TC Vomero: 110 anni di grande tennis

Lo storico club campano si appresta a vivere un 2018 da protagonista impegnato in molteplici attività, incluso un torneo ITF da 25.000 $, come ci ha raccontato il Direttore Marino Carelli

TC Vomero: 110 anni di grande tennis
Il CdA del TC Vomero alla festa dei 110 anni del Circolo (da sinistra: Carmine Caccia, Salvatore Peluso, Rosario Pennacchio, Marino Carelli, il Presidente Carlo Grasso, Raffaele Basile, Salvatore Esposito)

CIRCOLI IN VISTA: la voce dei Circoli su Ubitennis

Il Club Meridiana di Modena, un’oasi di cultura e sport
TC Sinalunga, ripartire dai giovani con impegno e passione
Quanta Club, un’oasi di sport a Milano focalizzata sull’agonismo
CT Vicenza, dove si vive e respira la vera “aria da club”
TC Faenza, il sogno in A1 continua
Virtus Tennis Bologna, quasi 100 anni di storia con un occhio al futuro
TC Pistoia: terza presenza in Serie A1 col sorriso e la voglia di far bene
Due Ponti Sporting Club, polisportiva all’avanguardia protagonista in A1
Next Gen ATP Finals: Sporting Milano 3, teatro del sogno
TC Genova 1893: avanti sui giovani, a piccoli passi
TC Palermo 2: esordio in Serie A1 puntando sui giovani
CT Maglie, entusiasmo e spirito di squadra per competere in A1
TC Schio: in Serie A1 con attenzione ai giovani e voglia d’agonismo
CT Palermo: in Serie A1 puntando sui talenti siciliani
C.T.D. Massa Lombarda: passione romagnola e sogni di grande tennis
TC Sinalunga al terzo anno in A1, un “miracolo” di buona gestione
L’Ata Battisti torna in Serie A1: obiettivo salvezza e giovani
TC Marfisa: un gioiello nel cuore di Ferrara
Circolo della Stampa Sporting Torino, molto più che un Club
Circolo Tennis Gaeta: con Galimberti per pensare in grande
Junior Tennis Club Perugia: c’è aria di Fed Cup
TC Prato: dove Federer e gli altri hanno cominciato
CT Francavilla al Mare: si scaldano i motori in attesa del Challenger
Tennis Club Bisenzio: nel cuore della città
CT Ceriano: intervista al presidente Rocco Severino
TC Sinalunga: la favola continua
Serie A1: AVIVA al fianco del Tennis Park Genova con Fabio Fognini
Associazione Motonautica Pavia: nel cuore della città
Associazione Motonautica Pavia: quando i sogni diventano realtà
La favola del TC Sinalunga

 

Ing. Marino Carelli, il TC Vomero ha da poco compiuto 110 anni, con una grande festa lo scorso dicembre. Può raccontarci in breve i punti salienti della storia del club?
La festa si è svolta lo scorso 7 dicembre e, come ogni anno, abbiamo celebrato il compleanno del Circolo con i nostri Soci, il nostro staff tecnico ed i nostri allievi. Nell’occasione è stata presentata la riedizione del libro edito nel 2007 per il centenario del club, aggiornato con gli ultimi dieci anni. Il libro ripercorre la storia del club, soffermandosi in particolare sui molti risultati prestigiosi conseguiti dal TC Vomero dall’anno della sua nascita (1907) ad oggi, tra cui spiccano il Titolo Italiano vinto nel 1968 nel Campionato Italiano a squadre di seconda categoria maschile (ex Coppa Croce), il secondo posto nel Campionato Italiano di serie B femminile del 2002 ed il secondo posto nel Campionato Italiano C3-C4 maschile del 1997. A livello giovanile va ricordato il secondo posto nel Campionato Italiano under 14 femminile ottenuto sia nel 1984 che nel 1985 ed il terzo posto nel Campionato Italiano under 14 maschile del 2010. Fra i tennisti italiani più famosi che hanno vestito la maglia del TC Vomero citerei senz’altro gli ex davis man Pietro Marzano e Massimo Cierro; il primo ha regalato al TC Vomero il titolo italiano nel Campionato Italiano di seconda categoria del 1968 (doppio maschile in coppia con Paolo Bodo) ed il secondo il titolo italiano nel Campionato Italiano Assoluto di doppio maschile del 1984. Altro momento indimenticabile nella storia del club è la partita di allenamento svoltasi sui campi del TC Vomero nell’autunno del 1971 tra Nicola Pietrangeli e Giordano Maioli. In tempi più recenti mi piace ricordare, avendola vissuta da neo direttore sportivo del Circolo, la fantastica cavalcata dalla serie C alla serie A2 della squadra maschile di vertice del TC Vomero, realizzata attraverso due promozioni consecutive ottenute nel 2014 (dalla serie C alla serie B) e nel 2015 (dalla serie B alla serie A2).

La squadra di A2 del 2017 (da sinistra in alto: Patricio Heras, Miliaan Niesten, Mariano Esposito, Gianmarco Cacace, il Direttore Sportivo Marino Carelli, il Capitano Maestro Gianni Polidoro, Stefano Modugno, Umberto Prezioso, Andrea Palmese, Giuseppe Caparco, Remigio Burzio)

Come è composta la dirigenza, e quali sono gli obiettivi principali dell’attuale gestione? Quanti soci attualmente avete?
Il Consiglio direttivo del Circolo è composto dal Presidente Avv. Carlo Grasso, al suo secondo mandato, e da 6 consiglieri: il sottoscritto Direttore Sportivo, il Vice Presidente Amministrativo dott. Salvatore Peluso, il Deputato alla Casa dott. Rosario Pennacchio, il Consigliere Segretario dott. Raffaele Basile, il Consigliere deputato alle attività ricreative dott. Salvatore Esposito ed il consigliere deputato ai giochi sig. Carmine Caccia. I principali obiettivi perseguiti da questo CdA, il cui mandato scadrà il prossimo 31 dicembre, sono stati: il massimo sviluppo ed il potenziamento di tutta l’attività agonistica (dall’attività giovanile al settore over, dalla serie D fino alla serie A2), la completa riorganizzazione della Scuola Tennis, il costante miglioramento e ammodernamento della sede sociale, la realizzazione ex novo di una bellissima sala ristorante che affaccia sul campo centrale, il rifacimento in erba sintetica del fondo dei due campi dedicati alla Scuola Tennis, l’illuminazione a fari led dei due campi in terra battuta. Attualmente è in corso un restyling completo della palestra con nuove e moderne attrezzature. Il Circolo conta attualmente circa 150 Soci, i cui stretti familiari (coniuge e figli conviventi) hanno gli stessi diritti dei Soci stessi.

Il club propone ai suoi soci e frequentatori molteplici attività, tanto tennis e molto altro. Quali sono i fiori all’occhiello delle vostre proposte?
Oltre al tennis e all’attività fisica, il Circolo propone tutti i giorni tavoli di burraco e di tressette e tornei di burraco con frequenza almeno bisettimanale. Vengono svolti inoltre (molto seguiti) dei corsi di tango e di scacchi. Quasi ogni fine settimana si organizzano serate conviviali con la formula della cena + spettacolo (teatrale e/o musicale). Non di rado, inoltre, il salone del Club ospita eventi culturali, quali la presentazioni di libri o altro. Altro appuntamento fisso per i Soci del Club è la videoproiezione su maxischermo delle partite del Napoli.

Il Torneo ITF da 25.000$ del 2017 – Il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il Direttore del Torneo Marino Carelli

La scuola tennis è molto importante. Come è strutturata, quanti ragazzini avete e come basate il lavoro sui ragazzi?
Il pensionamento, per raggiunti limiti di età, del nostro storico e impareggiabile Direttore della Scuola Tennis, Maestro Giovanni Polidoro, ci ha costretti a riorganizzare completamente il settore. Non rinunciando alla supervisione del Maestro Polidoro che quotidianamente continua a mettere gratuitamente a disposizione di tutti noi la sua professionalità e la sua esperienza, abbiamo affidato la Direzione Tecnica della Scuola Tennis al Tecnico Nazionale Aldo Russo che coordina un team di maestri e preparatori atletici di primissimo livello, composto dai nostri fedelissimi e bravissimi maestri Morra, Modugno e D’Atri, ai quali abbiamo di recente affiancato i giovani ma altrettanto bravi maestri De Lucia, Cacace e Maspero ed i preparatori atletici Prof. Jacopo Caccese e Valentina De Luce. Il progetto didattico della nostra Scuola Tennis è in perfetta sintonia con le linee metodologiche indicate dalla FIT, attraverso l’Istituto Superiore di Formazione “Roberto Lombardi”. Sulla base dei requisiti posseduti, la FIT ha riconosciuto alla nostra Scuola Tennis la qualifica di “Super School”. Nelle classifiche recentemente pubblicate dalla FIT per l’anno 2017, stilate in base a parametri oggettivi di qualità, quali convocazioni dei propri allievi nelle varie rappresentative regionali e nazionali, partecipazione e risultati nei tornei individuali e nei Campionati a squadre, la Scuola Tennis del TC Vomero si è classificata seconda assoluta tra quelle della Regione Campania, quarta in Italia tra quelle della sua tipologia e trentasettesima assoluta in Italia su quasi duemila Scuole presenti. Attualmente gli allievi della nostra Scuola Tennis sono circa 175.

Nel 2017 avete disputato la serie A2 maschile, come è andata? Prospettive per il 2018 e quali altre squadre portate in campo, anche a livello giovanile?
Come detto, partendo nel 2014 dalla serie C siamo approdati, nel giro di soli due anni, alla serie A2. Nel 2016, al primo anno di A2, abbiamo sfiorato il triplo salto, fallendo per un soffio la promozione in A1, essendo stati sconfitti, dopo aver vinto trionfalmente la fase a girone, nell’incontro di spareggio valido per il passaggio di categoria. Anche nel 2017 abbiamo vissuto una stagione da protagonisti nella serie A2, approdando agevolmente alla fase dei playoff; la possibilità di giocarci nuovamente la promozione in A1 è sfumata alle dieci di sera di una domenica di giugno, allorché abbiamo ceduto dopo dodici ore di battaglia alla Canottieri Casale nel doppio di spareggio. Per riprovarci, con rinnovato entusiasmo, anche nel 2018 abbiamo da poco ingaggiato altri due giocatori di altissimo livello, Nicolas Almagro e Gerard Melzer, che rinforzeranno una squadra già molto competitiva e collaudata, composta dall’italo-argentino Patricio Heras, il portoghese Frederico Silva, l’olandese Miliaan Niesten ed i ragazzi del nostro vivaio Gianmarco Cacace, Giuseppe Caparco, Andrea Palmese e Mariano Esposito. Oltre che alla serie A2, parteciperemo a quasi tutti i Campionati a squadre previsti dalla FIT; proprio in questi giorni sono impegnato nella composizione di circa 30 squadre, di cui circa una quindicina dei settori giovanili, a partire dall’under 10 fino all’over 70.

Il Direttore Sportivo del TC Vomero alla festa dei 110 anni del Circolo

Organizzerete anche nel 2018 il torneo ITF da 25.000$? Che impegno richiede e che soddisfazione è per il club far parte del circuito Pro internazionale?
Posso confermare che anche nel 2018 organizzeremo, per il quarto anno consecutivo, il Torneo Futures ITF da 25.000$ di montepremi che, per quanto mi risulta, sarà, come già è successo l’anno scorso, l’unico torneo internazionale maschile che si disputerà in Campania. Non ci è stata ancora comunicata ufficialmente la data, ma quasi certamente sarà confermata la seconda settimana di maggio, immediatamente prima degli Internazionali d’Italia BNL. Pur essendo un impegno molto gravoso per il Circolo e per me in particolare che svolgo la doppia veste di Direttore Sportivo del Circolo e Direttore del Torneo, non intendiamo rinunciare a questa occasione di far vivere non solo ai nostri soci ma a tutti gli appassionati campani di sport una settimana di grande tennis internazionale, da gustare al sole delle splendide terrazze del Circolo che sovrastano i campi da gioco.

Quali sono gli sponsor principali che sostengono le vostre attività?
I nostri sponsor sono Alma Agenzia per il Lavoro, Banca Euromobiliare, D’Orta SpA, Garofalo ed Head, il nostro sponsor tecnico.

Marco Mazzoni

CATEGORIE
TAG
Condividi