Il tabellone maschile del Miami Open 2021

ATP

Il tabellone maschile del Miami Open 2021

Sorteggiato il tabellone dell’edizione 2021 dell’ATP Masters 1000 di Miami. Musetti esordisce con la wild card Mmoh, Sinner in zona Zverev

Pubblicato

il

Daniil Medvedev (Foto di Open 13/ Corinne Dubreuil via Twitter)

Ci siamo: quali partite, con quattro ragazzi al turno decisivo, motori accesi, draw principale al via giovedì 24 marzo. L’Open di Miami prova a darsi una spolverata di normalità nell’inaugurare la primavera tennistica, dopo un inizio d’anno ancora chiaramente sfregiato dal disastro pandemico in piena evoluzione. Saltata l’edizione 2020 causa i noti motivi, il campione in carica sarebbe quello di due anni fa, ma Roger Federer, che alzò il trofeo nell’appena battezzato Hard Rock Stadium, non potrà difendersi. Il torneone della Florida era stato derubricato dall’agenda del campione svizzero in tempi non sospetti, dopotutto il decorso post-operatorio sconsigliava un viaggio oltreoceano per partecipare a un solo evento, ma evidentemente il suo esempio continua a produrre molti proseliti.

Alla spicciolata, per la disperazione di aficionados e soprattutto di organizzatori che immaginiamo verdi in volto per il travaso di bile, hanno abbandonato l’entry list anche Novak Djokovic (tempo prezioso per stare a casa con la famiglia), Rafa Nadal (problema alla schiena con sospetta vista sulla stagione on clay), Dominic Thiem, Gael Monfils, Stan Wawrinka e una decina d’altri aventi diritto. Assente anche Matteo Berrettini, ancora afflitto dai guai all’addome che hanno troncato il suo sogno in Australia, e insomma tutte le controindicazioni della contingenza sembra abbiano inteso manifestarsi all’unisono, per quale motivo non è dato sapere.

Le praterie sono aperte, il pronostico quanto mai incerto, anche se il quadrumvirato composto da Daniil Medvedev, Stefanos Tsitsipas, Sascha Zverev (che il lunedì di Pasquetta scavalcherà nel ranking proprio Federer) e Andrey Rublev sembra vantare non poche chance di vantaggio sulla denutrita concorrenza. E gli italiani? Sinner, Sonego e Travaglia, con il caldissimo Lorenzo Musetti al momento primo nella lista degli alternates, possono fare bene o benissimo, anche considerata la generale incertezza, sempre attendendo possibili rinforzi in arrivo dalle qualificazioni. Un’edizione senza padroni certi, i soliti, con qualche sospetto viceré pronto ad acciuffare il bottino grosso. Le conferenze stampa dei campioni, piene di fragorosi niet, non sembravano avere le caratteristiche del buon viatico, ma il Miami Open con stampelle e mascherine vanterà senza dubbio il pregio di una certa imprevedibilità.

 

Intanto, trovate qui il resoconto della prima giornata di qualificazioni. Portiamo al turno decisivo Lorenzi, Gaio, Fabbiano, Viola e anche Cocciaretto.

IL TABELLONE – Parte alta

IL TABELLONE – Parte bassa

Tabellone completo (conserva il link: lo aggiorneremo quotidianamente)

OTTAVI TEORICI

[1] D. Medvedev vs [16] D. Lajovic
[11] F. Auger-Aliassime vs [7] R. Bautista Agut
[3] A. Zverev vs [14] K. Khachanov
[9] G. Dimitrov vs [8] D. Goffin
[5] D. Schwartzman vs [10] F. Fognini
[13] C. Garin vs [4] A. Rublev
[6] D. Shapovalov vs [12] M. Raonic
[15] A. de Minaur vs [2] S. Tsitsipas

I PRIMI TURNI DEGLI ITALIANI

F. Fognini vs BYE – secondo turno Korda vs Albot
J. Sinner vs BYE – secondo turno vincente Gaston vs Koepfer
L. Sonego vs BYE – secondo turno vincente Verdasco vs Qualificato
S. Travaglia vs F. Tiafoe
S. Caruso vs Y. Uchiyama
L. Musetti vs M. Mmoh

Leggi l’analisi del sorteggio degli italiani

INFORMAZIONI SUL TORNEO

Entry list

Il sito ufficiale del torneo

Copertura televisiva

Diretta integrale su SKY Sport Arena via SAT/IPTV e in streaming su NOWTV a partire da mercoledì 24 marzo fino alla finale di domenica 4 aprile

Calendario di gioco

Martedì 23: primo turno femminile
Mercoledì 24: primo turno femminile e primo turno maschile
Giovedì 25: secondo turno femminile e primo turno maschile
Venerdì 26: secondo turno femminile e secondo turno maschile
Sabato 27: terzo turno femminile e secondo turno maschile
Domenica 28: terzo turno femminile e terzo turno maschile
Lunedì 29: ottavi di finale femminili e terzo turno maschile
Martedì 30: quarti di finale femminili e ottavi di finale maschili
Mercoledì 31: quarti di finale femminili e quarti di finale maschili
Giovedì 1: semifinali femminili e quarti di finale maschili
Venerdì 2: semifinali maschili
Sabato 3: finale femminile, finale doppio maschile
Domenica 4: finale maschile, finale doppio femminile

Continua a leggere
Commenti

ATP

Queen’s: Berrettini tds N.1, derby con Travaglia al primo turno. Murray pesca Paire

I primi quattro giocatori italiani fra i seed: Sinner esordisce con Draper, Fognini con Lu, Sonego con un qualificato

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Stoccarda 2019 (foto via Twitter, @ATP_Tour)

Nastri di partenza per i Queen’s Club Championships, o cinch Championships per ragioni di sponsor, uno dei tornei più antichi del mondo e grande prodromo londinese a Wimbledon (erba, tabellone da 32 giocatori, financial commitment di €1.427.455). La qualità dell’entry list di quest’anno è decisamente più bassa rispetto a quella del 500 “rivale” di Halle (un membro della Top 10 contro cinque), ma il torneo avrà comunque motivi di grande interesse, in particolare per gli appassionati italiani.

Saranno infatti cinque i rappresentanti azzurri al primo turno, compreso il primo favorito Matteo Berrettini che ha pescato Stefano Travaglia. Il vincitore fronteggerà il vincente di quello che è forse il match più interessante, vale a dire quello fra Andy Murray e Benoit Paire – il britannico (cinque volte vincitore) ha ricevuto una wildcard e tornerà alle competizioni per la prima volta da marzo. Chi uscirà da quell’ottavo troverà presumibilmente Dan Evans.

Sempre nella parte alta ci sarà anche Fabio Fognini, tds N.8: il ligure esordirà contro Lu (in campo grazie al Protected Ranking) prima di trovare Marin Cilic, due volte campione del torneo e impegnato domani nella finale di Stoccarda. In caso di accesso ai quarti, Fognini troverebbe probabilmente Alex De Minaur, anche se su una superficie così rapida non va sottovalutato Reilly Opelka.

 

Di seguito il tabellone:

Nella parte bassa, la tds N.3 Jannik Sinner esordirà contro una delle (poche) speranze del tennis britannico, vale a dire il suo coetaneo Jack Draper, che ha ben impressionato nel suo esordio ATP a Miami prima di collassare per il caldo – il mancino si trova a suo agio sui prati, avendo raggiunto la finale di Wimbledon juniores nel 2018. In caso di vittoria, Sinner troverà Bublik o Chardy, e poi Karatsev o Norrie.

Il settimo seed Lorenzo Sonego, infine, se la vedrà con un qualificato. Agli ottavi gli toccherebbe uno fra Bedene e Tiafoe, e ai quarti il secondo favorito Denis Shapovalov, che però potrebbe avere un ottavo non semplice con il campione uscente di singolare e doppio Feliciano Lopez, contro il quale ha già sofferto questa settimana a Stoccarda.

L’unico italiano presente nelle qualificazioni, Roberto Marcora, è stato invece eliminato questa mattina al primo turno per 6-3 7-5 dal cileno Alejandro Tabilo.

Qui i tabelloni aggiornati del Queen’s e degli altri tornei della prossima settimana

Continua a leggere

ATP

ATP Stoccarda: Auger Aliassime è di nuovo in finale. Sfiderà Cilic

Felix elimina in due set Querrey, mentre il croato beneficia del ritiro di Rodionov. Ottava finale in carriera per Felix, ancora a caccia del primo titolo.

Pubblicato

il

Felix Auger Aliassime ci riproverà di nuovo. Il canadese classe 2000 si è infatti qualificato per la finale dell’ATP 250 di Stoccarda, che sarà l’ottava della sua ancora giovane carriera. Le precedenti sette, è cosa nota, sono finite tutte con sconfitte piuttosto amare per Felix che non solo non ha mai vinto un titolo, ma addirittura nemmeno un set nei match della domenica. L’unica volta che ci è andato vicino è stata proprio qui a Stoccarda contro Matteo Berrettini nel 2019, quando solo una chiamata dubbia del giudice di sedia Carlos Bernardes gli impedì di prendersi il tiebreak del secondo set.

Per la seconda edizione di fila (nel 2020 il torneo non si è disputato causa pandemia) dunque Auger Aliassime arriva all’ultima giornata sui prati tedeschi e lo fa al termine di una settimana molto solida, che ha forse avuto nella semifinale odierno il suo più lucido emblema. Il canadese ha vinto infatti una partita potenzialmente molto ostica contro un amante del tennis su erba come Sam Querrey, giocatore al tramonto ma sempre pericoloso su questi campi. Il match è stato il classico incontro sul verde, dominato dai servizi e con poche pochissime chance per chi si trovava in ribattuta.

Felix non ha concesso nemmeno una palla break in tutta la partita e se ne è procurate solamente due, che sono però state sufficienti. La prima è infatti coincisa con un set point, nel primo parziale, mentre la seconda con un match point. Un 6-4 7-5 che è un vero inno al cinismo, apoteosi del fantomatico “break chirurgico”. Tra Auger Aliassime e il primo titolo in carriera si parerà un ostacolo tutt’altro che agile da scavalcare. L’avversario del giovane canadese sarà infatti Marin Cilic che ha beneficiato del ritiro di Jurij Rodionov all’inizio del secondo set, dopo che il primo era comunque finito nelle tasche del croato per sei giochi a tre.

 

Entrambi i precedenti tra i due si sono conclusi con la vittoria di Cilic (Washington 2019 e Bercy 2020), che giocherà la 33esima finale della sua carriera (18-14 il saldo) e la quinta su erba (2 vinte e 3 perse, inclusa quella a Wimbledon contro Federer nel 2017). Il croato non è nel miglior momento della sua storia tennistica, anzi è probabilmente ben avviato sul viale del tramonto, ma sa come muoversi sui prati e rappresenterà un banco di prova molto valido per Auger Aliassime, sperando che la pressione non giochi un brutto scherzo al giovane canadese.

Continua a leggere

ATP

ATP Stoccarda: Dominic Stricker continua a stupire

Il teenager svizzero batte Hubert Hurkacz e conquista il secondo quarto ATP stagionale: entrerà tra i primi 300 del ranking. Avanzano Auger-Aliassime e De Minaur, Shapovalov stoppato dalla pioggia

Pubblicato

il

Dominic Stricker - Stoccarda 2021 (via Twitter, @MercedesCup)

La sfortunata edizione 2021 del torneo di Stoccarda all’ombra del Roland Garros non sta lesinando spunti di grande interesse. Il primo ha il volto giovane e simpatico di Dominic Stephan Stricker, diciottenne bernese esploso con la doppietta singolare-doppio al Roland Garros Junior 2020 e confermatosi intrigante prospetto nella prima mezza stagione trascorsa tra i professionisti. Campione a sorpresa al Challenger di Lugano da numero 874 del mondo, Stricker ha già raggiunto a Ginevra i quarti in un torneo maggiore, battendo per via Marin Cilic e Marton Fucsovics. Wild card sull’erba tedesca, il teenager svizzero è di nuovo tra gli ultimi otto di un evento ATP, e stavolta è arrivato anche lo scalpo di un top 20, il primo della verdissima carriera.

A passare involontariamente alla storia è stato Hubert Hurkacz, numero venti della classifica e ultimo campione al Master Mille di Miami, dunque non necessariamente l’ultimo arrivato nonostante la recente, tristanzuala campagna sull’odiata terra. Stricker l’ha freddato in due tie break, fatto che dice molto sulla solidità mentale di Dominic, mancino provvisto di un gran bel servizio e propenso alla frequente ricerca della rete. Grazie al notevole risultato, il ragazzotto protetto di Roger Federer – che l’ha già testato in un paio di blocchi di allenamento alla fine della scorsa stagione e all’inizio di quella in corso – sfonderà il muro della top 300 ATP, con la chance di migliorare ancora il ranking. Nei quarti di finale in programma oggi affronterà Sam Querrey, il battitore californiano di quindici anni più anziano alla ricerca della luce dopo un inizio d’anno da quattro vittorie, sei sconfitte e infiniti guai fisici.

Nel resto del programma di ottavi hanno strappato la qualificazione Ugo Humbert, che ha battuto in due Yannick Hanfmann, e Marin Cilic, autore di una prestazione finalmente convincente contro l’insondabile Basilashvili. Avanti anche l’incerto Felix Auger-Aliassime di questi tempi, bravo a prevalere nel match clou su Lloyd Harris, e Alex De Minaur, emerso da un derby più complicato del prevedibile contro Jordan Thompson. Interrotta per pioggia, infine, la partita della testa di serie numero uno Denis Shapovalov, irretito sul punteggio di un set pari dallo specialista veterano Feliciano Lopez.

 

Risultati:

S. Querrey b. [Q] J. Duckworth 6-4 7-6(7)
[WC] D. Stricker b. [2] H. Hurkacz 7-6(5) 7-6(5)
M. Cilic b. [5] N. Basilashvili 6-3 6-2
[6] U. Humbert b. [WC] Y. Hanfmann 7-6(9) 6-2
[4] A. De Minaur b. J. Thompson 6-7(8) 6-3 6-4
[3] F. Auger-Aliassime b. L. Harris 6-3 7-6(4)
[WC] J. Rodionov b. [Q] P. Gojowczyk 5-3 (Rit.)

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement