Roland Garros, tutte le emozioni di Krejcikova-Sakkari in tre minuti

Roland Garros

Roland Garros, tutte le emozioni di Krejcikova-Sakkari in tre minuti

Barbora Krejcikova prevale su Maria Sakkari dopo una battaglia di 3 ore e 18 minuti. Gli highlights della partita nella sintesi di Eurosport

Pubblicato

il

Krejcikova Sakkari
Barbora Krejcikova e Maria Sakkari - Roland Garros 2021 (via Twitter, @RolandGarros)
 
 
Continua a leggere
Commenti

Flash

Roland Garros, qualificazioni: un grande Nardi, Caruso vince il derby. Cade Stefanini

Luca Nardi supera in una battaglia Martin, è di Salvo Caruso il derby con Arnaboldi. Lucrezia lotta ma cede a Zavatska

Pubblicato

il

Luca Nardi - Roma 2022 (foto Roberto Dell'Olivo)

A quanto pare, specie per quanto riguarda la parte maschile, la truppa italiana si sta ben comportando in territorio francese. Dopo i prestigiosi numeri del primo giorno di qualificazioni, anche il secondo (finora) può dirsi soddisfacente: due italiani su due avanti, con qualche rimpianto sul lato WTA. Un grande inizio e un piacevole ritorno: Luca Nardi alla prima vittoria nelle qualificazioni di uno Slam, e Salvatore Caruso dopo un periodo un po’ appannato cerca di rilanciare una carriera che lo ha visto arrivare anche al terzo turno qui a Parigi nel 2019. Sull’altra sponda, peccato per Lucrezia Stefanini, che cede ad un’avversaria certamente alla sua portata, in quasi 3 ore di partita e di emozioni.

Il tabellone maschile delle qualificazioni

Il tabellone femminile delle qualificazioni

 

NARDI, IL FUTURO COME UN TRENO IN CORSA – Il più giovane della truppa italiana, dopo la buona partita (seppur persa) giocata a Roma contro Cameron Norrie, mette le cose in chiaro e fa capire che le tappe le vuole bruciare il più velocemente possibile. 19 anni ancora da compiere, il n.200 al mondo esordisce alla grande nelle qualificazioni di un torneo dello Slam, battendo 7-6(3) 5-7 6-3 un giocatore certamente più esperto come lo slovacco Andrej Martin, tds n.31 del tabellone di qualificazione. Una partita intensissima e anche molto dura, con tanti break e tanti game tirati fino all’ultimo punto, proprio da terra battuta, superficie sulla quale Luca ha certamente una buona confidenza(tanti risultati di rilievo nei Challenger sulla mattonella in questa primavera) e lo ha dimostrato riuscendo sempre a restare nel match, giocando con incisività e decisione, e vincendo prima dal punto di vista mentale. Dopo un bel primo set vinto al tie-break infatti, il ragazzo di Pesaro ha perso un secondo set dove era praticamente in vantaggio chi rispondeva(ben 7 break), e subito si è trovato sotto 0-2 nel terzo: bravissimo a infilare allora un parziale di 6 giochi a 1, sfruttando tante prime e tanti errori dello slovacco. Vittoria bella e convincente dunque per Nardi, che al prossimo turno affronterà l’inglese Paul Jubb, n.231 al mondo.

SALVO, E COME TORNARE A STUPIRSI E STUPIRE- non viveva, dopo un biennio 2019-20(e una parte di 2021) ad alti livelli, certamente un buon periodo Salvatore Caruso, un giocatore forse non particolarmente dotato tecnicamente, ma sempre generoso e capace di sopperire con il cuore dove non arrivava il braccio. Oggi, da n.207 al mondo(è stato nei primi 70), ha ritrovato vittoria e sorriso sulla sua superficie preferita e sognando il palcoscenico principale. Ha battuto il connazionale Andrea Arnaboldi, in un altro derby italiano in queste qualificazioni, per 6-4 7-5 in 1h e 44. Primo set gestito tranquillamente, con un solo break a creare distacco e non tante emozioni, che si concentrano tutte nel secondo parziale: per due volte avanti Salvo, all’inizio e verso la metà, per due volte contro-break di Andrea, che non molla e ci crede fino alla fine, ma perde il servizio nell’undicesimo game, che si rivelerà poi decisivo. Comunque meriti a entrambi, complimenti a Caruso, che nella rincorsa verso il tabellone principale affronterà il cileno Nicolas Jarry, tds n.25 delle qualificazioni, amante del rosso.

STEFANINI, NON BASTA IL CUORE- unico dispiacere è per ora la sconfitta di Lucrezia Stefanini, n.157 al mondo, contro l’ucraina Katarina Zavatska, n.210 del ranking, più di 50 posizioni più giù. La tennista dell’Est ha vinto 6-3 5-7 7-5 in 2h e 53 minuti, una battaglia in piena regola. Dopo i primi due set equilibrati, l’ucraina aveva preso ampiamente il largo: avanti 4-0 e servizio, ma Stefanini di cuore è rientrata ed ha impattato il set sul 5-5. E qui restano rimpianti, perché con la partita apparentemente svoltata a suo favore da un punto di vista emotivo, l’azzurra non ha saputo sfruttare l’inerzia e si è arresa per 7-5, dovendo quindi dire subito addio al sogno Roland Garros.

Il tabellone maschile delle qualificazioni

Il tabellone femminile delle qualificazioni

Continua a leggere

Flash

Roland Garros, qualificazioni: subito 12 italiani in campo

19 italiani a caccia di un posto nel tabellone principale parigino. Oggi in campo 10 uomini e 2 donne, derby Zeppieri-Seppi

Pubblicato

il

Flavio Cobolli - Challenger Perugia 2021 (ph. Roberto Dell'Olivo)
Flavio Cobolli - Challenger Perugia 2021 (ph. Roberto Dell'Olivo)

In attesa del primo turno del tabellone principale che scatterà domenica 22 maggio, con sei giorni di anticipo inizia la caccia per un posto al sole nel main draw del Roland Garros 2022. 256 atleti al via (128 per il tabellone maschile, stesso numero per quello femminile) per conquistare i 32 slot (anche in questo caso 16 per tabellone) ancora disponibili nell’elenco di chi prenderà il via al secondo slam stagionale.

Per i colori italiani una pattuglia molto nutrita si presenterà al via del tabellone cadetto dell’Open di Francia, 15 uomini e 4 donne che cercheranno il pass attraverso i tre turni di qualificazione. Ben 12 tennisti italiani calcheranno i campi del circolo di Bois de Boulogne sin da questo lunedì.

Per il tabellone maschile i primi a scendere in campo saranno Thomas Fabbiano, Federico Gaio e Franco Agamenone, tutti opposti a delle teste di serie. Sul Court 2 Fabbiano, numero 187 delle classifiche mondiali, affronterà la testa di serie numero 20 Nuno Borges (n.126), sul Court 5 Gaio (n. 184) affronterà il ceco Kolar, numero 23 del seeding, contro il quale non ha mai perso nei quattro precedenti, mentre sul Court 9 Franco Agamenone, vincitore del Challenger di Roma Garden due settimane fa, sarà opposto al numero 2 del tabellone cadetto Galan.

 

Court 9 che sarà ancora a forti tinte italiane. Dopo il match di Agamenone sullo stesso campo giocherà Riccardo Bonadio (n.239 ATP) che affronterà l’australiano Kubler (n.161). Dopo la buona prestazione a Roma contro Brooskby, Flavio Cobolli inizierà la sua avventura in terra francese contro la wild card locale Gueymard Wayenburg.

Terzi match di giornata nei loro campi per Gianluca Mager, Lorenzo Giustino e Alessandro Giannessi. Mager, numero 7 del seeding, ritorna in campo dopo il ritiro nel corso delle qualificazioni del torneo di Estoril. Il ventisettenne di Sanremo affronterà il croato Borna Gojo, noto ai più per la vittoria contro Sonego in Davis Cup. Lorenzo Giustino farà il suo esordio con l’austriaco Dennis Novak, testa di serie numero 27 del tabellone di qualificazione mentre Giannessi giocherà contro Moraing, numero 15 del seeding.

A chiudere il programma degli italiani in campo ci sarà il derby tra Giulio Zeppieri, grande protagonista a Roma con i due successi su Molcan e Cressy, e Andreas Seppi al ritorno in campo dalla sconfitta contro Kokkinakis a Miami. Due invece le tenniste italiane che faranno il loro esordio in questo lunedì.  Federica Di Sarra, numero 213 del ranking mondiale e alla ricerca del primo successo di questo 2022, affronterà l’australiana Fourlis. Per Sara Errani, invece, si tratterà di un deja-vu. L’avversaria del match di primo turno è la coreana Su Jeong Jang, con cui ha già giocato e perso nel primo turno di qualificazione degli Australian Open.

Nella giornata di martedì è previsto l’esordio degli altri italiani presenti a Parigi. Per le donne Cocciaretto e Stefanini, per gli uomini, Moroni, Nardi, Vavassori, Caruso e Arnaboldi, che si affronteranno nel secondo derby tricolore.

Continua a leggere

evidenza

Annunciate le wild card del Roland Garros: ultimo ballo per Tsonga e Simon

I due ex top 10 di casa ai saluti. Saranno accompagnati, tra gli altri, da Lucas Pouille, Corentin Moutet e Fiona Ferro. Michael Mmoh e Katie Volynets le wild card USTA

Pubblicato

il

Per voce del Direttore Tecnico Nazionale Nicolas Escudé, del Presidente della Federazione Gilles Moretton e della Direttrice del torneo Amélie Mauresmo, il Roland Garros ha annunciato le wild card assegnate in vista dell’edizione 2022 in programma dal ventidue maggio al cinque giugno (qualificazioni tra il sedici e il venti maggio). Sono inviti pesanti, più del solito: tra i dodici prescelti per prendere parte al tabellone principali figurano infatti tre ex top ten, di cui due all’ultima apparizione della carriera sui campi del Bois de Boulogne. Uno, Jo-Wilfred Tsonga, come sappiamo giocherà al Roland Garros l’ultimo torneo in assoluto, mentre Gilles Simon ha annunciato pochi giorni fa il ritiro dal tennis al termine di questa stagione.

Il terzo nome di grido è quello di Lucas Pouille, ormai da tempo lontano dai fasti che lo portarono alla decima posizione del tennis mondiale nel marzo di quattro anni fa ma dal quale continuano ad attendersi timidi segnali di risveglio. Completano il lotto per quanto concerne il main draw maschile i nomi di Grégoire Barrere, Manuel Guinard e Corentin Moutet. Tra le donne il nome di peso è quello di Fiona Ferro, già numero 39 WTA (e campionessa al Ladies Open di Palermo 2020 nel primo torneo in assoluto post-lockdown) attualmente precipitata alla piazza 139 del ranking. Le faranno compagnia in tabellone principale Tessah Andrianjafitrimo, Elsa Jacquemot, Léolia Jeanjean, Chloé Paquet e Harmony Tan.

Tra i diciotto convocati per i tabelloni di qualificazione, eccezion fatta per i più “esperti” Laurent Lokoli, Audrey Albie e Alice Rame, figurano molti giovanissimi, i fiori all’occhiello su cui la FFT intende maggiormente puntare per un futuro roseo.

 

Anche la USTA, che insieme alla Federazione australiana vanta il noto diritto di esprimere una wild card per il draw maschile e una per quello femminile dello Slam parigino, ha resi noti i nomi dei vincitori della Challenge con in palio i due ambiti posti per il Roland Garros: sono quelli di Michael Mmoh e Katie Volynets. La ventenne di Walnut Creek, dopo aver vinto qualche settimana fa il titolo a Palm Harbor, ha superato al fotofinish nella dedicata classifica Taylor Townsend grazie alla semifinale raggiunta sabato scorso a Bonita Springs. La stessa Townsend e Jack Sock saranno i naturali prescelti a prendere il posto dei titolari qualora questi ultimi per qualche motivo rinunciassero. La Federazione australiana si è riservata di rendere noti i nomi dei propri invitati tra qualche giorno.

Di seguito l’elenco completo delle wild card:

Main draw maschile

Grégoire Barrere (ATP 210)
Manuel Guinard (ATP 158)
Corentin Moutet (ATP 126)
Lucas Pouille (ATP 165)
Gilles Simon (ATP 160)
Jo-Wilfred Tsonga (ATP 263)

Main draw femminile

Tessah Andrianjafitrimo (WTA 144)
Fiona Ferro (WTA 139)
Elsa Jacquemot (WTA 229)
Léolia Jeanjean (WTA 223)
Chloé Paquet (WTA 101)
Harmony Tan (WTA 115)

Qualificazioni maschili

Arthur Cazaux (ATP 308)
Sean Cuenin (ATP 595)
Gabriel Debru (ATP 782)
Artur Fils (ATP 405)
Evan Furness (ATP 214)
Sasha Gueymard Wayenburg (ATP 587)
Laurent Lokoli (ATP 278)
Clément Tabur (ATP 360)
Luca Van Assche (ATP 377)

Qualificazioni femminili

Audrey Albie (WTA 438)
Océan Babel (WTA 661)
Lois Boisson (WTA 524)
Emeline Dartron (WTA 451)
Salma Djoubri (WTA 426)
Selena Janicijevic (WTA 344)
Carole Monnet (WTA 266)
Lucie Nguyen Tan (WTA 614)
Alice Rame (WTA 345)

USTA main draw maschile

Michale Mmoh

USTA main draw femminile

Katie Volynets

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement