Fed Cup, Italia-Spagna: missione (quasi) impossibile

A Chieti le nostre ragazze guidate da Sara Errani proveranno a rovesciare il pronostico contro Suarez-Navarro e compagne. Le altre sfide del World Group II

Fed Cup, Italia-Spagna: missione (quasi) impossibile
Elisabetta Cocciaretto, Jasmine Paolini, Deborah Chiesa e Sara Errani - Fed Cup 2018 (foto via Twitter, @SaraErrani)

Il week-end di Coppa Davis lascia come detto il posto a quello di Fed Cup. Analizzato il tabellone del World Group, diamo un occhio adesso alle sfide della serie B, con particolare risalto al match delle nostre ragazze contro la Spagna. La sfida si giocherà al Pala Tricalle di Chieti sulla terra rossa indoor. Vediamo come Italia e Spagna si avvicinano al loro 8° scontro diretto.

 

ITALIA

Tathiana Garbin (le cui dichiarazioni potete leggere in apposita flash) al suo secondo anno sulla panchina azzurra continua il suo percorso di rinnovamento del gruppo, affiancando alla veterana Sara Errani le giovani Jasmine Paolini, Deborah Chiesa e l’emergente Elisabetta Cocciaretto, letteralmente esplosa agli ultimi Australian Open juniores dove è giunta in semifinale (nella quale ha anche avuto due match point).

È una squadra ovviamente molto giovane per tre quarti, inoltre l’azzurra con la classifica più alta è Errani che oggi occupa la posizione nr.142. Delle convocate solo Errani e Paolini nei primi mesi dell’anno sono riuscite a giocare almeno un turno in un main draw (entrambe sconfitte). Questo la dice lunga sul valore attuale delle nostre ragazze e sulle speranze da riporre in una loro eventuale vittoria che ci consentirebbe di accedere ai play-off di aprile per il World Group. Ricordiamo invece che una sconfitta ci farebbe giocare lo spareggio (o play-out che dir si voglia) per non retrocedere in C (cosa avvenuta già l’anno scorso contro Taipei). Come sappiamo non è stata convocata Camila Giorgi (che sicuramente una mano l’avrebbe potuta dare) in quanto ancora in contrasto con la FIT per la querelle sorta tempo addietro proprio suo una convocazione (rifiutata dalla tennista italo-argentina) in Fed Cup.

SPAGNA

Non ci sarà Muguruza, ma la presenza di Suarez-Navarro dovrebbe essere sufficiente alle spagnole per portare a casa la sfida. Al suo fianco l’esordiente (in veste di capitano) Anabel Medina-Garrigues ha chiamato Lara Arruabarrena, la giovane Georgina-Garcia Perez e la doppista Martinez Sanchez, che ha 35 anni continua ad essere un elemento validissimo nella specialità. Ottima la prova di Suarez Navarro agli Australian Open, sconfitta nei quarti di finale dalla futura vincitrice Caroline Wozniacki. Arruabarrena, che sarà la seconda singolarista, ha invece passato un solo turno a Melbourne, mentre la giovanissima Garcia-Perez ha vinto il torneo ITF sul veloce di Andrezieux-Beutheon, dove le nostre Paolini e Chiesa erano uscite nei primi turni.

PRECEDENTI TRA LE NAZIONALI

Sette i precedenti tra le due nazionali, l’Italia non batte la Spagna dal 2006 quando vinse a Saragozza. Brutta la nostra sconfitta nell’ultimo precedente del 2016, decretò la nostra retrocessione nel World Group II

ITALIA-SPAGNA 3-4

20 marzo 1972, Johannesburg, hard, outdoor, World Group 1st Round
Italia-Spagna 2-1

Estalella Manso-Vido 7-5 4-6 6-3
Nasuelli-Mandarino 6-3 1-6 6-2
Nasuelli/Vido-Estalella Manso/Mandarino 6-2 6-4

3 maggio 1973, Bad Homburg, terra rossa, outdoor, World Group Consolation Round
Spagna-Italia 2-1

Il sito ufficiale della Fed non riporta gli estremi della sfida

17-18 aprile 1999, Reggio Calabria, carpet, indoor, World Group quarti di finale

Italia-Spagna 3-2

Serna-Grande 6-2 6-4
Farina-Ruano Pascal 5-7 6-3 6-0
Farina-Serna 3-6 7-6(4) 6-4
Grande-Ruano Pascal 6-4 6-1
Leon Garcia/Sanchez Lorenzo-Garbin/Ad. Serra Zanetti 7-5 6-0

27 aprile 2000, Bari, terra rossa, outdoor, World Group Round Robin
Spagna-Italia 3-0

Sanchez Vicario-Casoni 6-1 6-1
Martinez-Garbin 6-3 6-3
Serna/Torrens Valero-Casoni/Grande 6-2 3-6 6-1

15-16 luglio 2006, Saragozza, terra rossa, outdoor, World Group semifinale
Spagna-Italia 1-3

Pennetta-Medina Garrigues 6-3 6-0
Schiavone-Dominguez Lino 6-4 7-5
Medina Garrigues-Schiavone 6-2 6-2
Pennetta-Dominguez Lino 6-2 6-4

2-3 febbraio 2008, Napoli, hard, indoor, World Group 1st round
Italia-Spagna 2-3

Llagostera Vives-Schiavone 7-6(4) 3-6 6-2
Medina Garrigues-Pennetta 6-2 6-3
Medina Garrigues-Schiavone 6-4 6-1
Errani-Dominguez Lino 5-7 6-4 6-0
Errani/Garbin-Llagostera Vives/Suarez Navarro 6-4 6-3

16-17 aprile 2016, Lleida, clay, outdoor, World Group play-off
Spagna-Italia 4-0

Muguruza-Schiavone 7-6(4) 6-0
Suarez Navarro- Vinci 6-1 6-1
Muguruza-Vinci 6-2 6-2
M. Garrigues/S. Tormo-Knapp/Schiavone 1-1 rit.

PRECEDENTI TRA LE GIOCATRICI

Errani nettamente in vantaggio con Suarez ma non si incontrano dal 2016

Errani-Suarez Navarro 8-3
2005 Siviglia, terra rossa, R32, Suarez Navarro 6-1 6-0
2006 Barcellona, terra rossa, R32, Suarez Navarro 6-3 6-2
2008 Palermo, terra rossa, quarti, Errani 4-1 rit.
2012 Barcellona, terra rossa, semifinali, Errani 6-1 6-2
2012 New Haven, hard, R16, Errani 6-4 6-3
2013 Australian Open, hard, R128, Suarez Navaro 6-4 6-4
2013 Parigi, hard, quarti, Errani 7-5 4-6 7-5
2013 Acapulco, terra rossa, finale, Errani 6-0 6-4
2013 Roland Garros, terra rossa, R16, Errani 5-7 6-4 6-3
2014 Stoccarda, terra rossa, quarti, Errani 6-3 6-7(6) 3-0 rit.
2016 Sydney, hard, R32, Errani 6-3 6-3

Paolini-Suarez Navarro 0-1
2017 Bastad, clay, R32, Suarez Navarro 6-1 6-0

Paolini-Garcia Perez 1-0
2017 Grenoble, hard, R32, Paolini 7-5 6-3

PRONOSTICO

Spagnole nettamente favorite, visti i valori in campo ci vorrebbe un miracolo di Errani nei due singolari (soprattutto con Suarez Navarro) ed una nostra vittoria in doppio. Ogni altra ipotesi al momento è irreale ma saremmo ben lieti di essere smentiti.

ITALIA 25% – SPAGNA 75%


LE ALTRE SFIDE DEL WORLD GROUP II

SLOVACCHIA-RUSSIA

Alla Aegon Arena di Bratislava Rybarikova e Cepelova guidano le padrone di casa contro le terze linee russe. Myskina ha infatti convocato Vikhlyantseva (nr. 94 WTA), Kalinskaya (150), Potapova (200) e Kudermetova (238). Slovacche nettamente favorite, si giocherà sul veloce.

AUSTRALIA-UCRAINA

Si gioca sull’erba del Canberra Tennis Center, anche qui le ospiti arrivano con le riserve, fuori Svitolina e Tsurenko, ci sono per l’Ucraina le sorelle Kichenok e Marta Kostyuk. Favoritissime le padrone di casa con Barty, Gavrilova e Dellacqua per il doppio.

ROMANIA-CANADA

Anche in questo caso nettamente favorite le padrone di casa. A Cluj-Napoca si giocherà sul veloce, per le rumene in campo Begu e Cirstea. Niente Bouchard per le canadesi che si affideranno a Zhao, ad Andreescu, alla doppista Dabrowski e a Sebov.

CATEGORIE
TAG
Condividi