Eurosport-Sky, rinnovo triennale: in arrivo il player su Sky Q?

Tennis e TV

Eurosport-Sky, rinnovo triennale: in arrivo il player su Sky Q?

Trovata l’intesa con il gruppo Discovery fino al 2021. Probabile arrivo delle app sul decoder di nuova generazione. Si completa anche l’accordo con Mediaset, Premium verso la chiusura

Pubblicato

il

NON SOLO TVGià negli scorsi mesi avevamo parlato delle novità di SKY sempre più padrona incontrastata della televisione a pagamento in Italia, anche se ormai limitarsi a definirla televisione non è più sufficiente. Pochi giorni fa è stato messo un altro tassello importante con il rinnovo triennale (scadenza fine 2021) dell’accordo con il gruppo americano Discovery per trasmettere i loro canali . Per gli appassionati di tennis, banalmente, questo significa accesso garantito ai canali di Eurosport tramite l’abbonamento SKY. Ma in un mondo sempre più connesso i canali televisivi lineari rappresentano solo una delle modalità di accesso. Così il nuovo accordo dovrebbe permettere l’accesso a Eurosport Player, il servizio streaming a pagamento dell’emittente, anche direttamente tramite il decoder di nuova generazione SKY Q che è già stato scelto da più di 600.000 clienti. Ricordiamo che Eurosport detiene i diritti in esclusiva assoluta per l’Italia di 3 dei 4 tornei del Grande Slam incluso l’Australian Open che si gioca tra circa un mese a Melbourne. Poi sarà la volta di Roland Garros e US Open.

MULTI-CAMPO? – Il rinnovo della partnership con Discovery permetterà dunque agli abbonati SKY di accedere con un solo decoder a tutta l’offerta tennistica italiana sommando ai canali SKY Sport, i canali Eurosport e Supertennis. La novità dovrebbe essere nella possibilità di accedere a tutti i campi coperti dalle telecamere con un solo telecomando tramite il Player (ovviamente bisognerà abbonarsi a tale servizio).

 

OLTRE EUROSPORT – Insieme a Eurosport Player dovrebbe arrivare anche l’accesso via SKY Q a Dplay  servizio dedicato agli altri canali free e pay del gruppo dedicati a intrattenimento e documentari tra cui il principale è proprio lo storico Discovery Channel. I canali Animal Planet e Discovery Travel&Living chiuderanno però i battenti per volontà del gruppo americano. I contenuti Discovery continueranno a essere comunque disponibili anche su SKY On Demand. La trattativa per il rinnovo è stata lunga e complessa dopo la scadenza del 31 agosto scorso poi prorogata per qualche mese in modo da avere il tempo di trovare un accordo. Nel nuovo contratto NON sono incluse al momento le Olimpiadi di Tokyo 2020, pezzo pregiato dell’offerta sportiva di Discovery. Vedremo se nei prossimi 18 mesi saranno oggetto di una trattativa separata. Nel febbraio scorso SKY e Discovery non avevano trovato l’accordo per la trasmissione delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang in Corea del Sud. Ma ovviamente le Olimpiadi estive potrebbero avere ben altro appeal per la stessa SKY.

LA (LENTA) FINE DI PREMIUM – Il gruppo Discovery ha ancora un contratto in corso per i canali Eurosport anche con quella che fino a pochi mesi fa era “la concorrente” di SKY sul mercato della pay-tv, ovvero Mediaset Premium. Nel 2016 su forte spinta del gruppo Vivendi che era sul punto di acquisirla, Mediaset Premium firmò un rinnovo triennale con gli americani ma in seguito il passaggio ai francesi sfumò proprio al momento del closing ed è ancora oggi oggetto di cause in tribunale. Mediaset si è trovata dunque a dover onorare un contratto che non avrebbe mai rinnovato senza la spinta di Vivendi. Questo contratto con Discovery scadrà la prossima estate ed è a questo punto scontato che non verrà rinnovato.

Mediaset ha di fatto firmato “la resa” nei confronti di SKY il 30 marzo scorso, un accordo attraverso il quale torna a vestire i panni del semplice editore (come la stessa Discovery) e non più di provider di pay-tv. Così i canali Premium editi da Mediaset di cinema e serie TV sono finiti nel bouquet SKY e la pay di Santa Giulia ha anche affittato alcune frequenze terrestri per lanciare una propria offerta a pagamento anche sul DTT. Una volta che Premium è uscita completamente dal mercato dello sport a pagamento perdendo anche i diritti della Serie A di calcio oltre alla Champions League, è apparso evidente come l’avventura della pay-tv di Mediaset fosse al capolinea.

MEDIASET TORNA SEMPLICE EDITORE – L’accordo Mediaset-SKY infatti sta vivendo ulteriori sviluppi nelle ultime settimane: come da accordi del 30 marzo, Mediaset ha ceduto a SKY la società R2 Srl la piattaforma tecnologica di Premium (che include le smart card e la codifica Nagravision per il criptaggio dei contenuti su DTT) scorporata dalla stessa Mediaset Premium S.p.A. Una cessione avvenuta per circa 23 milioni di euro e che in questi giorni sarà soggetta all’approvazione degli organi competenti (AGCM e AGCOM). Una decisione potrebbe arrivare già prima della fine dell’anno. Oltre alla parte tecnica di Premium, dal 2 gennaio SKY trasmetterà sul satellite con la sua codifica (NDS) anche tutti i canali gratuiti di Mediaset disponibili oggi solo sul digitale terrestre o via Tivùsat, la piattaforma satellitare riservata ai canali gratuiti. Oltre ai canali lineari a breve arriverà (come per Discovery) l’app di streaming on-demand Mediaset Play sul decoder SKY Q sempre dedicata ai canali free del gruppo di Cologno Monzese. L’accordo con SKY frutta a Mediaset circa 70 milioni di euro l’anno a cui vanno aggiunti come detto i 23 incassati per la cessione di R2 S.r.l (salvo approvazione antitrust).

IL NUOVO ASSETTO – Mediaset Premium intanto ha già comunicato la chiusura del canale Studio Universal per il prossimo 1° gennaio. A quel punto rimarrà in corso solo un contratto con editori esterni, proprio quello con Discovery firmato nel 2016 ma che come detto scadrà tra pochi mesi, la prossima estate. Proprio alla scadenza di tale contratto, con la dipartita dei due canali di Eurosport e Investigation Discovery, è pressoché scontato che Mediaset stacchi la spina definitivamente a un’azienda e a una pay-tv che non avrà più motivo di esistere. Magari dirottando i (pochi) clienti rimasti verso il suo servizio di streaming OTT di cinema e serie, Infinity, che non viene toccato in alcun modo dall’accordo con SKY.

Si va a delineare dunque un sistema televisivo pay con SKY al centro e i grandi editori esterni intorno in primis proprio Discovery e Mediaset, in attesa di ridiscutere poi l’accordo con il gruppo Disney/Fox (la casa di Topolino sta per completare l’acquisizione del gruppo di Murdoch). Allo stesso modo il passaggio della stessa SKY al gruppo Comcast dovrebbe favorire il ritorno su SKY di canali e contenuti di NBCUniversal, anch’essa di proprietà del gigante americano dei media.

Continua a leggere
Commenti

Focus

Programmazione TV Week #7: quattro tornei LIVE su Supertennis

Il primo ATP 500 dell’anno in Olanda, un WTA Premier di alto livello a Doha, i 250 di Buenos Aires e New York. Tutto sulla TV della FIT

Pubblicato

il

ATP 500 Rotterdam

mercoledì 13 febbraio – LIVE alle ore 11.00, alle ore 19.30 ed alle ore 21.30
giovedì 14 febbraio – LIVE alle ore 11.00, alle ore 19.30 ed alle ore 21.30
venerdì 15 febbraio – LIVE alle ore 12.30, alle ore 19.30 ed alle ore 21.30
sabato 16 febbraio – LIVE alle 15.00 ed alle ore 19.30 (semifinali)
domenica 17 febbraio – LIVE alle ore 15.30 (finale)

 

WTA Premier Doha

mercoledì 13 febbraio – LIVE alle ore 13.30, alle ore 15.00, alle ore 16.30 ed alle ore 18.00
giovedì 14 febbraio – LIVE alle ore 13.30, alle ore 15.00, alle ore 16.30 ed alle ore 18.00
venerdì 15 febbraio – LIVE alle ore 14.30 e alle ore 16.30 (semifinali)
sabato 16 febbraio – LIVE alle ore 16.00 (finale)

ATP 250 Buenos Aires

mercoledì 13 febbraio – LIVE ore 01.00, alle ore 18.30 e dalle ore 23
giovedì 14 febbraio – LIVE alle 01.00 ed alle ore 23.00
venerdì 15 febbraio – LIVE alle ore 01.30, alle 18.30 ed alle ore 23.00
sabato 16 febbraio – LIVE alle ore 01.00 (quarti) ed alle ore 18.00 (semifinale 1)
domenica 17 febbraio – differita alle ore 03.00 (semifinale 2); LIVE alle ore 18.00 (finale)

ATP 250 New York

venerdì 15 febbraio – LIVE alle ore 03.30; differita dalle ore 05.30
sabato 16 febbraio – LIVE alle ore 03.00 (quarti); alle ore 22.00 (semifinale 1)
domenica 17 febbraio – LIVE alle ore 01.00 (semifinale 2); alle ore 22.00 (finale)

STREAMING OTT UFFICIALI

ATP (tennistv.com): 14,99€ al mese o 109,99€ l’anno
WTA (wta.tv): 8,93€ al mese o 67,05€ l’anno

Continua a leggere

Tennis e TV

Programmazione TV Week #6: Berrettini-Fucsovics sabato alle 13

Ancora tanta italia in campo nel weekend: la Fed Cup, Berrettini a Sofia e possibilmente 3 azzurri a Cordoba

Pubblicato

il

SUPERTENNIS (DTT FREE Canale 64 – SKY SAT/Fibra Canale 224 HD – Tivùsat Canale 30 HD)

Un super week end su SuperTennis: da Matteo Berrettini impegnato nei quarti del torneo Atp di Sofia (2° match dalle 11 contro Fernando Verdasco) dopo il prestigioso successo contro Khachanov, al ritorno in Fed Cup di Sara Errani e Camila Giorgi, che a Biel sfidano la Svizzera di Belinda Bencic in un match che vale l’accesso ai play off promozione per il World Group. Sempre la tv della Fit propone anche la sfida di Ostrava (World Group) tra Repubblica Ceca e Romania con in campo Karolina Pliskova e Simona Halep e le dirette dei tornei Atp di Montpellier e Cordoba. In Argentina impegnati giovedì sera negli ottavi Marco Cecchinato, Fabio Fognini e Alessandro Giannessi (gli ultimi due incontri sul Centrale LIVE a partire dalle 21 circa su Supertennis)

 

FED CUP 2019

sabato 9 febbraio

dalle ore 13.00 LIVE: Svizzera-ITALIA primo e secondo singolare
dalle ore 19.00 differita: Repubblica Ceca-Romania primo e secondo singolare

domenica 10 febbraio

dalle ore 12.00 LIVE: Svizzera-ITALIA terzo e quarto singolare, doppio;
dalle ore 19.00 differita: Repubblica Ceca-Romania terzo e quarto singolare, doppio

ATP 250 Sofia

venerdì 8 febbraio – LIVE alle ore 11.00, alle 13.00 e alle 17.00;
sabato 9 febbraio – differita ore 07.00 (quarti);
domenica 10 febbraio – differita ore 04.30 ed ore 08.00 (semifinali); differita ore 21.00

ATP 250 Montpellier

venerdì 8 febbraio – LIVE alle ore 14.00 ed alle ore 20.30;
sabato 9 febbraio – LIVE alle ore 17.00 (semifinale2);
domenica 10 febbraio – differita ore 06.15 (semifinale1); differita (finale)

ATP 250 Cordoba

venerdì 8 febbraio – LIVE alle ore 19.30, alle 21.00, e alle ore 23.15;
sabato 9 febbraio – LIVE alle ore 01.00 (quarti); alle ore 21.00 ed alle ore 23.15 (semifinali);
domenica 10 febbraio – LIVE ore 23.15 (finale)

STREAMING OTT UFFICIALI

FED CUP TV4.99€ per un tie, 7.99€ per un turno completo, 39.99€ per un anno
ATP (TENNISTV.COM): 14,99€ al mese o 109,99€ l’anno
WTA (WTA.TV) 8,93€ al mese o 67,05€ l’anno
EUROSPORT PLAYER – 4,99€ per 12 mesi o 49.99€ annuali in unica soluzione

Continua a leggere

Flash

Eurosport festeggia: la casa dello sport compie 30 anni

Il 5 febbraio 1989 SKY UK lancia il canale sportivo che avrebbe scritto la Storia del broadcasting in Europa dall’era analogica fino allo streaming via internet. Oggi vanta 246 milioni di abbonati in 75 Paesi

Pubblicato

il

Eurosport, punto di riferimento dello sport in Europa, celebra oggi il 30° anniversario della prima trasmissione di sempre.

Per festeggiare il traguardo, Eurosport ha lanciato una brand identity ad hoc che celebra lo spirito e le stelle dello sport del 1989 su tutte le piattaforme – lineare, digitale e social – e una serie di contenuti short form che mostrano i più importanti eventi sportivi andati in onda sul canale nel suo anno inaugurale.

 

Inoltre, per aumentare l’engagement con i propri milioni di fan, Eurosport ha avviato una partnership con il servizio di streaming musicale più famoso del mondo, Spotify, per lanciare una playlist dedicata al 1989 e una campagna pubblicitaria digitale dal 5 al 28 febbraio. Gli utenti di Spotify possono viaggiare indietro nel tempo e scoprire le canzoni del 1989 visitando il sito eurosport.withspotify.com.

Il 5 febbraio 1989, in seguito ad una collaborazione con European Broadcast Union, i canali di Eurosport sono stati lanciati su Sky Television insieme ad un’ampia gamma di contenuti sportivi con i commenti in inglese, tedesco e olandese. Durante il primo mese in onda, il canale ha trasmesso alcuni eventi sportivi chiave, come il World Alpine Skiing Championships, il World Matchplay Snooker, il World Bobsleigh Championships e l’European Figure Skating Championships.

Oggi, Eurosport è la Casa delle Olimpiadi in Europa, dove ha trasmesso gli ultimi Giochi di PyeongChang 2018, stabilendo il record di audience sia sul lineare che sul digitale su tutti i servizi di Eurosport. Eurosport è anche riconosciuto come casa del ciclismo, dei Grande Slam di tennis e degli sport invernali, con i suoi canali che raggiungono 246 milioni di abbonati tra i 75 Paesi in Europa, Asia Pacifico, Africa e Medio Oriente e un sito web da 42 milioni di visitatori unici al mese.

JB Perrette, Presidente e CEO Discovery International, ha detto: “Eurosport si dedica allo sport da 30 anni e continua ad innovarsi sul mercato, dimostrando di essere pioniere delle sport industry anno dopo anno. Siamo molto orgogliosi dei risultati raggiunti, testimonianza della visione, dedizione ed impegno di un team incredibile.

Dalla sfida dei Giochi Olimpici al posizionamento come casa del ciclismo, dei Grande Slam di tennis e degli sport invernali, fino al lancio del primo servizio OTT europeo – Eurosport Player – Eurosport continua ad essere il punto di riferimento per i fan dello sport di tutto il continente. Con l’avvicinarsi dei nostri secondi Giochi Olimpici, il continuo sviluppo dei nostri prodotti digitali, gli ulteriori investimenti nella tecnologia e la nostra continua ambizione di rafforzare il nostro portafoglio di diritti, Eurosport alimenterà la passione dei fan ancora per molti anni.”

Eurosport Timeline

1989 – Eurosport viene lanciato su Sky Television

Il 5 Febbraio 1989, il canale Eurosport è stato lanciato su Sky Television con un’ampia gamma di contenuti sportivi

1999 – Eurosport.com è online

Eurosport.com, il sito internet paneuropeo, è stato lanciato nel 1999, offrendo ai fan dello sport news, risultati sportivi, copertura live e highlights degli eventi sportivi più importanti del mondo.

2005 – Viene lanciato Eurosport 2

Il 10 Gennaio 2005, Eurosport lancia Eurosport 2, un nuovo canale per la programmazione live di eventi. Eurosport 2 è stato sviluppato per affiancare e completare il canale già esistente e offrire una più ampia gamma ai fan dello sport.

2007 – Nasce Eurosport Events

Il 2007 vede la creazione di Eurosport Events, una divisione specializzata di Eurosport, che gestisce l’organizzazione, il management e la promozione di alcuni eventi sportivi internazionali. Dalla sua creazione, Eurosport Events è stata coinvolta in svariati eventi come il FIA World Touring Car Championship, l’European Rally Championship e il FIM Endurance World Series.

2008 – Eurosport Player viene lanciato in Europa

Eurosport Player viene lanciato nel 2008 e offre live streaming di Eurosport 1 e Eurosport 2, così come programmi on demand.

2014 – Eurosport diventa parte di Discovery

Il 10 Maggio 2014, Discovery Communications annuncia il completamento dell’acquisizione di Eurosport International.

2015 – Discovery e Eurosport acquistano i diritti europei dei Giochi Olimpici

Il Comitato Olimpico Internazionale annuncia che tutti i diritti TV e multi-piattaforme in Europa per i quattro Giochi Olimpici, dal 2018 al 2024, sono stati vinti da Discovery Communications, la compagnia proprietaria di Eurosport.

2018 – Discovery e Eurosport trasmettono i primi Giochi Olimpici

Discovery ed Eurosport trasmettono per la prima volta le Olimpiadi, raggiungendo circa il 58% della popolazione nei dieci principali mercati di Discovery.

2019 – Più persone sul numero più alto di schermi di sempre   

Oggi, Eurosport è orgoglioso di chiamare sé stessa la destinazione numero uno per lo sport in Euorpa, con i suoi due canali che raggiungono 246 milioni di abbonati in 75 Paesi in Europa, Asia Pacifico, Africa e Medio Oriente.

Eurosport in Italia (piattaforme pay-tv broadcasters)

Settembre 1997 – Luglio 2003: Tele+ Digitale
Giugno 1998 – Luglio 2003: Stream TV
Novembre 2013 – Febbraio 2019: Mediaset Premium
Luglio 2003 – in corso: SKY ITALIA

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement