Flink: “Osaka ha vinto due US Open senza il pubblico dalla sua parte, ma che inizio di Azarenka”

Flash

Flink: “Osaka ha vinto due US Open senza il pubblico dalla sua parte, ma che inizio di Azarenka”

Il Direttore Scanagatta e Steve Flink commentano la finale femminile dello US Open. I potenziali cambiamenti nel calendario ATP. Il ritorno di Nadal. Verso la finale maschile tra Thiem e Zverev

Pubblicato

il

Naomi Osaka - US Open 2020 (via Twitter, @usopen)

Penultimo video di Ubaldo Scanagatta e Steve Flink sullo US Open 2020, con particolare attenzione sulle due finali, quella femminile di ieri sera, vinta da Naomi Osaka su Vika Azarenka, e quella maschile di oggi. I due decani del giornalismo tennistico hanno parlato anche dei potenziali cambiamenti del calendario ATP dal 2022 e della stagione su terra battuta in arrivo da domani a Roma. Di seguito il video.

00:00 – Steve:Avevo previsto una vittoria di Osaka, ma inizialmente sono rimasto scioccato, almeno fino a quando Azarenka ha avuto una palla per andare 6-1 3-0. La bielorussa ha giocato splendidamente all’inizio, ma quando Osaka l’ha breakkata nel quinto game la partita è cambiata. Azarenka è stata bravissima a resistere nel terzo, perché ero convinto che la giapponese l’avrebbe chiuso con un facile 6-1, e invece è riuscita a rimanere attaccata fino alla fine”. Ubaldo: Credo che le opportunità sprecate abbiano pesato su Vika, perché ha iniziato a sbagliare tanto anche con il rovescio, il suo colpo”.

05:25“Osaka ha vinto lo US Open per due volte pur senza aver mai avuto il pubblico dalla sua parte – la prima volta era tutto con Serena, stavolta non c’era proprio. È incredibile che abbia vinto solo sei tornei, visto che la metà sono Slam!

 

07:55 – Pur avendo giocato ieri, Azarenka giocherà comunque a Roma contro Venus Williams. Steve: “Sono preoccupato che stia giocando troppe partite in poco tempo”.

10:22I cambiamenti del calendario ATP dal 2022. Steve: “Sembra quasi una reazione a ciò che sta facendo Djokovic”. Ubaldo: “Credo che stiano cercando di convincere coloro che sono indecisi fra rimanere con l’ATP e unirsi a Nole e Pospisil. Alcuni punti non mi sembrano di facile realizzazione, per esempio la ripartizione 50-50 degli introiti dei tornei o la possibilità di esaminare liberamente i conti dei tornei – non credo che gli organizzatori ne sarebbero felici”.

16:15 – Pronostico per la finale maschile. Ubaldo: Thiem è favorito, ma può capitare che un giocatore come Zverev arrivi in finale giocando così così e che trovi le risorse per fare una grande partita proprio quando non ha niente da perdere”. Steve: “Può essere, ma non vedo come l’austriaco possa perdere, visto come ha giocato dagli ottavi in poi. Credo però che il match sarà più equilibrato di quanto si possa pensare, ma finora non ha giocato bene come in Australia, dove il match fu deciso da due tie-break. Dico Thiem in quattro”.

22:39 – Quelli che hanno perso le loro prime quattro finali Slam: Ivan Lendl, Andy Murray e… Fred Stolle, che perse le prime cinque ai tempi del dilettantismo. Steve: “Ma poi hanno tutti vinto, e sono convinto che anche Thiem ce la farà, anche qualora dovesse perdere domani”. Quando Agassi vinse a New York senza essere testa di serie…

26:38 – Steve: “Thiem e Medvedev hanno mostrato grande rispetto reciproco, ed è molto interessante, perché oggi i giocatori sembrano stimarsi più che in passato. Ubaldo: “Hai ragione, una volta solo i connazionali tendevano a rispettarsi genuinamente”.

31:00 – Ubaldo: “Non sappiamo in che condizioni sia Nadal, ma, se dovesse giocare bene a Roma, andrebbe considerato il favorito per vincere il Roland Garros e di conseguenza raggiungere Federer a 20 Slam. Credi che Djokovic possa ancora superare quel record anche dopo aver sprecato questa grande opportunità?” Steve: “Credo di sì, ha 33 anni ma a mio parere potrà ancora giocare molte stagioni ad alto livello, più di quante ne possa giocare Nadal. Il grande sogno: 20 ciascuno!  

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA Courmayeur: Paolini vince il derby con Stefanini e va ai quarti

Jasmine Paolini supera 6-4 6-3 la connazionale Lucrezia Stefanini. Per lei nei quarti la n. 1 del seeding Dayana Yastremska

Pubblicato

il

Jasmine Paolini - Courmayeur 2021 (foto Francesco Peluso)

[7] J. Paolini b. L. Stefanini 6-4 7-5

Jasmine Paolini si aggiudica il derby con Lucrezia Stefanini e si qualifica per i quarti di finale del Courmayeur Ladies Open, rimanendo l’unica tennista italiana ancora in corsa per il titolo. L’incontro è stato puiuttosto equilibrato, soprattutto nel primo set, ma alla fine la maggiore esperienza di Jasmine ha fatto la differenza. Le difficoltà non sono mancate nelle fasi iniziali del match: Stefanini ha tentato due volte la fuga, prima sul 2-0 poi sul 4-2, ma in entrambi i casi si è fatta subito riprendere da una Paolini fallosa, ma brava a rimettersi rapidamente in carreggiata. Dal 4-2 Jasmine ha vinto quattro giochi consecutivi, facendo suo il primo set.

Nel secondo, l’equilibrio si è spezzato con il break ottenuto nel sesto game e Paolini è salita sul 5-2. Proprio quando la partita sembrava ormai avviata verso la conclusione, Jasmine ha annullato due palle break di fila e poi si è lasciata scippare il servizio sul 5-3 alla terza chance concessa. Stefanini completa l’aggancio sul 5-5, ma Paolini riesce a scuotersi subito e a evitare le insidie del tiebreak con un provvidenziale break nel dodicesimo game (molto bella la risposta di rovescio vincente che sigilla il match). Al prossimo turno la aspetta una complicata sfida con la testa di serie numero uno Dayana Yastremska, peraltro già battuta a Portoroz qualche mese fa. Si sono qualificate per i quarti di finale anche Donna Vekic (6-3 6-4 a Saisai Zheng) e Xinyu Wang, che ha eliminato in due set la connazionale Shuai Zhang col punteggio di 7-6(5) 6-4. Le due si affronteranno nel prossimo incontro.

 

Continua a leggere

Flash

ATP Finals a Torino, non solo Sky e Supertennis: c’è anche la Rai

La TV di Stato trasmetterà su Rai 2 il miglior match di ciascuna giornata, possibilmente con in campo un tennista italiano, sperando ce ne siano due in gara

Pubblicato

il

Mentre continua la pazza corsa di Jannik Sinner per acciuffare l’ultimo posto buono per le Nitto ATP Finals, Rai Sport si prepara a trasmettere l’importantissimo evento che si giochera al PalaAlpitour di Torino dal 14 al 21 novembre. Rai Sport ha acquisito infatti i diritti di trasmissione in chiaro per 3 anni (2021-2023) del miglior match di ogni giornata della kermesse di fine stagione dell’ATP.

L’incontro selezionato sarà trasmesso in diretta su Rai 2 alle ore 14 oppure alle ore 21 a seconda del programma. Precedenza assoluta naturalmente per i tennisti italiani che dovessero essere impegnati. Uno, Matteo Berrettini, è già sicuro, l’altro, Sinner, come detto proverà a portare a casa il biglietto finale tra Vienna, Parigi e Stoccolma.

Oltre al miglior match in programma, il canale Rai Sport + HD (canale 57 del digitale terrestre) offrirà una rubrica dedicata in seconda serata.

 

In telecronaca si alterneranno Marco Fiocchetti e Nicola Sangiorgio, con Paolo Canè al commento. Per le interviste, ci sarà Maurizio Fanelli.

Questo il programma di massima, in attesa di conoscere la composizione dei gironi e quindi il calendario degli incontri:

Continua a leggere

Flash

Race to Milano: Sinner è il più giovane a vincere cinque titoli dai tempi di Djokovic

SPONSORIZZATO – Sempre più solo in vetta l’azzurro, che domina lo European Open di Anversa. Bene Brooksby, Nakashima e Baez

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Anversa 2021 (via Twitter, @EuroTennisOpen)
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 02_900x250_D-1.jpg

Tornato al primo posto della Race to Milano nelle scorse settimane, Jannik Sinner ha ormai staccato tutti nelle classifiche riservate ai migliori giovani del circuito, giovani che si sfideranno alle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals in programma dal 9 al 13 novembre all’Allianz Cloud nel capoluogo lombardo.

Tuttavia, Sinner non è stato l’unico Next Gen a far parlare di sé in settimana: sono infatti arrivate una qualificazione matematica per la Allianz Cloud e un doppio sorpasso che ha riacceso la lotta per gli ultimi posti disponibili.

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement