Roland Garros LIVE: la seconda giornata

Senza categoria

Roland Garros LIVE: la seconda giornata

Risultati, dichiarazioni e aggiornamenti di ogni genere. La nostra diretta del Roland Garros per la seconda giornata

Pubblicato

il

 

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del DAY 2
Il tabellone maschile  Il tabellone femminile

LIVESCORE

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

 

19:45 – Sospeso anche il match sul Centrale: Simone Bolelli è avanti 3-0 nel terzo su Nadal con lo spagnolo avanti due set a zero…

19:40 – Sospeso il match di Thomas Fabbiano sul campo N.16. Giocherà domani il quinto set contro Ebden. Cancellato il match di Maria Sharapova sul Suzanne Lenglen

19:30 – Si continua a giocare nonostante la pioggia. Nadal avanti di due set su un bravissimo Simone Bolelli.  Fabbiano costretto al quinto set da Ebden….

19:20 – Gioco fortemente disturbato dalla pioggia a Parigi : probabile sospensione in arrivo

19:15 – Due italiani eliminati: Deborah Chiesa si arrende 7-5 al terzo set contro Belinda Bencic con tanti rimpianti. Andreas Seppi sconfitto nettamente da Richard Gasquet: 6-0 6-2 6-2

18:43 – Gioie e dolori italiani: dopo un piccolo passaggio a vuoto nel secondo parziale Fabbiano rimette la testa avanti: suo il terzo set contro Ebden. Continua invece il calvario di Seppi, che perde (6-2) anche il secondo con Gasquet

18:15 – A Sam Querrey il derby a stelle e strisce con Tiafoe. Per il bombardiere californiano compito molto più facile del previsto: Frances non sembra aver ancora acquisito la confidenza necessaria con la terra battuta

18:08 – Partenza traumatica per Andreas Seppi: Richard Gasquet assesta un perentorio 6-0 (27-9 il clamoroso computo dei punti nel primo parziale)

17:55 – Che peccato Deborah! Avanti di un set contro Belinda Bencic, Chiesa ha cinque match point sul 5-4 al secondo ma si fa trascinare al tie break e lo perde. Primo game del terzo parziale in corso

17:40 – Dopo un primo set piuttosto tirato Caroline Wozniacki si sbarazza senza grossi problemi di Danielle Rose Collins. Ora per la danese secondo turno presumibilmente morbido contro la qualificata Georgina Garcia-Perez

17:17 – Fabbiano esce bene dai blocchi. Il tennista pugliese strappa il primo set a Matthew Ebden con il punteggio di 6-4

16:40 – Successo in 4 set di Borna Coric su Philipp Kohlschereiber

15:30 – Successi in 3 set per Novak Djokovic sul brasiliano Dutra Silva e Dominic Thiem sul bielorusso Ivashka

14:50Marco Cecchinato la spunta nella maratona contro Marius Copil terminata dopo 3h41, 10-8 al quinto set per lui

14:40 – Eliminato il campione del 2015 Stan Wawrinka che si arrende in 5 set a Garcia-Lopez. Lo svizzero crollerà in classifica mondiale visto che l’anno scorso si spinse fino alla finale. Sarà fuori dai primi 250 della classifica mondiale

14:10 – Vincono Paire, Trungelliti e Gulbis (che affronterà Matteo Berrettini). Garcia-Lopez porta Wawrinka al quinto

13:50 – È sceso in campo Novak Djokovic, che però è già sotto di un break contro Rogerio Dutra Silva. Cecchinato pareggia i conti e porta Copil al quinto!

13:30 – I “personaggi” viaggiano in parallelo: Gulbis, Trungelliti e Paire (che ha sprecato 5 set point) sono ora tutti in vantaggio per 2-1

13:20 – Successo per Petra Kvitova, in rimonta su Veronica Cepede Royg. Al secondo turno anche Khachanov e Sakkari. Wawrinka vince il terzo set e ora conduce 2-1, Cecchinato accorcia le distanze

13:00 – Altro nome importante fuori al primo turno nel tabellone femminile: Victoria Azarenka sconfitta con un doppio 7-5 da Katerina Siniakova. Si ritira Peter Gojowczyk, sotto 1-6 0-2 contro il britannico Cameron Norrie

12:30 – Passano Camila Giorgi e Naomi Osaka. Buona prestazione per entrambe le spara-tutto, sebbene l’incrocio di Camila fosse abbastanza più agevole. Kvitova, Wawrinka e Gulbis hanno pareggiato il conto dei set, mentre Cecchinato è ora sotto di due

12:05 – Tsitsipas fa tira e molla con Taberner ma alla fine vince il set, Gulbis litiga con l’arbitro, Azarenka sotto di un set contro Siniakova. Tutto più o meno regolare e tutto più o meno frenetico.

11:55 – La prima a sbrigare la pratica di giornata è Suarez Navarro, che in meno di tre quarti d’ora lascia un game e un paio di briciole a Konjuh. Camila Giorgi vince il primo set e lo vince anche il chiacchieratissimo lucky loser Trungelliti, sull’altrettanto chiacchierato Tomic

11:50 – C’è tanto tennis in campo: Kvitova è sotto di un set, Osaka è avanti con buon cipiglio. Soffre anche Wawrinka, che ha appena chiesto un medical timeout: lo svizzero non sta per nulla bene, sembra vicino alle lacrime

11:40 – Il primo set della giornata, purtroppo, va a Marius Copil che domina su Cecchinato (6-2). Seguono a ruota Paire (6-3 su Carballes Baena) e Suarez Navarro che rifila un bagel ad una spaesata Konjuh

11:10 – Si parte! Sarà la giornata più ricca d’incontri insieme a quella di domani (58 compresi i due recuperi femminili). Si parte con quindici incontri in contemporanea, sette maschili e otto femminili. Subito in campo Wawrinka, due italiani (Cecchinato e Giorgi) e Trungelliti, protagonista dell’epopea in auto per tornare a Parigi


CONSIGLIATI DALLA REDAZIONE: I MATCH DA NON PERDERE DEL DAY 2

Mladenovic vs Petkovic (ore 13 circa, Suzanne Lenglen): Kiki lo scorso anno si presentava a Parigi con legittime aspirazioni di titolo e fu respinta con perdite; quest’anno le sue aspettative sono di parecchio ridimensionate. Quanto ad Andrea il suo tennis non è interessante quanto le sue esternazioni solo perché queste sono davvero… fuori scala, per originalità. Sarà una bella partita

Siegemund vs Vandeweghe (ore 15 circa, Court 1): ‘Lauretta mia, bimba adorata’ intona una vecchia canzone popolare (forse la conoscerete per via di Tony Corallo). Laura Siegemund non è in gran forma, ma con la racchetta può fare tante cose quante quelle che riuscite a immaginare, e anche di più. Coco può lasciarla ferma a cannonate, ma può anche impazzire

Wozniacki vs Collins (ore 15 circa, Philippe-Chatrier): non vi farete mica impressionare dal fatto che la danese è la seconda testa di serie? No, non sarà una partita scontata. Se non ci scappa la sorpresa, ci scappa lo spavento

Seppi vs Gasquet (ore 15 circa, Suzanne Lenglen): perché va bene tutto, ma Italia-Francia sul Suzanne Lenglen che fai te la perdi?

Coric vs Kohslchreiber (ore 15 circa, campo 6): piuttosto curiosi di capire quanto è davvero cresciuto Coric, la lunga distanza ci darà delle risposte. E potrebbe darcele anche l’incrocio con un giocatore che a volte sembra avere la penna sul modulo di pensionamento… eppure negli Slam devi sempre batterlo


TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SUL ROLAND GARROS

CRONACHE DAL DAY 1

APPROFONDIMENTI

Continua a leggere
Commenti

ATP

ATP Zhuhai: contro le wild card cinesi Murray vince d’esperienza, Garin alla distanza

Successi anche per Etcheverry e Muller

Pubblicato

il

Andy Murray - US Open 2023 (foto Twitter @ATPTour_ES)

Proseguono giovedì 20 i sedicesimi di finale dell’Huafa Properties Zhuhai Championships. Dopo la sconfitta di Matteo Arnaldi per mano di Aslan Karatsev, nel prosieguo del pomeriggio cinese scendono in campo altri protagonisti, tra cui Andy Murray.

[7] A. Murray b. [WC] Y. C. Mo 7-5 6-3

Esordio positivo per il tennista britannico, qui accreditato della settima testa di serie. Murray ha avuto a che fare con un ventitreenne cinese all’esordio nel circuito maggiore che non ha davvero sfigurato al confronto con il grande campione.

 

Murray ha servito con discreta continuità facendo suo l’ottanta percento dei punti con la prima palla, ma il suo più giovane rivale non ha demeritato al confronto, dimostrandosi solo un po’ troppo leggero sulla seconda palla. Il primo set si è deciso al dodicesimo gioco, con l’ex numero 1 del ranking che si procura con esperienza la seconda palla break in tutta la frazione (la prima arriva nel secondo game e viene annullata da Mo). Cinque ace a zero per lui ma 14 vincenti a testa, con l’atleta asiatico bravo a conquistare 7 punti su 10 discese a rete.

Il secondo set vede il numero 668 del mondo salire 0-40 e fermarsi ad un passo dal break dopo aver sciupato complessivamente quattro opportunità. Ne manca un’altra nel terzo game: Murray è meno preciso con la prima palla ma ha sufficiente mestiere per contenere il vivace inizio di Mo e per cogliere il break decisivo sull’unica chance concessagli dal rivale, sul punteggio di 2-1. Non succede più alcunché di rilevante e lo scozzese passa agli ottavi di finale dove incontrerà Karatsev.

C. Garin b. [WC] Y. Zhou 4-6 6-4 6-2

Cristian Garin si rituffa nel circuito ATP dopo la deludente parentesi di Coppa Davis a Bologna ma deve impegnarsi per quasi due ore e mezza per avere ragione del numero 903 del seeding Yi Zhou, anch’esso come Mo all’esordio nel circuito.

Il tennista di casa gioca al meglio nei primi 40 minuti della contesa e si aggiudica il primo set spingendo con coraggio e mettendo alla frusta il ben più quotato rivale che fatica moltissimo a difendere la seconda palla di servizio. Il cileno subisce ben due break, il secondo dei quali sul 4-5. Dieci vincenti a tre per Zhou, che commette anche tre errori in meno del suo avversario.

Garin reagisce con mestiere: nel primo game del secondo parziale toglie subito la battuta all’atleta cinese per poi mettere in cassaforte i propri turni al servizio. Cristian cede infatti solo quattro punti nei suoi turni e chiude dopo 49 minuti. Tornato l’equilibrio nel punteggio, il tennista sudamericano approfitta di un evidente calo nel rendimento alla battuta dell’asiatico per piazzare due break nel set decisivo e chiudere abbastanza agevolmente. Per lui ora il confronto con la testa di serie numero tre Struff, al rientro dopo tre mesi.

[5] T. M. Etcheverry b. L. Saville 6-4 6-4

Tomas Etcheverry passa il turno contro Luke Saville, numero 313 del mondo e finalista dell’Australian Open di doppio 2020. Il tennista oceanico, marito di Daria Gavrilova, ha provato a dare fondo alle sue abilità di doppista scendendo spesso a rete e con risultati non disprezzabili (24 punti su 48 discese), ha annullato 9 palle-break su 11 complessivamente concesse, ma non è quasi mai andato vicino a ottenere soddisfazioni sul servizio dell’argentino. Etcheverry ha dovuto annullare una sola chance di break e ha chiuso entrambi i set al decimo game e dopo due ore di gioco. Per il sudamericano ora l’ostacolo ceco Svrcina.

A. Muller b. R. Hijikata 6-3 6-2

Poco più di un’ora e mezzo di gioco è sufficiente per il francese Alexandre Muller per superare l’ostacolo australiano Hijikata. Il francese fa leva sull’inconsistenza del servizio del rivale e opera 5 break su 8 game complessivamente giocati alla risposta. Hijikata, che ha appena raggiunto il suo best ranking in settantaduesima posizione dopo l’ottavo di finale allo US Open e la recente finale al challenger di Cary, non ha nell’occasione saputo opporre altro che una flebile resistenza al pressing del francese. Per Muller 24 vincenti e solo sei errori non forzati, che gli valgono l’ottavo di finale contro la testa di serie numero 4 Sebastian Korda.

[6] M. McDonald b. J. Shang 6-4 6-7(3) 6-3

L’americano McDonald si aggiudica uno dei match più divertenti della giornata regolando in tre set il classe 2005 Juncheng Shang in tre set. La testa di serie numero 6 incamera il primo set cogliendo il break decisivo nel gioco d’apertura e difendendolo con una prestazione pressoché perfetta al servizio.

Le sue percentuali con la prima palla calano nella seconda frazione, durante la quale Shang fa emergere le proprie notevoli qualità di timing sulla pallina, soprattutto con il dritto mancino. I due sfidanti approdano al tie-break e il giovane asiatico prevale per 7-3 in virtù di un’ottima prestazione al servizio. Nel set undici vincenti a nove per lui.

Nelle fasi iniziali del terzo set i colpi migliori sono ancora quelli del diciottenne di Pechino, che però sul punteggio di 1-1 scivola nel tentativo di recuperare un passante di rovescio di McDonald. Ripreso il gioco dopo un medical timeout, Shang comincia a manifestare problemi negli spostamenti, uniti anche a qualche segno di stanchezza. Lo statunitense, fino ad allora costretto a inseguire le traiettorie ispirate del rivale, cresce e ottiene il break decisivo sul 4-3 con grande generosità.

Nel game successivo la chiusura del match: per McDonald negli ottavi il faccia a faccia con il belga Coppejans.

Continua a leggere

Coppa Davis

Coppa Davis: terreno fertile per l’Olanda che 100 anni dopo cerca la vittoria sull’Italia

Secondo anno consecutivo ai quarti per l’Olanda in Davis, pericolosa nei doppi con Koolhof e Roger. Un po’ spuntata nel singolare

Pubblicato

il

Il sorteggio ha parlato: a Malaga dal 21 novembre inizieranno le fasi finali e l’Italia ha pescato per i quarti di finale i Paesi Bassi.

È trascorso un secolo da quando la squadra olandese di Coppa Davis fece il suo primo ingresso in campo. Nonostante gli 8 precedenti incontri con gli azzurri però, l’Olanda è riuscita a portare a casa soltanto una vittoria, nel 1923. Due volte è andata vicino al pareggio, perdendo 3-2: nel 1926, e 7 anni dopo, nel 1933.

Eccetto questi due episodi, le vittorie sono sempre state nette a favore degli azzurri: nel 1931, così come nel ’53 e nel ’57, gli azzurri hanno lasciato a 0 gli olandesi. E anche se tra gli ultimi due incontri (1972 e 2010) sono dovuti passare 38 anni, il risultato è rimasto lo stesso 4-1 per l’Italia. Ma gli azzurri non devono abbassare la guardia, perché i doppisti olandesi, sulla carta, sono più forti.

 

Il capitano della squadra olandese di oggi, Paul Haarhuis, può contare su due top 100 nei singoli, Tallon Griekspoor e Botic Van de Zandschulp. Nel doppio invece ci sono due specialisti in corsa per le Nitto ATP Finals di Torino, Wesley Koolhof e Jean-Julien Rojer. Ed è proprio nella storia dei doppi maschili che l’Olanda vanta un’ottima reputazione, dagli anni ’60 di Tom Okker, l’unico olandese ad essere diventato numero 3 del mondo in singolo e numero 1 in doppio, conquistando 78 titoli in doppio e raggiungendo almeno le semifinali in tutti i tornei del Grande Slam. Seguito dal capitano attuale, Paul Haarius, in coppia con Jakko Eltingh, che negli anni ’90 hanno letteralmente dominato il circuito, completando il Grande Slam nel 1998 quando i due si aggiudicarono Roland Garros e Wimbledon.

Sicuramente, sono lontani gli anni in cui l’Olanda vide finalmente un olandese alzare al cielo il primo trofeo slam, con Richard Krajicek nel 1996, diventando anche l’unico a battere Pete Sampras a Wimbledon nei quarti di finale. Ma non bisogna dimenticare che, per la prima volta nella storia, questo è il secondo anno consecutivo in cui l’Olanda raggiunge i quarti di finale in Coppa Davis.

L’anno scorso erano stati eliminati dall’Australia 2-0, finalista di Coppa Davis. Quest’anno hanno vinto un girone D di tutto rispetto, posizionandosi davanti alla Finlandia per un posto sull’aereo per Malaga. E anche se non hanno top players particolarmente rilevanti in singolo, sappiamo per esperienza che questo in Coppa Davis non conta. Non è mai come nel circuito normale, si gioca per la squadra, si gioca con il cuore. Il nostro Lorenzo Sonego, per esempio, l’anno scorso ha dimostrato che dopo una serie di partite girate male, è stata la Coppa Davis a ridargli fiducia. Non si è da soli, l’energia arriva da molto più vicino del solito.

L’Olanda proverà quindi a raggiungere almeno quel traguardo lontano del 2001, quando per la prima e unica volta, raggiunse la semifinale contro la Francia. Mentre gli azzurri dovranno continuare la tradizione di vittorie, portandosi così allo straordinario risultato di 8 vittorie a 1 per l’Italia.

Continua a leggere

Senza categoria

Italiani in campo oggi lunedì 18 settembre: Giorgi e il derby Paolini-Trevisan. Quote, a che ora e dove vederle

Nel 1000 di Guadalajara il Grandstand si tinge d’azzurro: apre il derby, a seguire Camila sfida Sherif

Pubblicato

il

Camila Giorgi - Merida 2023 (Foto Twitter @WTAMeridaOpen)

Una prima serata tutta italiana su SuperTennis. A partire dalle 19, nel Guadalajara Open AKRON, saranno in campo tre delle prime quattro tenniste italiane. Paolini e Trevisan hanno vinto in due set i rispettivi match di primo turno (Paolini ha battuto Chirico, Trevisan invece Schuurs): in palio un posto negli ottavi di finale. Per Giorgi invece sarà l’esordio nel torneo messicano, il rientro in campo di Camila dopo la sconfitta con Pegula a New York.

LE QUOTE: Tutti i principali bookmakers considerano favorita Paolini, si va dall’1.45 di Betway all’1.57 di William Hill. Una vittoria di Trevisan viene considerata molto meno probabile (2.38 William Hill, 2.75 Betway).

Sherif è numero 33 del mondo, Giorgi 56, ma i principali bookmakers tendono a considerare favorita la tennista italiana, probabilmente per la via della superficie ( Sherif ha costruito la sua stagione principalmente sulla terra). Le quote per una vittoria di Camila oscillano tra l’1.40 (Snai) e l’1.51 (Planetwin). Per Sherif invece si va dal 2.45 al 2.85.

 

-WTA1000 Guadalajara, campo Grandstand Caliente : [15] J. Paolini – M. Trevisan, ore 19, diretta su Supertennis (canale 64 del digitale terrestre, 212 di Sky).

Precedenti: 2-1 Paolini

-2016 SANTA MARGHERITA DI PULA, terra rossa: Trevisan b. Paolini 7-5 6-4

-2019 BRESCIA, terra rossa: Paolini b. Trevisan 6-3 6-0

-2020 SHENZHEN (qualificazioni), cemento outdoor: Paolini b. Trevisan 6-3 7-5

-WTA1000 Guadalajara: C. Giorgi – M. Sherif, ore 21 circa (secondo match sul campo Grandstand Caliente a partire dalle ore 19, subito dopo Paolini – Trevisan), diretta su Supertennis (canale 64 del digitale terrestre, 212 di Sky).

Precedenti: 1-1

-2023 MERIDA, cemento outdoor: Giorgi b. Sherif 6-4 6-2

-2023 MADRID, terra rossa: Sherif b. Giorgi 4-6 6-4 ritiro

Jacopo Gadarco

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement