International Tennis Symposium: sempre più formazione per i coach

Flash

International Tennis Symposium: sempre più formazione per i coach

Anche quest’anno nomi importanti tra i relatori dell’evento organizzato da Pro Camp MGM Italia e GPTCA, giunto alla 20esima edizione: Alberto Castellani, Marco Panichi e i due ospiti d’onore, Vincenzo Santopadre e Apostolos Tsitsipas

Pubblicato

il

dal nostro inviato a Milano

Come ormai è consuetudine da diversi anni, il Centro Pavesi di Milano la scorsa settimana è stato sede di un importante momento di formazione per maestri, coach, istruttori e preparatori del mondo del tennis. Il centro sportivo milanese ha infatti ospitato la 20esima edizione dell’International Tennis Symposium, organizzato come sempre dalla Pro Camp MGM ITALIA, guidata da Massimo Rossi e Mauro Campanelli, da alcuni anni in sinergia con la GPTCA, l’associazione mondiale dei coach di tennis riconosciuta dall’ATP e presieduta da Alberto Castellani. Una collaborazione, quella tra le due associazioni, che in questi ultimi anni ha aumentato l’importanza dell’evento, attraverso l’integrazione dello stesso con i corsi GPTCA, che consentono di conseguire la certificazione di “International Coach certified by ATP”. Quest’anno la manifestazione si è ampliata ulteriormente, dato che si sono aggiunti i corsi della ISMCA, l’associazione internazionale di mental coach che si occupa di formazione nell’ambito della preparazione mentale e fisica, guidata anch’essa da Alberto Castellani.

Circa centocinquanta complessivamente gli iscritti ai diversi eventi formativi. Quello principale è stato chiaramente il Simposio, tenutosi sabato e domenica, che quest’anno ha colto l’occasione del contemporaneo svolgimento nella capitale lombarda della seconda edizione delle NextGen Finals per proporre un tema quanto mai attuale: “IL CAMBIAMENTO DEL TENNIS CON LA NEXT GENERATION”.

 

Ma procediamo con ordine. Si è iniziato giovedì 8 e venerdì 9 novembre con i corsi ISMCA (mental coach di 1° e 2° livello, physical coach di 1° livello). Tra i relatori, oltre allo stesso Alberto Castellani, mental coach come Federico di Carlo e Stefano Lopopolo, la counselor bioenergetica Manuela Caputi ed i preparatori atletici Marco Panichi (già preparatore, tra gli altri, di Djokovic e Kuznetsova, ed ora di Alessandro Giannessi e Matteo Donati) e Salvatore Buzzelli (ex preparatore atletico di Camporese, Narducci e Garbin). Venerdì, in parallelo ai corsi ISMCA, sono iniziati i corsi GPTCA (livelli B e C), dove tra i relatori si è aggiunto il nome di Patricio Remondegui, ex coach di Stefano Galvani, Adriana e Antonella Serra Zanetti. La giornata si è conclusa con gli esami e la consegna dei diplomi ai corsisti ISMCA.

Il Simposio è iniziato sabato 10 novembre con l’intervento su nutrizione ed integrazione alimentare presentato da Enervit, sponsor dell’evento. A seguire il principale ospite della giornata, Vincenzo Santopadre, che ha raccontato la sua esperienza come coach di Matteo Berettini nel percorso che da giovanissima promessa lo ha portato a diventare un giocatore a ridosso dei top 50. Facendo poi anche vedere alcune delle esercitazioni che usa in allenamento con il 22enne tennista romano.Nel pomeriggio tre altri interessanti contributi. Alberto Castellani ha illustrato la sua applicazione Egograms – di cui avevamo parlato su Ubitennis –  poi è stata la volta del preparatore fisico Christian Perone e, a concludere la giornata, il Video & Match Analyst Raffaele Tataranni.

La giornata di domenica è cominciata con l’intervento del coach internazionale e responsabile tennis della USIP Erasmo Palma, che ha fatto da preludio all’intervento più atteso del Simposio. Quello di Apostolos Tsitsipas, padre ed allenatore di Stefanos, il 20enne tennista greco già entrato nella top 15 mondiale che solo poche ore prima aveva vinto a Rho la seconda edizione delle NextGen Finals. Nell’intervento mattutino il 51enne coach greco ha raccontato, anche rispondendo alle tante domande dei partecipanti, come si è sviluppato il percorso di crescita di Stefanos. Sottolineando più volte l’importanza, lavorando con i giovani, di far crescere la persona di pari passo con l’atleta. La mattinata si è chiusa parlando nuovamente di videoanalisi, con la società svizzera Kitris. La sessione pomeridiana ha visto di nuovo protagonista Tsitsipas senior, che ha mostrato in campo alcuni degli esercizi tecnico-tattici che usa con il figlio, mentre la relazione di chiusura del Simposio è stata affidata all’allenatore della nazionale italiana di padel Gustavo Spector. A seguire la consegna degli attestati di partecipazione, mentre agli iscritti GPTCA veniva chiesto un ultimo importante sforzo: il test di esame per ottenere la qualifica GPTCA di livello superiore (B o C) e chiudere nel migliore dei modi la loro tre giorni formativa iniziata venerdì.

Sceso il sipario sull’evento milanese, la GPTCA e la ISMCA proseguono la loro attività formativa a livello internazionale (questo mese sono in programma corsi GPTCA in Irlanda ed in Ucraina), mentre alla Pro Camp MGM ITALIA – come spesso accade quando si organizza una manifestazione a carattere annuale, ma soprattutto conoscendo Massimo Rossi e Mauro Campanelli – sicuramente stanno già iniziando a pensare alla prossima edizione del Simposio.

Continua a leggere
Commenti

Flash

ATP e WTA lanciano il nuovo show online ‘Tennis United’

Bethanie Mattek-Sands e Vasek Pospisil saranno i due conduttori di un nuovo programma online ogni venerdì, cui saranno ospiti tennisti e tenniste

Pubblicato

il

Il logo di 'Tennis United'

Non sarà possibile vedere un match di tennis prima di metà estate, ma ciò non significa che perderemo definitivamente i contatti con i campioni dell’ATP e della WTA. Nella giornata di giovedì i canali social delle due associazioni avevano annunciato importanti novità a partire dal 10 aprile. Era chiaro che si trattasse di un’iniziativa condivisa per stare vicino ai fan in questo difficile periodo, in cui i canali d’informazione sono totalmente occupati dalle notizie sul Coronavirus ed è indispensabile trovare una distrazione.

Ebbene ATP e WTA hanno svelato il progetto. Si chiama “Tennis United” -con tanto di logo dedicato, messo come immagine di profilo di tutti gli account collegati alle due associazioni – e sarà il nome dello show digitale in cui saranno protagonisti tennisti e tenniste che andrà online ogni venerdì. A condurlo, in video-chiamata, saranno un’esponente del tennis femminile e uno del maschile, rispettivamente Bethanie Mattek-Sands e Vasek Pospisil. Ogni settimana saranno ospiti un atleta ATP e un’atleta WTA per chiacchierare e commentare le notizie dei giorni passati. Nella prima puntata, oggi venerdì 10 aprile, Mattek-Sands e Pospisil saranno in compagnia dei loro rispettivi connazionali, la campionessa dell’Australian Open Sofia Kenin e Felix Auger-Aliassime.

Continua a leggere

Flash

Andy Murray lancia la sfida delle 100 volée

Dopo Federer, anche il britannico e la moglie Kim Sears danno vita ad un ‘challenge’ sui social. E Andy manda un messaggio a Roger e Mirka

Pubblicato

il

Andy Murray e Kim Sears (foto via Instagram, @andymurray)

Continua l’isolamento e continuano le sfide sui social network. Dopo il palleggio contro il muro di Roger Federer, arriva il ‘challenge’ delle 100 volée, da completare rigorosamente in coppia. I protagonisti questa volta sono Andy Murray e la moglie Kim Sears, che hanno portato a termine con successo il palleggio nel giardino di casa. Il britannico ha poi lanciato la sfida ad appassionati e colleghi, invitando grandi nomi del tennis a fare altrettanto: Federer, Djokovic, Nadal, le sorelle Williams, Osaka, Halep e tanti altri. Con una speranza, vedere Roger e Mirka che palleggiano insieme.

Continua a leggere

Flash

Il toccante video di Wimbledon narrato da Roger Federer

Con un breve filmato pubblicato sui social, il torneo di Wimbledon concede il doveroso tributo a chi combatte contro il virus in prima linea e invita tutti a stare uniti nella speranza. La voce è quella dell’otto volte campione a Londra

Pubblicato

il

(foto via Twitter, @wimbledon)

Vedere la carovana di persone che varcano i cancelli dell’All Egland Club e che siedono sulle tribune del Campo Centrale di Wimbledon oggi, 10 aprile 2020, fa un certo effetto. Sembrano immagini di un periodo lontano, ma in realtà sono solamente della scorsa estate. Immagini che il prossimo luglio non potremo vedere in TV, né si potrà farne parte, dal momento che il Covid-19 ha costretto all’annullamento del torneo. Con un breve video gli account ufficiali di Wimbledon hanno ricordato che per quest’anno bisognerà stare divisi e che medici, infermieri e tutti coloro che combattono il virus in prima linea sono i veri campioni che ci permetteranno di vincere questa sfida. E a dircelo è l’otto volte campione ai Championships, Roger Federer.

For now the play is suspended.
We are united in hope
that tomorrow will be better than today.

Per ora il gioco è sospeso.
Ci unisce la speranza
che domani sarà meglio di oggi.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement