WTA Tokyo: disastro Mladenovic, quinta sconfitta consecutiva

Dalla vittoria contro Muguruza agli ottavi di Parigi, il bilancio di KiKi è di 7 vittorie e 11 sconfitte. Fuori anche Stosur, Osaka e Kristyna Pliskova

WTA Tokyo: disastro Mladenovic, quinta sconfitta consecutiva

Kristina Mladenovic, numero 1 del seeding e in tabellone grazie ad una wild card, incappa in un’altra sonora sconfitta contro la qualificata Jana Fett, numero 123 in classifica mondiale. La prima parte di stagione ci aveva mostrato una giocatrice capace di fare un salto di qualità importante con la vittoria a San Pietroburgo (prima in carriera) e le finali ad AcapulcoStoccarda e soprattutto Madrid, ma Kiki da qualche mese (complice anche qualche acciacco fisico) è l’ombra di quella giocatrice, incapace non solo di ottenere risultati degni di nota, ma addirittura non in grado di vincere un match dal torneo di Washington, collezionando la quinta sconfitta consecutiva all’esordio dopo Toronto, Cincinnati, New Haven, US Open e appunto oggi a Tokyo. L’inizio di partita è negativo, sotto subito 3 a 0, Mladenovic prova a scuotersi e si riporta sotto fino al 4 a 5, ma al servizio gioca un game orribile con due doppi falli (saranno 10 al termine del confronto), consegnando 6-4 il primo parziale. Fett annusa la possibilità concreta di vincere e vola 5 a 0 nel secondo set, Kiki ha una reazione che la porta a tentare una rimonta fino al 3-5, spenta nel gioco successivo che decreta il 6-3 finale e il passaggio del turno per la ventenne croata, la quale affronterà nel prossimo impegno Cepelova.

Al rientro nel circuito, Samantha Stosur, tds 5, viene sconfitta da Sara Sorribes Tormo, numero 92 WTA. L’australiana, vincitrice a Strasburgo prima del Roland Garros, non si vedeva in campo proprio dall’ottavo di finale perso nello slam parigino in seguito alla frattura da stress al polso, che l’aveva costretta anche a saltare tutti gli appuntamenti fino agli US Open. Stosur inizia bene vincendo il primo parziale 6-3, poi cede il secondo 7-5 e da quel momento Soribes Tormo prende il sopravvento, conquistando il decisivo set per 6-1. Prima vittoria della ventenne spagnola contro Stosur, dopo le due sconfitte patite a Madrid nel 2016 e 2017. Ora per lei ci sarà la campionessa uscente di questo torneo Christina Mchale, numero 62 al mondo, vittoriosa all’esordio contro la qualificata Danka Kovinic, 102 del ranking, con il punteggio di 6-2 6-4. Nel derby giapponese (per curiosità entrambe nate a Osaka) la meno quotata Kurumi Nara, numero 108 del mondo, demolisce Naomi Osaka, tds 6, per 6-0 6-3. Le due tenniste si erano affrontate una sola volta con la vittoria nel 2016 a Birmingham di Osaka. Naomi era reduce dal terzo degli US Open dove aveva sconfitto all’esordio Angelique Kerber.

 

Negli incontri disputati di secondo turno Aleksandra Krunic, numero 67 WTA, dopo aver posto fine alla carriera di Kimiko Date, si sbarazza in due set di Alison Riske, tds 7, con il punteggio di 6-3 6-4. Sulla sua strada dovrà affrontare la qualificata Miyu Kato, numero 171 WTA, la quale a sorpresa batte in due set Kristyna Pliskova, wild card e numero 4 del tabellone, grazie al 7-5 6-3 finale. A salvare l’onore delle teste di serie ci pensa Elise Mertens, numero 3 del seeding, che sconfigge Magda Linette, numero 76 al mondo, con un primo set perentorio vinto 6-1 e un secondo parziale più sofferto ma ugualmente portato a casa per 7-5.

Risultati:

Primo turno

[8] Y. Putintseva b. Y. Duan 6-4 4-6 6-4
[Q] J. Fett b. [1/WC] K. Mladenovic 6-4 6-3
[2] S. Zhang b. R. Hogenkamp 6-3 6-3
[Q] Z. Diyas b. M. Doi 3-6 6-1 6-1
K. Nara b. [6] N. Osaka 6-3 6-0
S. Sorribes Tormo b. [5] S. Stosur 3-6 7-5 6-1
C. Mchale b. [Q] D. Kovinic 6-2 6-4

Secondo turno

[Q] M. Kato b. [4/WC] K. Pliskova 7-5 6-3
A. Krunic b. [7] A. Riske 6-3 6-4
[3] E. Mertens b. M. Linette 6-1 7-5

Michele Trabace

CATEGORIE
TAG
Condividi