Keys vince e scherza: "Forse sono una specialista della terra ora!"

Flash

Keys vince e scherza: “Forse sono una specialista della terra ora!”

Dopo il successo a Charleston, la statunitense ritrova fiducia e sorriso. C’è ottimismo per il resto della stagione su terra, con cui ammette di aver avuto “un rapporto un po’ conflittuale”

Pubblicato

il

Madison Keys - Charleston 2019 (foto via Twitter, @VolvoCarOpen)

Madison Keys è tornata a vincere e a sorridere. Il successo nel torneo di Charleston, in finale contro Caroline Wozniacki, è un toccasana dopo le difficili settimane del Sunshine Double. A Indian Wells e Miami, Keys era andata incontro a due dure sconfitte in tre set contro Mona Barthel e Samantha Stosur. Anche a Charleston le cose non si erano messe molto bene nel primo turno contro Tatjana Maria, ma stavolta l’esito è stato ben diverso. “Penso che la vera svolta sia arrivata quando ero sotto di un break nel terzo e ho cambiato radicalmente la mia mentalità. Ho pensato che giocando in quel modo non avrei mai vinto, quindi ho deciso di provare a giocare alle mie condizioni e darmi così la possibilità di vincere. Da lì in poi le cose sono migliorate“.

In effetti dopo quel sofferto primo turno sono arrivate quattro vittorie consecutive, di cui tre contro ex campionesse Slam (Ostapenko, Stephens e Wozniacki). “Dopo aver avuto un paio di settimane difficili ed essermi sentita piuttosto a terra, è stato importante riuscire a recuperare e a superare quel primo turno insidioso, ha dichiarato Madison a WTA Insider.

Per lei si tratta del quarto titolo in carriera, dopo i successi a Eastbourne 2014, Birmingham 2016 e Stanford 2017. Sorprende, vista l’abitudine a considerarla una specialista dei campi veloci, analizzare il rendimento su terra degli ultimi anni. Il power ranking WTA (una classifica elaborata sulla base dei risultati recenti su terra battuta) la vede infatti al sesto posto dopo la vittoria a Charleston (era già decima prima di iniziare il torneo). La stessa Madison appare stupita di questa inversione di tendenza e ci scherza su. “Qualche anno fa avevo un rapporto un po’ conflittuale. Un po’ di rancore quasi. Ora penso di averlo superato. Questa è stata la mia terza finale su terra e ho raggiunto la semifinale al Roland Garros 2018. Forse sono una specialista della terra ora!“.

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

Gli italiani in campo lunedì 29 agosto. Bronx Open, Winston-Salem e qualificazioni US Open

Undici italiani impegnati oggi tra qualificazioni US Open, Bronx Open e Winston-Salem. C’è anche l’esordio di Andy Murray, a notte inoltrata

Pubblicato

il

Sarà un lunedì a tinte fortemente azzurre negli Stati Uniti, che rimarrà la casa del tennis internazionale per altre tre settimane. In due città diverse, New York e Winston-Salem, undici italiani (otto uomini e tre donne) saranno impegnati in quattro tornei differenti: il Bronx Open, l’ATP 250 di Winston-Salem e i tabelloni di qualificazione maschile e femminile dello US Open 2019.

Di seguito il dettaglio della programmazione degli italiani, in ordine d’orario. Gli incontri di qualificazione dello US Open saranno visibili sulla piattaforma streaming Eurosport Player.

  • Napolitano vs Riffice – US Open Q maschili (campo 13, primo incontro ore 17)
  • Giorgi vs Gasparyan – International, Bronx Open (ore 18 circa)
  • Trevisan vs Gracheva – US Open Q femminili (campo 13, secondo incontro: ore 18:30/19)
  • Baldi vs Ramanathan – US Open Q maschili (campo 8, terzo incontro: ore 20/21)
  • Cecchinato vs Bublik – ATP 250, Winston Salem (ore 21)
  • Arnaboldi vs Gomez – US Open Q maschili (campo 10, quarto incontro: ore 22/23)
  • Marcora vs Giraldo – US Open Q maschili (campo 8, quarto incontro: ore 22/23)
  • Paolini vs Arconada – US Open Q femminili (campo 4, quarto incontro: ore 22/23)
  • Travaglia vs Benchetrit – US Open Q maschili (campo 4, quinto incontro: ore 00/01)
  • Gaio vs Zhang – US Open Q maschili (campo 5, quinto incontro: ore 00/01)
  • Fabbiano vs Rublev – ATP 250, Winston-Salem (ore 01 circa)

Gli incontri di Giorgi, Cecchinato e Fabbiano non saranno visibili su Supertennis. La diretta del Bronx Open partirà solo da venerdì, mentre la copertura dell’ATP 250 di Winton-Salem, quantomeno per la giornata odierna, è limitata agli incontri del campo centrale. Sarà possibile, però, assistere all’esordio di Andy Murray contro Tennys Sandgren attorno all’una italiana.

Continua a leggere

Flash

US Open 2019: il tabellone delle qualificazioni femminili. 4 italiane, Paolini testa di serie

Sorteggiati gli accoppiamenti delle quattro ragazze italiane. Incrocio difficile per Di Giuseppe. Oggi in campo Trevisan e Paolini

Pubblicato

il

Jasmine Paolini - Roland Garros 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Oltre al tabellone maschile, a New York sono stati sorteggiati anche gli accoppiamenti del tabellone di qualificazione femminile dello US Open 2019. Sono quattro le italiane presenti, che aggiungendosi ai dodici maschietti compongono un totale di sedici tennisti azzurri che proveranno a superare le forche caudine del tabellone cadetto. L’obiettivo è aggiungere qualche unità alle sette già sicure del main draw, i sei uomini (Fognini, Berrettini, Cecchinato, Sonego, Seppi e Fabbiano) e l’unica donna (Giorgi).

Di seguito gli accoppiamenti delle quattro italiane:

[4] McHale vs Di Giuseppe
Gatto-Monticone
vs Peng
Gracheva vs Trevisan
[14] Paolini
vs Arconada

Di Giuseppe e Gatto-Monticone possono, eventualmente, sfidarsi al secondo turno. Di Giuseppe ha però ricevuto un pessimo trattamento dall’urna, che la ha riservato l’incrociato con la quarta testa di serie Christina McHale (n.103 WTA). Giulia dei miracoli invece, che quest’anno ha già superato le qualificazioni al Roland Garros e a Wimbledon, affronta la cinese Shuai Peng, ex n.14 del mondo ma attuale n.169. La cinese, dopo un ottimo finale di 2018 al rientro da una bizzarra squalifica, quest’anno è in profonda crisi e ha vinto una sola partita a Hua Hin.

Trevisan affronta la giovane russa Varvara Gracheva, classe 2000 e n.184, già affrontata e sconfitta nell’ITF di Contrexeville a luglio. Molto giovane anche l’avversaria di Paolini, testa di serie, che affronterà la ventenne argentina Arconada. Jasmine è in un ottimo momento di forma ed è la nostra principale candidata a qualificarsi per il main draw: al secondo turno se la vedrebbe contro una tra Ruse e Cadantu, entrambe rumene.

PROGRAMMA DI GIOCO – Due delle nostre ragazze esordiranno già oggi, nella giornata di lunedì. Trevisan scenderà in campo attorno alle 19 italiane (secondo match sul campo 13, dopo Napolitano), mentre l’incontro di Jasmine Paolini è il quarto sul campo 4, dunque dovrebbe cominciare attorno alle 22:30/23 italiane.

Tutti gli incontri di qualificazione sono visibili sulla piattaforma streaming Eurosport Player.

 

Il tabellone completo
L’ordine di gioco completo di lunedì

Continua a leggere

Flash

Un torneo finanziato dalla WTA? Dietro le quinte del Bronx Open

Il nuovo Bronx Open è l’unico torneo femminile nella settimana che precede gli US Open. Tutte le spese sono sostenute dalla WTA e l’ingresso ai match sarà gratuito

Pubblicato

il

Cary Leeds Center - Bronx Open (via Twitter, @nyempiretennis)

Il calendario WTA prevede un unico torneo nella settimana immediatamente precedente agli US Open, il neonato Bronx Open. L’evento, un WTA International con un montepremi da 250,000$, prende il posto del Connecticut Open di New Haven la cui licenza è stata ceduta ad acquirenti cinesi, andando così a rimpolpare lo swing asiatico con una nuova tappa a Zengzhou. Per non lasciare un buco nel calendario proprio a ridosso di uno Slam, la WTA si è rimboccata le maniche e ha attivamente partecipato alla creazione del nuovo torneo insieme a New York Junior Tennis and Learning, un’associazione no profit che si prende cura di ragazzi meno fortunati e che ha messo a disposizione le strutture del Cary Leeds Center, a Crotona Park. Il centro, terminato nel 2017, conta ben 22 campi, ma solo cinque di essi verranno utilizzati per lo svolgimento degli incontri.

La WTA provvede al montepremi e alle altre spese“, ha rivelato George Guimaraes, presidente di New York Junior Tennis and Learning. “Questo permette agli organizzatori di mantenere l’evento gratuito per il pubblico con la possibilità di libere donazioni per gli over 18.” Che la WTA stessa si offra di sostenere tutte le spese di un torneo è un fatto piuttosto inusuale, come ha confermato la portavoce dell’associazione Amy Binder. Probabilmente la paura di avere una settimana vuota prima degli US Open ha spinto la WTA a fare questo sforzo economico, con la prospettiva (e la speranza magari) che un nuovo acquirente possa farsi avanti per aggiudicarsi questo slot di calendario. Il Bronx Open dunque rischia di essere un torneo di transizione in attesa di proposte più appetibili.

Nel frattempo, la prima edizione del Bronx Open è pronta a cominciare. Mentre si stanno concludendo le qualificazioni, a partire dalle 19:30 italiane scattano già i primi incontri di tabellone principale, quattro, tra cui l’esordio di Camila Giorgi opposta a Margarita Gasparyan.

Il tabellone del Bronx Open (con Camila Giorgi)

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement