WTA Eastbourne, Caroline Wozniacki

WTA Eastbourne: Wozniacki solida, Giorgi al tappeto. Ok Kerber e Keys

TENNIS – Sfiancata da tre maratone in tre giorni, Camila Giorgi paga la fatica accumulata cedendo 6-7 6-4 6-2 a Caroline Wozniacki in due ore e 45 minuti di gioco. Terza semifinale stagionale per la danese. Nessun problema per la Kerber contro la  Makarova. La Kvitova si ritira per un problema alla coscia. Da Eastbourne, Giulio Gasparin

C. Wozniacki b. C. Giorgi 6-7 6-4 6-2

Camila Giorgi si è arresa con onore ad una sorprendente Caroline Wozniacki in una battaglia di due ore e mezza nei quarti di finale del WTA Premier di Eastbourne.

In un match di altissimo livello e contrassegnato da alcuni momenti di tensione per tutte e due le giocatrici, alla fine è stata la solidità della ex numero uno al mondo ad avere la meglio.

Per Camila resta comunque un torneo molto positivo, in cui ha saputo battere Victoria Azarenka al primo turno e poi confermarsi nonostante le difficoltà contro Johanna Konta.

Nel match di oggi, Camila ha mostrato il meglio del proprio gioco, servendo molto bene e limitando gli errori fino all’inizio del terzo set, quando un po’ di stanchezza, soprattutto mentale, ha avuto il sopravvento.

Quello che più ha stupito però nel corso dell’incontro è stato il servizio della danese, solido ed incisivo, tanto da chiudere con sei ace e un solo break subito, nel primo set.

L’azzurra, dopo aver strappato il servizio alla Wozniacki, non ha saputo sfruttare il momento e si è vista molto vicina a perdere il primo parziale al tiebreak, quando la danese ha avuto tre set point consecutivi.

La Giorgi li ha annullati con caparbietà e poi a sua volta ha avuto una palla per chiudere.

La Wozniacki ha risposto con una palla praticamente vincente, ma l’arbitro, a causa di una propria chiamata errata, è stata costretta a far rigiocare il punto.

La danese è andata su tutte le furie, ma a subire il contraccolpo è stata Camila che ha commesso un doppio fallo e rabbiosa ha scaraventato una pallina tra gli spalti colpendo una spettatrice.

Il fatto potrebbe dare, da regolamento, un punto di penalità, ma l’arbitro ha optato per un warning, che ancora una volta ha contribuito ad aumentare le proteste della Wozniacki.

Nonostante l’occasione persa, la Giorgi ha trovato i due punti successivi e chiuso il primo set in poco meno di un’ora.

Nel secondo parziale è stato di nuovo il servizio a farla da padrone: tutte e due le giocatrici hanno continuato a servire con ottime percentuali, lasciando poche chance l’una all’altra.

Durante il settimo gioco, uno spettatore si è sentito male e il gioco è stato sospeso per una quindicina di minuti sul 4-3, obbligando le giocatrici a ri-effettuare il riscaldamento prima di riprendere.

La Wozniacki è ripartita leggermente contratta e si è ritrovata a concedere una palla break che avrebbe mandato l’azzurra a servire per il match.

La qualità degli scambi è però tornata subito a salire e nei giochi successivi si sono susseguiti i punti più spettacolari del match, ma è stata la danese a portarne a casa la maggior parte.

Dopo aver salvato la palla break, la ex numero uno del mondo ha trovato un atteggiamento più aggressivo che le è fruttato prima un fondamentale game al servizio e poi un break vitale nell’economia del match, anche grazie ad un incredibile combinazione di lob-volée smorzata che le ha procurato la palla per il break.

Quasi a scrollarsi di dosso la tensione accumulata dopo un secondo set perso in lotta per sei giochi a quattro, la Giorgi ha iniziato il terzo set a mille con un game a zero sul proprio servizio, ma sarà un fuoco di paglia.

Nel gioco successivo l’azzurra ha avuto due palle per il 2-0, ma in entrambi i casi la danese ha servito benissimo per salvarsi (tra cui una seconda ben oltre i 170km/h).

Da lì in avanti, la Giorgi ha subito mentalmente la fatica dei match combattuti e la tenacia della danese, che finirà per chiudere il set in grande spolvero per 6-2.

A. Kerber b. E. Makarova 6-2 6-1

Nel primo match di giornata Angelique Kerber si è presa la rivincita su Ekaterina Makarova, che proprio sull’erba di Eastbourne l’aveva battuta 12 mesi fa.

La tedesca, che era sopravvissuta a due match point contro Alizé Cornet al terzo turno, ha mostrato il meglio del proprio repertorio per annichilire la russa vincitrice del torneo nel 2010.

La testa di serie numero cinque ha iniziato il match un po’ in sordina dovendo annullare diverse palle break nei primi due turni di servizio, ma di lì a poco avrebbe trovato piena fiducia nei proprio colpi, specie il dritto lungo linea, e avrebbe iniziato a dilagare.

Le speranze di vedere una Makarova in partita sono finite verso la fine del primo set, quando, nonostante un buon gioco sia da fondo che a rete, si è trovata a subire il gioco della Kerber senza alcuna possibilità di reazione.

Nel secondo set il match è rimasto a senso unico, con l’unico game per la russa che è arrivato grazie ad un’esitazione al servizio della Kerber. 6-2 6-1 il risultato finale per la tedesca che se la vedrà con Caroline Wozniacki per un posto in finale.

Gli altri quarti:

La giustiziera di Flavia Pennetta, Heather Watson, è approdata alle semifinali senza dover nemmeno scendere in campo, grazie al forfait di Petra Kvitova, la cui coscia destra, già evidentemente fasciata ieri, ha dato nuovi fastidi prima del match odierno.

La ceca ha dichiarato di sentirsi molto peggio di ieri e per questo ha preferito non rischiare in vista dei Championship.

La Watson se la vedrà, per un posto in finale, con Madison Keys, che ha messo fine alla corsa di Lauren Davis, partita dalle quali e arrivata ai quarti con gli scalpi di Errani e Hantuchova.

La Keys ha assolutamente demolito la difesa di una Davis visibilmente stanca e troppo fallosa per i suoi standard.

I risultati dei quarti:
Madison Keys (U.S.) beat Lauren Davis (U.S.) 6-2 6-1
[8] Caroline Wozniacki (Denmark) beat Camila Giorgi (Italy) 6-7(7) 6-4 6-2
Heather Watson (Britain) beat [2] Petra Kvitova (Czech Republic) walkover
[5] Angelique Kerber (Germany) beat Ekaterina Makarova (Russia) 6-2 6-1

Da Eastbourne, Giulio Gasparin

Sul sito non è consentito inviare commenti offensivi o diffamatori verso persone, enti e organizzazioni. A seguito di esplicita richiesta inviata all'editore (scrivere a direttaubitennis@gmail.com) i messaggi che non rispettano tali regole saranno rimossi. L'editore non si considera comunque responsabile del contenuto dei commenti.
  • Brandon

    due bellissime ragazze

  • Andrea RF

    peccato, Campanellino meritava la SF, però dovrebbero spiegarle che ogni tanto si può anche giocare un rovescio in back, perchè il regolamento prevede che non ci sia l’OK ? Torneo sfortunato per le italiane, la Ktitova si è ritirata, sarebbe stata SF per la Pennetta

  • Arancia Meccanica

    Oggi ha giocato bene, peccato per quella risposta affossata a rete sulla palla break nel secondo set, dopo che la wozcoso aveva fatto un miracolo, wozcoso che ancora mi chiedo come abbia fatto a diventare numero 1 del mondo, il suo tennis è ripugnante, la errani in confronto è la hingis.

    Penso che la Giorgi al momento abbia due grossi problemi che sono molto più grandi del suo gioco sparatutto sulla linea e che sono i veri motivi che le fanno perdere partite che dovrebbe vincere in scioltezza.

    Il primo problema è che mette pochissime prime in campo, ma veramente poche, raramente sta sopra il 50%, il secondo problema e questo è veramente un dramma è la risposta, io continuo a ritenere inconcepibile la tattica di stare SEMPRE tre metri dentro il campo anche quando ti trovi di fronte una con un buon servizio (oggi la danese ha servito molto bene). E’ una tattica suicida e masochista, per 2 risposte atomiche che le danno il punto (tipo nel game dove la danese ha servito per il secondo set) ce ne sono 7 che finiscono o in rete, o fuori di 5 metri oppure sulla linea con la Giorgi che si trova del tutto scordinata o fuori posizione.

    Ripeto oggi ha giocato molto bene, tra l’altro tantissimi punti a rete ma io quella tattica alla risposta proprio non riesco a concepirla.

    • Azz

      Pienamente d’accordo. Ed oggi è andata un po’ meglio in risposta, il 30% di punti , mentre con la Flipkens la settimana scorsa era stata sotto il 25%. Appena trova una che serve bene non ha scampo. La cosa era molto evidente con Vika, che ha una delle migliori risposte del circuito, vedevi che Vika stava comunque sulla linea, Camila uno o due metri dentro. Può darsi poi che io e te non capiamo niente, è il padre che continua a dirle di stare più avanti, ma è proprio una questione di fisica. Poi sull’erba ha ancora meno senso, ti va bene solo se giochi contro il servizio della Errani.

    • Fab Farn

      “quella tattica alla risposta proprio non riesco a concepirla.”

      Una roba simile ( non uguale, attenzione! ) quando è in giornata la fa la Ivanovic ma essendo alta 183 cm se lo può permettere, la Giorgi è alta solo 168cm e quindi quella tattica non può mai fruttare perchè dovrebbe essere di una velocità spaziale per anticipare bene la maggior parte delle palle ma appunto per poterlo fare dovrebbe essere Sesto Dan di Karate, insomma straveloce come Bruce Lee e quindi nel suo caso è Mission Impossible!!

      Poi a parte tutto quello che dici tu ( giusto! ), dovrebbe imparare anche a fare qualche smorzata facile ( ma fatta come e quando Dio comanda ) quando è il caso di farla per variare il gioco improvvisamente!

      Certo non farà una differenza fondamentale ma almeno risparmierebbe un pò di energie e così fare qualche punticino in più senza chissà quali sforzi!

      Ciao! Fab

      • Arancia Meccanica

        ma la Ivanovic lo fa sulle seconde principalmente, quello ci sta. Quello che io trovo assurdo è che la giorgi mette i piedi dentro il campo anche sulle prime !!!

        • Fab Farn

          ma anche sulle seconde a meno che dall’altra parte ci sia una che tira una seconda davvero debole ( alla Errani ), la Giorgi per i motivi che ti ho specificato non potrà mai fare quello che vorrebbe fare!!

          E comunque questo lo fa ( posizione di risposta molto avanzata sia nelle prime che nelle seconde ) perchè qualcuno gli ha messo in testa la convinzione che lei è abbastanza veloce per farlo perchè fisicamente è altamente sopra la media di tutte quante, perchè la migliore difesa è l’attacco sempre fin dal primo colpo, perchè in questo modo fai capire subito all’avversaria che hai di fronte una con gli attributi e quindi pian piano hai la possibilità di minare la sua sicurezza mentale!!

          Chissà chi sarà questo personaggio..!!

          Ovviamente avendo ormai 23 anni e giocando ormai da una vita a tennis, dovrebbe essere lei in prima persona a capire che una posizione di risposta molto avanzata di quel tipo non potrà mai portare i frutti sperati per impossibilità tecnica intrinseca!!

          Il punto è quindi, avrà mai letto almeno un buon libro tecnico sui movimenti bio meccanici riguardanti uno sport come il tennis e almeno un buon libro di psicologia sportiva?

          No!!

          E allora in alternativa, avrà senso pratico, saggezza dell’uomo comune?

          No!!

          Insomma ancora a 23 anni, da questo punto di vista, non ragiona con una sua testa!!

          Ciao! Fab

  • LucaS

    Brava comunque Camila! E la bella Caroline mi pare che stia un pochino cambiando tattica: più propositiva, soprattutto col rovescio e non solo “ributto tutto di là” stile Kerber.

  • The King Of Clay

    Qual’è il record di partite vinte consecutivamente dalla Giorgi? (senza le qualificazioni)

    • Andrea RF

      finale a Katowice: 4 ?

    • Fabio

      non vorrei sbaagliare, ma penso 6, quando fece i quarti a W partendo dalle qualificazioni. Un bel filotto nel torneo più importante del mondo ed un risultato che molti professionisti non raggiungono mai in carriera.

      • The King Of Clay

        Però ci sono le qualificazioni. Non credo che contino a livello statistico. Ovvio rimane la grande impresa però.

        • Fabio

          ha ragione Antoine, a W 2012 fece ottavi, vincendo 6 partite senza perdere un set. Ha fatto ottavi anche a FM 2013, di nuovo partendo dalle quali e con un infortunio che l’ha tormentata tutto l’anno. E’ sicuramente una ragazza che ha il potenziale per “infilare” 6-7 partite e fare un gran risultato in uno slam. Nel suo sito trovi un sacco di informazioni

          http://www.camilagiorgi.it/index.php/chi-e-camila/

      • Antoine

        a wimbledon fece ottavi, non quarti

      • lollo

        4 turno a wimbledon, non quarti. Quindi sono 3 e 3

  • lallo ghini

    Eccellente Carolina. L’ho vista in ottima forma sia tennistica che fisica. E mi è parsa meno strapazzata psicologicamente di quanto temessi per la batosta col golfista…. Ragazza meravigliosa oltre che campionessa vera. Se il valore delle persone si valuta sopratutto dai comportamenti di chi sta intorno, allora Woz deve essere (non lo dubitavo) molto apprezzata. Prima è stata scarrozzata per locali, a Miami, da Serena (subito dopo la separazione), poi inviti a cena da Vika, Aga e altre negli ultimi giorni. Insomma la ‘proteggono’ come una pulcina.. :-)

    • LucaS

      Serena l’ha rivitalizzata…. con lei non ti annoi di certo!

  • Filip (Il Bel Passonatore)

    Vogliamo parlare della pallina tirata in faccia alla vecchietta che stava in prima fila, del saluto a rete, dell’uscita in tutta fretta senza salutare il pubblico..Una sculacciata se la merita tutta!

    • chiara

      Infatti l’ho scritto…l’ho spiegato anche sopra a LucaS …sempre più Lolita …bisogna chiamare HH x darle una regolata ( si scherza eh)

  • AGF

    Oggi Giorgi era molto nervosa, probabilmente per le scorie dei tre set ripetuti di fila, e qualcosa ha pagato con la poca brillantezza nel finale. In compenso, secondo me, sul piano tattico ha giocato una partita encomiabile, a parte un aspetto del quale vorrei dire poi.

    Encomiabile perché ha saputo coprire il campo in modo totale, alternando colpi spinti da fondo alle discese a rete, sfoderando soluzioni angolate quando si sentiva più pronta, e al contrario preferendo optare per la profondità centrale quando era meno sicura e aveva bisogno di allungare lo scambio in attesa di trovare il tempo per provare il vincente.
    Non ho visto le statistiche complete di fine match, ma il saldo vincenti/errori non forzati a fine primo set era ampiamente favorevole; e questo anche se oggi aveva di fronte la tipica avversaria che, rimandando tutto il possibile, tende a favorire il “fuori giri” e il rischio eccessivo.
    A rete è stata molto reattiva e ha mostrato soluzioni che molte giocatrici non riescono nemmeno a pensare di eseguire.

    Come dicevo prima, c’è un solo aspetto che non mi ha convinto e che secondo me meriterebbe un approfondimento da parte del suo team.
    Lo dico a partire dalle statistiche di fine match, che indicano una anomalia: Wozniacki ha fatto più punti sulla seconda di servizio che sulla prima. E questo in tutti e tre i set.
    La mia ipotesi è che mentre sulla prima Camila riusciva a rispondere appoggiandosi alla velocità del servizio avversario, sulla seconda sia stata invece incerta se optare per un movimento breve anch’esso di opposizione, oppure se affidarsi invece ad un gesto più completo ma che implicava un rischio maggiore.

    Limitarsi a ragionare sulla sua posizione molto avanzata non credo avrebbe senso. Nel circuito femminile ci sono altre giocatrici che scelgono anche in risposta di tenere un atteggiamento molto aggressivo (Sharapova, Kvitova, Ivanovic ad esempio), e ciascuna lo fa mantenendo posizioni in risposta differenti. Quello che conta, alla fine, è l’efficacia del colpo eseguito in termini di profondità e velocità di palla.

    La mia impressione è che la zona di campo che Camila oggi ha scelto per impattare la seconda di Wozniacki non fosse quella appropriata. Un passo indietro o piuttosto uno avanti, difficile dirlo, ma credo che qualcosa avrebbe dovuto provare a cambiare.
    Avesse scelto il passo indietro avrebbe anche avuto meno difficoltà a far partire lo scambio, visto che in molte occasioni ha dovuto colpire mentre stava recuperando la posizione all’indietro, e questo non l’ha aiutata.
    Avesse fatto un passo avanti probabilmente avrebbe potuto optare per la conseguenza più naturale di una posizione di partenza così estrema, cercando cioè direttamente la rete, secondo le logiche del chip&charge.

    • City Hunter

      Potrebbe provare anche a rispondere in back ed andare a rete.
      Se avesse un allenatore “vero” che la consigliasse durante i match forse avrebbe fatto qualcosa, ma non lo ha!

      • musicaando

        forse il problema e’ che nemmeno chi la segue l’aveva avvertita della profondita’ con cui carolina serve la seconda
        e’ davvero brava a servirla lunga anche se non potente richiede in risposta una destrezza quasi
        felina che anche Camila oggi non riusciva ad avere

  • riccaru

    Auguro a Camila di perdere male per un anno intero, così sarà forzata a mettere in campo anche il cervello e non solo muscoli e tecnica.

  • AGF

    Aggiungo una cosa: oggi non mi è piaciuta per certi atteggiamenti in campo: la pallata di stizza che ha colpito uno spettatore (e se invece che uno spettatore avesse colpito un raccattapalle, o un giudice di linea, avrebbe comportato l’espulsione); e poi le strette di mano a fine match.
    Non voglio colpevolizzarla troppo perchè fino ad oggi mi pare sia stata sempre molto corretta, e una giornata di nervosismo prima o poi capita a tutti; però mi auguro che rimanga una eccezione.

    • LucaS

      Non avevo visto che avesse colpito uno spettatore… comunque era chiaramente involontario.
      Sulla stretta di mano finale qual’è il problema? Mi pare che l’abbia fatta normalmente… o mi è sfuggito qualcosa?

      • chiara

        No Luca , tu che critichi quelle di sara…..sara da la mano senza sorridere, veloce e saluta il pubblico, qui cami non si è nemmeno fermata, ha allungato la mano con la testa girata dall’altra parte ed è corsa via. Io non avevo mai visto una cosa cosi.Un atteggiamento da bambina piccola. Comunque con quel padre isterico a bordo campo…povera !!!!!! Ha sbagliato ma succede .

        • LucaS

          Forse stavolta hai ragione…. va beh dai togliamo il forse!

        • Andrea RF

          non ho notato la questione della stretta di mano, ma siamo sicuri che abbia colpito una persona ? L’arbitro ha dato il warning ma non ho visto la Giorgi scusarsi con la persona colpita, non l’hanno inquadrata e il pubblico non l’ha fischiata però cerco su youtube

      • Andrea RF

        si è visto che ha colpito la palla a gioco fermo e si è sentito il warning dell’arbitro ma non si è capito se o chi avesse colpito

        • AGF

          Ciao Andrea RF
          Ho seguito la partita su un canale inglese (BT Sports) con commentatori sul posto, che quindi avevano una visuale diretta della situazione.
          Non so chi fosse la prima voce, la seconda voce era Anne Kheothavong.

          Dalle immagini non si è visto, ma il commentatore ha parlato di pallata che ha colpito direttamente uno spettatore. La sua opinione era che sì, Camila era stata sempre correttissima, ma secondo lui in questa situazione era arrivata al limite della squalifica. Poi ha stigmatizzato più volte il fatto che non si fosse scusata.
          Anne Kheotavong è stata meno dura e non ha contestato il semplice warning dell’arbitro.

          Più tardi sono intervenute da studio (sempre studio sul posto, nel circolo di Eastbourne), sia Sam Smith (ex giocatrice e telecronista) sia Martina Navratilova. Anche qui posizioni un po’ diverse. Smith “legalitaria” si è limitata a riferire cosa prevede il regolamento (e ha spiegato che il giudice di sedia lo ha applicato correttamente), mentre Navratilova ha detto che in questi casi bisognerebbe essere duri nei provvedimenti, perchè tirare a quella velocità in un momento in cui nessuno se lo aspetta può diventare molto pericoloso per il pubblico.

    • ELIA_D

      Quanto puzzo per una stretta di mano. Basta con queste smancerie. Le giravano per la sconfitta, le mani si sono toccate, basta. Quanto patetico buonismo, bastaaaaaaaaaaaa, non se ne può più. Ma quale fair play, fra passare un turno e non, c’è in ballo qualche migliaio d’euro.

      • OS (or)

        Comunque, fino a prova contraria, si chiama “sport”. E non c’è miglior modo per essere “sportivi” se non quello di complimentarsi con l’avversario. Sennò la chiamiamo “corrida” oppure “guerra” oppure “questione di vita o di morte”.
        Magari Camila è molto timida e, anche in quei momenti, è molto meccanica e fredda nelle esternazioni, Ognuno reagisce a modo suo, mettiamola così, però io parlerei di “sportività” piuttosto che di buonismo o altro.

  • Fuzzee Lowgeek

    Sono d’accordo con le tue considerazioni su Caroline, comunque di novelli McEnroe non ce ne sono neanche nel circuito ATP.

  • Fuzzee Lowgeek

    Camila poteva anche vincerla, ma ho visto una Wozniacki strepitosa, da tempo non appariva così centrata. Servizio migliorato, qualche vincente in più e la solita capacità difensiva. Mi è proprio piaciuta.

    • LucaS

      Vero!

  • Mr.Edberg

    Mamma mia come sei pesante

  • Massimo C.

    Sulla Giorgi tutti si improvvisano allenatori!
    Finché sale nella race significa che ha ragione lei e chi la segue.
    Capisco la fame di vere campionesse che abbiamo in Italia, ma criticare la sua strategia senza conoscere la sua psicologia mi sembra sbagliato. Mette i piedi in campo? Ok, ne sbaglia due ma ne azzecca tre….e in tutti casi in questo torneo si é lasciata dietro tutte le nostre pseudo campionesse….

    • Myriam

      Beh, insomma, non è che la Giorgi azzecchi tutte ‘ste risposte al servizio. Comunque a mio parere per il tennis che esprime è la nostra migliore singolarista.

    • Arancia Meccanica

      ne sbaglia 2 e ne azzecca 3 cosa? il rapporto è il contrario come minimo

  • Natalia

    e chi glielo potrebbe far notare, quell’esaltato del padre?

  • Fed-express

    Beh, dai il suo gioco è il più noioso e difensivo che esista…A rete non sa giocare completamente, ha un livello da circolo, appena forza un po’, invece di uscire dal piattocorde forte, la palla esce semplicemente fuori di metri…Una così vorresti che non vincesse mai. Poi per carità fanno dispiacere le sue vicende personali

  • LucaS

    Non me n’ero accorta dell’uscita e della stretta di mano… hai ragione!

    • Andrea RF

      La Wosniaki non ha mosso ciglio forse si sta esagerando

  • Natalia

    mi è rimasta impressa la volée di rovescio da metà campo della giorgi nel primo set. bellissima. quando è dentro il campo è una furia, impressionante. però sono d’accordo con chi dice che le manca lucidità tattica, pazienza, e colpi di contenimento. deve lavorare molto su questo, ammesso che le interessi farlo. a vederla, sembra che il suo scopo sia tirare sempre più forte, far vedere che tira più forte di tutte, indipendentemente dall’andamento del match, del punteggio. mi dà l’impressione che voglia stupire, la gente, le avversarie. è solo una mia impressione, naturalmente.
    la stretta di mano finale e tutti i salti sulla sedia del padre sono allucinanti. comunque camila dà così la mano a fine match, lo fa sempre. ricordo anche una stretta di mano simile con serena a charleston l’anno scorso, con serena perplessa, un po’ come caroline oggi. caroline convincente oggi. brava. si è anche un po’ dimagrita.

  • dr fuentes

    Cara Renée, oggi ho tifato per Camila, ma se c’è uno che è felice per il fatto che Caroline sia tornata a dare segni di vita, quello sono io. Per anni l’ho difesa su questo sito dalle accuse che hai menzionato e, anche se non corrispondeva al mio ideale tennistico, l’ho sempre preferita a tutte le altre nel periodo in cui la Divina Maria era alle prese con i suoi problemi fisici.
    Più volte ho scritto che ritenevo l’insulso barboncino il principale responsabile della sua involuzione e ti dico di aver accolto con soddisfazione la notizia che il vigliacco l’aveva lasciata.
    I risultati si stanno già vedendo.

  • darkness

    brava, bravissima, ma registriamo l’ennesima partita persa per insipienza tattica.
    l’ennesimo torneo in cui non arriva in finale, e neanche in semi, obiettivo minimo da aspettarsi da cotal talento.
    l’ennesima partita persa che poteva vincere.
    riproponendo, sempre e comunque, lo stesso “infantile” gioco, al momento non è in grado di vincere un torneo.

    brava, bravissima, ma che spreco!
    il tempo fugge via, e se non fai risultati, prima o poi cominci a cedere mentalmente, ed allora, potrebbe scivolare nell’oblio; altro che “aspettiamola”, è già tardi!

    a me piange il cuore, ma se non piange a lei, visto che nulla s’intravede in un cambio della guida tecnica, allora, smetterò anche io di dispiacermi.

    applaudirò per una vittoria, alzerò le spalle per una sconfitta, senza soffrirne…

    • luca

      Ma dalle tue parole traspira una rammarico struggente… xD

      • darkness

        non “traspira”, né “traspare”, è evidente, lo affermo a tutte lettere, che mi rammarica vedere tanto talento sprecato!
        purtroppo, i tornei non si giocano in una partita singola, ma in più partite.
        lei, sulla partita singola, potrebbe battere chiunque come potrebbe perdere da chiunque; il che significa che, nonostante le sue immense qualità, su più partite, come in un torneo, attualmente, non si può contare su di lei.
        e certi nervosismi di fine partita spero, anche se temo, che non siano un segnale di una frustrazione montante, che potrebbe tagliarle le gambe sfiduciandola.
        non so perchè, non so per quale motivo, ma è come se fosse intrappolata nella figura del padre/allenatore; figura che non so quanto sia più importante per lei, non conoscendone i suoi processi mentali, ma se ancora lo fosse, comunque, rimane il limite del suo tennis attuale, un tennis di solo istinto e talento, in assoluta mancanza di ragionamento.
        sulla giocata singola, può anche bastare il talento, ma nella interezza di una partita, ancor più di un torneo, serve anche saper ragionare il proprio tennis, per non “sprecarlo” ma renderlo efficiente per il fine ultimo di un giocatore professionista, cioè di un tennista a 360 gradi, al quale dovrebbe interessare, come risultato, non solo la singola partita, ma la somma delle partite.
        a me spiace davvero, come spiace vedere il talento di un Fognini sprecato nelle sue intemperanze caratteriali.
        infine, è la loro vita, la loro carriera; liberi di farne quel che vogliono.
        parlo solo da spettatore, non certo sono interessato a sostituirmi a loro… ;)

  • LucaS

    Per me ci ha solo guadagnato dalla rottura con quella mezza s…. Caroline si merita molto di meglio!

  • sole

    Giustamente ridimensionata da Caro. Come spesso accade in Italia si è è gridato al miracolo troppo presto. Dopotutto ha battuto un’Azarenka al rientro e ha faticato 7 camicie con la 109 al mondo. E comincia a tirarsela un po’ troppo per i miei gusti…

  • Subzeero

    Sono il primo ad apprezzare il talento di Camila e il primo a criticarla per la sua poca varietà di tennis, ma nel tennis si gioca contro un avversario e ci sono partite in cui si perde semplicemente perchè dall’altra parte c’è un avversario più forte. In questo caso credo che Camila abbia giocato molto bene nel complesso ma ha semplicemente trovato una giocatrice, in questa circostanza, più brava di lei.

  • kabasta

    da come la vedo io il suo gioco cambia, lentamente ma cambia.

    oggi in molte occasioni non ha forzato al massimo quando avrebbe potuto

    e’ stata piu’ conservativa

    ha rischiato meno

    sempre in difficolta’ sui rasoerba , ma meno

    mi e’ piaciuta

    potrebbe anche essere buona cosa la sconfitta

    di oggi contro una super carolina

    qualcosa e’ cambiato

  • Andrea RF

    al giro di boa della stagione, uno solo titolo al femminile, quello della Pennetta a IW, mentre nel 2013 erano già tre se non ricordo male

    • musicaando

      meglio il solo di quest’anno

      meglio di 10 international

  • Gramel

    E’ una giocatrice allo stesso tempo divertente per come gioca sempre a bomba, ma snervante per la cecità tattica. A parte le volée, ancora un po’ artigianali, ma spesso efficaci, non le ho visto fare una che fosse una risposta in contenimento, o un rovescio in slice. Non ha mica 16 anni, e se non cambia qualcosa qui il tempo fugge. Una nota di costume: mi rendo perfettamente conto che sono teorie vecchie di secoli e con basi non scientifiche, ma guardando suo padre a bordo campo, non posso non pensare che forse Lombroso non aveva tutti i torti.

  • lollo

    Ma chiara, condivido ciò che hai detto. Ma se un giorno dovesse arrivare in sf slam, non dovrebbe sopportare la stanchezza?

  • zorro

    Mi è dispiaciuto tantissimo vedere la sconfitta di Camila, anche se devo ammettere che sono stato davvero contento di rivedere ad alto livello Carolina!

    Anzi che l’ho vista con un fisichetto che non aveva nemmeno quando era numero uno mondiale, un sorriso che più bello non si poteva, ed un gioco solido tutt’altro che banale e soltanto attendista, con qualche variazione, ottimi recuperi e buona difesa della rete, aiutata da un servizio che si può anche valutare ottimo.

    Camila dal canto suo ha inciso meno del solito al servizio, perchè quella rispondeva a tutto, ha giocato benissimo a rete, dimostrando che la classe non è acqua, ma si è lasciata terribilmente distrarre dai secondo me grossi errori arbitrali e soprattutto da un paio di palle miracolosamente recuperate da Carolina, deve imparare che i punti non li regalano mai le avversarie toste, e la Woz è tostissima.
    Le polemiche, giuste ma eccessive, di Carolina con l’arbitro hanno finito per penalizzare Camila.
    Anche l’interruzione, dovuta, ci mancherebbe, in un momento topico non le è stata favorevole, e su questo deve sicuramente lavorare.

    Appare imperturbabile, ma credo invece che sia molto emotiva e faccia di tutto per mascherarlo, forse troppo, anche questo è un problema al suo livello e non mi sembra proprio il padre la persona più qualificata per tranquillizzarla.

    Detto questo ammettiamo che perdere contro la 16 del ranking, ex numero uno in pieno ritorno di forma non è affatto disonorevole, calcolando che il precedente fu favorevole a Camila è probabile che la danese abbia preparato meglio di lei l’incontro prima di scendere in campo.

    Detto questo, ha perso da una più solida ma ha giocato bene, è stato uno spettacolo di alto livello, aspettiamo Wimbledon con fiducia.

  • mirko.d

    Scusate,ma vi costa così tanto ammettere che negli ultimi anni,abbiamo avuto un gruppo di tenniste molto forti,e che queste ragazze sono decisamente più forti di Reggi e Cecchini,che erano le leader del tennis femminile italiano anni Ottanta,ma che il merito di essere state le prime vere leader del movimento tennistico italiano non glielo toglie nessun,e che senza di loro,che furono delle vere pioniere,in Italia non si sarebbe affermato tanto facilmente il nostro tennis femminile a livello professionistico? Le due romagnole sono state tra le prime 15,e più a lungo tra le prime 20,ma lo furono per molto poco tempo,rispetto a questa generazione di nostre tenniste,giusto?

  • stedoni

    Per me Camila deve cambiare allenatore di “strette di mano”! Ahahaha Quanti ridicoli commenti!
    Miglior partita in assoluto di Camila. Non conta solo il risultato