Seppi: “Serve una pausa altrimenti sarei pazzo”. Salta Indian Wells e Miami

ROTTERDAM - L'azzurro è in giro dal 20 novembre. Si sottoporrà alla consueta infiltrazione all'anca. Rientro previsto per la Coppa Davis

Seppi: “Serve una pausa altrimenti sarei pazzo”. Salta Indian Wells e Miami
Andreas Seppi - Australian Open 2018 (@RDO foto)

da Rotterdam, il nostro inviato

“Vedo fino dove posso spingermi qui, poi mi prenderò una pausa di un mese e mezzo al meno”. Parla così Andreas Seppi subito dopo la vittoria in tre set al primo turno di Rotterdam, contro Joao Sousa, conclusasi verso le 23. Al prossimo turno se la vedrà con Sascha Zverev e partirà sfavorito (“Non avrò nulla da perdere”): all’orizzonte una meritata vacanza, considerando da quanto tempo Andreas non torna a casa. “Sono partito il 20 novembre per la preparazione negli Stati Uniti, da lì direttamente a Doha e poi in Australia“, dove ha primo trionfato nel Challenger di Canberra, poi a Melbourne ha raggiunto gli splendidi ottavi di finale poi persi contro Kyle Edmund in quattro set.

 

Da lì Seppi si è sorbito dieci ore di volo fino a Morioka, Giappone, dove ha perso il suo rubber di Coppa Davis in cinque set contro Nishioka, pur avendo avuto un match point a disposizione. Concluso il weekend, un’altra buona giornata di viaggio per raggiungere Sofia, dove ha perso al secondo turno contro Gilles Muller, dopo il bel successo su Youzhny al primo. Infine Rotterdam, dove ha giocato due match di qualificazione, per poi essere ripescato dopo il ritiro di Tsonga e battere appunto Sousa. “Sono in buone condizioni, certo, ma sarei davvero un po’ pazzo se non mi fermassi per qualche settimana. Salterò quindi Dubai, Indian Wells e Miami”. 

Seppi si sottoporrà anche al consueto ciclo preventivo per il trattamento dell’anca: un’infiltrazione che fa ogni sei mesi, alla quale devono necessariamente seguire almeno quattro settimane di pausa. Tornerà però in tempo per la Coppa Davis, che si disputerà nel weekend del 6-8 aprile a Genova, contro i campioni uscenti della Francia: “Abbiamo buone possibilità, loro sono un’ottima squadra. Ma si giocherà sul rosso all’aperto, dove noi siamo piuttosto abituati e giochiamo bene. Daremo tutto come al solito”. Adesso la sfida con Zverev: dovesse perdere, Seppi avrà di che rilassarsi in vista dell’impegno in nazionale in primavera.

CATEGORIE
TAG
Condividi