ATP Masters 1000 e Finals su SKY Sport fino al 2023

Flash

ATP Masters 1000 e Finals su SKY Sport fino al 2023

La pay-tv italiana conferma l’impegno nel grande tennis. Grazie al nuovo accordo con ATP Media, su Sky Sport tutti gli ATP Masters 1000 e le Nitto ATP Finals delle edizioni 2021, 2022 e 2023

Pubblicato

il

Sky e ATP Media annunciano il nuovo accordo per la trasmissione di tutti gli ATP Masters 1000 e le Nitto ATP Finals su Sky Sport fino al 2023. Continua quindi la partnership con l’ATP Tour anche oltre il 2020, grazie all’acquisizione dei diritti per trasmettere gli eventi che fanno parte dell’ATP Masters 1000 e le Nitto ATP Finals nel 2021, 2022 e 2023. La partite dei grandi protagonisti del tennis maschile saranno quindi ancora su Sky Sport per le prossime quattro stagioni.

Il nuovo accordo, valido per le edizioni 2021, 2022 e 2023, prevede la trasmissione di tutti i 9 tornei ATP Masters 1000 (a Indian Wells, Miami, Montecarlo, Madrid, Cincinnati, Toronto/Montreal, Shanghai, Parigi, senza dimenticare gli Internazionali d’Italia di Roma), oltre alle Nitto ATP Finals, che dal 2021 saranno ospitate dalla città di Torino.Lo spettacolo dell’ATP Masters 1000 consolida l’alto livello della programmazione di Sky Sport dedicata al tennis, che attualmente prevede anche alcuni tornei ATP 500 e ATP 250, oltre a Wimbledon fino al 2022.

Marzio Perrelli, Executive Vice President Sky Sport: “Sono molto orgoglioso di annunciare questo nuovo accordo con ATP che, dopo la partnership con la Federazione Italiana Tennis della scorsa primavera, conferma che il tennis occupa un posto di primo piano nella programmazione di Sky Sport. Su Sky sarà infatti possibile continuare a seguire i tornei più prestigiosi con i migliori atleti del circuito, tra i quali molti tennisti azzurri. Il 2019 è stato un anno storico per il nostro tennis: abbiamo raccontato la vittoria di Fabio Fognini nel Rolex Monte-Carlo Masters, l’esperienza di Matteo Berrettini alle Nitto ATP Finals e l’ingresso nella top 100 di Jannik Sinner. Speriamo di vivere altrettante emozioni nei prossimi anni. Il massimo per chi ama il tennis e per coloro che inizieranno ad appassionarsi a questo sport”.

Mark Webster, CEO ATP Media: “ATP Media, a nome dei tornei ATP Masters 1000 e dell’ATP Tour, è molto felice di poter continuare la pluriennale partnership con Sky Italia. Avere un broadcasting partner così forte in un territorio di così grande importanza in Europa garantisce la migliore esposizione possibile per gli eventi di alto livello dell’ATP Tour con quella elevata qualità che si addice all’importanza di tali tornei“.

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA Lexinton: Rogers sorprende Serena, Gauff in semifinale

Serena Williams sconfitta al tie-break del terzo set da Shelby Rogers. Coco Gauff rimonta un set e un break a Ons Jabeur

Pubblicato

il

Shelby Rogers a Lexington 2020 (foto Wilson/TSOpen)

Grande sorpresa nei quarti di finale del Top Seed Open in corso di svolgimento a Lexington, in Kentucky. Dopo la vittoria contro sua sorella Venus al secondo turno, la testa di serie n.1 Serena Williams è stata sconfitta in tre set dalla connazionale Shelby Rogers, numero 116 della classifica WTA ed entrata in tabellone solamente grazie a una wild card.

Il match sembrava incanalato su binari in linea con il pronostico: dopo un ritardo di oltre un’ora dovuto alla pioggia, Serena Williams si era aggiudicata il primo set per 6-1 in soli 26 minuti, facendo pensare a una partita molto veloce. La sua potenza negli scambi da fondo campo era difficile da gestire per Rogers, così come i suoi servizi che rimbalzavano particolarmente alti sul cemento di Lexington. “La palla rimbalzava molto alta oggi – hanno detto entrambe le giocatrici alla fine dell’incontro – era difficile rispondere ai servizi ‘kick’”. Nella seconda frazione è stato proprio il servizio a prendere il sopravento: soli sei punti vinti dalla ribattitrice nei primi otto game, fino a quando, sul 4-4, Rogers è riuscita a riacciuffare un game da 0-30 grazie ad alcune ottime battute molto ben piazzate, e da quel momento è partita la rimonta.

Mi sono resa conto che nel primo set e all’inizio del secondo commettevo troppi errori – ha spiegato Rogers – quindi ho cercato di prolungare gli scambi tenendo la palla in campo senza rischiare così tanto”. Nell’unico game in cui ha avuto palle break, la ragazza originaria di Charleston, in South Carolina, ha strappato il servizio a Serena aggiudicandosi il secondo set.

 

La terza partita ha visto ancora una volta il dominio del servizio: zero palle break in tutti e dodici i giochi, per poi arrivare ad avere sette minibreak nei primi 10 game del tie-break. Dal 3-1 per Serena si è passati al 5-3 Rogers, che ha poi chiuso vittoriosamente il match dopo 2 ore e 9 minuti grazie all’ultimo errore gratuito di Williams da fondo campo.

È sicuramente una vittoria molto prestigiosa questa ottenuta contro una giocatrice come Serena, ma è soprattutto importante aver conquistato un’altra vittoria che fa tanto morale dopo una pausa così lunga dai tornei”. Rogers è anche reduce da un’operazione al ginocchio sinistro affrontata nel 2018 e che durante la rieducazione aveva messo in dubbio il prosieguo della sua carriera. “Ora non ci penso quasi più, devo fare esercizi di prevenzione ogni sera, ma rientra tutto nella norma per un’atleta che sta comunque iniziando a invecchiare”.

Comunque soddisfatta Serena Williams per le tre partite giocate in Kentucky e per una forma che sembra essere sulla strada del ritorno: “So che posso giocare molto meglio di così, ho avuto l’occasione di vincere la partita in due set e mi sono complicata la vita da sola. Ora non ho ben chiaro qual è il programma, per il momento vivo alla giornata e vedrò quando spostarmi a New York”.

Rogers affronterà in semifinale la svizzera Jill Teichmann (n. 63 WTA) che ha liquidato in due set la statunitense Cici Bellis.

Nell’ultimo incontro della giornata la sedicenne Coco Gauff ha dato ancora una volta prova delle sue grandi potenzialità rimontando uno svantaggio di 6-4 4-2 contro la tunisina Ons Jabeur. Dopo due match contro giocatrici di potenza come Brengle e Sabalenka, Gauff ha saputo aggiustare il suo tennis per affrontare un’avversaria molto differente e talentuosa come Jabeur, che sa usare molto bene le rotazioni e riesce a proporre palle sempre diverse.

Credo di avere un buon record nelle partite al terzo set [10-2 n.d.r.] perché ho molta resistenza, d’altro canto tendo a essere più giovane delle mie avversarie – ha detto Gauff dopo la partita – Oggi sono riuscita a ribaltare il match rimanendo positiva e continuando a pensare che avrei potuto farcela. Poi ho provato a prolungare gli scambi alzando le traiettorie per mettere più palle in campo e la partita è girata.”

Nell’ultimo quarto di finale, spostato sul Campo 2 a causa del ritardo causato dalla pioggia, Jennifer Brady (n. 49 WTA) ha liquidato in soli 64 minuti la ceca Marie Bouzkova cedendo solamente tre game.

Tutti i risultati:

[WC] S. Rogers b. [1] S. Williams 1-6 6-4 7-6(5)
J. Teichmann b. C. Bellis 6-2 6-4
J. Brady b. M Bouzkova 6-1 6-2
C. Gauff b. [8] O. Jabeur 4-6 6-4 6-1

Il programma di sabato 15 agosto:

Center Court, ore 11 (le 17 in Italia)
[WC] S. Rogers v J. Teichmann
J. Brady v C. Gauff

Continua a leggere

Flash

Cambiano le date dei Challenger di Parma e Forlì

Le novità del calendario MEF tennis events.
Marchesini: “Soluzione trovata insieme all’ATP”

Pubblicato

il

Tommy Robredo - Foto Marta Magni

Parma, 14 agosto 2020 – La particolare stagione 2020 del tennis internazionale registra nuovi cambiamenti. Ufficializzate le modifiche del calendario ATP, tra le quali spicca lo spostamento degli Internazionali BNL d’Italia che andranno in scena al Foro Italico di Roma da lunedì 14 a lunedì 21 settembre, anche MEF Tennis Events si adegua alle novità e annuncia cambiamenti.

Le nuove date dei tornei – Gli Internazionali di Tennis Città di Forlì, torneo ATP Challenger 80 intitolato alla memoria di Piero Contavalli che sarà ospitato dal Tennis Villa Carpena di Forlì, sarà disputato da sabato 19 a domenica 27 settembre. Gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna, ATP Challenger 125 di Parma di scena al Tennis Club President (Basilicanova di Montechiarugolo), comincerà invece sabato 3 ottobre e terminerà domenica 11. Emilia Romagna protagonista del circuito internazionale come previsto, ma con nuove date.

La soddisfazione di Marchesini – A spiegare le novità Marcello Marchesini, presidente di MEF Tennis Events: “Quando è stato cancellato il Masters 1000 di Madrid, la nostra speranza, essendo secondo me la cosa più logica, era che venisse posticipato di una settimana l’ATP 250 di Kitzbuhel. A quel punto si sarebbe ‘liberata’ la settimana di Parma da un ATP 250, facendo salire ancora di più il livello dei partecipanti al Tennis Club President. Non ne conosciamo i motivi, ma poi si è cominciato a parlare di anticipare gli Internazionali BNL d’Italia, distruggendo sostanzialmente il torneo di Parma, che avrebbe trovato in quella settimana 64 giocatori top 200 a giocarsi le qualificazioni del Foro Italico oltre al 250 di Kitzbuhel”.

 

A quel punto c’è stato bisogno di cercare una soluzione che mettesse tutti d’accordo: “Grazie ai nostri rapporti consolidati con l’ATP, abbiamo subito cominciato a discutere per trovare una soluzione sia al Challenger 125 di Parma sia al Challenger 80 di Forlì, che si sarebbe trovato in programma nella stessa settimana di Roma. Con grande soddisfazione, possiamo ora annunciare che Forlì si giocherà la settimana successiva al Foro Italico, e che Parma è stato spostato alla settimana del 5 ottobre, la seconda del Roland Garros ed in concomitanza con un solo altro torneo al mondo, il Challenger 80 di Barcellona. Siamo contenti, non era facile uscire indenni da una situazione così complessa”.

Ufficio Stampa MEF Tennis Events

Continua a leggere

Flash

La USTA cancella tutti tornei Challenger e ITF a settembre

A detta della federazione, gli eventi minori non avrebbero i mezzi per garantire il rispetto dei protocolli di sicurezza

Pubblicato

il

A causa della situazione ancora molto complicata nella quale versano gli Stati Uniti a causa del Covid-19, la USTA ha deciso di cancellare tutti gli eventi Challenger e ITF inizialmente previsti sul suolo statunitense nel mese di settembre. A detta della federazione, le dimensioni e i mezzi ridotti di tali tornei infatti non consentirebbero di creare un ambiente in grado di rispettare i rigidi protocolli di sicurezza.

Questa decisione è stata presa per garantire la salute e la sicurezza di tutti coloro che sono coinvolti in questi eventi“, recita il comunicato ufficiale. “Sebbene fossero stati pianificati protocolli dettagliati di salute e sicurezza, senza la creazione di un ambiente controllato che comprenda un programma di alloggio completo e contenuto, trasporto, cibo e bevande, e test medici, come avverrà per il Western & Southern Open e US Open, un adeguato contenimento dei rischi non sarebbe possibile – e nel caso di questi eventi, questo tipo di ambiente sarebbe logisticamente e finanziariamente difficile da creare“.

Di seguito gli eventi che non si disputeranno:

14-20 settembre
Cary, N.C. – ATP Challenger 80
Champaign, Ill. – ITF

21-27 settembre
Columbus, Ohio – ATP Challenger 80
Fayetteville, Ark. – ITF
Lubbock, Texas – ITF

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement