Djokovic è in Italia, tra un'immersione in acqua gelida e un palleggio con i bimbi a Ortisei

Flash

Djokovic è in Italia, tra un’immersione in acqua gelida e un palleggio con i bimbi a Ortisei

Il numero uno del mondo si sta godendo gli ultimi giorni di vacanza in Val Gardena. Ma ha trovato il tempo per lanciare una sfida ‘gelida’…

Pubblicato

il

Novak Djokovic sta trascorrendo in Italia gli ultimi giorni di vacanza prima di tornare in campo per l’ATP 500 di Dubai. Dopo la comparsata al Festival di Sanremo, il numero uno del mondo è tornato nel nostro paese per trascorrere qualche giorno di vacanza sulle Dolomiti con la famiglia. Le vacanze di un atleta straordinario qual è Djokovic, ad ogni modo, non sono mai soltanto vacanze.

Nel bel mezzo della Val Gardena, gravitando nei pressi di Ortisei, il campione serbo ha lanciato su Instagram una #NoleChallenge sfidando i suoi fan a emulare la sua impresa, ovvero immergersi per almeno un minuto in un corso d’acqua gelido (niente trucchi, dice Nole: fuori deve essere inverno!) indossando soltanto un costume o un paio di mutande. Lui e il suo amico Constantine vi sono rimasti per un minuto e quarantacinque secondi; il segreto è la respirazione, a dire di Nole…

View this post on Instagram

@iceman_hof how did we do? ❄️🥶🤟🏼 Constantine and I survived this mountain stream for 1 minute 45 seconds.. mindset is everything. The practice of ice baths looks crazy I know 😂 but it’s really beneficial for training the mind and body. Through various techniques (like breathing) we can calm ourselves enough to take on extreme conditions like this and more efficiently battle daily stress in our lives. I use Wim’s methods and find them beneficial for my life overall. “Mind over matter. Brain over body.” I suggest everyone to explore it and hopefully rise to this challenge! For those who dare, I challenge you to find an ICE COLD body of water outside and get in for at least 1 minute: – Must be winter and icy water outside – Must be only in underwear – Must have half the body submerged – Must be in for at least 1 minute Make sure to do your research and prepare as this can be pretty dangerous if you don’t follow Wim’s guidelines. Tag friends to do it with you and use #NoleChallenge when you share so I can see you guys. I’m so hyped for this, let’s goo!!!!!!! Idemooo!! 💪🏼 (I can share the full version of this on FB for #NoleFam if you guys want to see 😂) #iceman #wimhof #life #nature #breathing #meditation #reflect #mindset #justbreathe #wimhofmethod #innerfire #tbt

 

A post shared by Novak Djokovic (@djokernole) on

E se un bagno nell’acqua gelida non è abbastanza per tenersi in allenamento, Novak Djokovic ha deciso di fare un salto al Tennis Center di Roncadizza per salutare e scambiare due colpi con i giovani allievi della Scuola Tennis del Tennis Club Ortisei. Come si legge nel comunicato pubblicato dalla pagina Facebook degli Internazionali Tennis Val Gardena (torneo challenger la cui ultima edizione è stata vinta da Sinner), in questi ultimi giorni di vacanza Djokovic si è affidato al centro Comploi Reha – compreso nella struttura tennistica di Ortisei – dove è stato seguito dall’esperto fisioterapista Gregor Comploi, già noto per le sue collaborazioni con diversi atleti di élite nel campo dello sci alpino e degli sport invernali in generale. In particolare il serbo ha svolto sedute giornaliere rigenerative e di recupero – con metodi innovativi vengono analizzate, ottimizzate ed allenate nei minimi dettagli le attività del cervello e del sistema nervoso centrale – per ritrovare la forma fisica in vista dell’imminente ritorno in campo.

What an experience..what a fantastic person. Thank you Novak Djokovic for these special emotions!ATP Challenger Tour Tennisclub Urtijei Internazionali Tennis Val Gardena

Pubblicato da Internazionali Tennis Val Gardena su Martedì 18 febbraio 2020

Continua a leggere
Commenti

Flash

Nick Kyrgios dice no allo US Open ‘per le centinaia di migliaia di persone che hanno perso la vita’

Kyrgios rinuncia a New York: “Bisogna pensare alla salute di tutti.” E ai colleghi: “Non siate egoisti. Il virus non guarda al vostro ranking o ai vostri guadagni”

Pubblicato

il

Nick Kyrgios non parteciperà allo US Open a causa dei rischi legati al continuo aumento di contagi negli Stati Uniti. Il 25enne di Canberra sin dall’inizio si è mostrato particolarmente sensibile all’argomento ribadendo più volte la necessità del rispetto delle misure di sicurezza. Una particolare attenzione che lo ha spesso portato a bacchettare e criticare duramente i colleghi che, secondo lui, si sono lasciati andare a comportamenti irresponsabili. Kyrgios ha ‘discusso’ virtualmente con i tennisti coinvolti nell’Adria Tour (con accuse severe a Djokovic e Alex Zverev) sino al recentissimo battibecco social al vetriolo con Borna Coric.

L’attuale n. 40 ATP ha comunicato la decisione tramite un videomessaggio: “Quest’anno non giocherò allo US Upen e ciò mi fa male nel profondo. Ma lo faccio per le persone, per gli australiani, e per le centinaia di migliaia di americani che hanno perso la vita, per voi tutti”.

E ai colleghi dice: “Bisogna agire insieme nell’interesse degli altri, non potete danzare sui tavoli e guadagnare soldi per aprirvi una via in Europa o tentare di guadagnare rapidamente del denaro organizzando un’esibizione. Per una volta pensate agli altri. Questo virus non guarda alla vostra classifica o a vostri soldi, agite in modo responsabile. Potremo ricostruire lo sport e l’economia ma non potremo mai recuperare le vite perdute“.  

Kyrgios aveva già dato forfait a Cincinnati e la decisione di rinunciare allo Slam statunitense giunge alcuni giorni dopo la rinuncia da parte di un’altra stella australiana del tennis, la n. 1 del mondo Ashleigh Barty.

Continua a leggere

Flash

Ultimate Tennis Showdown e Ladies Open di Palermo: il programma di domenica 2 agosto

Si conclude oggi il torneo di qualificazione in Sicilia. Al turno decisivo Trevisan e Di Giuseppe. Finale Cornet-Pavlyuchenkova da Mouratoglou

Pubblicato

il

Martina Trevisan - Assoluti di Todi 2020 (ph.Marta Magni)

In attesa che a Palermo si giochi il primo 15 del tabellone principale – accadrà domani, a partire dalle 16 – si conclude oggi il torneo di qualificazione dal quale emergeranno le quattro tenniste utili a occupare altrettanti posti vacanti in tabellone (sono ancora in corsa due italiane, Trevisan e Di Giuseppe). Non solo Palermo però: si conclude anche la seconda tappa dell’Ultimate Tennis Showdown con semifinali e finale maschile e finale femminile, si gioca il Battle of the Brits e si giocano le fasi finali del WorldTeam Tennis.

Ultimate Tennis Showdown

Uomini
17:00 – A. Zverev vs C. Moutet
18:15 – R. Gasquet vs F. Auger-Aliassime)
22:15 – Finale

 

Donne
21:00 – Cornet vs Pavlyuchenkova

WTA Palermo (le dirette su Supertennis cominceranno lunedì)

Campo Centrale (ore 16)
[1] V. Gracheva vs M. Trevisan
L. Arruabarrena vs M. Di Giuseppe
E-G. Ruse vs [7] K. Juvan
[4] O. Dodin vs Y. Wickmayer

Campo 6 (ore 16)
T. Martincova vs [6] A. Sasnovich
N. Podoroska vs [8] Y. Bonaventure
M. Kostyuk vs [5] L. Samsonova
[2] A. Bolsova vs L. I. Paar

WorldTeam Tennis

18:00 – New York Empire vs Chicago Smash

Continua a leggere

Flash

UTS 2: Zverev e Auger-Aliassime favoriti in semifinale. Esordio per la 13enne Fruhvitrova

Promossi alle semifinali dai gironi Corentin Moutet e Richard Gasquet, che affronteranno Alexander Zverev e Felix Auger-Aliassime. La 13 Brenda Fruhvirtova fa buona impressione contro Alize Cornet

Pubblicato

il

Felix Auger-Aliassime (sinistra) e Alexander Zverev (destra) all'UTS2 (foto Twitter @UTShowdown)

Secondo e ultimo weekend per la seconda “serie” dell’Ultimate Tennis Showdown, l’esibizione alternativa ideata da Patrick Mouratoglou che sta sperimentano regole totalmente innovative per il tennis.

Nella giornata di sabato si sono disputati gli ultimi incontri di round robin che hanno promosso alle semifinali i due francesi Corentin Moutet e Richard Gasquet. Moutet ha beneficiato del ritiro di Benoit Paire, che sullo 0-2, 8-14 ha raccolto la sua sacca ed ha lasciato il campo a causa di un colpo di calore. Non è la prima volta che Paire dimostra di soffrire particolarmente le condizioni di caldo umido che stanno interessando la Costa Azzurra in questi giorni: ricordiamo per esempio lo scorso anno al torneo di Antalya quando si tagliò le maniche della maglietta e protestò vivacemente contro l’ATP per aver permesso la disputa di un match con oltre 40 gradi.

Questo abbandono ha concesso a Moutet la vittoria a tavolino con il massimo scarto possibile, consentendogli quindi di vincere il suo gruppo grazie al quoziente “quarti” e alla differenza punti.

 

Nella sessione serale c’è stata la sfida tra i due Top 20 che erano già qualificati per le semifinali: Alexander Zverev ha battuto Felix Auger-Aliassime alla sudden death, conquistandosi quindi la possibilità di scegliersi l’avversario di semifinale in diretta TV. Il tedesco sabato giocherà contro Moutet, che non ha mai incontrato, mentre Auger-Aliassime dovrà vedersela contro Gasquet.

In conclusione di giornata c’è stato il debutto del tennis femminile all’UTS con le due semifinali che hanno visto in campo Alize Cornet, Ons Jabeur, Anastasia Pavlyuchenkova e la 13enne Brenda Fruhvirtova, vincitrice ad inizio anno del Petits As di Tarbes, il torneo che viene ufficiosamente considerato il campionato del mondo a livello Under 14.

C’era curiosità per l’esordio della giovanissima allieva dell’accademia di Mouratoglu, la quale ha anche una sorella più grande, Linda, che sta muovendo i primi passi nel circuito ITF. Per il momento Fruhvirtova è decisamente di una cilindrata inferiore rispetto all’esperta francese: il suo tennis è piuttosto difensivo, tende ad arretrare molto dietro la linea di fondo e, naturalmente, manca di quella potenza che sicuramente con il tempo verrà. A parte il primo quarto nel quale la teenager ha probabilmente sofferto un po’ di emozione, il match è stato comunque piuttosto equilibrato: “Alla fine sono stata io ad alzare il livello – ha confermato Cornet – è stato un match veramente intenso”.

Fruhvirtova ha spiegato che all’inizio è stata destabilizzata dalla mancanza del palleggio di riscaldamento: “Senza il palleggio è tutto molto diverso, ma alla fine mi sono abituata, credo. Sono davvero felice di aver giocato qui, di aver potuto fare quest’esperienza”.

Nell’ultimo match ottima prestazione di Anastacia Pavlyuchenkova che ha fatto valere la propria maggiore potenza contro la tunisina Ons Jabeur.È stato un ottimo allenamento, è sembrata davvero una partita vera – ha detto la tennista russa alla fine del match – anche perché a livello di pubblico c’è più o meno lo stesso numero di persone che ci sono di solito a un torneo WTA…

Domenica giornata finale di questo UTS 2: le semifinali si giocheranno a seguire a partire dalle ore 17, dopodiché nella sessione serale alle 21 ci sarà la finale femminile tra Cornet e Pavlyuchenkova e alle 22.15 la finale maschile.

I risultati:

G. Dimitrov b. N. Mahut 3-1 (14-11, 13-15, 15-14, 12-10)
C. Moutet b. B. Paire 4-0 (rit)
F. Verdasco b. D. Brown 3-2 (16-19, 13-20, 20-16, 17-16, 3-2)
R. Gasquet b. F. Lopez 3-1 (14-11, 18-11, 18-10, 15-17)
A. Zverev b. F. Auger-Aliassime 3-2 (11-10, 15-14, 14-12, 14-11, 2-1)

A. Cornet b. B. Fruhvirtova 3-0 (16-11, 16-10, 13-12)
A. Pavlyuchenkova b. O. Jabeur 3-0 (16-14, 15-10, 16-10)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement