Mondo Challenger, finalmente Benneteau

Senza categoria

Mondo Challenger, finalmente Benneteau

Pubblicato

il

TENNIS – Il 32 enne francese, ancora alla caccia del primo titolo nel circuito maggiore, si sblocca a Bordeaux. Prima volta di  Jan-Lennard Struff a Heilbronn, dove si mette in luce il giovane Kokkinakis.

NECKARCUP

Heilbronn, Germany
12-18 May 2014
Red Clay € 35,000
Arriva, finalmente, il momento del trionfo per Jan-Lennard Struff. Il 24enne tedesco è giunto a disputare la sua nona finale a livello Challenger col fardello di un bilancio che recitava otto sconfitte su altrettanti match. Il più recente ce lo ricordiamo bene, coinciso con l’ultimo atto del torneo di Bergamo aggiudicatosi da Simone Bolelli. Il suo destino è cambiato a Heilbronn, confermando come dai tornei disputati in casa sappia trarre grande giovamento. All’ATP 250 di Monaco, infatti, aveva saputo cogliere una sorprendente semifinale partendo dalle qualificazioni, ceduta poi al nostro Fabio Fognini. Struff firma il suo nuovo best ranking al n.ro 65 e sarà uno dei nomi da tenere d’occhio al prossimo Roland Garros. Primo risultato di rilievo stagionale per Marton Fucsovics, che dopo aver incamerato il titolo di Andria lo scorso Novembre era un po’ sparito dai radar. Il talentuoso ungherese, vincitore della prova junior di Wimbledon 2010, beneficia della finale centrando l’ingresso fra i top 200. Splendida, prima semifinale per Thanasi Kokkinakis. Il promettente 18enne australiano, che vanta due finali (perse) a Melbourne e New York nel mondo junior, ha superato Huta Galung (147), il veterano Michael Russell (95) e Marsel Ilhan (142). Da questa settimana occupa la 321 esima posizione del ranking, ma, soprattutto, sembra essersi sbloccato e pronto per il decollo.

 

 

F             Jan-Lennard Struff (1) (GER)      Marton Fucsovics (HUN)             6-2 7-6(5)
SF           Jan-Lennard Struff (1) (GER)      Thanasi Kokkinakis (Q) (AUS)    6-2 6-1
SF           Marton Fucsovics (HUN)             Andrej Martin (SVK)      6-3 4-6 6-4
QF          Jan-Lennard Struff (1) (GER)      Andre Ghem (Q) (BRA) 6-3 7-5
QF          Thanasi Kokkinakis (Q) (AUS)    Marsel Ilhan (9) (TUR)   4-6 6-3 7-5
QF          Marton Fucsovics (HUN)             Andrey Kuznetsov (4) (RUS)      6-7(3) 6-3 6-1
QF          Andrej Martin (SVK)      Blaz Kavcic (7) (SLO)       6-4 6-3

 

Busan Open Challenger Tour

Busan, Korea
12-18 May 2014
Hard, Rebound Ace $75,000
Percorso netto per Go Soeda, che a Busan, dove si era imposto anche nel 2008,  si è assicurato addirittura il quattordicesimo alloro nel mondo Challenger. Il 29 enne giapponese sta faticosamente portando a termine il rientro fra i top 100 (103), status che ha smarrito l’aprile dello scorso anno. Ha provato ad impensierirlo in finale Jimmy Wang, 29 enne tennista di Taipei la cui carriera è stata più volte frenata da gravi infortuni. La finale lo colloca al n.ro 143. Non è più un ragazzino, ma il raggiungimento del suo best ranking (n.ro 85, posizione toccata ben otto anni fa), pare ampiamente alla sua portata. Si è arreso alla stanchezza Gilles Muller (113), scatenato lussemburghese reduce da tre vittorie consecutive.

 

F             Go Soeda (2) (JPN)         Jimmy Wang (8) (TPE)   6-3 7-6(5)
SF           Jimmy Wang (8) (TPE)   Hyeon Chung (WC) (KOR)           4-6 6-4 6-0
SF           Go Soeda (2) (JPN)         Marco Chiudinelli (SUI) 6-4 7-6(6)
QF          Jimmy Wang (8) (TPE)   Austin Krajicek (USA)    7-5 6-4 QF          Hyeon Chung (WC) (KOR)           Amir Weintraub (ISR)    7-5 7-5
QF          Marco Chiudinelli (SUI) Konstantin Kravchuk (RUS)        4-6 7-6(3) 6-3
QF          Go Soeda (2) (JPN)         Ji Sung Nam (WC) (KOR)              6-4 6-4

 

BNP PARIBAS Primrose Bordeaux 2014

Bordeaux, France
12-18 May 2014
Red Clay € 85,000
Se nel circuito maggiore la maledizione continua, Julien Benneteau si consola in quello Challenger. Il 32enne francese, che vanta un poco invidiabile bilancio di nove sconfitte in altrettante finali , è tornato ad alzare un trofeo per la prima volta dal 2011, stagione in cui si impose a Rennes. L’affermazione a Bordeaux rappresenta un bel viatico in vista dell’imminente Roland Garros, dove Benneteau difende il terzo turno raggiunto lo scorso anno. Questa settimana si assesta al n.ro 43 della classifica. Bene anche il suo connazionale Kenny De Schepper (74), autore di un altro piazzamento di rilievo in semifinale. Ha dimostrato un ottimo adattamento alla terra battuta l’americano Steve Johnson, che è passato indenne da un percorso irto di specialisti del rosso come  gli argentini Diego Sebastian Scwharzman (109), Andrea Collarini (196) e Juan Ignacio Londero (209), e completato dal talentuoso belga David Goffin (106). Il 24 enne californiano, unica vera buona notizia del pessimo 2014 sul fronte americano, si migliora ancora issandosi al n.ro 67. Ottimo torneo di un tennista dal sicuro avvenire come il ceco Jiri Vesely (104). Il 20enne di Pribran  ha colto i quarti di finale, dove ha perso dopo aver severamente impegnato il futuro vincitore Julien Benneteau.

 

F             Julien Benneteau (1) (FRA)        Steve Johnson (2) (USA)             6-3 6-2
SF           Julien Benneteau (1) (FRA)        Kenny De Schepper (3) (FRA)    6-4 3-6 6-3
SF           Steve Johnson (2) (USA)             Juan Ignacio Londero (LL) (ARG)              6-3 6-4
QF          Julien Benneteau (1) (FRA)        Jiri Vesely (7) (CZE)         6-7(4) 7-5 6-3
QF          Kenny De Schepper (3) (FRA)    Malek Jaziri (8) (TUN)    6-1 6-2
QF          Juan Ignacio Londero (LL) (ARG)              David Guez (FRA)            6-4 6-0
QF          Steve Johnson (2) (USA)             David Goffin (6) (BEL)    6-4 6-3

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

ATP Vienna, il programma di lunedì 25 ottobre: subito in campo Berrettini, alle 19 circa esordio contro Popyrin

Due teste di serie all’esordio nella prima giornata. Hurkacz affronta Murray, Berrettini chiude il programma contro Popyrin

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Vienna 2021 - (Foto Felice Calabro’)

Prima giornata dell’Erste Bank Open di Vienna, l’ultimo ATP 500 della stagione che con la cancellazione prevista da tempo del Swiss Basel Open di Basilea vede un campo di partecipazione straordinario ai nastri di partenza.

Alla Stadthalle di Vienna si comincerà a giocare alle 14 con il finalista di Indian Wells Nikoloz Basilashvili che affronterà Pablo Carreno Busta, seguito da un match tutto da gustare tra Daniel Evans e il giovane spagnolo Carlos Alcaraz. La sessione serale inizierà alle 17.30 con Hubert Hurkacz che dovrà vedersela con l’ex n. 1 del mondo Andy Murray, per poi finire con Matteo Berrettini che da testa di serie n. 3 esordirà contro il qualificato australiano Alexei Popyrin.

Questo il programma completo (cliccare sull’icona nell’angolo in alto a destra per ingrandire)

 

Continua a leggere

Senza categoria

Anversa, le quote della finale: Sinner parte nettamente avanti a 1,40

Occhio però a Schwartzman, molto positivo anche contro Brooksby in semifinale

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Anversa 2021 - BELGA PHOTO LAURIE DIEFFEMBACQ

Alle 16:30 oggi andrà in scena la finale dell’ATP 250 di Anversa con in campo le prime due teste di serie del torneo Jannik Sinner e Diego Schwartzman, entrambi giunti all’epilogo senza concedere set.

Primo confronto diretto in assoluto fra i due, con l’italiano dato favorito dai bookmakers in media a 1,40, mentre un successo dell’argentino pagherebbe circa 2,80. Il risultato più probabile è un 2-0 per Sinner, dato a 2,20, mentre vale 2,35 che il match vada al terzo.

Ci si augura di rivedere la versione deluxe di Jannik ammirata contro Lloyd Harris, letteralmente travolto da un Sinner quasi perfetto, uno dei migliori visti nella sua breve carriera. Il ragazzo di Sesto Pusteria sembra, finalmente, divertirsi in campo, provando anche nuove soluzioni, probabilmente facilitato da quella che è, a suo dire, la sua superficie preferita. Quinta finale stagionale per lui, con un bilancio di tre successi (Melbourne, Washington e Sofia) e una sconfitta (quella del 1000 di Miami patita contro Hubi Hurkacz). In caso di vittoria diventerebbe il primo italiano nella storia ad alzare quattro trofei in una sola stagione, peraltro ancora in corso.

 

Seconda finale dell’anno, dopo quella vinta sulla terra di casa di Buenos Aires a marzo, per Schwartzman, che sul cemento belga ha viaggiato a vele spiegate, battendo, nell’ordine, Andy Murray (sconfitto dopo un inizio di primo set complicato), Brandon Nakashima e Jenson Brooksby. Il piccolo sudamericano, ex numero 8 al mondo, è parso finalmente in ripresa dopo un anno con più bassi che alti, e venderà sicuramente cara la pelle. Bilancio negativo però nelle finali per lui: quattro vittorie su undici, perdendone quattro delle ultime cinque giocate.

***Le quote  sono aggiornate alle 9 di domenica 24 ottobre e sono soggette a variazione

Continua a leggere

Senza categoria

Sinner e Giorgi favoriti per i bookies, nelle semifinali e come vincenti torneo

Più complicata per l’altoatesino ad Anversa: Harris è un osso duro sul veloce, dove in stagione ha già battuto Thiem e Nadal. A Tenerife ostacolo Osorio Serrano per Camila, impressionante negli ultimi due match

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Anversa 2021 (foto Twitter @eurppeanopen)

Sarà un sabato da passare in poltrona per i tifosi azzurri del tennis, con due nostri portacolori impegnati nelle rispettive semifinali. Nel nord del Belgio Jannik Sinner cerca la quinta finale stagionale (la terza in un 250 dopo quelle vinte a Melbourne e Sofia), mentre al caldo delle Canarie Camila Giorgi mette nel mirino la seconda finale di questo 2021, dopo la stupenda cavalcata vincente di Montreal ad agosto.

Quello visto contro Arthur Rinderknech è stato un Sinner di altissimo livello, ai limiti della perfezione soprattutto con il dritto, a conferma, dopo il successo nel bel derby con Lorenzo Musetti, che la debacle contro Taylor Fritz di Indian Wells è definitivamente messa alle spalle. Avversario di turno ora il sudafricano Lloyd Harris, letteralmente esploso quest’anno, nel quale ha trovato la prima finale in carriera a Dubai e i primi quarti di finale Slam a New York; per il gigante di Città del Capo, dopo l’affermazione al debutto su Zizou Bergs, due bei successi in due set su Jan Lennard Struff e Marton Fucsovics.

Per i quotisti di Bet365 una vittoria di Sinner, prima testa di serie del torneo, è data a 1,50, mentre una sorpresa di Harris, già capace in stagione di portare a casa gli scalpi di Dominic Thiem e Rafa Nadal (rispettivamente a Dubai e Washington), pagherebbe 2,62; il risultato più probabile è una vittoria per 2-0 di Jannik, data a 2,20. Primo scontro in assoluto fra i due, con l’altoatesino a caccia di preziosi punti nella Race verso Torino, approfittando della settimana di pausa dei “rivali” Cameron Norrie, Hubi Hurkacz e Casper Ruud.

Eventualmente in finale ci sarebbe uno fra Diego Schwartzman e Jenson Brooksby, con il Next Gen americano leggermente avanti nei pronostici a 1,66. Primo scontro diretto in assoluto, con il piccolo argentino che ha regolato Brandon Nakashima dopo la bella vittoria su Andy Murray, mentre il talentuoso ventenne Brooksby è arrivato fin qui partendo dalle qualificazioni senza concedere set, eliminando, fra gli altri, Reilly Opelka e Alejandro Davidovich Fokina.

Nella bellissima cornice di Tenerife Camila Giorgi, dopo il complicato e nervosissimo primo turno, portato a casa al terzo nonostante ben due penalty games contro Aliona Bolsova, è stata un vero e proprio rullo compressore, lasciando un totale di cinque giochi alle malcapitate Danka Kovinic e Arantxa Rus. Evidentemente la marchigiana doveva solo scrollarsi di dosso la negatività dovuta alle quattro sconfitte consecutive al primo turno, ottenute in terra statunitense dopo l’exploit del WTA 1000 di Montreal. Occasione ghiotta per Camila, quarta testa di serie di un torneo che ha perso subito le prime tre, fra le quali la favoritissima Elina Svitolina.

Dall’altro lato della rete troverà la diciannovenne colombiana Maria Camila Osorio Serrano, ex numero uno al mondo junior e vincitrice in stagione del primo torneo in carriera, quello casalingo di Bogotà. Primo incrocio fra le due, che vede nettamente favorita l’azzurra (1,32) per Snai, con 2-0 che paga solamente 1,77, mentre un altro upset della sudamericana, dopo quello al debutto su Svitolina, è a 3,35. Nell’altra semifinale si affrontano Alize Cornet e Ann Li, al terzo scontro dell’anno, con una vittoria per parte: successo in due set della statunitense all’Australian Open, mentre due mesi fa la transalpina ha avuto la meglio in tre set a Chicago (torneo nel quale ha raggiunto l’unica finale stagionale). Per i bookmaker parte di poco avanti Cornet (1,70), reduce da due combattuti set con Irina Camelia Begu, mentre vale 2,10 un successo della ventunenne Li, già in semifinale quest’anno a Monterrey.

Entrambi gli italiani sono i favoriti dei rispettivi tornei: il trionfo di Sinner ad Anversa è dato a 2,25 da Goldbet (alle sue spalle, nell’ordine, Brooksby, Harris e Schwartzman), mentre il trofeo di Tenerife per Giorgi è pagato a 2, seguita da Cornet, Li e Osorio.

***Le quote sono aggiornate alle 9 di sabato 23 ottobre e sono soggette a variazione

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement