'Città di Firenze': da Musetti a Filippo Moroni

Flash

‘Città di Firenze’: da Musetti a Filippo Moroni

Il 18enne Filippo Moroni conquista il torneo internazionale giovanile superando il polacco Marek. Al femminile trionfa Pia Lovric: battuta in finale la 17enne azzurra Sara Ziodato

Pubblicato

il

Filippo Moroni - Campione della 44esima edizione Torneo Giovanile 'Città di Firenze'

Tradizionale appuntamento tennistico con il Lunedì di Pasqua, che ha chiuso chiude l’edizione n. 44 del torneo internazionale giovanile under 18 “Città di Firenze – Trofeo Banca Intesa Sanpaolo”. Come ogni anno una grande moltitudine di appassionati di questo sport fiorentini (ma non solo) ha presso d’assalto le tribune del campo centrale n.3, mitico campo che ogni anno vede calpestare la propria superficie in terra rossa da giovani speranze molte delle quali hanno poi scritto la storia del tennis internazionale.

Ancora una volta il tennis azzurro sugli scudi in questa manifestazione. Sono infatti approdati in finale infatti la triestina Sara Ziodato (che ha fatto fuori in semifinale la quotata slovacca Romana Cisovska con il punteggio di 36 63 62) e il piemontese di Torino Filippo Moroni (che, dopo l’eliminazione del numero uno Tyler Zink, ha trovato le giuste motivazione per portarsi in finale superando Biagio Gramaticopolo con un facile 63 62). Disputate nella giornata di sabato le finali di doppio che hanno visto in campo tanta Italia. Nel maschile ha trionfato il duo Gramaticopolo/Malgaroli (61 26 10-8 agli azzurri Maestrelli/Vincent Ruggeri) mentre nella finale femminile il duo straniero Cisovska/Hennemann ha avuto la meglio (64 62) sulla coppia delle due “Matilde”, Mariani/Paoletti.

Si è chiuso così un altro evento tennistico di ottimo livello che è stato organizzato, come al solito, in modo straordinario dal direttore del torneo Flavio Benvenuti, ottimamente supportato dal direttore di gara Tommaso Marzili e dal neodirettore del Club delle Cascine Claudio Bargi. Il tutto con la supervisione del referee internazionale Riccardo De Biase che ha avuto la collaborazione come giudici di sedia di Alessandro Ascione e Federico De Maria.

 

Le prime a scendere in campo, anche questa è tradizione, sono state le protagoniste della finale femminile. Non è stata una bella partita, in altre occasioni le due tenniste. La slovena Pia Lovric e l’azzurra Sara Ziodato avevano dato dimostrazione di essere nettamente più forti. Ma, vuoi per la giornata ventosa, vuoi per l’emozione di trovarsi davanti ad un simile pubblico, cosa che capita raramente in tornei di questa categoria, sia la Lovric (meno) quanto la Ziodato (di più) sono apparse frenate ed incapaci di esprimere il bel gioco dei giorni addietro. La meno fallosa alla fine ha vinto ed è toccato alla slovena di Lubiana Pia Lovric, nata il 23 aprile 2002, farsi un bel regalo per il suo imminente compleanno (domani). 61 62 lo score. Peccato per Sara Ziodato, nata a Trieste l’8 febbraio 2002 che aveva dato tante speranze al pubblico di appassionati che l’hanno sempre seguita con particolare interesse. Evidentemente non era la sua giornata.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato il Presidente del club Giorgio Giovannardi, il consigliere Fit Guido Turi, il Presidente Crt Luigi Brunetti, il Presidente onorario Crt Paolo Antognoli ed i consiglieri del club Giancarlo Taddei Elmi ed Alessandro Alderighi. Nell’occasione è stato consegnato Lovric il ‘Trofeo Rhoda De Bellegarde’ che è stata la prima campionessa italiana di questo sport.

L’evento maschile è stato invece conquistato dal piemontese Filippo Moroni (Torino 1 febbraio 2001), che succede quindi a Lorenzo Musetti. Una vittoria non facile ma voluta fortemente dall’italiano. Il polacco Marek, nato a Bitom il 27 maggio 2001, era partito alla grande conquistando facilmente il primo set con il punteggio di 62. L’italiano era invece sembrato giù di corda e quasi rassegnato ma è bastato conquistare il primo break della seconda partita per ridargli il morale giusto. È così diventato incontenibile trovando i colpi che lo avevano portato a disputare il match finale mentre il suo avversario è andato via via scadendo. Moroni ha così conquistato il secondo set (62) ed è partito benissimo anche nella partita finale diventando una lepre imprendibile per il pur bravo tennista polacco. Ancora un 62 ha sancito il trionfo del giocatore azzurro che ha confermato il buon momento del tennis giovanile italiano e soprattutto ha mandato in solluchero il numeroso pubblico assiepato sulle tribune del centrale. Lo score completo è Moroni batte Marek 26 62 62.

Alla cerimonia di premiazione delle finali disputate hanno partecipato il Presidente del Club organizzatore Giorgio Giovannardi, l’assessore allo sport Andrea Vannucci, l Consigliere Coni Eugenio Giani, il Consigliere della Federtennis Nazionale Guido Turi, il Presidente della Federtennis Toscana Luigi Brunetti, il Presidente onorario Crt Paolo Antognoli ed i consiglieri del club Giancarlo Taddei Elmi ed Alessandro Alderighi. Il “Città di Firenze – Trofeo Banca Intesa San Paolo” è stato organizzato dal Circolo del Tennis in collaborazione con Brandini Concessionaria Auto, Allianza Agenzia Firenze Centro, Istituto Ricerche Manfredi Fanfani, Prinz Beverage & Food, Pandolfini Casa d’Aste, Velox Pulizie, Australian e Babolat.

Ufficio stampa 44esima edizione Torneo Giovanile “Città di Firenze”

Continua a leggere
Commenti

Flash

Gli italiani in campo lunedì 29 agosto. Bronx Open, Winston-Salem e qualificazioni US Open

Undici italiani impegnati oggi tra qualificazioni US Open, Bronx Open e Winston-Salem. C’è anche l’esordio di Andy Murray, a notte inoltrata

Pubblicato

il

Sarà un lunedì a tinte fortemente azzurre negli Stati Uniti, che rimarrà la casa del tennis internazionale per altre tre settimane. In due città diverse, New York e Winston-Salem, undici italiani (otto uomini e tre donne) saranno impegnati in quattro tornei differenti: il Bronx Open, l’ATP 250 di Winston-Salem e i tabelloni di qualificazione maschile e femminile dello US Open 2019.

Di seguito il dettaglio della programmazione degli italiani, in ordine d’orario. Gli incontri di qualificazione dello US Open saranno visibili sulla piattaforma streaming Eurosport Player.

  • Napolitano vs Riffice – US Open Q maschili (campo 13, primo incontro ore 17)
  • Giorgi vs Gasparyan – International, Bronx Open (ore 18 circa)
  • Trevisan vs Gracheva – US Open Q femminili (campo 13, secondo incontro: ore 18:30/19)
  • Baldi vs Ramanathan – US Open Q maschili (campo 8, terzo incontro: ore 20/21)
  • Cecchinato vs Bublik – ATP 250, Winston Salem (ore 21)
  • Arnaboldi vs Gomez – US Open Q maschili (campo 10, quarto incontro: ore 22/23)
  • Marcora vs Giraldo – US Open Q maschili (campo 8, quarto incontro: ore 22/23)
  • Paolini vs Arconada – US Open Q femminili (campo 4, quarto incontro: ore 22/23)
  • Travaglia vs Benchetrit – US Open Q maschili (campo 4, quinto incontro: ore 00/01)
  • Gaio vs Zhang – US Open Q maschili (campo 5, quinto incontro: ore 00/01)
  • Fabbiano vs Rublev – ATP 250, Winston-Salem (ore 01 circa)

Gli incontri di Giorgi, Cecchinato e Fabbiano non saranno visibili su Supertennis. La diretta del Bronx Open partirà solo da venerdì, mentre la copertura dell’ATP 250 di Winton-Salem, quantomeno per la giornata odierna, è limitata agli incontri del campo centrale. Sarà possibile, però, assistere all’esordio di Andy Murray contro Tennys Sandgren attorno all’una italiana.

Continua a leggere

Flash

US Open 2019: il tabellone delle qualificazioni femminili. 4 italiane, Paolini testa di serie

Sorteggiati gli accoppiamenti delle quattro ragazze italiane. Incrocio difficile per Di Giuseppe. Oggi in campo Trevisan e Paolini

Pubblicato

il

Jasmine Paolini - Roland Garros 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Oltre al tabellone maschile, a New York sono stati sorteggiati anche gli accoppiamenti del tabellone di qualificazione femminile dello US Open 2019. Sono quattro le italiane presenti, che aggiungendosi ai dodici maschietti compongono un totale di sedici tennisti azzurri che proveranno a superare le forche caudine del tabellone cadetto. L’obiettivo è aggiungere qualche unità alle sette già sicure del main draw, i sei uomini (Fognini, Berrettini, Cecchinato, Sonego, Seppi e Fabbiano) e l’unica donna (Giorgi).

Di seguito gli accoppiamenti delle quattro italiane:

[4] McHale vs Di Giuseppe
Gatto-Monticone
vs Peng
Gracheva vs Trevisan
[14] Paolini
vs Arconada

Di Giuseppe e Gatto-Monticone possono, eventualmente, sfidarsi al secondo turno. Di Giuseppe ha però ricevuto un pessimo trattamento dall’urna, che la ha riservato l’incrociato con la quarta testa di serie Christina McHale (n.103 WTA). Giulia dei miracoli invece, che quest’anno ha già superato le qualificazioni al Roland Garros e a Wimbledon, affronta la cinese Shuai Peng, ex n.14 del mondo ma attuale n.169. La cinese, dopo un ottimo finale di 2018 al rientro da una bizzarra squalifica, quest’anno è in profonda crisi e ha vinto una sola partita a Hua Hin.

Trevisan affronta la giovane russa Varvara Gracheva, classe 2000 e n.184, già affrontata e sconfitta nell’ITF di Contrexeville a luglio. Molto giovane anche l’avversaria di Paolini, testa di serie, che affronterà la ventenne argentina Arconada. Jasmine è in un ottimo momento di forma ed è la nostra principale candidata a qualificarsi per il main draw: al secondo turno se la vedrebbe contro una tra Ruse e Cadantu, entrambe rumene.

PROGRAMMA DI GIOCO – Due delle nostre ragazze esordiranno già oggi, nella giornata di lunedì. Trevisan scenderà in campo attorno alle 19 italiane (secondo match sul campo 13, dopo Napolitano), mentre l’incontro di Jasmine Paolini è il quarto sul campo 4, dunque dovrebbe cominciare attorno alle 22:30/23 italiane.

Tutti gli incontri di qualificazione sono visibili sulla piattaforma streaming Eurosport Player.

 

Il tabellone completo
L’ordine di gioco completo di lunedì

Continua a leggere

Flash

Un torneo finanziato dalla WTA? Dietro le quinte del Bronx Open

Il nuovo Bronx Open è l’unico torneo femminile nella settimana che precede gli US Open. Tutte le spese sono sostenute dalla WTA e l’ingresso ai match sarà gratuito

Pubblicato

il

Cary Leeds Center - Bronx Open (via Twitter, @nyempiretennis)

Il calendario WTA prevede un unico torneo nella settimana immediatamente precedente agli US Open, il neonato Bronx Open. L’evento, un WTA International con un montepremi da 250,000$, prende il posto del Connecticut Open di New Haven la cui licenza è stata ceduta ad acquirenti cinesi, andando così a rimpolpare lo swing asiatico con una nuova tappa a Zengzhou. Per non lasciare un buco nel calendario proprio a ridosso di uno Slam, la WTA si è rimboccata le maniche e ha attivamente partecipato alla creazione del nuovo torneo insieme a New York Junior Tennis and Learning, un’associazione no profit che si prende cura di ragazzi meno fortunati e che ha messo a disposizione le strutture del Cary Leeds Center, a Crotona Park. Il centro, terminato nel 2017, conta ben 22 campi, ma solo cinque di essi verranno utilizzati per lo svolgimento degli incontri.

La WTA provvede al montepremi e alle altre spese“, ha rivelato George Guimaraes, presidente di New York Junior Tennis and Learning. “Questo permette agli organizzatori di mantenere l’evento gratuito per il pubblico con la possibilità di libere donazioni per gli over 18.” Che la WTA stessa si offra di sostenere tutte le spese di un torneo è un fatto piuttosto inusuale, come ha confermato la portavoce dell’associazione Amy Binder. Probabilmente la paura di avere una settimana vuota prima degli US Open ha spinto la WTA a fare questo sforzo economico, con la prospettiva (e la speranza magari) che un nuovo acquirente possa farsi avanti per aggiudicarsi questo slot di calendario. Il Bronx Open dunque rischia di essere un torneo di transizione in attesa di proposte più appetibili.

Nel frattempo, la prima edizione del Bronx Open è pronta a cominciare. Mentre si stanno concludendo le qualificazioni, a partire dalle 19:30 italiane scattano già i primi incontri di tabellone principale, quattro, tra cui l’esordio di Camila Giorgi opposta a Margarita Gasparyan.

Il tabellone del Bronx Open (con Camila Giorgi)

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement