Paire, la sconfitta e l'orgoglio: "Sono un campione, che vi piaccia o no"

Flash

Paire, la sconfitta e l’orgoglio: “Sono un campione, che vi piaccia o no”

Fresco di convocazione in Davis, il numero 25 del mondo ha reagito al brutto KO di Basilea contro Laaksonen chiamando a raccolta il pubblico francese in vista di Bercy

Pubblicato

il

Benoit Paire - Wimbledon 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Non è un gran momento per Benoit Paire. La convocazione per le finali di Coppa Davis è arrivata ieri ad addolcire il brutto ko rimediato a Basilea, dove il numero 25 del mondo ha perso in poco più di un’ora (6-3 7-5) dal qualificato svizzero Laaksonen (105 ATP). Cinque break subiti con le statistiche a infierire: appena il 31% di punti conquistati sulla seconda di servizio e un misero 16% in risposta alla prima avversaria. In una stagione che ha visto il suo punto più alto in primavera con i successi di Marrakech e Lione (battendo in finale Auger-Aliassime), il rendimento del trentenne di Avignone è notevolmente peggiorato post US Open. Solo tre successi in otto incontri. Il focus si sposta adesso su Bercy, Masters 1000 di casa che non gli ha mai portato fortuna, non essendo mai andato oltre il secondo turno.

Su Instagram, però, Paire si concede un moto d’orgoglio. “Sono un campione, che vi piaccia o no. Rialzerò la testa e cercherò di arrivare in buone condizioni a Bercy. Avrò bisogno del vostro sostegno, voi (pubblico francese) mi avete fatto già vivere emozioni forti in questa stagione“.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Medvedev e la maledizione del quinto set: “Non mi piace giocare così a lungo”

In carriera il russo non ha ancora vinto un match al quinto set. Sei sconfitte su sei. Ma all’Australian Open Wawrinka ci ha messo del suo. “Ha giocato una gran partita, non posso essere deluso”

Pubblicato

il

Daniil Medvedev - Australian Open 2020 (via Twitter, @AustralianOpen)

Sei sconfitte su sei. Questo è il pessimo record di Daniil Medvedev, n.4 della classifica mondiale, nei match al meglio dei cinque set. Le ultime due arrivate a pochi mesi di distanza. Alla fine della scorsa stagione, e se lo ricordano in tanti, la finale degli US Open contro Rafa Nadal, in un match epico dove stava per completare un’epica rimonta da 2 set a 0. La sesta è giunta per mano di uno Stan Wawrinka versione deluxe agli ottavi di finale degli Australian Open. Difficile spiegarsi come, nonostante la relativamente giovane età, un agonista del suo livello, un tennista che dà tutto quello che ha per la vittoria, non sia riuscito ancora a conquistare un match al quinto set. 

“Da una parte è normale. L’esperienza è la chiave. Più match al meglio dei cinque set giochi più esperienza accumuli, anche se li perdi”, cerca di spiegare (e spiegarsi) Medvedev in conferenza stampa. A me non piace giocare match di cinque set. È faticoso. Poi certo vorrei vincerli. E non ne ho ancora vinto uno. Ci proverò la prossima volta”. Questa volta però Wawrinka, che invece ha un record vincente (26-20) nei tanti ormai match al quinto giocati nella sua lunga carriera, ci ha messo lo zampino, trovando una performance degna di quelle che gli hanno permesso di vincere tre grandi Slam. Quasi il 70 per cento di prime in campo per l’elvetico nel corso del match, per il 76 per cento dei punti. 71 i vincenti complessivi, sette in più dei gratuiti.

Wawrinka ha definito questa partita la sua migliore dal ritorno dall’infortunio. “Non è bello saperlo. Sarei stato più felice se avesse giocato così al prossimo torneo”, ha ironizzato il russo. È stato davvero bravo. Ha servito in maniera incredibile. Nel quinto set è stato migliore di me. Dopo una sconfitta così non sono troppo deluso. Ho fatto del mio meglio. Certo avrei potuto tirare meglio qualche colpo. Ma lui ha disputato una grande partita. Gli auguro il meglio per il resto del torneo”. Che potrebbe essere ancora ricco di soddisfazione per Stan The Man. Al prossimo turno c’è Sascha Zverev. Un ostacolo impegnativo ma quando Wawrinka gioca così nessun risultato gli è precluso.

Continua a leggere

Flash

Australian Open, junior: giornata ‘no’ per gli azzurrini

Eliminati al secondo turno Nardi, Rottoli e Gigante. Rimangono in gara solo Delai e Cobolli

Pubblicato

il

Matteo Gigante - Australian Open junior 2020

Un lunedì decisamente negativo per i giovani tennisti italiani impegnati nel secondo turno dei tabelloni junior dell’Australian Open. Luca Nardi e Lorenzo Rottoli sono stati sconfitti in due set rispettivamente dal lettone Karlis Ozolins (testa di serie numero 12) e dal francese Giovanni Mpetshi Perricard. Matteo Gigante ha invece subito la rimonta del decimo favorito del seeding, il ceco Dalibor Svrcina.

G. Mpetshi Perricard b. L. Rottoli 6-4 6-2
[10] D. Svrcina b. [SE] M. Gigante 3-6 6-1 6-2
[12] K. Ozolins b. L. Nardi 6-3 6-4

Martedì saranno in campo per i rispettivi incontri di secondo turno Flavio Cobolli e Melania Delai, gli ultimi due azzurri rimasti in gara. Cobolli, testa di serie numero 9, sfiderà nel primo incontro sul campo 19 l’ungherese Peter Fajta. Nel terzo incontro di giornata, sullo stesso campo, Delai affronterà la tedesca Angelina Wirges.

Continua a leggere

Flash

Australian Open, il programma di martedì: Federer alle 04:30, Djokovic alle 09

Nole aprirà la sessione serale della Rod Laver Arena contro Raonic. Federer e Sandgren in campo dopo Barty-Kvitova. Apre il programma il match tra Kenin e Jabeur

Pubblicato

il

Novak Djokovic - Australian Open 2020 (via Twitter, @AustralianOpen)

Si entra nel vivo. Il Day 9 degli Australian Open sarà il palcoscenico dei primi due quarti di finale dei rispettivi tabelloni di singolare, tutti rigorosamente sulla Rod Laver Arena. Si inizierà all’una di notte italiana con Sofia Kenin, la carnefice di Coco Gauff al primo quarto Slam, che affronterà Ons Jabeur, anche lei all’esordio e ormai figura di culto.

A seguire, non prima delle 02:30, la finalista uscente Petra Kvitova contro la padrona di casa Ashleigh Barty, e, non prima delle 04:30, Roger Federer vs Tennys Sandgren. Novak Djokovic aprirà la sessione serale alle 09 italiane, cercando il decimo successo su dieci confronti diretti con Milos Raonic, a cui farà seguito un doppio fra le wildcard locali Max Purcell e Luke Saville contro i vincenti del match in corso di svolgimento, Krajicek/Skugor vs Gonzalez/Skupski.

Il programma completo (orari italiani)

Rod Laver Arenanon prima delle 01
[14] S. Kenin vs O. Jabeur  
Non prima delle 02:30
[1] A. Barty vs [7] P. Kvitova
Non prima delle 04:30
[3] R. Federer vs T. Sandgren
Non prima delle 09                
[2] N. Djokovic vs [32] M. Raonic         
[WC] M. Purcell/L. Saville vs [16] A. Krajicek/F. Skugor o S. Gonzalez/K. Skupski

Margaret Court Arenanon prima delle 01
M. Bahrami/M. Santoro vs P. Cash/M.Woodforde (doppio Leggende)
Non prima delle 02:30
[4] B. Krejcikova/K. Siniakova vs [6] G. Dabrowski/J. Ostapenko
[4] I. Dodig/F. Polasek vs M. Arevalo/J. O’Mara
Non prima delle 06
[5] B. Krejcikova/N. Metkic vs A. Anisimova/N. Kyrgios

Il tabellone del torneo maschile (con tutti i risultati aggiornati)
Il tabellone del torneo femminile (con tutti i risultati aggiornati)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement