La federazione di tennis britannica fa cassa con Wimbledon 2019

Flash

La federazione di tennis britannica fa cassa con Wimbledon 2019

La Lawn Tennis Federation, per la prima volta dopo tre anni, ricava un profitto grazie all’edizione di Wimbledon della passata stagione

Pubblicato

il

(photo credit: AELTC/Thomas Lovelock)

Che il tennis britannico stesse attraversando un periodo finanziariamente florido lo si intuiva anche dalle cospicue donazioni fatte in questo periodo per contrastare la crisi del coronavirus, e adesso la Lawn Tennis Association, la federazione che governa il tennis in Gran Bretagna, ha messo a disposizione anche qualche numero per certificare la loro attuale stabilità. Come riporta il ‘The Guardian’, per la prima volta dopo tre anni di perdite pianificate, la LTA ha annunciato di aver ottenuto dei ricavi di 8.7 milioni di sterline grazie all’edizione di Wimbledon dello scorso anno.

Ogni anno Wimbledon paga una certa somma alla LTA che corrisponde a circa il 60% delle sue finanze totali. Nelle ultime tre stagioni però, a causa della costruzione del tetto sul campo 1 terminata lo scorso anno e altri ingenti investimenti nei tornei sull’erba pre-Wimbledon, lo Slam londinese si era visto ridurre notevolmente i suoi ricavi e anche la somma da versare alla LTA era stata inferiore. Ma il progetto ha funzionato a dovere perché la passata edizione ha fatto registrare un surplus di oltre 50 milioni di sterline, segnando come detto un ricavo per la Lawn Tennis Federation di 8.7 milioni, in controtendenza con la perdita di 6.3 milioni del 2018. Il reddito totale della LTA per il 2019 è stato quindi di 77 milioni di sterline.

Nonostante questa rosea situazione finanziaria, la federazione britannica ha comunque utilizzato la cassa integrazione per una cinquantina di suoi dipendenti – circa la metà del totale – durante il mese di aprile. Le entrate per questo 2020 comunque non si sono ancora esaurite, dato che si attende ancora il rimborso dell’assicurazione per pandemie che aveva sottoscritto il torneo di Wimbledon, cifra che ovviamente andrà spartita tra gli organizzatori del torneo e la Lawn Tennis Association.

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

ATP Roma 1000: Cecchinato passa in rimonta, niente da fare per Pellegrino e Moroni

Il tennista siciliano supera Gerasimov e sfiderà Norrie per un posto in tabellone, Brancaccio vince il derby italiano con Gaio

Pubblicato

il

Risultati misti per la pattuglia azzurra impegnata nelle qualificazioni degli Internazionali d’Italia. Passano solo Raul Brancaccio, impegnato nel derby con Federico Gaio, e Marco Cecchinato, uscito vincitore dalla sfida contro Gerasimov. La partita di Brancaccio è stata molto equilibrata. Entrambi hanno avuto grosse difficoltà nel tenere la battuta durante tutta la partita ma Gaio si è dimostrato più solido nel primo set e con tre break si è portato avanti nel conto dei set.

Brancaccio non si perde d’animo e già in avvio del secondo set sembra essere molto più presente in campo. Due break nei primi sette game facilitano la pratica e nonostante un controbreak subito e una palla break da salvare il tennista di Torre del Greco riesce a chiudere il set. Spartito identico nel terzo set, in cui Brancaccio parte di nuovo con due break rapidi, ma chiudendo con molta più facilità set e partita. Al turno decisivo troverà Carballes-Baena, giustiziere di un Sandgren sempre poco avvezzo alla terra battuta.

Non è stata facile nemmeno per Marco Cecchinato, che nel primo set ha tante occasioni e gioca anche meglio del suo avversario, ma come il tennis spesso insegna non è mai abbastanza. Gerasimov si aggrappa al servizio e strappa il primo set al tie-break. Molti meno dubbi per Cecchinato nel secondo set, in cui prende subito il comando delle operazioni per un rapido 6-2. Molto più complicato il terzo, in cui Cecchinato è di nuovo il primo a breakkare ma subisce il ritorno del bielorusso.

 

Marco mantiene la calma e con due break consecutivi si regala il turno finale delle qualificazioni di Roma. L’avversario sarà Cameron Norrie, fresco finalista di Estoril e vincitore sull’esperto Pablo Cuevas, apparso lontano dalla forma dei tempi migliori. Sfortunato invece Flavio Cobolli, che si è dovuto ritirare sul 6-2 2-0 a favore di Davidovich Fokina. Lo spagnolo sfiderà il mercuriale tennista francese Corentin Moutet che ha superato il nostro Andrea Pellegrino con il punteggio di 7-6(5) 6-2.

Più di qualche rimpianto per Gian Marco Moroni, impegnato nell’ultima partita di giornata contro Aljaz Bedene. Il tennista romano, che ha usufruito di una wild card, sfiora la rimonta contro lo sloveno, che si era imposto d’autorità nel primo set. Una palla break nel terzo game del secondo set suona la sveglia a Moroni, che alza il livello e trova il break decisivo nel sesto game, rimettendo tutto in equilibrio. L’italiano è il primo a cedere il servizio nel terzo set, ma è bravo a reagire e a controbreakkare Bedene nel quinto game. Il nuovo equilibrio per Moroni si spezza purtroppo al momento di servire per restare nel match, Bedene approffitta del passaggio a vuoto e trova break e partita. Il tennista sloveno troverà Hugo Dellién, che ha sorprendentemente superato lo spagnolo Jaume Munar in due set.

[1] Norrie b. Cuevas 6-1 6-3
Cecchinato b. [9] Gerasimov 6-7(4) 6-2 6-3
[2] Davidovich Fokina b. [WC] Cobolli 6-2 2-0 ret.
[8] Moutet b. [WC] Pellegrino 7-6(5) 6-2
[3] Bedene b. [WC] Moroni 6-2 3-6 6-4
Dellien b. [14] Munar 6-4 6-1
[4] Paul b. Londero 7-6(5) 6-3
[12] Monteiro b. Kukushkin 7-6(3) 7-6(1)
[5] Nishioka b. Barrere 6-4 7-6(1)
Majchrzak b. [10] Popyrin 7-6(6) 6-7(4) 6-3
Carballes-Baena b. [6] Sandgren 7-5 6-3
[WC] Brancaccio b. [Alt] Gaio 3-6 6-4 6-4
[7] Tiafoe b. Kovalik 6-2 7-5
[11] Delbonis b. Giron 6-3 6-3

Il tabellone completo

Continua a leggere

Flash

Murray si allenerà a Roma. Obiettivo Roland Garros, ma la wild card non è certa

Il tennista britannico giocherà a Lione o Ginevra in previsione del Roland Garros, dove rischia di dover partire dalle qualificazioni. Nel frattempo si allenerà al Foro Italico, anche con Djokovic

Pubblicato

il

Ci sono novità per quanto riguarda il rientro in campo di Andy Murray, il cui ritorno sembra sempre più vicino. Il tennista scozzese si era fermato per un problema all’inguine dopo la partita persa contro Andrey Rublev a Rotterdam. Il recupero è stato lento, e ha costretto Murray a saltare quasi tutta la prima parte di stagione sul cemento, tra cui il Miami Open. Il suo atteso ritorno avverrà già a Roma, anche se non da partecipante. L’ex numero 1 si allenerà da domani per una settimana al Foro Italico, approfittando del torneo per poter mettere benzina nelle gambe. Ci saranno anche partner importanti nella schedule di allenamento di Murray come Diego Schwartzman e Novak Djokovic, anche lui al rientro dalle competizioni dopo la semifinale persa a Belgrado contro Karatsev.

Il piano del tre volte campione Slam è quello di tornare in campo a Ginevra o a Lione, due settimane prima del Roland Garros. Proprio lo Slam parigino è l’obiettivo della preparazione di Murray, anche se non come previsto. L’organizzazione del torneo non ha ancora garantito una wild card per il tabellone principale al finalista dell’edizione del 2016. Il motivo, a detta dello stesso Murray, è il seguente: “Vogliono vedermi competitivo in campo. Che questo voglia dire che devo vincere delle partite, non lo so“. La wild card per il tabellone principale potrebbe quindi dipendere da una buona prestazione di Murray nei tornei precedenti al Roland Garros, ma Andy è pronto a farne a meno. “Non ho problemi se non avrò una wild card. Potrebbe darmi qualche problema nella programmazione, ma lo sapremo a breve“. Dovesse essere costretto a partire dalle qualificazioni, per Murray sarebbe la prima volta in un Grande Slam da 16 anni (US Open 2005) e la prima in assoluto al Roland Garros.

 

Con il rientro in campo cambierà anche lo staff, che potrà contare sull’aggiunta di Mark Petchey. L’allenatore inglese ha collaborato con Murray a metà anni 2000 per dieci mesi e si è riavvicinato recentemente, poiché entrambi frequentano il National Tennis Center di Roehampton. “Ovviamente ho lavorato molto con Petch quando ero più giovane, pensavo fosse un ottimo allenatore e grazie al suo lavoro televisivo è molto aggiornato”, ha commentato Murray,Conosce molto i ragazzi più giovani perché li commenta, mentre io non li conosco così bene. Conosce anche molto bene il mio gioco“. Dovesse diventare una cosa definitiva, Petchey si affiancherebbe a Jamie Delgado, attuale coach del campione di Dunblane.

Continua a leggere

ATP

Il tabellone maschile di Roma 2021

Sorteggiato il tabellone maschile dell’edizione 2021 degli Internazionali BNL d’Italia. Tsitsipas e Thiem dalla parte di Djokovic. Fognini-Nishikori, Musetti-Hurkacz e Berrettini-Basilashvili. Sinner sfida Humbert, secondo turno con Nadal?

Pubblicato

il

Novak Djokovic - Internazionali di Roma 2020 (foto Giampiero Sposito)

Per gli azzurri non è vietato sognare. Nasce ufficialmente l’edizione 2021 degli Internazionali d’Italia a Roma: è stato sorteggiato questa mattina il tabellone maschile del Masters 1000 tricolore, che torna nell’abituale collocazione primaverile dopo il torneo giocato lo scorso anno a settembre e che vedrà una riapertura al pubblico (ingressi disponibili fino al 25% della capienza a partire dagli ottavi).

La 78esima edizione del torneo sa di (parziale) ritorno alla normalità ed è contrassegnata dalle grandi ambizioni degli atleti azzurri. Sono otto quelli che accedono direttamente al main draw, in attesa dei risultati delle qualificazioni. Anzitutto Berrettini (oggi impegnato nella semifinale di Madrid contro Ruud), insignito della testa di serie numero 9; poi Fognini, Sinner, Sonego e le wild card Travaglia, Musetti, Caruso e Mager.

Al Foro Italico sono in arrivo nove dei primi dieci giocatori del mondo: manca solo Federer, che giocherà a Ginevra prima del Roland Garros. Il campo di partecipazione è dunque di qualità assoluta, ancor più elevata di quello di Madrid se si considera che a Roma risponderà presente anche il numero uno del mondo e campione in carica Novak Djokovic. Sarà Rafael Nadal il primo sfidante del serbo: lo spagnolo è accreditato dei favori di molti pronostici viste le sue nove vittorie al Foro Italico. La schiera di chi cercherà un acuto importante è poi composta, tra gli altri, da TsitsipasThiemZverev Rublev.

IL TABELLONE – Parte alta

IL TABELLONE – Parte bassa

 

Il link al tabellone completo (aggiornato quotidianamente)

OTTAVI TEORICI

[1] N. Djokovic vs [16] G. Dimitrov
[9] M. Berrettini vs [5] S. Tsitsipas
[4] D. Thiem vs [14] G. Monfils
[10] R. Bautista Agut vs [7] A. Rublev

[8] D. Schwartzman vs [12] D. Goffin
[15] H. Hurkacz vs [3] D. Medvedev
[6] A. Zverev vs [11] P. Carreno Busta
[13] D. Shapovalov vs [2] R. Nadal

IL SORTEGGIO DEGLI ITALIANI

[9] M. Berrettini vs N. Basilashvili
J. Sinner vs U. Humbert
F. Fognini vs K. Nishikori
L. Sonego vs [14] G. Monfils
[WC] L. Musetti vs [15] H. Hurkacz
[WC] S. Travaglia vs B. Paire
[WC] G. Mager vs A. de Minaur
[WC] S. Caruso vs [12] Goffin

INFORMAZIONI SUL TORNEO

Entry list

  • tabellone a 56 giocatori (16 teste di serie, 8 bye)
  • 45 giocatori entrati per accettazione diretta
  • 7 qualificati (il tabellone delle quali)
  • 4 wild card

Il sito ufficiale del torneo

Copertura televisiva

Il torneo di Roma, come tutti quelli di categoria Masters 1000, sarà trasmesso in diretta da SKY Sport.

Calendario di gioco

Domenica 9: primo turno
Lunedì 10: primo turno
Martedì 11: primo e secondo turno
Mercoledì 12: secondo turno
Giovedì 13: ottavi di finale
Venerdì 14: quarti di finale
Sabato 15: semifinali
Domenica 16: finale

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement