L’Italia del padel si prepara per i Mondiali

Gli azzurri del ct Gustavo Spector si sono allenati a Roma in vista dell'impegno di ottobre in Paraguay. Intanto a Sabaudia sono scesi in campo tanti vip nella Gillette Cup

L’Italia del padel si prepara per i Mondiali
La nazionale italiana di Padel agli Europei del 2017 in Portogallo

Sole, spiagge e divertimento. Nel bel mezzo dell’estate tante piazze turistiche italiane si stanno popolando di vacanzieri, ma il padel non va di certo in ferie e, anzi, si conferma un perfetto passatempo estivo. Non c’è riposo per i migliori giocatori italiani, che il 19 luglio hanno partecipato al quarto raduno stagionale, presso il circolo Due Ponti di Roma. L’obiettivo del commissario tecnico Gustavo Spector è preparare al meglio il prossimo Campionato del Mondo a squadre, che si terrà ad Asuncion, in Paraguay, dal 28 ottobre al 4 novembre. Gli azzurri arrivano dal buon terzo posto agli Europei del 2017 in Portogallo.

Le modalità di svolgimento sono semplici e lineari. Il World Team Champioship si svolge ogni due anni dal 1992 e la capitale paraguayana ospiterà la quattordicesima edizione. Come accade in ogni altro campionato mondiale, le nazionali passano attraverso un girone di qualificazione, escluso un gruppo di Nazioni, che si qualificano direttamente, secondo il Ranking dell’International Padel Federation per nazioni. Il Mondiale si distingue in campionato maschile e campionato femminile, entrambi costituiti da 16 squadre partecipanti, composte da 16 giocatori (8 coppie). Le squadre competono prima nella fase a gironi e poi vengono inserite in un tabellone ad eliminazione diretta. Come accade nei campionati a squadre nazionali, la formula degli incontri è la serie al meglio delle tre partite, per cui il team che per primo si aggiudica due partite, porta a casa la vittoria ne gruppo o il passaggio del turno.

 

La forte tradizione argentina e spagnola si afferma con forza ancora maggiore in ambito nazionale. Argentina (campione in carica nel maschile) e Spagna (campione in carica femminile) dominano l’albo d’oro, in cui non compare nessun altra nazione all’infuori delle due “genitrici” del padel.

  • 1992 (Madrid-Sevilla, Spagna), ARGENTINA (Maschile) ARGENTINA (Femminile)
  • 1994 (Mendoza, Argentina), ARGENTINA (M) ARGENTINA (F)
  • 1996 (Madrid, Spagna), ARGENTINA (M) ARGENTINA (F)
  • 1998 (Mar del Plata, Argentina), SPAGNA (M), SPAGNA (F)
  • 2000 (Toulouse, France), ARGENTINA (M) SPAGNA (F)
  • 2002 (Mexico DF, Messico), ARGENTINA (M) ARGENTINA (M)
  • 2004 (Buenos Aires, Argentina), ARGENTINA (M) ARGENTINA (M)
  • 2006 (Murcia, Spagna), ARGENTINA (M) ARGENTINA (F)
  • 2008 (Calgary, Canada), SPAGNA (M) ARGENTINA (F)
  • 2010 (Riviera Maya, Mexico), SPAGNA (M) SPAGNA (F)
  • 2012 (Riviera Maya, Mexico), ARGENTINA (M) ARGENTINA (F)
  • 2014 (Palma de Mallorca, Spagna) ARGENTINA (M) SPAGNA (F)
  • 2016 (Cascais, Portugal) ARGENTINA (M) SPAGNA (F)

VIP IN CAMPO – Non lontano dal circolo Due Ponti, dove la futura selezione nazionale faticava sotto il sole cocente di metà luglio, si è svolta a Sabaudia il 20 e 21 luglio la fase finale della prima edizione della Gillette Padel Vip Cup, che ha permesso a diverse coppie amatoriali di tutta la penisola di confrontarsi con i volti noti dello spettacolo e dello sport italiano. La Padel Vip Cup infatti è partita il 18 giugno, data in cui cinque città italiane differenti hanno ospitato la prima fase eliminatoria dalla quale una sola coppia poteva staccare il pass per l’evento (Country Club Racket Club di Bologna, Royal Club di Torino, Olympus Club di Firenze, Tennis Club di Cagliari, Sporting Club Le Bandiere di Milano). Il sesto e ultimo torneo di qualificazione è stato organizzato dal Flaminia Sport & Fun Centre di Roma, dal 2 all’8 luglio.

Al Tennis Club Sabaudia Baia d’Argento sabato 21 luglio si è svolto l’atto finale, con quattro coppie amatoriali inserite in un tabellone con quattro coppie VIP. Il duetto proveniente dal Royal Club di Torino è riuscito a conquistare l’atto finale, dove sono stati sconfitti da Luca Marchegiani e Stefano Fiore. La coppia ha infine sfidato nella finalissima Francesco Totti e Vincent Candela, che si sono affermati con autorità anche in questa occasione. Non solo sportivi hanno partecipato all’evento: oltre ai già citati ex atleti, anche Rudy Zerbi, Jimmy Ghione e il presidente del Coni Giovanni Malagò sono stati coinvolti, assieme al ct della Nazionale Roberto Mancini e Luigi Di Biagio. Presente anche il numero uno del mondo Fernando Belasteguin. In occasione della Gillette Padel Vip Cup, il padel si è rivelato una volta di più veicolo di divertimento e non solo. La manifestazione di Sabaudia ha sostenuto la Onlus “Divertitempo”, partner ufficiale del torneo, che ha l’obiettivo di realizzare progetti di integrazione per i bambini con disabilità.


LE ULTIME DAL WORLD PADEL TOUR

Non c’è tregua nemmeno per il circuito internazionale, che a cavallo tra fine giugno inizio luglio ha organizzato due importanti eventi di promozione. Il 28 e 29 giugno nel centro londinese di Canary Wharf le gemelle Alayeto (migliori giocatrici del WPT femminile), Juan Martin Diaz e Miguel Lamprti hanno giocato match d’esibizione assieme ad altri personaggi di spicco, regalando due giorni da protagonista alla “pala” in uno dei centri più importanti d’Europa. Il secondo appuntamento col Tour di esibizioni si è tenuto in Belgio, a Bruxelles, dal 13 al 15 luglio. I migliori giocatori del mondo (Belasteguin, Lima, Lamperti, Diaz, Mieres) si sono ritrovati nel cuore del Vecchio Continente, ai piedi dell’Atomium, facendo divertire il pubblico e le coppie di giocatori locali.

In mezzo agli eventi di Londra e Bruxelles, il World Tour ha fatto tappa a Valencia per il sesto torneo della stagione 2018. L’Estrella Damm Valencia Master 2018 è stato anche il secondo torneo di categoria Master dell’anno, dopo quello giocato in Catalogna in avvio di stagione. Come analizzato nelle precedenti uscite della nostra rubrica, il torneo di Valencia costituiva un importantissimo snodo per la lotta al numero uno della classifica maschile e femminile. Ebbene, l’attacco prepotente dei numeri due è stato respinto. Belasteguin e Lima hanno vinto il loro secondo torneo dell’anno (il primo Master), dominando in finale Maxi Sanchez e Sanyo Gutierrez (6-0 6-2). Gloria anche per le gemelle Alayeto, quest’anno spesso sconfitte a un passo dal successo. In finale Mapi e Majo hanno battuto in due set Marta Ortega e Arianna Sanchez, capaci di eliminare in semifinale 7-6 al terzo le due contendenti al primato Triay e Sainz. Il prossimo appuntamento sarà lo storico Swedish Open di Bastad, primo contatto tra World Padel Tour e Svezia.

Il tabellone maschile
Il tabellone femminile

CATEGORIE
TAG
Condividi