto, ma è un periodo che non riesco a trovare fiducia anche se questi giorni mi ero allenato molto bene. Dopo il Roland Garros non ho giocato tante partite, dunque per me non è facile esprimermi al meglio dopo così poche partite. Non sono stato molto incisivo”.

 

“Il servizio oggi non mi ha aiutato, neanche il kick” ha continuato il carrarese. “In più non riuscivo mai a sfondare sul lato del suo rovescio. Non ho avuto mai il controllo del gioco. Ora penserò al doppio, anche se preferivo puntare più sul singolo. Spero di togliermi qualche soddisfazione in doppio e provare cose che in singolare faccio meno. Ovviamente però sono giovane ed è comprensibile un periodo di adattamento considerando da dove partivo un anno fa. Quest’anno ho preso fiducia ad Acapulco e sono riuscito a mantenere una costanza che non avevo mai avuto. Ora però è arrivato questo momentino più difficile, ma spero di riprendermi in America per entrare nei primi 50, che è il mio obiettivo per fine anno”.

Ha perso molto più nettamente, nel torneo femminile, Sarita Errani. La giocatrice emiliana ha ottenuto il pass per i Giochi quasi all’ultimo minuto e nel primo round il sorteggio non le ha dato una mano. Ha sfidato la finalista dell’ultimo Roland Garros, Anastasia Pavlyuchenkova, rappresentante del Comitato Olimpico Russo. Sara ha racimolato solamente un gioco nella sua quarta presenza ai Giochi Olimpici, uscendo dal torneo di singolare in appena 70 minuti. Era facilmente pronosticabile un match molto complicato da gestire per la nostra giocatrice, che sul cemento non vince un incontro da febbraio.

Ha mosso il punteggio con fatica, solo nel quarto game del secondo parziale quando Pavlyuchenkova ha sofferto un colpo di calore. Impallidita, ha chiesto un medical time out per poter continuare la partita. Dopo essersi ripresa, la russa ha salvato una palla del contro-break prima di riprendere a martellare con servizio e dritto e mettere in saccoccia il match il più velocemente possibile.

Il tabellone maschile delle Olimpiadi con i risultati aggiornati

Il tabellone femminile delle Olimpiadi con i risultati aggiornati

Continua a leggere

Flash

Olimpiadi Tokyo 2020, esordio comodo per Djokovic: doppio 6-2 a Dellien

Contro il boliviano nessun problema per il numero uno del mondo, che al secondo turno affronterà Struff

Pubblicato

il

Novak Djokovic - Olimpiadi Tokyo 2020 (via Twitter, @ITFTennis)

Novak Djokovic apre la sua campagna per l’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con un primo turno che va liscio come l’olio. Il campione serbo supera come da pronostico il boliviano Hugo Dellien con un comodo 6-2 6-2 sul campo centrale dell’Ariake Tennis Park in un’ora e tre minuti di gioco. Non c’è davvero mai stata partita, tra due contendenti di caratura decisamente differente: e il primo ad essere consapevole della differenza di livello attuale è sembrato proprio Dellien, che è sceso in campo con un atteggiamento parso piuttosto arrendevole. Prova ne sia il fatto che a fine partita Hugo ha chiesto a Novak la sua maglietta come souvenir. Il principale ostacolo per Djokovic è stato soprattutto il gran caldo della capitale giapponese.

Due break per set hanno spianato la strada al numero uno del mondo, che è in Giappone per cogliere il suo primo oro olimpico e fare un altro decisivo passo sulla strada del Golden Slam. Djokovic ha spezzato l’equilibrio già nel sesto game del primo parziale, salendo 4-2 e servizio, e poi ha chiuso il set strappando di nuovo il servizio al boliviano, attuale numero 139 del mondo. Hugo ha dato l’impressione di non avere le armi per contenere Djokovic, che ha avuto vita facile appena decideva di cambiare il ritmo. Il primo set è quindi andato in archivio con un gran diritto inside-out del serbo.

Non è cambiata la musica nel secondo parziale, con Djokovic assolutamente padrone del campo sia al servizio (chiuderà con 7 aces e l’89% di punti vinti sul servizio) che in risposta (52% di punti vinti quando a battere è stato il boliviano).  L’equilibrio – se mai ci fosse stato – si è spezzato nuovamente nel quarto gioco, sul servizio di Dellien, quando Djokovic è arrivato a tripla palla break con un rovescio lungolinea vincente per poi incassare un banale errore col diritto del sudamericano. Da lì in poi nessun problema per Djokovic, che ha chiuso con 23 vincenti a 7 e 6 errori gratuiti contro i 15 di Dellien. Al secondo turno Nole incontrerà il tedesco Jan-Lennard Struff, vincitore sul brasiliano Thiago Monteiro in due set (6-3, 6-4) e certamente più avvezzo ai campi rapidi rispetto a Dellien.

 

Il tabellone maschile delle Olimpiadi con i risultati aggiornati

Continua a leggere

Flash

Sonego annulla un match point e va al secondo turno delle Olimpiadi di Tokyo 2020

TOKYO – Lorenzo Sonego rimonta Taro Daniel dopo essere stato a un passo dalla sconfitta nel tiebreak del secondo set. L’azzurro chiude 7-6 al terzo dopo 3 ore di gioco. “Non mi aspettavo un caldo così”. Al prossimo turno Basilashvili

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego - Eastbourne 2021 (via Twitter, @the_LTA)

L. Sonego b. T. Daniel 4-6 7-6(6) 7-6(3)

Vince dopo oltre 3 ore di battaglia il suo esordio al torneo olimpico Lorenzo Sonego, testa di serie n. 13 del tabellone, contro il tennista locale Taro Daniel. Non il miglior Sonego della stagione, che fatica a prendere il ritmo, deve salvare un match point nel tie break del secondo set, ma alla fine tra un urlo ed un servizio vincente porta a casa un match che sarebbe stato un vero peccato perdere. Al secondo turno il tennista piemontese avrà il georgiano Basilashvili.

IL MATCH – Primo turno del torneo olimpico, Lorenzo Sonego, n. 28 ATP affronta il tennista di casa Taro Daniel, n. 110. Nessun precedente tra i due, nel 2016 nel challenger di Courmayeur Lorenzo non scese in campo per un infortunio. Nei primi giochi si segue il servizio poi arriva nel quinto game il break giapponese. Sonego fatica a trovare ritmo nel servizio e alla risposta punge molto poco. Daniel gioca profondo e insiste sul rovescio del tennista italiano, tattica che gli frutta molti punti. Lorenzo prova a scuotersi sostenuto a viva voce da tutto il team Italia presente sugli spalti, da coach Rianna a Sara Errani, da Musetti a Tathiana Garbin, ma Daniel spinge che è una meraviglia e porta a casa il primo set in 41 minuti con il punteggio di 6-4.

 

Sonego esce dal campo per provare a schiarirsi le idee. Lorenzo resta troppo indietro sin qui durante lo scambio e Daniel non si fa pregare per spingere. Anche il clima fa la sua parte, temperatura sui 30 gradi ma è soprattutto l’umidità che pesa e chi ne soffre di più è sicuramente Sonego.

Si parte per il secondo set, la musica non cambia e nonostante Garbin chieda “energia” a Lorenzo arriva sempre sul 2-2 un altro break nipponico. Daniel lo conferma nel sesto gioco nonostante si giochino 10 punti e poi arriva sul 5-4 a servire per il match. Il linguaggio del corpo di Sonego non fa presumere nulla di buono, il tennista azzurro sembra scorato, ma sul più bello Daniel si ferma e Lorenzo ne approfitta. Il giapponese serve sul 5-4 ma prende il break a zero, Sonego si rianima, ritrova il servizio e approda al tie break. Subito minibreak Daniel che va prima sul 3-0 e poi sul 5-2. Sonego recupera sul 5-5, ma sul 5-6 deve fronteggiare un match point. Che il tennista italiano annulla con un bel servizio vincente. Sul 7-6 è set point Italia che grazie a un rovescio gratuito del giapponese viene trasformato. Dopo un’ora e 55 minuti siamo un set pari, ma forse adesso Lorenzo ha ritrovato il suo ritmo.

Pausa di 10 minuti per entrambi. Si riprende e Lorenzo parte alla grande, subito break e 2-0. Si rianima anche Rianna che gioca a fare il superstizioso con il consigliere federale Ricci Bitti sulle posizioni sugli spalti. Daniel però non molla mai, arriva un inopinato controbreak sul 2-1, tutto da rifare. Sonego sicuramente tiene di più gli scambi adesso, ma il suo avversario non molla di un centimetro e procede sicuro. Sonego serve sul 4-5 e va sotto 0-30 ma è bravissimo sui primi due punti a prendere l’iniziativa e a giocare due splendide volée alte di rovescio per poi tenere la battuta. Si va ancora al tie break, Daniel vince il primo punto allo scoccare della terza ora ma poi Sonego infila 5 punti di fila con autorità e ipoteca la vittoria finale che arriva sul 7-3 dopo 3 ore e 7 minuti di autentica sofferenza. Per il tennista italiano al secondo turno ci sarà Nikoloz Basilashvili. L’azzurro ha vinto l’unico precedente, disputato sulla terra di Roma nel 2020, per 6-3 6-1.

Dopo la vittoria, Lorenzo ha parlato delle condizioni molto complicate in cui si è giocata la partita: Non mi aspettavo un caldo così. In più il passaggio da Londra a qua è stato devastante, molto difficile abituarsi. Entrambi infatti abbiamo sentito un po’ di fatica, era difficile giocare al meglio. Ho provato in tutti i modi a riagganciarlo. Quando son riuscito ad avere un atteggiamento migliore ho sprecato meno energie, dal 5-4 del secondo sono salito molto, mentre nel terzo mi ha fatto male con l’aggressività. Doveva accorciare gli scambi. Il colpo che mi ha fatto più male è stato il rovescio lungolinea”.

Sonego si sta trovando bene a Tokyo, nonostante la vita fuori dal campo sia diversa rispetto ai tornei del circuito: Mi piacciono i giochi di squadra. Qui si condividono gli spazi con gli altri dunque è come se fossimo una squadra. Sto in stanza con Musetti e Fognini. Tutti abbiamo lo stesso obiettivo, ovvero far bene per l’Italia. Sono molto emozionato di far parte dell’evento assieme a sportivi straordinari”.

Il tabellone maschile delle Olimpiadi con i risultati aggiornati

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement